Zaza a lezione da Mazzarri: il Torino adesso aspetta i suoi gol

Zaza a lezione da Mazzarri: il Torino adesso aspetta i suoi gol

Focus on / L’ex Valencia scalda i motori: contro l’Inter può arrivare l’esordio in granata?

di Marco De Rito, @marcoderito

Il Torino aspetta Simone Zaza. L’attaccante proveniente dal Valencia è sicuramente uno degli acquisti più attesi di questo Torino. Il classe 1991 è arrivato nelle ultime ore della finestra estiva di calciomercato, e Walter Mazzarri ha preferito non metterlo subito nella mischia nel match d’esordio contro la Roma. Nella gara contro l’Inter però le cose potrebbero cambiare: dopo una settimana di allenamenti con i compagni potrebbero aumentare le possibilità di vedere impegnato l’ex Atalanta, se non dal 1′ quanto meno a gara in corso.

CURIOSITÀ – Mentre Soriano ha già avuto modo di scendere in campo contro la Roma e molti altri acquisti hanno raccolto diversi gettoni presenza tra le amichevoli precampionato e le prime due gare ufficiali; Zaza è senza dubbio il principale oggetto di curiosità da parte dei tifosi, dato che non si è ancora visto in campo con la maglia granata. Così come Djidji. C’è molta curiosità nell’attesa di vedere come l’attaccante possa convivere con una punta importante come Andrea Belotti. Nulla di cui stupirsi comunque, anche Mazzarri aveva detto che non l’avrebbe fatto scendere in campo nel match contro i giallorossi (LEGGI QUI): “Zaza? Prima di mandarlo in campo dovrò sottoporlo a test atletici per verificarne lo stato di forma”. Un periodo di ambientamento ritenuto fisiologico dal mister, deciso a conoscere meglio il giocatore prima di fargli fare i primi minuti in granata.

LE SOLUZIONI – Nel corso di questa settimana il tecnico ha potuto osservare l’attaccante, fargli fare i consueti test atletici e anche inserirlo negli allenamenti tattici. In questa maniera ha potuto impartirgli i primi meccanismi del suo gioco e cercare di farlo entrare in sintonia con Belotti. Zaza offre diverse soluzioni a mister Mazzarri: può giocare in coppia con Belotti o anche come vice del Gallo nel 3-5-2, stesso discorso nel 3-4-1-2 dove dietro alle due punte può agire un giocatore tra Adem Ljajic e Iago Falque. L’allenatore toscano starà sicuramente lavorando su questi schemi, anche se comunque appare difficile un impiego del nuovo acquisto dal 1′ a San Siro, più facile che entri a partita in corso – come è successo settimana scorsa per Soriano –  anche per soddisfare la curiosità degli addetti ai lavori e di tutti i tifosi granata.

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14003131 - 1 anno fa

    Curioso di vedere Zaza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. coach53 - 1 anno fa

    questo qua Ljajic lo vede come il parmigiano sul pesce! Allenatore antico di calcio antico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Granatissimo - 1 anno fa

    Bene, ora aumenta la mia curiosità. Dopo aver visto Meite, Bremer, Aina, Izzo e Soriano domenica contro la Roma adesso tocca a loro. Forza ragazzi e Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Riba - 1 anno fa

    Mazzarri svegliati! FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. PrivilegioGranata - 1 anno fa

    Gallo e Zaza a spaccar difese, dai ca@@o!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. iard68 - 1 anno fa

    Anch’io sono curioso. Di vedere Adem!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy