Diritti TV, Cairo: “Offerta Dazn da valutare. Il calcio Italiano è in trend positivo”

Serie A / L’assemblea svoltasi nel pometiggio di ieri non ha raggiunto una maggioranza e la decisione è stata rinviata

di Redazione Toro News

La decisione riguardante gli accordi per i diritti televisivi sul triennio 2021-2024 è stata rimandata a giovedì. Quella che si prospetta potrebbe essere una svolta: dopo 18 anni, Sky, che detiene i diritti per la Serie A dal 2003,  rischia di perdere la “maggioranza” sulle delle gare del nostro campionato: la proposta avanzata da Dazn – 840 milioni di euro per le 7 gare in esclusiva – ha convinto diverse squadre. Tra queste anche il Torino del presidente Urbano Cairo, che ha spiegato le ragioni del sorpasso da parte di Dazn.

ROME, ITALY – DECEMBER 20: A general view of a video camera inside the stadium ahead of the Serie A match between SS Lazio and SSC Napoli at Stadio Olimpico on December 20, 2020 in Rome, Italy.Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

LE PAROLE – “Credo che per lo sviluppo dei diritti tv, la Lega e chi ha condotto le trattative abbia svolto un buon lavoro” questa l’analisi del patron granata, che ha poi continuato – “Le proposte dei broadcaster sono molto interessanti, in particolare reputo che l’offerta di Dazn vada valutata con attenzione, considerando pure che sarà supportata da una telco. Sarà poi l’assemblea di Lega a decidere, ma va sottolineato che se a livello internazionale assistiamo a un calo del valore dei diritti tv, il calcio italiano dimostra di essere in trend positivo, manifestando una vitalità che le altre leghe hanno perso”.

IL PUNTO – Sarebbero circa 840 i milioni di euro messi sul piatto da DAZN per i diritti tv della Serie A per il prossimo triennio per sette partite in esclusiva e tre in coabitazione. In Lega Serie A diversi club sono convinti: il presidente della Juventus Andrea Agnelli s’è detto a favore dell’offerta di DAZN e con lui c’è anche Claudio Lotito, oltre a Napoli, Inter, Milan, Atalanta, Hellas Verona e Udinese. Sono club dichiaratamente a favore, una quota non sufficiente per raggiungere il quorum (servono 14 voti).

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Nero77 - 3 settimane fa

    Evidentemente i padroni di Urbanetto gli avranno imposto di esporsi per Dazn…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Paul67 - 3 settimane fa

    Cairo :”il calcio italiano dimostra di essere in trend positivo, manifestando una vitalità che le altre leghe hanno perso”.
    Mah, qual é questo trend positivo? Un conto è dirlo un’altro è dimostrarlo con cifre e nn lo fa il Ciarlatano di Masio. Io e molti altri speriamo che se ne vada, ma nn avverrà troppa grana in ballo e si sa a Cairetto cuore FUCSIA la grana interessa eccome, più del TORO.
    Solo una forte contestazione può farlo desistere.
    CAIRO GAME OVER, VATTENE, LIBERACI.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. gm - 3 settimane fa

    Il nostro è sempre allineato alla famiglia. Strano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paul67 - 3 settimane fa

      É un Gobbo di ME..A

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Granata - 3 settimane fa

    Sembra però che non si voglia accettare l’offerta dei fondi perché, pare, si dovrebbero ridiscutere i criteri di assegnazione. 1,7 mld/€ sono una bella fetta,per il 10%. I mafiosi a strisce di Torino, assieme ai soliti, non vogliono ridiscutere nulla. Altro criterio è la non creazione della superlega. Sempre i mafiosi di Torino preferiscono accettare di non far crescere il livello generale pur di vedere conservati i loro privilegi. E poi parlano di calcio. L’unico che meritano gli va dato in cu….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pupi - 3 settimane fa

      E perché cu….? Farsi fottere nell’orifizio prescelto. Nedved, per esempio, visto lo sguardo, deve avere qualcosa che gli ottura l’anfratto!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. lake - 3 settimane fa

        Deve fare la convergenza agli occhi..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata - 3 settimane fa

          Hahahahaha, bellissima, BRAVO

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Granata - 3 settimane fa

        @pupi, chiedo venia, la prossima volta sarò più francese. Scriverò che i calci gli andrebbero dati in bocca perché in culo gli piace un po a tutti. Ok ? 😉

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mimmo75 #prexit - 3 settimane fa

      Le tue parole mi fan sorgere una domanda: se le blatte non vogliono far crescere il livello generale, perché realtà piccole come la nostra, il Verona e l’Udinese camminano a braccetto con loro? In teoria i vermi dovrebbero essere isolati. O mi sfugge qualcosa?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 3 settimane fa

        Il cane per mangiare le briciole cadute dal tavolo si deve avvicinare. O no ?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Granata - 3 settimane fa

        Loro non è che non vogliono alzare il livello generale, loro , se per fare questo devono ridiscutere le condizioni, dicono no, nulla deve cambiare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy