Palermo-Torino: De Zerbi, allenatore emergente e votato all’attacco

Palermo-Torino: De Zerbi, allenatore emergente e votato all’attacco

Focus on l’allenatore avversario / Il Palermo con un gioco molto veloce grazie agli esterni di centrocampo è pronto a mettere in difficoltà il Torino

Commenta per primo!

Il Palermo a inizio stagione – era solo la terza giornata – ha subito un nuovo terremoto sulla propria panchina; il dimissionario Ballardini è stato sostituito da un tecnico molto giovane e preparato, Roberto De Zerbi, allenatore che ama molto il gioco offensivo basato sul possesso di palla prolungato.

Focus on: la difesa del Palermo
Il centrocampo del Palermo
L’attacco del Palermo

Dopo essersi messo in mostra nella scorsa stagione al Foggia in Lega Pro, dove grazie al suo 4-3-3, ha guidato la squadra pugliese al secondo posto nel girone C, fallendo l’approdo in Serie B soltanto nella finale dei Play-off contro il Pisa è stato chiamato ad affrontare una nuova sfida con il Palermo di Zamparini.  Arrivato sulla panchina siciliana, il bresciano ha deciso di adottare un 3-4-2-1 più consono alle caratteristiche dei rosanero con Rispoli e Aleesami sulle fasce che grazie alla loro velocità rappresentano una vera e propria spina nel fianco per le difese avversarie. Ha anche ridisegnato l’attacco, reparto che si appoggia alla grande esplosività del macedone Nestorovski.

Dal suo approdo sulla panchina del Palermo, De Zerbi ha fin’ora ottenuto 4 punti in 4 partite con una vittoria, un pareggio e due sconfitte all’attivo. Le sconfitte sono arrivate contro squadre importanti e tecnicamente superiori come Napoli e Juventus, contro i partenopei ha subito un netto 3-0 ma era la sua partita d’esordio, mentre i bianconeri sono riusciti a bucare la sua squadra soltanto grazie a un’autorete di Goldaniga. La vittoria l’ha ottenuta contro l’Atalanta, mentre il pareggio è arrivato sul campo della Sampdoria dove i rosanero sono stati in vantaggio fino agli ultimi minuti dell’incontro.  La squadra di mister De Zerbi deve ancora oliare al meglio i meccanismi del nuovo allenatore, ma sicuramente la sosta ha favorito il suo ambientamento al Palermo, ed ora grazie a un gioco molto rapido e offensivo proverà a mettere in difficoltà il Torino nella partita che vedrà i due club affrontarsi Lunedì sera in terra siciliana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy