Coronavirus, Malagò: “Tutti gli sport si sono mossi diversamente dal calcio”

Il presidente del Coni: “Nessuno può dare la certezza che il campionato finisca”

di Marco De Rito, @marcoderito

“Nessuno può dare la certezza che il campionato finisca”, il presidente del Coni Giovanni Malagò intervenuto al Tgcom ha espresso tutte le sue perplessità su come si sta muovendo il mondo del calcio in questa fase di emergenza Coronavirus. Il tema che solleva maggiori dubbi è quello della ripresa: “Meglio avere la certezza di un piano alternativo che non è il massimo ma rappresenta un punto fondamentale, che invece scommettere tutto su un campionato che si riapre. In ogni caso vedremo che succede”.

Leggi anche: 23 aprile 1995, l’esordio di Longo al Torino: quando un sogno diventa realtà

“Tutti gli sport hanno preso decisioni diverse dal mondo del pallone e sono state tutte decisioni sofferte”, evidenza Malagò. Il presidente poi specifica: “Voglio effettuare un ragionamento senza polemica, ricordando che è chiaro che non è possibile generalizzare tutto tra sport individuali e collettivi e calendari diversi, è un discorso chirurgico che va affrontato in un modo di profonda conoscenza della materia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy