Da Vesovic e Larrondo a Belotti e Ansaldi: da Stoccolma a Debrecen l’EuroToro cambia volto

Da Vesovic e Larrondo a Belotti e Ansaldi: da Stoccolma a Debrecen l’EuroToro cambia volto

I granata vinsero 0-3 con una doppietta di Larrondo. L’undici titolare, confrontato a quello di oggi, testimonia la crescita della squadra

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Da Brommapojkarna-Torino sono passati poco meno di 5 anni, ma a guardare la formazione di quel Toro sembra già trascorsa un’era. L’estate del 2014, come quella attuale, fu rovente: il ripescaggio in Europa ai danni del Parma, le sanguinose cessioni di Immobile e Cerci e l’entusiasmo per il ritorno nelle Coppe dopo due decadi. Allora fu il Brommapojkarna ora sarà il Debrecen. In seguito, quella, sarebbe stata l’estate degli arrivi di Fabio Quagliarella e Bruno Peres ma all’esordio del 31 luglio 2014 a Stoccolma, il Torino si presentò con un undici titolare tutt’altro che memorabile. Nonostante la rosa attuale necessiti di qualche ritocco per essere completa, il confronto tra l’undici che affronterà il Debrecen e quello di Ventura, testimonia la crescita tecnica della squadra in questi 5 anni.

ATTACCO – A partire dall’attacco, orfano dei “gemelli del goal”: quella formata da Paulo Vitor Barreto e Marcelo Larrondo venne definita una “coppia inedita”; oggi abituati ai goal di Belotti e al sinistro delicato di Falque non faticheremmo a definirla “surreale”. Ironia della sorte, furono proprio loro a decidere match e qualificazione: Larrondo mise a segno una doppietta e Barreto chiuse l’incontro sul 3-0. Per l’argentino rimasero le uniche due realizzazioni nelle undici presenze in stagione tra campionato ed Europa League, così come per Barreto che segnò un goal in 6 presenze.  Gianpiero Ventura fu obbligato a schierare un undici improvvisato, fatto da qualche nuovo acquisto, poche certezze e altri giocatori, che per utilizzare un eufemismo, non sono riusciti ad imporsi in granata.

VESOVIC – Per esempio alzi la mano chi si ricorda di Marko Vesovic. Se non lo avete mai sentito nominare non è colpa vostra: 4 presenze totali in 7 mesi al Torino e poi una discreta carriera tra Rijeka e Legia Varsavia. In quella partita a Stoccolma scese in campo dal 1’ prima di essere ceduto in Croazia qualche giorno dopo. A completare il centrocampo Antonio Nocerino, reduce da buone stagioni in rossonero ma capace solamente di litigare con Ventura e racimolare 5 presenze in granata. Un altro centrocampista che non riuscì a rispettare le aspettative è Rubén Perez. Spagnolo, scuola Atlético Madrid, era particolarmente lento e macchinoso e per questo è uscito prestissimo dai radar di Ventura: anche per lui l’esperienza in granata si concluse a gennaio con sole 6 presenze.

Insomma, nonostante il Toro si presenti al preliminare contro il Debrecen senza nuovi acquisti, quantomeno Mazzarri potrà scegliere tra Belotti e Zaza, tra Baselli e Lukic senza dover mandare in campo Barreto e Larrondo: non è cosa da poco.

BROMMAPOJKARNA-TORINO 0-3
TORINO (3-5-2): Padelli; Bovo, Glik, Moretti; Vesovic (29′ st Benassi), Nocerino, Vives, El Kaddouri (39′ st Perez), Molinaro; Barreto (25′ st Martinez), Larrondo. A disposizione: Gomis, Gaston Silva, Jansson, Masiello. All. Ventura
MARCATORI: pt 45′ (rig) e st 8′ Larrondo; st 8′ Barreto
19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mimmo75 - 3 mesi fa

    La crescita è evidentissima, in termini di valore della rosa e di monte ingaggi e ciò testimonia la grandezza del lavoro fatto da Ventura. Con una squadra meno forte di quella attuale riuscì a conquistare e onorare l’Europa. Quella rosa andò oltre i propri limiti così come quella attuale, arrivata a sfiorare la CL e comunque capace di ritoccare record importanti. Peccato che la conferma di Ventura a ciclo palesemente finito e la parentesi con Mihajlovic abbiano fatto perdere due anni e mezzo, impantanado il Toro. Ora tocca a Mazzarri confermare quanto di buono fatto vedere fin qui, alzando l’asticella in campionato e provando a far meglio del Toro europeo di Ventura. A Cairo la responsabilità di non vanificare tutto con la solita tattica sparagnina ai limiti dell’esasperazione. Se il buongiorno si vede dal mattino…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. flavio-san - 3 mesi fa

    forza toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Héctor Belascoarán - 3 mesi fa

    Beh si, insomma, non ci sono paragoni… però, dopo quest’articolo, un po’ vien da toccarci i coglio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Cecio - 3 mesi fa

    Ho i brividi a rileggere quella formazione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. ToroShakty - 3 mesi fa

    Lorrendo prima della partita si fece una megapippata da 5 gr. di coca !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ToroShakty - 3 mesi fa

    L’ orrendo prima della partira si fece una mega pippata da 5 gr. di coca !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Andreamax - 3 mesi fa

    Prova

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

    Padelli vs Sirigu
    Bovo vs Izzo
    Vesovic vs De Silvestri
    Nocerino vs Meité
    Molinaro vs Ansaldi
    Barreto o Larrondo vs Belotti

    Rimpiango Moretti e Vives.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 3 mesi fa

      Ciao Privilegio, io rimpiango anche tanto Darmian…però sulla carta quello di oggi sulla carta è veramente uno squadrone!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 3 mesi fa

        non so perchè ma il PC mi ha aggiunto un “sulla carta” alla fine, scusate la frase mal fatta.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Cerutti_Gino - 3 mesi fa

    A me Vesovic sinceramente non dispiaceva…buona gamba, aggressività, discreto posizionamento… in Serie A si vede ben di peggio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

      Sì, ma era anche un po’ legnoso.
      Comunque ci abbiamo fatto su una plusvalenzina prima dandolo in prestito oneroso e poi vendendolo a 900mila, mi pare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cerutti_Gino - 3 mesi fa

        Beh ci sta, poi in effetti in quel ruolo avevamo Darmian e Bruno Peres se non erro

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Veyser - 3 mesi fa

    “L’undici titolare, confrontato a quello di oggi, testimonia la crescita della squadra……” Chi dice il contrario è in malafede e non aiuta di certo la squadra, la società a crescere….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Garnet Bull - 3 mesi fa

    Scusa vanni o qualsiasi nome tu stia usando, sicuro che la squadra non sia migliorata negli anni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

      Eh, io mi sono un po’ perso. Dopo sucasuca eravamo passati a orso e tororussia, ma forse c’è qualche passo ulteriore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 3 mesi fa

        Non dimenticate Boh(cairopussavia), vinna e Innav…in 6 mesi ne avrà cambiati tipo 10!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

          Scusa, ma non era Mah?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maxx72 - 3 mesi fa

            Si però “Mah” in confronto a Vanni è Dante Alighieri per come scrive (anche se io negli ultimi giorni non ci capisco niente) quindi ho molti dubbi su questo…

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy