Serie A, la classifica: Milan in testa, Crotone fermo a 2 punti

Campionato / Perde il Crotone contro il Bologna. Il Milan batte la Fiorentina. I viola restano a +3 dai granata

di Marco De Rito, @marcoderito
Classifica Serie A

Nessuna variazione di classifica per il Torino dopo le partite della nona giornata di Serie A andate in scena sabato e domenica. I granata sono ancora fermi al terzultimo posto con soli cinque punti. Il Crotone si conferma fanalino di coda con due punti, dopo aver perso in trasferta contro il Bologna. Il Genoa è penultimo a pari punti con il Toro, ma dovrà giocare lunedì alle 20.45 contro il Parma. I ducali sono solo un punto sopra il Toro nella quartultima posizione. Sopra il Parma c’è la Fiorentina con 8 punti che ha perso contro il Milan a San Siro. I rossoneri così si confermano in testa alla classifica con 23 punti.

Leggi anche: La probabile formazione del Torino: ancora col 3-5-2, davanti Zaza e Belotti

Nella giornata di sabato il Sassuolo ha perso per 0-3 contro l’Inter. I nerazzurri si portano a 18 punti, raggiugnendo proprio i neroverdi al secondo posto Mentre a sorpresa la Juventus ha pareggiato in casa del Benevento. Nella prossima giornata i bianconeri affronteranno il Torino al derby della Mole. L’Atalanta ha perso contro l’ Hellas Verona per 0-2. Nel lunch match della domenica la Lazio ha perso contro l’Udinese per 1-3. Alle 18 sono scese in campo Cagliari e Spezia e hanno pareggiato per 2-2. Ha chiuso la domenica di Serie A Napoli-Roma che è terminata con il risultato di 4-0. I partenopei raggiungono quota 17 punti e raggiungo i giallorossi.

Leggi anche: Conti pre Torino-Sampdoria: “Domani ci sarò ancora io. Izzo si candida”

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 2 mesi fa

    Bene, Milan in testa alla classifica: 2 pareggi, 7 vittorie, 0 sconfitte.
    E il Toro, con la solita fortuna che lo contraddistingue, chi deve incontrare nel prossimo turno di Coppa Italia?
    Sembra impossibile..

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy