Calcio, si riparte? Gli aggiornamenti dell’8 maggio / Samp niente Bogliasco, Lega in assemblea il 13

Calcio, si riparte? Gli aggiornamenti dell’8 maggio / Samp niente Bogliasco, Lega in assemblea il 13

Diretta TN / Tutti gli aggiornamenti di giornata dal mondo dello sport

di Redazione Toro News

Di seguito i principali aggiornamenti di mercoledì 6 maggio, sulla situazione del Covid-19 in Italia e all’estero, relativi al mondo dello sport.

21.47 Dopo Fiorentina, Samp e Torino, anche il Milan rivela di avere dei giocatori attualmente contagiati dal Covid-19 in rosa. Il club rossonero lo fa non in via ufficiale, ma attraverso le parole del presidente Paolo Scaroni durante WarRoom, il format web di Roma InConTra. “Al Milan abbiamo qualche giocatore contagiato in via di guarigione” ha dichiarato.

20.55 Convocata in modalità straordinaria una nuova assemblea di Lega in Serie A il prossimo 13 maggio. Si terrà nella modalità di video conferenza alle 10 in prima convocazione, alle 12 in seconda. All’ordine del giorno la ripresa dell’attività sportiva e i diritti TV per il triennio 2018/2021.

19.35 “Io vengo dal calcio e lo rispetto, sono tifoso e se riparte sarò lì davanti alla tv a guardarlo. Non condivido però che si dica che il calcio finanzia tutto lo sport, perché non è vero”. Lo ha detto Gianni Petrucci, Presidente Fip (Federazione italiana pallacanestro), a Radio 24. E poi ha aggiunto:“La situazione è diversa tra calcio e pallacanestro, noi abbiamo fatto la scelta di chiudere, nessuno ci ha dato torto e ora sono curioso di sapere cosa farà il calcio. Fanno bene ad andare avanti, hanno voglia, ma non condivido il fatto che il calcio finanzi tutto lo sport perché questo non è vero”. 

18.44 Nessun giocatore blu cerchiato si è allenato a Bogliasco dopo i nuovi casi di positività registrati ieri. I calciatori della Sampdoria si sono allenati nelle proprie abitazioni, utilizzando i macchinari messi a disposizione dalla società durante la quarantena.

18.12 Damiano Tommasi, presidente dell’Aic (Associazione italiana calciatori) ha rilasciato un’intervista a Fanpage, evidenziando alcuni aspetti importanti in questi giorni decisivi per il calcio nazionale.“È l’uniformità dei comportamenti che garantisce la sicurezza. La gestione della positività di un calciatore non può essere diversa da quella che riguarda altri ambiti del paese” ha detto (LEGGI QUI)

17.51 “Nel momento in cui il campionato non si chiude, si sceglie l’ancoraggio alle norme federali e quella soluzione che crei meno contenziosi. Auspico che non ci siano ricorsi, il Paese sta soffrendo, anche se qualcuno ritiene un diritto non rispettato, la gente non ci capirebbe, ci darebbe un calcio nel sedere e avrebbe ragione, quindi bisognerebbe evitarlo”. Queste sono state le parole del Presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli a Radio 24.

17.38 Iniziativa molto curiosa in Danimarca. Il campionato dovrebbe ripartire il prossimo 29 maggio e l’Agf ha deciso in collaborazione con Zoom, applicazione molto utilizzata per effettuare video-chiamate, di avvalersi del pubblico virtuale. Verranno installati dei maxi schermi all’altezza degli spalti dove compariranno i tifosi che si connetteranno per seguire l’evento. Sarà un modo per rendere meno assordante il silenzio dello stadio vuoto.

16.40 Il Presidente del Frosinone Stirpe ha ribadito l’intenzione di voler portare al termine questa stagione: “È evidente che la Serie B attende con ansia, perché dipende dalla Serie A. Qualora dovessero ripartire loro, noi aspettiamo fiduciosi per la nostra ripartenza che deve avvenire. Siamo tutti legati alla curva epidemiologica, quando questa tenderà al ribasso, possiamo sperare qualcosa in più. Giocare luglio-agosto? Se può essere utile, sì. L’importante è che non ci sia troppa differenza con la Serie A”. 

15.27 “Si va verso una soluzione ed è la soluzione che i tifosi di calcio si aspettano. Il via libera ancora non c’è, ma si va verso una buona direzione”: queste le parole della sottosegretaria alla salute Zampa (LEGGI QUI)

15.03 L’International Football Association Board (Ifab) ha dato l’ok al cambiamento temporaneo della regola sulle sostituzioni, portandole a cinque. Questa novità permetterà alle squadre di sopportare il dispendio straordinario di energie nei mesi estivi. L’Ifab ha comunque previsto che ogni squadra potrà interrompere il gioco solo 3 volte per effettuare le sue 5 sostituzioni, per evitare troppe interruzioni del gioco. (LEGGI QUI)

14.20 “Il Comitato tecnico-scientifico sta valutando i protocolli che la Figc sta analizzando, quando ci sarà completezza su tutti i dati disponibili il comitato potrà prendere una posizione. È difficile immaginare di riempire gli stadi. È stato consentito l’allenamento individuale, ora valutando l’andamento epidemiologico e guardando i vari protocolli che la Figc ci sta sottoponendo si cercherà di dare una risposta appropriata”. Queste le parole di Silvio Brusaferro nel corso del punto stampa dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss).

12.50 –  Con un comunicato ufficiale l’Inter ha fatto sapere che tutti i giocatori sottoposti al test del Covid-19 sono risultati negativi. Gli allenamenti individuali inizieranno nel pomeriggio alla Pinetina.

12.24 – Calcio pronto a ripartire in Corea del Sud, dove oggi si torna in campo. La K-League prende il via con due mesi di ritardo, ovviamente nel rispetto di tutte le misure di sicurezza e in stadi vuoti. Ai giocatori verrà fatto divieto di festeggiamenti eccessivi dopo un gol, verrà poi imposto di fare un inchino al posto della stretta di mano, di rinunciare a chiacchiere ravvicinate e anche di non soffiarsi il naso. Sarà controllata la temperatura prima di ogni partita e chiunque dovesse avere più di 37,5 verrà isolato e sottoposto a tampone. Se qualcuno dovesse risultare positivo durante la stagione, la sua squadra e quelle che l’avessero affrontata dovrebbero dunque rispettare una quarantena di due settimane.

11.35 – La Liga ha smentito l’allenatore del Leganes, Javier Aguirre, che in un’intervista alla testata messicana Marca Claro aveva dichiarato che il campionato spagnolo sarebbe di certo ripartito, annunciando anche una data: “Il 20 giugno la Liga riparte e la riusciamo a chiudere in cinque settimane. Terminiamo il 26 luglio”

10.35 – Il d.t. del Milan Paolo Maldini, in diretta instagram con Pippo Inzaghi ha detto: “C’è da stare attenti ma non riprendere sarebbe un disastro sotto tutti i punti di vista. La Francia ha sbagliato a decretare lo stop ma noi accetteremo quello che sarà il verdetto del governo. C’è tanta incertezza”

9.30 – Apriamo la nostra diretta con gli ultimi aggiornamenti sulla situazione del calcio francese. Come già annunciato nella giornata di ieri, il Lione intende convincere la federazione a far ripartire la Ligue 1. Il club ha infatti deciso di percorrere vie legali, come ha confermato il presidente Jean-Michel Aulas: “Da una parte chiediamo di esaminare la possibile ripresa delle attività, visto che la decisione del ministro dello Sport è basata su una data, quella del 3 agosto, che non è mai stata fatta dalla Uefa. Dall’altra, con una seconda azione legale, mettiamo in discussione le modalità utilizzate per fermare il campionato e il metodo di calcolo della classifica finale”. In base a quest’ultimo infatti, per la prima volta dal 1997, il Lione si è visto escluso dalle competizioni europee.

Bentrovati amici di Toro News: in questo articolo troverete tutti gli aggiornamenti, minuto per minuto, e tutte le dichiarazioni sulla possibile ripresa del calcio (e altri sport) in Italia e non solo. Lo sport è stato fermato in tutta Europa, con svariati campionati di diverse discipline che sono stati interrotti fino a data da destinarsi. Già rinviati anche Euro 2020 e le Olimpiadi di Tokyo 2020.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy