Verdi-Samp, la sfida nella sfida: vicini in estate, avversari sul campo

Verdi-Samp, la sfida nella sfida: vicini in estate, avversari sul campo

Il retroscena / In estate anche la Samp ha provato a prendere il giocatore prima di virare su Rigoni

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Avere una valutazione molto alta sul mercato può caricare di ulteriori responsabilità un calciatore da cui ci si aspetta già tanto: è il caso di Simone Verdi, arrivato a Torino per 25 milioni di euro. Il fantasista, voluto a tutti i costi da Cairo, Bava e Mazzarri, dovrà ripagare l’investimento dando qualità all’azione offensiva del Torino e la prima occasione dopo lo spezzone col Lecce potrebbe arrivare proprio a Genova. Per uno strano scherzo del destino potrebbe essere la Samp una delle prime vittime del talento ex Bologna, la stessa Samp che lo aveva cercato con insistenza prima di virare su Rigoni.

Calciomercato Toro, Verdi: la Samp rinuncia? Ferrero: “Il ragazzo verrebbe, ma De Laurentiis…”

QUOTAZIONE – Non è un mistero che Di Francesco avesse fatto il nome di Verdi a Ferrero per la sua nuova avventura blucerchiata, lo ha ammesso lo stesso presidente blucerchiato: “Io ho offerto a De Laurentiis i soldi che l’ha pagato e lui invece ha chiesto cifre che sono insostenibili. Evidentemente non ha bisogno e non ha voglia di vendere”. Per ragioni economiche, quindi, la Samp ha virato su un profilo più abbordabile come Rigoni, acquistato poi nelle ultime ore del mercato così come Verdi. I granata hanno insistito e alla fine sono riusciti a portare al Filadelfia il giocatore. Ora per il nuovo trequartista dei granata è iniziata la seconda avventura all’ombra della Mole e con la Samp sarà una sfida nella sfida: obiettivo? Dimostrare al Toro in primis, ma anche a Ferrero, che è valsa la pena investire su di lui.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy