Calciomercato Torino, Falque-Benevento: si va verso un prestito oneroso

In Uscita / Il giocatore dovrebbe approdare nel club giallorosso con la formula del prestito secco ma oneroso

di Luca Sardo
iago falque in azione con il torino

Iago Falque si avvicina sempre di più al Benevento. L’attaccante spagnolo ha accettato la nuova destinazione e le due società stanno limando gli ultimi dettagli. Secondo quanto raccolto da Toro News, Falque dovrebbe approdare al Benevento con la formula del prestito secco ma oneroso. Ultimi contatti tra le società per definire le cifre, mentre il giocatore ha già l’accordo con la società sannita. Falque – dopo la seconda parte di stagione giocata sempre in prestito ma al Genoa – ora si prepara per una nuova avventura, lontana da Torino. Ha capito di essere fuori dai piani di Giampaolo, mentre Inzaghi è pronto a dargli centralità.

LEGGI ANCHECalciomercato Torino, Iago Falque ad un passo dal Benevento

TRATTATIVA IN CORSO – A confermare la trattativa ieri è stato direttamente il direttore sportivo del Benevento Pasquale Foggia. Come riportato dal sito ottopagine.it, ieri il ds – a margine dell’evento organizzato dal club giallorosso con Confindustria – ha parlato del possibile arrivo di Iago Falque: “E’ un calciatore che ci piace, c’è una trattativa e vediamo se ci saranno i presupposti per portarlo da noi. E’ evidente che stiamo parlando di un calciatore molto importante. In sede di mercato – continua il ds del Benevento – nulla è scontato, soprattutto per una neopromossa. Da qui al cinque ottobre saremo concentrati su tutti. A Inzaghi abbiamo già fatto sei regali: è molto contento di proseguire un percorso iniziato lo scorso anno“. Si sta definendo solo più gli ultimi dettagli, ma l’accordo con il giocatore c’è. Risolto quello, Falque si unirà alla squadra di Inzaghi.

28 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. rolandinho9 - 1 mese fa

    Girerei i soldi presi dal prestito oneroso di Iago per prendere Paqueta dal Milan in prestito oneroso, te lo danno subito, tanto Joao costa troppo e si forti pronti a venire ora non ce ne sono, tocca rialzarsi e tornare ad essere appetibili,anche a costo di valorizzare giocatori altrui,intanto instauri bei rapporti col Milan, e spesso,vedi il Parma L anno scorso, coi prestiti si fanno grandi stagioni e ci si diverte. Non costruisci ma tanto senza soldi è impossibile, ma tornando a far divertire il pubblico riaccenderemmo la passione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sigfabry - 1 mese fa

      Buona idea ma Giampaolo lo faceva giocare ??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. pinco pallino - 1 mese fa

    Ha rinnovato, si é preso la numero dieci ed é letteralmente sparito.
    Incredibilmente, nel silenzio del giornalismo sportivo granata.
    Invito @GianlucaSartori, @gianluca_sarto il mio giornalista preferito di Toronews, che ci racconti per filo e per segno cosa è successo a Iago Falque, uno dei nostri beniamini.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sigfabry - 1 mese fa

      Ma soffri di amnesie o hai problemi simili??
      Si è infortunato varie volte etc etc , ma non è possibile che si possano scrivere certe cose e hai pure il consenso , guarda se vai sul sito tansfermarket e cerchi il calciatore ci sono i rendimenti per stagione dettagliati .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. pinco pallino - 1 mese fa

        ma perché quel tono del cazzo, caccola?
        fammi capire,non puoi scrivere la tua opinione portando rispetto?
        scendi dal piedistallo che prendi freddo, fai il bravo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Nero77 - 1 mese fa

    Tutte le nostre dirette concorrenti si rinforzano ,mentre a Milano negli studi di RCS si dorme..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Bischero - 1 mese fa

    In base alle liste il toro deve sfoltire. Ad oggi già 2 giocatori sono fuori come esuberi. Quindi se si vuole prendere un altro giocatore sopra i 24 anni le cessioni devono essere 3.vera é under 20 e non entrerebbe in lista ma é un extracomunitario. Siamo in mezzo ad una strada… Detto in belle maniere. Abbiamo un presidente tirchio che non delega e una rosa completa.se non se ne vanno izzo lyanco djidji Iago non arriva proprio nessuno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. grulp_420 - 1 mese fa

    Rinforziamo una diretta concorrente alla salvezza,ma almeno facciamolo per soldi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Rimbaud - 1 mese fa

    Anche solo un milioncino o due e ingaggio risparmiato non sarebbe male, chissà che Iago prossimo anno possa tornare quello che conoscevamo…ed essere un nuovo acquisto, in bocca al lupo ragazzo, per me i suoi problemi sono di natura prettamente fisica, troppo strano che mazzarri lo abbia lasciato partire l’anno scorso

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. renatoponzzo - 1 mese fa

    tiferò anche benevento…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rimbaud - 1 mese fa

      senza esagerare o rischiamo di andare giu noi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. lucabenzoni7_8317634 - 1 mese fa

    Penso che non ne sentiremo la mancanza : ha fatto una buona stagione e stop, età avanzata e sempre rotto ………. è una punta esterna nei tre davanti che quindi non serve nello scacchiere tattico che abbiamo da anni e non è neanche un 10 dietro le due punte, men che meno una seconda punta …………. FT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. granataLondinese - 1 mese fa

    Io mi ricordo un’intervista dove lui chiedeva piu’ rispetto.
    Da li in poi non ha piu’ giocato bene.
    Certo, l’allenatore l’ha messo fuori ruolo, poi fuori rosa, poi gli infortuni.

    Nessun giornalista ha mai spiegato quel commento, scrivete solo roba inutile per far vedere pubblicita’ ancora meno utile.

    Un giorno non sara’ piu’ con noi e magari rilascera’ un intervista.

    Allora magari sapremo.

    A me pare che come al solito, sia colpa della societa’, che ha demotivato non solo lui ma altri giocatori che erano cmq forti (Ljacic ce lo siamo perso nello stesso anno).

    N’Kolou aveva avuto quel crollo e si e’ ripreso. Senza contare poi i giovani che non risuciamo mai a far fiorire.

    Meditate gente meditate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Casagrande - 1 mese fa

      Ricordo quell’intervista ma poi l’attenzione fu subito spostata altrove perché di alcune cose non si vuole mai parlare.Jago professionista serio e dispiace per i granata che ne parlano così come sto leggendo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. granataLondinese - 1 mese fa

        Spiace molto per Iago, ma proprio molto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. granataLondinese - 1 mese fa

      Sarebbe bello leggere i non mi piace, al posto do un voto, spiegare cosa non piace di questo mio commento.
      L’intervista e’ un dato di fatto.
      Qualcosa e’ successo.

      Illuminatemi d’immenso e saggezza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. abatta68 - 1 mese fa

      Ufficiosamente falque aveva poi dichiarato che ce l aveva con la carta stampata per aver distorto certe sue dichiarazioni, ma mai meglio definite. C’è anche da dire che falque ha sempre detto di voler restare qui, ben altra storia rispetto a ljaic, che qui non ci sarebbe mai voluto venire e appena ha potuto e gli è convenuto è scappato dalla finestra! In questo senso mi fanno ridere i commenti di certi tifosi che sostengono che 3milioni di ingaggio per torreira sono un insulto, mentre poi rimpiangono l assenza di ljaic come 3/4ista, uno che per meno di 3milioni anno non si sarebbe manco allacciato le scarpe!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. granataLondinese - 1 mese fa

        Ljacic non lo rimpiango “alla grande” ma ammetto che non abbiamo avuto piedi fatati come quelli piu’ in organico.

        Niente piu’ punizioni, niente dribbling, il gioco e’ morto li’.

        Chiaro che rendeva a sprazzi (come tanti geni del calcio) e che era un vile mercenario.

        Pero’ andava rimpiazzato.

        E’ sempre lo stesso discorso Caro Abatta, si cambia allenatore e non gli si danno i giocatori, si adatta chi si ha in rosa.

        Oppure si vende e non si rimpiazza adeguatamente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Bastone e Carota - 1 mese fa

    A me dispiace per Iago da due anni. Non è mai più stato all’altezza delle sue prestazioni passate. Giusto che le nostre strade si dividano, anzi abbiamo perso troppo tempo, avremmo dovuto separarci quando lui era sulla cresta dell’onda. Penso che il Toro debba assolutamente tornare alla sana gestione dei tempi di Ventura, quando si prendevano giocatori che venivano valorizzati e poi rivenduti bene. Quel sistema ci ha permesso, anno dopo anno, di passare da una squadra di prestiti a una squadra di giocatori di proprietà, con una crescita continua del livello di giocatori acquisiti e poi rivenduti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Casagrande - 1 mese fa

      Non è stato all’altezza? Ha avuto parecchi infortuni e sulla sua strada ha incontrato un mister come Mazzarri che con il suo non gioco non è mai riuscito a valorizzarlo.Poi in prestito al Genoa in una situazione difficile per chiunque.Per Me un buon calciatore Jago

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. luizmuller - 1 mese fa

        Concordo. Per Mazzarri, almeno uno fra lui e ljajic era di troppo, e scelse Falque forse perché un po’ più docile, più ragionevole e accomodante del serbo. Ma quel campionato, il 2018-19, Iago iniziò a giocare meno e anche meno bene, non essendo valorizzato come col gioco del precedente allenatore. Poi venne l’infortunio nei preliminari di coppa, un fallaccio brutale di un ungherese, se non ricordo male neppure ammonito. Quindi una lunga assenza e innumerevoli tribolazioni, che lo hanno portato a perdersi, per lo meno calcisticamente. Non mi stupirei se a Benevento si ritrovasse e tornasse quello dei primi due anni qui. Ne sarei felice per lui.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. FORZA TORO - 1 mese fa

          ovviamente felice si riprendesse,se lo merita

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. SangreToro - 1 mese fa

      Ma dei risultati sul campo non vi interessa proprio niente??!finire un campionato a un passo dalla zona retrocessione, prendere batoste storiche e umilianti.. siete soddisfatti solo che siano stati fatti dei buoni affari con la compravendita di giocatori?! Manco poi i guadagni il presiniente li dividesse tra i tifosi..Non capisco come ragionate: sono anni che oltre a non vincere nulla, (nemmeno un derby)giochiamo pure male e l’unica cosa che conta è che il giornalaio abbia i conti a posto e ci guadagni pure

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bastone e Carota - 1 mese fa

        I risultati in campo sono cresciuti di pari passo alla crescita dei giocatori semi-sconosciuti che abbiamo preso, fatto esplodere, rivenduti per prendere altri giocatori potenzialmente più forti. Purtroppo con Sinisa e Mazzarri siamo tornati ad acquistare nomi e non più giocatori. Ora abbiamo una lista di invendibili anziché di plusvalenze da reinvestire.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. SangreToro - 1 mese fa

          Mi puoi elencare quali sarebbero i risultati che hai visto sul campo negli ultimi 25 anni? Ti ricordo che l’ultimo trofeo l’ abbiamo vinto proprio 25 anni fa( Coppa Italia) poi il nulla, forse un paio di derby. Avete rotto con sti discorsi di plusvalenze, valorizzazione di giocatori, guadagni e perdite di Ciro… chissenefrega! Iscrivetevi ad un forum di economia ed esponete lì le vostre teorie ed elucubrazioni mentali.Questo forum è per chi tifa Toro e vorrebbe rivedere il vero Toro, il tremendismo, la grinta e pazienza se non si vinceranno più trofei; uniamoci almeno x ridare a questa squadra la forza e la grinta di affrontare qualunque avversario senza paura né timore com’è nel nostro Altrimenti diventeremo solo più un’azienda coi conti in regola, vincitori del Fair play finanziario, grandi ragionieri e creatori di plusvalenze, i pochi ragazzini che ancora oggi coraggiosamente tifano Toro nel giro di una generazione spariranno e la nostra squadra, la nostra Storia con loro.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Casagrande - 1 mese fa

    Come seconda puntata insieme al gallo al posto di Zaza lo avrei tenuto,anche perché difficilmente prenderemo uno più forte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 1 mese fa

      Eh ma perché noi tifosi tendiamo a ricordare falque per quello che ha fatto qui il primo anno soprattutto. È un giocatore che ha avuto problemi alla caviglia e al ginocchio che si sono cronicizzati nel tempo, non sono problemi da contusione. Per giocare da attaccante poi serve allenare costantemente la velocità e il fraseggio, continui scatti anche laterali in allenamento e tante botte in partita. Iago difficilmente reggerà una stagione intera nel centrocampo del Benevento, impensabile in attacco. Dispiace perché a me piaceva, forse l unico che ogni tanto si inventava qualcosa…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Junior - 1 mese fa

    Dispiace perdere Iago, lo ritengo un giocatore che può fare la differenza. Si dice che Defrel è tornato nel nostro mirino. Spero riescano a chiudere almeno per dare un degno partner al Gallo che ne soffre dai tempi della partenza di immobile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy