Serie A, Zampa: “I protocolli parlano chiaro, il campionato va sospeso”. Poi rettifica

Così la sottosegretaria alla Salute dopo i 14 casi di positività al Covid-19 tra le fila del Genoa

di Redazione Toro News

Sono parole decise quelle pronunciate da Sandra Zampa, sottosegretaria alla Salute che è intervenuta ai microfoni di Radio Capital. Argomento centrale i quattordici casi di positività al Covid-19 che hanno colpito il Genoa: “I protocolli che abbiamo sottoscritto sono molto chiari, il campionato di Serie A deve essere sospeso”.

LEGGI ANCHE: Nunzio D’Angieri si fa avanti per il Torino? “Tifo Juve, mi interessa il business dello stadio”

Quindi la spiegazione della dura presa di posizione: “Quando c’è un numero di positivi così alto non c’è altra soluzione che fermare il campionato. I positivi oltre a non essere in grado di giocare possono contagiare altre persone. Questo protocollo è stato sottoscritto anche dalla federazione calcistica. Ritorno dei tifosi sugli spalti? Il comitato tecnico scientifico si è già espresso sul tema ed è assolutamente contrario”.

“Nel corso della mia intervista a ‘Radio Capital’ ho detto che, in base al protocollo sottoscritto dalla Figc, i giocatori positivi al Covid-19 non possono giocare fino a quando non risulteranno negativi al tampone. Questo non significa che la Serie A vada sospesa”.
Lo chiarisce in una nota la sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa.”Saranno poi la Figc e le società calcistiche a decidere sui destini del massimo campionato: se facendo recuperare partite alle squadre che non potranno giocare o mettendo in campo eventuali riserve”.

28 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. granatadellabassa - 3 settimane fa

    Non so cosa preveda esattamente il protocollo ma va seguito alla lettera.
    A torto o a ragione si è deciso di riprendere il campionato e si è stabilito un protocollo. E allora che si faccia di conseguenza.
    Non si ritiene adeguato il protocollo? Lo si cambi e da lì in poi si seguano le nuove regole. Soluzioni di “buon senso” sarebbero profondamente ingiuste.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. vlad51 - 3 settimane fa

    Vi faccio questa Analogia…a noi hanno vietato di fare concerti acustici con pubblico contingentato e aree tre volte superiori ad un campo da pallone…rischiamo di chiudere due aziende sane del settore che non hanno mai avuto problemi…le motivazioni addotte sono protocolli….fornivamo il servizio di animazione turistica ad oltre 26 strutture alberghiere e ne abbiamo avanzate 4…quindi questi signori ci facessero capire su che base applicano due pesi e due misure…se e’ no per lo spettacolo deve essere no anche per il calcio…altrimenti si rischia di far sentire qualcuno solo preso in giro…questa si chiama presa in giro!!! come io non faccio ed organizzo sagre e concerti si fermera’ il mondo dello sport e come mi arrangio io a fare i miracoli per tenere aperta la societa’ lo stesso faranno le societa’ sportive. Sono tifoso del Toro come tutti voi….ma provate a mettervi nei nostri panni….cosa pensereste???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 3 settimane fa

      E caro mio tu hai ragione da vendere.
      Pensa che alcune sagre ci sono state e io ancora oggi non ho capito quali fossero i criteri.
      A Torino c’è stato al laghetto la serata Siciliana….. Tranquilli tutto a posto uno sopra l’altro in coda ed a mangiare.
      Sai che c’è? Che protocolli ce n’erano per qualcuno e per altri no.
      Come sempre

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. vlad51 - 3 settimane fa

        Noi stiamo vivendo situazioni degne di un Romanzo di Kafka…per chi non ci crede posso anche pubblicare la Pec arrivata da mamma INPS che ci chiede per quale motivo non abbiamo fatto le trasmissioni UNIEMENS da Marzo a giugno…semplice con un Codice ATECO bloccato come cazzo facevamo a far le trasmissioni??? E poi sinceramente io non riesco a capire con che criteri ragionano se e’ no deve essere no per tutti se e’ si deve essere si per tutti…sia ben chiaro che non voglio parlare di politica perche non e’ ne’ il luogo e tantomeno il sito corretto…pero’ e’ l’emblema la festa dell’unita’ di modena….se si amico di Zingaretti fai quello che ti pare se sei amico di nessuno arrangiati….e vedi pure che non si contagi nessuno perche sei pure responsabile….noi abbiamo fatto un quesito scusate ma se in una struttura alberghiera arriva un ospite asintomatico quindi impossibile da rilevate con termometri od altro, a seguito di questo un nostro artista lavoratore chiamalo come vuoi viene contagiato cosa succede….lo abbiamo chiesto a maggio abbiamo fatto la stagione ed a oggi ci devono ancora rispondere…visto che spettacolo e sport siamo sotto la stessa sezione INPS…come mai per una squadra di calcio o un campionato sportivo si scomodano ministri segretari sottosegretari etc invece per 350.000 lavoratori del settore spettacolo nessuno muove un dito??? ci hanno fatto l’elemosina secondo voi un padre di famiglia che ha la sfiga di essere un artista puo campare con 3 bonus da 600 euro da Marzo ad oggi…quando sono gli stessi protocolli che non permettono a questo povero cristo di lavorare??? Quindi per quanto mi riguarda il campionato lo possono pure sospendere annullare derubricare o protocollare che non mi metto sicuramente a piangere per 4 ragazzini viziati gia’ milionari che non giocheranno indipendentemente che siano giocatori del Torino della Juve del Milan o della Juve Stabia

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. luizmuller - 3 settimane fa

    Ennesima rettifica di un politico italiano, non si contano più. Riflettere prima di parlare invece no, eh? Troppo difficile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. NEss - 3 settimane fa

    Io ero fortemente favorevole ad interrompere il torneo scorso.
    Sono altrettanto favorevole a non fermare questo.

    Difficile pensare che ci saranno meno casi di adesso nel prossimo futuro. E allora cosa si fa? Tutti chiusi in casa per sempre? Non ha senso.
    Si rinunci a cio’ che si deve, come il pubblico negli stadi, e si faccia cio’ che si puo’: le partite.
    La cosa importante e’ mantenere il piu’ rigoroso controllo ed isolamento dei contagiosi.

    Sono altresi’ concorde con chi sostiene che questo campionato sara’ falsato.
    La mia soluzione? Un po’ di coraggio e fantasia: in questo campionato nessuna retrocessione (in tutte le serie). In questo modo si puo’ anche dare la sconfitta a tavolino al Genoa, nell’esempio attuale, senza timore di conseguenze drastiche per la squadra.
    Peggio di una stagione normale, meglio di una stagione non giocata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dborghi9_12968977 - 3 settimane fa

      Che il campionato sia falsato è proprio il minore dei problemi, i calciatori hanno famiglie, figli che vanno a scuola e magari nonni che sono soggetti a rischio, stanno a contatto con magazzinieri e membri dello staff, si muovono per l’italia e l’europa andando in hotel ed entrando in contatto con altri. Tutte queste persone a loro volta hanno famiglia e a catena qualcuno sarà a contatto con le nostre famiglie.
      Il calcio è uno sport di contatto, baci e abbracci dopo i gol, che le squadre avrebbero finito per trasmetterselo a vicenda era chiaro come il sole
      Per come la vedo io l’unico modo di poter giocare seriamente ed in sicurezza era che le squadre e staff stessero in ritiro da inizio a fine campionato.
      Le nostre vite saranno anche QUASI tornate alla normalità, ma facciamo attenzione a non chiamarci fuori dal pericolo perchè ricominciare da capo è un attimo e il calcio è un bel veicolo di diffusione

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. luizmuller - 3 settimane fa

    “Protocollo”, un termine attinente alla burocrazia, è ormai diventato la nuova parola magica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Faustoro - 3 settimane fa

    Come fai a farle torto?
    Mi sembra che siamo tutti un po’ ipocriti…io devo tenere la distanza con i miei colleghi o quando sono in giro…i giocatori si abbracciano,sudano,sputano…. perché?
    Dai e facile…business!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Madama_granata - 3 settimane fa

    Appunto!
    La salute della gente, di atleti, lavoratori e tifosi, da mettere sempre prima del “business”!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vlad51 - 3 settimane fa

      Ancora con il Business…il business…e solo una parte di menzogna che ci vogliono fare credere…guarda sti pezzi di m…in nome del business…cosi nessuno si accorge che siamo solo cavie vittime di un esperimento sociale globale…la cosa funziona cosi una bugia che nasconde una bugia verosimile che nasconde la verita’….stessa identica tecnica utilizzata dagli stregoni fin dall’antichita’….scrollo la pelle di serpente e piove…onori vergini e cibo….scrollo la pelle di serpente e non piove….il dio e’ incazzato…finale vergine cibo ed onori…infatti due palle due bugie verosimili che nascondono la verita’ e cioe’ che lo stregone e’ un ciarlatano solo piu’ intelligente degli altri che ha trovato il modo di non lavorare e campare a sbafo sulle spalle di una tribu…se seguite questo schema non ne sbagliate uno…il nostro cervello funzionava su di uno schema binario 10.000 anni fa…come funziona nello stesso modo ancora oggi…quindi chi fa’ questi disastri questi principi li conosce a memoria…sta a noi farci manipolare o meno…sta a noi capire chi e’ il dio dietro lo stregone….posto che il nostro cervello abbia voglia di scoprirlo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. aledranata81 - 3 settimane fa

    Vicenda che ha dell’assurdo, si scoprirà prima o poi che i tamponi servono come la forchetta con il minestrone…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. dborghi9_12968977 - 3 settimane fa

      Qual’è la falla di questa vicenda si sa dai primi mesi dell’epidemia e non è colpa del Genoa.
      Nei primi giorni dopo l’esposizione a COVID-19, c’è un’alta probabilità che un test-tampone sia negativo mentre si è già infetti ed infettivi.
      Solo il calcio-business moderno poteva basare la saluta delle persone su un test il cui valore reale è di 2-3 giorni fa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. NEss - 3 settimane fa

        Non e’ proprio cosi’, Molto difficile pensare ad una persona contagiosa ma con tampone negativo, tralasciando errori tecnici che esistono ma in percentuale molto piccola.

        Caso mai il problema e’ che il tampone dice se hai (abbastanza) virus adesso. Non puo’ garantire che tu non lo avrai domani o dopo. Si dice tampone ogni 2-3 giorni per questioni statistiche, ma l’unica garanzia sarebbe tampone nel momento in cui sono previsti contatti. Ovviamente ben difficile da gestire allo stato attuale

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. dborghi9_12968977 - 3 settimane fa

          Sarà difficile da pensare ma ci sono studi (te ne metto uno per comodità https://www.acpjournals.org/doi/10.7326/M20-1495) cha parlano di 38% di falsi negativi nel quinto giorno dall’infezione, se poi parliamo di atleti professionisti in piena salute con buona probabilità saranno anche asintomatici ma comunque potenzialmente infettivi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. dborghi9_12968977 - 3 settimane fa

          Sarà difficile da pensare ma ci sono studi (te ne metto uno qui per comodità https://www.acpjournals.org/doi/10.7326/M20-1495) che parlano di un 38% di falsi negativi nel quinto giorno di infezione.
          Se poi consideriamo che parliamo di atleti professionisti nel pieno della salute con buona probabilità saranno anche asintomatici ma non è detto che non siano contagiosi.
          Stiamo parlando di calcio, ma non dimentichiamo che i calciatori sono persone e in quanto tali hanno famiglie.. facciamo un esempio: Masiello infetta Insigne che il giorno dopo va a pranzo dalla nonna mettondola in grave pericolo…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Gianluca - 3 settimane fa

    @Mimmo (e anche altri) …preparate gli improperi. Nessuna cessione pesante, che io sappia, ma diciamo che mi attendo qualche improperio sparso sulle entrate. Ahinoi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 3 settimane fa

      So che quando parli lo fai a ragion veduta e che hai info di prima mano: mi hai rovinato la giornata. Non che mi aspettassi chissà cosa dal nostro mercato ma mi hai tolto ogni residua e flebile speranza…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gianluca - 3 settimane fa

        Ho analizzato meglio… non è così male come di primo acchito. Comunque non prendiamo Ramirez, mi sa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mimmo75 - 3 settimane fa

          Se mi dici di chi parli magari ti dico la mia… eh eh eh…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Mimmo75 - 3 settimane fa

          comunque quando dicevi che prenderemo uno che parla la lingua di Berenguer, ti avevo chiesto se era argentino. Tu forse pensavi a Ramirez, io no. Ripeto la domanda: è argentino? Perchè a me risulta di si.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Gianluca - 3 settimane fa

            Con Ramirez sembrava tutto fatto…poi le vie del mercato sono infinite. Ora l’idioma è cambiato. Non è più spagnolo/argentino.

            Mi piace Non mi piace
    2. aledranata81 - 3 settimane fa

      La solita commedia alla Cairese…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Emilianozapata - 3 settimane fa

    L’anno scorso prima di sospenderlo aspettarono che i gobbi si mettessero praticamente in tasca lo scudetto. Adesso è un po’prestino però. Glielo assegneranno d’ufficio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 3 settimane fa

      Stanno aspettando che noi ci portiamo a casa Torreira poi sospenderanno tutto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. TOROPERDUTO - 3 settimane fa

    Tra l’altro per la regolarità del campionato è molto meglio così, si ferma la giornata o le giornate di campionato e si recuperano tutte insieme

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bastone e Carota - 3 settimane fa

      Esatto, ma in uno stato con enormi problemi di sudditanza, di inchini vari e di cavillosità bizantine ne vedremo delle belle.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Mimmo75 - 3 settimane fa

    E l’indotto? Oddio, come facciamo? L’indotto… l’indottooooooooooooo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy