Calciomercato Torino, il punto: Bonazzoli in uscita, vicino l’arrivo di Diaw

Calciomercato / Il punto sulle principali trattative in entrata e in uscita condotte dai granata

di Cecilia Mercatore

BONAZZOLI

ROME, ITALY – DECEMBER 17: Federico Bonazzoli of Torino has a shot blocked by Chris Smalling of Roma during the Serie A match between AS Roma and Torino FC at Stadio Olimpico on December 17, 2020 in Rome, Italy. The match will be played without fans, behind closed doors as a Covid-19 precaution. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Federico Bonazzoli è arrivato a Torino durante lo scorso mercato estivo in prestito dalla Sampdoria. Adesso, però, l’attaccante di proprietà blucerchiata sembra essere già in partenza verso Crotone. Dopo la volontà della società granata di interrompere il prestito con obbligo di riscatto, è arrivato anche il consenso del giocatore seguito dall’ok del club ligure per girare l’attaccante alla squadra calabrese. Dunque Bonazzoli potrebbe lasciare a breve Torino e diventare il primo rinforzo del mercato di riparazione per la squadra di Giovanni Stroppa.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Torino, Bonazzoli-Crotone sì: l’attaccante pronto a partire

39 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. frankie.vi - 1 mese fa

    Quindi 5,5 M per Papu Gomez e 5 per Diaw??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. miele - 1 mese fa

    Solita parabola alla Cairo: si è partiti con Kouame, poi ripiegati su Sanabria e si finirà con un “por diau” .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. robinhood_67 - 1 mese fa

    Mandragora, se sta bene, è un signor giocatore. Soprattutto, è un centrocampista con qualità che in rosa mancano. Ma il punto, ancora una volta, è che siamo al last minute, al vagare senza meta in cerca di ‘occasioni’ dell’ultimo giorno di mercato.
    L’unica cosa chiara è che Vagnati sta smontando il suo stesso mercato estivo: Bonazzoli, Murru; se potesse, anche Gojak e Vojoda. Giocatori presi per Giampaolo, si dirà, ma non è sempre vero. E, anche fosse, non è una spiegazione sufficiente.
    Nessuno di questi è titolare, nessuno ha entusiasmato ma nessuno ha neppure avuto la possibilità di giocare con continuità. L’obiettivo sembra soprattutto alleggerire il monte ingaggi prima di agire sulle entrate. Come in estate, è sconcertante lo zigzag fra giocatori avvicinati o esaminati: da Niang e Torreira siamo passati a Kurtic e Lerager, o Gedson Fernandes; da Kouame, a Sanabria o Diaw.
    Difficile intravedere un qualsiasi progetto del club. Pensavamo di essere passati da tempo ad una ‘gestione Preziosi’, irrazionale e ondivaga, ma poi perfino al Genoa, quando si sono aperte le porte della retrocessione, hanno capito che contava fare presto e bene, e hanno preso Stroetman. Al Cagliari, Nainggolan e Duncan.
    Solo per restare al centrocampo, il quartier generale del problemi del Toro.
    Irrisolti da 2 anni appena.
    Forza (quel che resta del) Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

    Primo: Mandragora non è un ex gobbo, ma è ancora sotto contratto con loro
    Secondo: è perennemente infortunato
    Terzo: è sotto contratto con i gobbi fino al 2025
    Quarto: ad oggi ha 9 presenze di cui 6 da subentrante e in due occasioni è stato sostituito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. luizmuller - 1 mese fa

    Ricapitolando: Bonazzoli, normalmente etichettato da molti commentatori come “scarso” o “un altro ex-doriano voluto dal Maestro”, ora che se ne va lascia molti affranti, o indignati; Diaw, che forse verrà a sostituirlo, non va bene, ha 29 anni, viene da dalla B e soprattutto, è un ex-magazziniere (pregiudizio da gobbi, direi proprio); Schone, quando se ne parlava la scorsa estate era un rottame del Genoa, così come Biglia, vecchio anche lui e pure rotto: tutti e due ora vengono rimpianti come occasioni perdute; infine, Mandragora, un giovane centrocampista che ha fatto tutte le nazionali, preso quatto anni fa dai gobbi per 20 milioni (lo hanno tenuto un anno, una partita in tutto, forse da subentrato) non va bene, è un ex-gobbo (come Rincon, Quagliarella, e se andiamo a vedere pure Iago Falque) quindi non sia mai!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

      Luiz@ ti ho risposto sopra.
      Non è un ex gobbo.
      Ha un contratto con loro fino al 2025.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. luizmuller - 1 mese fa

        Certamente, intendevo dire che ci ha giocato (quattro anni fa). Se avessi dovuto scrivere una voce della Treccani sarei stato più preciso ed esteso. Ma ci avrei anche messo ben di più del minuto e mezzo impiegato a scrivere il commento. Io continuo a considerare questi forum come un passatempo, mi sforzo di non prenderli (e non prendermi) troppo sul serio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

    Ora, fermiamo un attimo il tempo e facciamo una foto della situazione di questa finestra di calciomercato. Osserviamola e consideriamo ciò che vediamo. Io vedo, al 2 gennaio, una squadra con grossi limiti tecnici, motivazionali e di coerenza tattica con il progetto intrapreso con Giampaolo, limiti ben noti sin dalla scorsa estate, mica emersi strada facendo. Vedo una squadra che naviga in pessime acque, in piena zona retrocessione e con il quart’ultimo posto che si allontana sempre di più. Vedo una società che a fronte di tutto ciò resta inerte e quando si muove lo fa per togliere al mister due pedine (Millico e Meite), una delle quali fatta fuori durante il riscaldamento della gara di coppa Italia contro il Milan che stava per prenderlo. E già questo basterebbe per capire quanto poco importi a Cairo del Toro inteso come progetto sportivo. Ma come si fa a castrarsi in quel modo per “garantire” proprio l’avversario che stai incontrando in una partita da dentro o fuori? Ma non solo, guardando la foto vede i giorni trascorrere mentre le dirette concorrenti si rinforzano e Vagnati vaga senza un euro a impietosire questo o quel procuratore per ottenere le condizioni da questua che Cairo impone per i nuovi (eventuali) acquisti. Siamo al 27 gennaio, è trascorso un mese e sgangherati come siamo ci ritroviamo con due calciatori in meno e un terzo che sta per andare. Non so se arriveranno Diaw o Sanabria, Pippo Baudo o Loretta Goggi, ma so che l’immagine che vedo è quella di un presidente che neanche di fronte al baratro della serie B è riuscito a trovare quella punta di dignità e orgoglio da fargli cambiare la strategia perdente che porta avanti dal dopo Ventura in poi: prima cedere a peso d’oro e poi comprare mendicando. Neanche la cruda realtà del fallimento sportivo lo ha smosso. E’ totalmente insensibile a tutto ciò che attiene alla componente emotiva e passionale, non è una novità, ma oggi stiamo scoprendo un presidente che riesce incredibilmente a farsi scivolare addosso anche la prospettiva di sprofondare in B. E sapete perchè? Perchè tra paracadute, cessioni e risparmio degli ingaggi (il botteghino è già alla voce ZERO grazie al covid e quindi può solo CRESCERE) sa benissimo che dopotutto non sarebbe una perdita rilevante, anche a fronte di una riduzione dei diritti televisivi (che magari non ci sarà neanche, viste le novità in arrivo che prevedono una forte crescita degli introiti per tutti). E allora questa foto mi regala solo un Cairo più cinico, freddo, insensibile, disinteressato, che pur non avendone alcun diritto, tiene in ostaggio la passione di milioni di persone. A che titolo? In nome di cosa? Come osi? A partire da questo momento faccio ripartire il tempo ed ho la consapevolezza che chiunque arriverà dal mercato non porterà via neanche un alito del disprezzo che provo per questo presidente. Non è così che si comporta chi ci tiene a una squadra di calcio e a tutto ciò che rappresenta. Neanche m’incazzo più, presidente: tienitelo sto catorcio che hai creato. Il Toro è altro e ti sopravviverà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nero77 - 1 mese fa

      Analisi perfetta.Siamo gli unici tifosi a non avere un presidente,ma solo un tutore che fa i suoi interessi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. smncast_93 - 1 mese fa

    Andate a caXXre…. Siamo in un baratro e continuate a non prendere nessuno…
    Le scommesse (abbinandole ad acquisti di valore) andavano fatte durante il mercato estivo e non a fine gennaio!!!
    Siete veramente FASTIDIOSI ed IRRISPETTOSI.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

    Vergogna.
    Diaw + Mandragora (ancora sotto contratto con i gobbi) sarebbe la certificazione del fallimento totale di Vagnati e di Cairo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. granata63 - 1 mese fa

    A questa squadra manca un regista. Nicola potrebbe cambiare modulo, allora le priorità potrebbero essere diverse. Non scordiamoci che 14 punti sono retrocessione probabile. Fortunatamente, per ora siamo in compagnia di altre tre squadre, ma bisogna partire subito. Diaw mi sembra una buona scelta. Certo è una scommessa, e non siamo in condizione di farne, ma davanti non abbiamo niente oltre a belotti, e zaza sono anni che non combina niente. Spero sia ripartito da domenica. vedremo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 1 mese fa

      Non c’entra il modulo.
      Qualsiasi modulo tu adotti hai bisogno di uno in mezzo al campo che detti i tempi.
      Un centrocampista lo devi prendere chiunque alleni questa squadra, poi lo chiami regista,metronomo, uomo d’ordine o come si vuole.
      Il cambio di modulo o allenatore non sposta le priorità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. l.cupiol_5432650 - 1 mese fa

    Operazione in linea con la politica di quest’anno che risulta essere uno dei peggiori di sempre dell’epoca Cairota ed è tutto dire. Se sarà, ripudiare Bonazzoli dopo poche partite, nelle ultime della quali aveva mostrato anche un minimo di confidenza con il Gallo, per prendere un trentenne che non ha mai giocato in serie A, è a dir poco allucinante. Inutile ricamarci sopra. Si va verso l’inevitabile smembramento di un gruppo che solo un anno e mezzo fa sembrava sul punto di fare il salto decisivo. Lì sono stati commessi errori di valutazione a cui non abbiamo saputo porre rimedio. Solo essere passati dal rimpianto Petrachi, prima a Bava e poi a Vagnati, dimostra quanto si tenti di pescare a caso, puntando più sul colpo di fortuna che riesce una volta su un milione, alla programmazione che il più delle volte non delude. Siamo a fine gennaio, a parte l’arrivo di Nicola e il recupero di Baselli, non c’è niente che ci faccia sperare in una svolta. Non vinciamo più in casa da un sacco di tempo e nel girone di ritorno incontreremo fra le mura amiche solo 4 squadre della parte destra della classifica (la prima è la viola) che se non facciamo nostre vorrà dire B quasi certa. Fra due giorni incontriamo la Fiorentina, partita decisiva, e qui si parla di qualche nomuncolo che non cambierà le nostre sorti. Uno sfacelo annunciato, con i giocatori, anche quelli più convinti, che a breve cominceranno a pensare al prossimo anno altrove. A noi resta solo un filo di speranza, troppo poco, oltre che irrispettoso, per una tifoseria che più di tutte le altre meriterebbe di non soffrire. Invece eccoci ancora qua. La discesa è appena cominciata, Nicola aiutaci tu…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. masterfabio - 1 mese fa

    Ma Schone e Vasquez ci fanno veramente schifo? In questo momento abbiamo più bisogno di loro che non dell’ennesima punta (ed ennessima scommessa). L’unica cosa buona da fare in attacco è cedere Verdi (ma chi se lo piglia).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. paperoga - 1 mese fa

    Diaw ha molta grinta , va bene per noi, sembra meglio di Sanabria .
    Per il centrocampo spero in qualcuno meglio di Kurtic o Lerader .
    Se Mandragora e’ integro , non sarebbe male
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. extremoduro - 1 mese fa

      Sogno giá zaza-diaw

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. come un pugno chiuso - 1 mese fa

    Reda, sta per arrivare un altro ex-gobbo, siete in ritardo dormiglioni !

    siccome Gedson Fernandes ha un tasso tecnico troppo imbarazzante per la cairese, Cirio e Rovagnati virano su Mandragora, hanno chiesto anche di Thiago Mendes dimenticandosi che non è più un calciatore

    prossimo step l’elemosina

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. masterfabio - 1 mese fa

      Tanto ex non è dato che è in prestito dai gobbi all’Udinese. E’ ancora di proprietà delle me**e di Venaria. L’idea è che stiano chiendo in giro a tutti, nella speranza di prenderne almeno uno, in modo da dire “visto che abbiamo rinforzato la squadra?”, ma la verità e che la programmazione e le idee stanno a zero. Due centrocampisti degni di questo nome dovevano già essere in rosa dal 3 gennaio. Raccattamo la spazzatua degli altri e non siamo neanche capici di farlo bene e velecemente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. come un pugno chiuso - 1 mese fa

        esatto Fabio, pesca a strascico, ndo cojo cojo, che pena

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. extremoduro - 1 mese fa

    qualcuno mi spiega perchè il papu è costato “solo” 5+2 miglioni al siviglia? ma ma ma… sono allibito e senza parole

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. frasto - 1 mese fa

    Cominciava ad ingranare. Operazione fatta per non pagare il costo di Bonazzoli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. strafa_10623156 - 1 mese fa

    Bonazzoli ha sicuramente ampi margini di miglioramento e darlo via adesso, per inserire un’altra prima punta senza esperienza in categoria e senza avergli dato la possibilità di dimostrare cosa sa fare, ha una sola spiegazione: evitare il riscatto obbligatorio di giugno(oltretutto piu alto della cifra pur esorbitante richiesta dal Pordenone per Diaw). Il mercato è in linea con le direttive aziendali: ridurre i costi senza scucire un’euro in più di quelli buttati nella sessione estiva. Faccio presente che Schone, in questo momento sicuramente più utile di Diaw, continua ad essere senza contratto…ma probabilmente l’ingaggio non rientra nei parametri sopra citati…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. tric - 1 mese fa

    Perchè non prendiamo Campolillo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Aca Toro - 1 mese fa

    colpaccio … ho i brividi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. FaustoGranata - 1 mese fa

    E questo sarebbe il mercato di riparazione ? Non son capaci di chiudere una operazione decente…sempre telenovelas con finale drammatico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Il Vittoria - 1 mese fa

    Bonazzoli va aspettato!
    Esattamente come abbiamo fatto con Belotti. Non va venduto. Spendere 5 milioni per Diaw mi pare una mezza follia.
    Davanti potremmo anche essere a posto così, se confrontiamo la situazione della rosa attaccanti con quella dei centrocampisti. La priorità è un regista, a prescindere dal fatto che Giampaolo non ci sia più. Ma è così difficile capirlo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft+Bresciani - 1 mese fa

      Concordo pienamente, a noi mancano come il pane centrocampisti che diano del tu al pallone e che magari sappiano battere le punizioni.
      Ci sono Schone (svincolato) e Vasquez (a mezzo milione), si tratterebbe solo di accordarsi x lo stipendio.
      Diaw può servire eventualmente come riserva (tenendo ed aspettando l’eventuale e probabile esplosione di Bonazzoli) xché quando Zaza sarà squalificato (e con tutte le ammonizioni che prende prima o poi capiterà) se x caso Belotti è infortunato o indisponibile x nazionale o altri motivi, ecco che serviranno sia Diaw che Bonazzoli

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Il Vittoria - 1 mese fa

        E niente…
        Arriva Sanabria, giocatore discreto.
        Mi dispiace molto che parta Bonazzoli. Penso sia forte.
        Vedremo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. LeoJunior - 1 mese fa

    Sembra ci sia qualche buona notizia. Diaw bloccato e va in porto solo se non arriva Sanabria.
    A centrocampo forse un’idea buona, anzi più che buona. Un po’ ci speravo: vicini a Mandragora.
    Non dico nulla….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Granata de Milan - 1 mese fa

    Non ho mai visto giocare Diaw,quindi non posso esprimere un giudizio personale,se non per sentito dire…..
    Bonazzoli e giovane,e credo abbia ancora margini per migliorare.
    Non so, temo che questa finestra di calciomercato sia diventata più una minestra riscaldata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. tric - 1 mese fa

    Bah!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Mestregranata - 1 mese fa

    Presiniente grazieeeee

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Mestregranata - 1 mese fa

    Si sta giustamente costruendo l’attacco per la serie B. Diaw sarà il nuovo puntero per la prossima stagione.Dal Gallo e Zaza a Diaw e Millico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Marchese Granata - 1 mese fa

    Questi vanno avanti come dei carro armati, non guardano in faccia nessuno. Il punto! Non ci sono parole non censurabili che si possano usare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Fantomen - 1 mese fa

    Come riparare a una cagata con un’altra cagata ……per la seconda fa 5 ml

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. martin76 - 1 mese fa

    Del mercato cairota mi rifiuto di parlarne, l’unica cosa che mi sento di dire è che, dato che per uscire da sta situazione di merda serve gente con grinta, a Diaw la cattiveria agonistica non dovrebbe mancare.
    Cambiando discorso, è incredibile il culo del milan quest’anno, un tiro un gol e una decina occasioni dell’Inter non concretizzate. Giustamente se ne va a casa, oltretutto grazie ad una cagata di Meité.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. ddavide69 - 1 mese fa

    Vacca boia che operazione da alta finanza sportiva.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Mav - 1 mese fa

    Bravo meite anche li fai danni

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy