Ventura: “Toro, l’Europa è alla portata. Con Cairo abbiamo seminato per il futuro”

Ventura: “Toro, l’Europa è alla portata. Con Cairo abbiamo seminato per il futuro”

Le parole dell’ex tecnico di Torino e Nazionale in un’esclusiva intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport

di Redazione Toro News
Ventura

Gian Piero Ventura è stato uno degli allenatori più importanti e longevi della storia recente granata. L’allenatore genovese ha raccolto il Torino in Serie B portandolo fino agli ottavi di Europa League per poi salutare a ciclo concluso e accettare la panchina della Nazionale Italiana. L’esperienza azzurra non si è conclusa nel migliore dei modi, ma Ventura ha ricordato – in una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport – il suo periodo alla guida del club granata parlando del suo Toro e delle prospettive del Torino di Mazzarri:

“Torino è ancora un ricordo dolcissimo, una calda emozione: volevo riaccendere la fiamma granata nel cuore dei tifosi e direi che l’obiettivo è stato centrato. Partimmo da una si­tuazione di grande difficoltà e solo tre anni dopo eravamo in Europa, c’era l’aeroporto di Caselle invaso al rientro da Bilbao dopo la notte del San Mames. Con il presidente Urbano Cairo seminammo per il futuro: il Toro di oggi è figlio di ciò che è stato costruito in quei bellissimi anni».

Poi un confronto tra il suo Toro e quello attuale, di Mazzarri: “Non è facile fare questo tipo di confronti perché è cam­biato il momento storico, con una società che in questi anni è cresciuta a dismisura. Il Toro attuale è una squadra forte, costru­ita benissimo, con un mix di qua­lità e fisicità. La nostra era una squadra che per sopperire a una qualità tecni­ca minore doveva dare il 101%. Il mio Toro si stava ri­tagliando uno spazio, quello di oggi uno spazio ce l’ha di suo”.

Ventura vede bene il Torino nella corsa all’Europa: “Ammetto di aver pensato che si potesse ambire a qualcosa di straordinario, all’Europa più no­bile, ma la sconfitta con il Bologna mi ha lasciato l’amaro in boc­ca. Però nessun dramma, nulla è precluso: il Toro è forte, la stagio­ne è positiva, e ci sono tutti i pre­supposti per centrare l’Europa. È alla portata”.

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. alrom4_8385196 - 5 mesi fa

    Probabilmente per costruire il futuro avete usato semi a lentissima germinazione perché stiamo ancora aspettando che succeda qualcosa….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. granatadellabassa - 5 mesi fa

    Il merito più grande di Ventura è stato quello di far capire a Cairo come si costruisce una squadra. Prima Cairo cambiava in continuazione allenatori e direttori sportivi, riempiva la squadra di prestiti e di vecchie glorie.
    Ventura gli ha insegnato il concetto di programmazione e crescita. Con lui molti giocatori sono esplosi.
    Poi come allenatore aveva dei limiti ma è stato davvero importantissimo. Un grazie sincero lo merita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. mirafiori64 - 5 mesi fa

    il migliore allenatore degli ultimi 25 anni, ci ha presi derelitti e ci ha portati a ridosso delle prime della classe piu di quello col materiale che ha avuto non poteva fare. L’ultimo anno forse non aveva piu stimoli, non era mai stato piu di due anni in una societa, ed è stato giusto lasciarlo andare. In nazionale è stato testardo e sfortunato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14153144 - 5 mesi fa

    Per me in Ventura Dg sarebbe ingombrante….se dovesse andar via Petrachi io vedrei bene Bava con un giovanotto granata come Bianchi…la squadra che abbiamo ora è abbastanza giovane per aprire un bel ciclo e permettere a tutti di crescere…sul 2 portiere punterei ancora su ichazo/rosati…il serbo deve ancora farne di partite tra a e b…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Junior - 5 mesi fa

    Sono molto grato a GPV, ha fatto tanto per noi anche se il suo gioco non mi è mai piaciuto….un tiki taka estenuante….e con padelli tra i pali era un collasso ogni volta.
    Penso aveva fatto il suo tempo e il suo gioco troppo vecchio: un catenaccio da anni 70.
    Gli rimprovero solo di aver trattato male Rolly, non se lo meritava per quanto aveva dato al Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mirafiori64 - 5 mesi fa

      anche il toro dava tanto a lui….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. user-13963758 - 5 mesi fa

    e basta con sto riaccendere la fiammella granata… du balle…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Torello_621 - 5 mesi fa

    Grande Mister!
    Lancio un’idea bislacca.
    Alla sua età credo che con la panchina abbia chiuso. Per non disperdere il suo patrimonio di professionalità potrebbe essere un ottimo direttore tecnico della società, soprattutto in affiancamento qualora si decidesse di puntare su un allenatore giovane. Ne butto lì uno: Longo. Inoltre qualora come sembra il Toro voglia approfondire il discorso sulle squadre B in Lega pro potrebbe essere un ottimo maestro di calcio. Anche lì ne butto una: con Coppitelli allenatore in carica.
    È una sciocchezza?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. ProfondoGranata - 5 mesi fa

    Ventura ha solo sbagliato ad andare in nazionale.
    Col senno di poi avrebbe dovuto essere lui a cedere il posto a Mazzarri, finendo la sua carriera al Toro.
    Avrebbe chiuso in bellezza e sarebbe rimasto nel ricordo di tutti come uno del Toro fino all’ultimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Akatoro - 5 mesi fa

      Forse forse Ventura si sarebbe dovuto fermare un anno in anticipo. Lui è stato chiamato semplicemente per rimpinguare le casse generando fiumi di plusvalenze e in questo ha svolto un lavoro eccelso. Quando invece si è fatto tempo di fare risultati ha ceduto il posto, ecco, forse si sarebbe dovuto iniziare a rincorrere i risultati con una stagione di anticipo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Wallandbauf - 5 mesi fa

    Sempre riconoscente nei confronti Ventura

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. peluches - 5 mesi fa

    Caro Mister!!!! Il granatismo è fondere la squadra con i propri tifosi creare un tutt’uno con l’ambiente….vincere un derby 2 a 1 quando il risultato più giusto sarebbe stato un 5 a 1 e non….Comunque grazie per Bilbao….ma il granatismo lo vedo con Zaccarelli che piange sotto la curva!!!! O Ferrante che rincorre Maresca…”la grinta è la tua forza e granata il tuo color”…questo è il Toro…e i suoi tifosi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Filadelfia - 5 mesi fa

    Un Grande mister Ventura. Hai contribuito a far crescere il Toro e portarlo stabilmente in serie A. Grazie mister.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy