Superga, la commemorazione per il Grande Torino

Superga, la commemorazione per il Grande Torino

Diretta TN / Il popolo granata si riunisce in una giornata dedicata alla memoria di una squadra ormai leggendaria

1 Commento

-18.09 I giocatori si dirigono verso il pullman, dopo la lettura dei nomi del Grande Torino, da parte del capitano Andrea Belotti.

17.50 Termina la messa, i giocatori si avviano verso la lapide.

17.45 Toccante, l’omelia di Don Riccardo Robella, che utilizza una similitudine interessante, come quella della mano (QUI i dettagli).

17.30 Continua la cerimonia, attendendo che la squadra granata si diriga alla lapide per la lettura dei nomi degli Invincibili e di tutti i caduti in quel 4 maggio funesto.

17.05 Questa è l’ora in cui l’aereo del Grande Torino precipitò: adesso sono passati esattamente 68 anni da quella tragedia indelebile.

17.00 Comincia la commemorazione per la scomparsa dei giocatori del Toro.

16.57 Tra pochi minuti comincerà la messa in onore del Grande Torino, con un’omelia tenuta da Don Robella.

Hart

16.32 Ecco sopraggiungere anche Acquah, Hart e Valdifiori.

Belotti

16.30 La squadra del Torino arriva nel piazzale di Superga, per la commemorazione del Grande Torino. Ecco comparire Belotti, Mihajlovic e Petrachi, tra gli altri.

Miha petrachi

Il Mannekenpis, uno dei simboli di Bruxelles, è stato completamente vestito di granata: l’abito è stato confezionato su misura dai sarti della statua, che poi verrà conservato nel Museo degli abiti della Statua.

Statua granata 2

Carlo Tavecchio (presidente della FIGC), intanto, celebra il Grande Torino, definendolo un simbolo per il nostro Paese, e non solo dal punto di vista calcistico (QUI le sue parole).

Comincia a popolarsi il piazzale con molti tifosi del Torino.

Superga piazzale

Anche Nello Santin ha detto la sua prima della messa: “Quella del Grande Torino è stata una grossa perdita; nel nostro piccolo, con il nostro Toro, abbiamo cercato di dare il massimo, vincendo uno scudetto.

Prima della commemorazione ha parlato Cesare Salvadori, parlando del Grande Torino e del Fila: “Oggi è una giornata piena ed emozionante, anche avere la presentazione del Filadelfia è una notizia molto importante. Quella del ’49 è una ferita che non si rimarginerà mai.

Iago Falque e Sasa Lukic sono pronti per andare a Superga, a commemorare la squadra degli Invincibili, come riportano i loro due post su Instagram.

Il piazzale davanti alla basilica di Superga è sgombro, senza bancarelle e venditori abusivi, proprio come organizzato dal Comune che ha voluto evitare che ci fossero anche i furgoni, mettendo delle volanti di polizia a sorvegliare l’ultima curva prima del piazzale stesso (QUI i dettagli).

Piazzale Superga

Anche il Milan, società che milita in Serie A, ha voluto ricordare il Grande Torino, così come Kamil Glik, che non ha di certo dimenticato i suoi anni da capitano, quando i nomi degli Invincibili era lui a leggerli il 4 maggio. 

Sono state molti i post sui social da parte dei giocatori di Serie A, anche dei giocatori della Juventus, come Gianluigi Buffon, il capitano, che ha anche espresso tutta la sua rabbia per le scritte a dir poco irrispettose lette sulla strada per Superga.

Anche Paulo Dybala ha voluto ricordare gli Invincibili, con un post sui social, dicendo che la rivalità tra le due squadre di Torino ci sarà sempre, ma che non saranno mai nemiche (QUI i dettagli).

Nella giornata di oggi, 4 maggio 2017, si celebra il ricordo della scomparsa del Grande Torino, avvenuta ormai 68 anni fa. Come di consueto la quadra granata di Sinisa Mihajlovic si riunirà alla basilica di Superga per la messa di commemorazione degli Invincibili, in un momento sacro per ogni tifoso del Toro. La messa di Don Robella comincerà alle ore 17. Una piccola “statistica” riguardo al meteo: oggi è una giornata molto nuvolosa che accenna pioggia, e questa condizione climatica (che riporta alla mente proprio quel 4 maggio di 68 anni fa) si è verificata 23 volte negli ultimi 31 anni.

Se volete seguire ancora più da vicino il Toro, seguite l’account di Toro News su Instagram, con post e storie interessanti! (QUI il link)

Sartori-Bonansea-Parella

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. claudio sala 68 - 3 mesi fa

    Grande commozione. Il Toro è una fede, questo è un tesoro da tramandare che ci distingue da tutti a prescindere da campionati e Champions vinte.
    Un grande abbraccio a tutti i tifosi

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy