Zaza, il cambio in panchina è un’opportunità: Longo avalla la coppia con Belotti

Zaza, il cambio in panchina è un’opportunità: Longo avalla la coppia con Belotti

Focus on / L’attaccante di Policoro rientrerà dall’infortunio e si giocherà le proprie carte con Longo

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Il rapporto tra Simone Zaza e il Torino continua a viaggiare sulle montagne russe. Tra alti, bassi ed infortuni nei momenti migliori, Zaza non è mai riuscito ad imporsi con continuità durante la gestione di Walter Mazzarri. Anche per questo motivo dopo le trattative saltate con Espanyol e Villarreal, nelle ultime ore del calciomercato invernale l’attaccante di Policoro è stato vicino all’Inter di Conte. Alla fine Zaza ha rifiutato le offerte, è rimasto in granata e con Moreno Longo in panchina avrà ancora più motivazioni per ritagliarsi uno spazio da protagonista.

Torino, Longo rimescola le gerarchie: cosa può cambiare nello spogliatoio

ATTACCO A DUE – È stato proprio il nuovo allenatore del Torino a tendere una mano verso Zaza nella conferenza stampa di presentazione: “A me piace giocare con due attaccanti. Non è un mistero, quindi proveremo a farli giocare insieme. Molto dipenderà ovviamente dal loro atteggiamento, dalla voglia di aiutarsi”. Un cambiamento quasi radicale rispetto alle ultime scelte di Mazzarri che, anche quando ha avuto Belotti e Zaza a disposizione, ha preferito il doppio trequartista impostato a Bormio. La coppia di attaccanti del Torino ha già dimostrato (un po’ nello scorso campionato, un po’ all’inizio della stagione) di poter coesistere con successo, ma sarà l’atteggiamento dimostrato in campo a decidere se questa opzione sia percorribile con continuità.

OPPORTUNITÀ – Soprattutto perché Zaza, per un motivo o per l’altro, non ha mai dato continuità alle buone prestazioni sfoderate qua e là nel corso della propria esperienza in granata. Prestazioni che sono arrivate soprattutto nel finale dello scorso campionato e in qualche (breve) scorcio della stagione in corso. Nelle ultime apparizioni da titolare contro Fiorentina e Verona, per esempio, Zaza ha segnato ed è stato importante per la fase offensiva, ma proprio per un discorso tattico, al rientro di Belotti si è dovuto accomodare in panchina. Poi l’infortunio, ora quasi smaltito, e l’opportunità di riprendersi una maglia da titolare al fianco di Belotti. Longo è ben disposto e Zaza può finalmente avere continuità per dimostrare di fare al caso del Torino.

 

 

36 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Rimbaud - 8 mesi fa

    Forse il miglior modulo con i (pochi) giocatori che abbiamo sarebbe il 424 di venturiana memoria

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. maxx72 - 8 mesi fa

    Mi frega una pippa di chi gioca. Basta che si vinca.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. bric - 8 mesi fa

    Con tutto il rispetto per chi ha nominato fusi ma, oggettivamente, neanche tutti i centrocampisti a disposizione del mister non valgono il vecchio piccolo grande giocatore che era Gianluca fusi.campione d Italia con samp, Napoli e juve.non scherziamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 8 mesi fa

      Nessuno ha detto che i centrocampisti che abbiano oggi valgono Fusi, si parlava dell’importanza di quel ruolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Andrea D’Alberto - 8 mesi fa

    sicuramente impossibile per sabato,ma a me nn dispiacerebbe il 4231 con Izzo che potrebbe fare anche il quarto a destra N’koulou e Lyanco centrali e Aina a sinistra,Rincon e Baselli mediani e davanti con piu’ variabili,Ansaldi Verdi e Edera,o magari Lukic in mezzo e Verdi e Ansaldi ai lati col Gallo a fare la punta vera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. gianluca.mazzull_8693329 - 8 mesi fa

    A mio avviso i problemi del Torino degli ultimi tre anni nascono da tre acquisti sbagliati, quasi certamente costati molto meno di quanto facciano credere: Niang, Zaza e Verdi. Il primo perché non adatto alla realtà italiana, il secondo perché non pi dare un ingaggio simile a una riserva e il terzo perché doppione di Iago e Berenguer, quando invece sarebbe servito un giocatore diverso. Mi spiego. Mazzarri dopo aver preso sberle contro Parma a Torino e Fiorentina in Coppa, aveva capito il problema e si era coperto inserendo Meitè come secondo trequartista. Quindi un giocatore di struttura fisica che nei momenti di forma (ne ha due all’anno e durano max 4/5 partite) sa fare quella pressione alta che serve. Scegliendo Verdi è stato fatto un errore enorme, perché Berenguer va fatto giocare in quanto uno dei pochi a essere pericoloso, Verdi invece sta a Berenguer come Zaza a Belotti… una riserva troppo costosa. E siamo rimasti sguarniti dal punto di vista fisico. Noi imbarchiamo acqua perché giochiamo con troppi uomini offensivi. Che non combinano nulla, a fronte di rischi nelle retrovie. Per giocare come voleva Mazzarri – che non è un cretino, quindi con questa rosa quello più o meno si può fare – servono trequartisti di fisico e corsa, noi dei trottolini amorosi tu tu ta ta ta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 8 mesi fa

      Iago è universalmente riconosciuto come laterale dx.
      Hai MAI visto giocare Verdi in quel ruolo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. eurotoro - 8 mesi fa

    il Presidente è stato chiaro..4 mediani x 2 posti…quindi 343 opure 3412..442..4231…confido in Longo che li faccia giocare nei loro ruoli ed il piu sarà fatto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. leggendagranata - 8 mesi fa

    Finalmente qualcuno che si ricorda che il “genio” Mazzarri escluse Zaza dalla formazione proprio dopo due molto positive prestazioni, contro la Fiorentina (con gol) e il Verona, e che Belotti e Zaza hanno già giocato bene insieme. Dunque, chi ripete ostinatamente che i due non possono giocare insieme parla per pregiudizi, Certo forse avranno bisogno di qualche tempo per trovare l’ intesa migliore (anche se contro il Milan fecero vedere ottimi scambi) e di una squadra che li sappia servire a dovere. Una colpa grave di Mazzarri è stata di essersi subito messo di traverso agli acquisti di Zaza e Soriano, un atteggiamento ostruzionistico che andava sanzionato ben prima. D’ altronde, ha anche fatto acquistare a caro prezzo un’ ala (adesso si deve dire “esterno di fascia alto”), Verdi, per riciclarla da trequartista, perchè in quel ruolo non aveva più nessuno. Vedo che c’ è ancora chi auspica la riproposizione del modulo visto contro l’ Atalanta, il Milan ed il Lecce, e cioe’ con i due trequartisti (Verdi ed Berengier) ed una sola punta, Belotti. Evidentemente la storia non insegna nulla, visto che in tre partite abbiamo preso 15 goal e che Belotti non ne ha fatto nemmeno uno, anzi ha sempre giocato fuori posizione tanto da fare i cross per Berenguer. I risultati parlano chiaro: attacco asfittico e centrocampo cartavelina. Mi sembra che Longo l’ abbia capito e voglia cambiare registro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 8 mesi fa

      il gallo centravanti! !! il gallo centravanti! !! il gallo centravanti! !!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Guevara2019 - 8 mesi fa

    Longo fa bene nel tentare di recuperare Zaza, c’è bisogno di tutti per non avere incubi di classifica fino a maggio.

    Ma cosa vuol dire che Zaza ha preferito di rimanere al Toro, te credo solo una petracata avrebbe potuto dargli un contratto per 4 anni e costui, e chi lo vuole.

    Insisterei di più sull’intesa Gallo-Millico, si vedrà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. suoladicane - 8 mesi fa

    la difesa è da inizio anno che imbarca, io credo passerà a 4 dietro e metterà il centrocampo a 3 con rincon perno basso a schermo e baselli e lukic o meite mezze ali, davanti a 3 con il gallo in mezzo a due ali vere verdi e jago … ah no jago non c’è più….allora Edera.
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. avvopal_14171626 - 8 mesi fa

      Probabilmente si ma non credo lo faccia già sabato….intendo la difesa a 4…in mezzo invece siamo contati…giocare a 3 vorrebbe dire avere un solo ricambio a meno che ansaldi non venga messo a centrocampo dovesse occorrere….proverei anch’io edera a destra e verdi a sinistra….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Francesco67 - 8 mesi fa

        Il trio davanti deve essere
        Millico – Belotti-Verdi
        Poi dietro come vuole 4-3 o 3-4

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. avvopal_14171626 - 8 mesi fa

    Che dicesse il contrario su Zaza era poco credibile…che poi creda davvero che due prime punte come loro sono possano davvero coesistere è un altro paio di maniche…in ogni caso non è un problema che avrà sabato….penso che inizierà con la difesa a 3 anche se ha detto che lui preferisce la difesa a 4 e che verdi lo vede meglio esterno e non trequartista…quindi si potrebbe ipotizzare un 3-4-3 con berenguer e verdi esterni e non trequartisiti come con mazzarri….il problema sarà in mezzo visto che non abbiamo fulmini di guerra…avessimo naingolan e barella sarei più tranquillo…..spero in lyanco sul centrosinistra dietro..sarebbe ora che giocasse…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 8 mesi fa

      Se avessimo avuto Naingolan e Barella in mezzo, Mazzarri era ancora al suo posto e ci stavamo giocando un posto Champions.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

        E aggiungo nessuno avrebbe protestato x organigramma societario ecc ecc

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Athletic - 8 mesi fa

    Per me è fondamentale il ritorno di Baselli, so che in tanti non sono d’accordo, ma secondo me è l’uomo più importante a centrocampo, l’unico che riesce a dare ordine al gioco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spiritolibero - 8 mesi fa

      Anche Rincon è importante

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Garnet Bull - 8 mesi fa

      Sono più che d’accordo, in pochi purtroppo si rendono conto della sua importanza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 8 mesi fa

        ..bravi voi 2 si che capite di calcio! martin vazquez e scifo si esprimevano al meglio grazie al lavoro di fusi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Athletic - 8 mesi fa

          Esatto, purtroppo l’importanza di questa tipologia di giocatori non viene notata dal pubblico, che si concentra su quelli più talentuosi e belli da vedere, ma d’altra parte è normale sia così, il calcio è uno spettacolo e gli spettatori vogliono vedere dribbling e giocate di classe. Ma hai fatto l’esempio giusto, senza i giocatori come Fusi, gli Scifo e i Martin Vazquez non riuscirebbero ad esprimersi al meglio.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Gianluca - 8 mesi fa

            E Baselli cosa centrerebbe con Fusi? Per favore, dai. Può darsi Baselli sia più affidabile di Lukic e Meitè, ma sempre poca roba è.

            Mi piace Non mi piace
    3. Gianluca - 8 mesi fa

      L’acquisto di Baselli coincide con l’inizio della parabola discendente dopo il mini-ciclo Ventura. Casualmente coincide con l’inizio del ciclo Atalanta. Su chi ha fatto l’affare, visto che siamo andati a Bergamo con il piglio di quelli ricchi grazie ai soldi di Darmian… fate vobis

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Garnet Bull - 8 mesi fa

    Le probabilità che con la giusta fiducia e il giusto ambiente che zaza faccia bene sono secondo me altissime

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. LeoJunior - 8 mesi fa

    A me intrigherebbe un 4312 con
    Sirigu
    Izzo Nk Lyanco Bremer
    Baselli Rincon Ansaldi
    Verdi
    Gallo Zaza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spiritolibero - 8 mesi fa

      Devo ammettere che non dispiacerebbe anche a me Infortuni esclusi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Marchese del Grillo - 8 mesi fa

      Continuiamo con Verdi trequartista? E il Gallo che si mette a giocare all’ala per evitare di pestarsi i piedi con Zaza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. spiritolibero - 8 mesi fa

        Alla Papu

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. uiltucs.pesar_12159015 - 8 mesi fa

        Marchese, il Gallo sta giocando ala a prescindere dalla presenza di Zaza…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Enrigab - 8 mesi fa

    questa è l’occasione per vedere le qualità in possesso di Verdi ,
    perchè sicuramente si giocherà palla a terra e Lui da regista potrà saltare l’uomo
    o passare il pallone creando cosi una azione guardabile.
    questo appunto da me fatto perchè con Mazzari veniva sempre saltato.
    Altro che dire dobbiamo essere ottimisti come lo siamo sempre stati.
    F.V.C.G.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. r.ponzon_13686323 - 8 mesi fa

    Sirigu
    Lyanco, N’Koulu, Izzo
    Berenguer, Rincon, Lukic, De Silvestri
    Verdi
    Millico, Belotti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Salentogranata - 8 mesi fa

    Ciao..penso che su due cose Longo ha fatto capire un po’ di cose:
    1) questa squadra è stata costruita per la difesa a tre
    2) a lui piace giocare con due attaccanti
    Io presumo ed è una mia idea che inizialmente attuerà il 3-5-2 con verdi come centrocampista un po’alla Hamsik..e non mi stupirei neanche di vedere berenguer esterno nei 5( in fondo è giocatore di fascia) in attacco io propenderei più su millico che Zaza più vivace è più fantasioso anche se acerbo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. LeoJunior - 8 mesi fa

    Non sono un tecnico e nemmeno un gran conoscitore di schemi. Ma è un pò che mi faccio una domanda e vorrei confrontarmi con chi ne capisce di più. In rosa di fatto non abbiamo esterni validi, sopratttutto in fase offensiva. Lollo, per quanto generoso, non riesce a saltare l’uomo una volta e non fa un cross che sia uno. Alina non lo vedo andare sul fondo e crossare. Laxalt l’abbiamo venduto. Forse solo Ansaldi ha i numeri ma non possiamo sfiancarlo sulle fasce. A mio avviso anche lui non è un vero esterno. Salta l’uomo ma con tante finte e perde tempi di gioco. Difficile per gli attaccanti prendere il tempo su quelle giocate. Non sono veri esterni i ns centrocampisti o i ns “attaccanti”. Non lo è Millico o Verdi e non lo era Iago. Forse solo Edera potrebbe esserlo.
    Ma allora che senso ha giocare con 3 dietro? Non sarebbe giocare più coperti dietro e a centrocampo e giocare per vie centrali? Provando Verdi dietro due punte? O dando più possibilità e libertà ai centrocampisti di inserirsi.
    Che dite?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Wallandbauf - 8 mesi fa

      Se iniziassimo a giocare in verticale una buona volta si può fare eccome. Però sarebbe anche uno spreco non sfruttare le capacità di stacco del gallo e zaza sui cross, basta farne più di uno a partita.
      Se solo zaza la smettesse di fare falli inutili e prendere ammonizioni inutili, ma giocasse a pallone, sarebbe anche utile alla causa.
      Sono curioso di vedere come scendiamo in campo sabato,vediamo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. TOROPERDUTO - 8 mesi fa

      Diciamo che dobbiamo giocare in tutti e due i modi, perché proprio quello che non andava di mazzarri era insistere su un solo e unico modo di giocare.
      Insomma nel calcio moderno devi riuscire ad essere un po’ imprevedibile e fare più cose se no non combini molto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy