Che cos’è la Zona Cesarini?

Nel segno del Toro / Nel gergo calcistico è presente un’espressione alquanto curiosa, uno di quei termini che balzano subito a mente non appena si realizza ciò che essi designano, e che i tifosi hanno ormai metabolizzato con un sorriso

di Stefano Budicin

L’espressione è Zona Cesarini. Ma qual è il suo significato? Da cosa origina tale appellativo? Una volta adoperato, il termine ha finito per designare un momento ben preciso del gioco, vale a dire i minuti conclusivi di una partita, ridotti a una manciata di secondi prima del triplice fischio dell’arbitro. La portata simbolica di quel momento è particolarmente pregnante, la tensione sale a centomila, nel boato si trattiene il fiato e tutto sembra opacizzarsi in una specie di allucinazione nella quale può capitare di tutto.

Il 13 dicembre 1931, presso il Filadelfia, la Nazionale disputò una partita contro l’Ungheria. Era la terza volta che lo stadio torinese ospitava gli azzurri. Nel primo incontro, risalente all’aprile del 1927, l’Italia sconfisse il Portogallo, mentre due anni dopo, dovette soccombere alla furia della Germania. In quel giorno di dicembre i giocatori della Nazionale erano elettrizzati. Sapevano che la sfida contro gli ungheresi non sarebbe stata facile. L’incontro avrebbe permesso alla squadra vincitrice di vincere la Coppa Internazionale. L’entusiasmo dei tifosi non si riusciva a contenere: 40mila erano gli spettatori accorsi per tributare supporto agli azzurri. Il primo tempo si concluse con una rete di Libonatti, unico granata della squadra. Il secondo tempo vide invece gli ungheresi porsi in vantaggio, per essere poi recuperati da una rete a opera di Orsi. Mancavano pochi secondi alla fine della partita, quand’ecco che il bianconero Cesarini avanzò verso la porta avversaria, sottrasse la palla a un compagno di squadra e tirò in porta assicurandosi così il gol della vittoria.

Dal poeta del gol… ai due gemelli

Il giornalista Eugenio Danese, dopo la vittoria italiana, scrisse a proposito del giocatore bianconero utilizzando l’espressione “caso Cesarini”. Non era la prima volta che il calciatore si rivelasse decisivo segnando in rete all’ultimo secondo. Ed è inoltre in occasione di un match tra Roma e Ambrosiana che la Zona Cesarini venne citata, proprio dallo stesso Danese, durante il commento alla partita, che si concluse con un gol al 90esimo da parte dell’Ambrosiana. A partire da quel momento il termine si diffuse a macchia d’olio, e finì per indicare gli istanti conclusivi del match caratterizzati da un gol risolutore.

La Zona Cesarini riscontra un utilizzo elevato che travalica i confini calcistici. Ad esempio, si utilizza tale appellativo ogni volta che ci si riferisce a qualcosa che viene compiuto con successo all’ultimo minuto, come può essere prendere il treno nel momento stesso in cui sta per partire, o completare una prova d’esame qualche secondo prima che il tempo scada.

Chi venne soprannominato il “Poeta del Gol”?

Fa sorridere pensare al fatto che a ispirare la nascita dell’espressione sia stato, sul celebre prato granata, un giocatore bianconero con indosso la maglia della Nazionale. Ma è anche per questo genere di stranezze che il calcio è e rimane una fonte di sorprese inesauribile, un laboratorio dove poter sperimentare ogni genere di emozione e credere, pur se per un istante, che i miracoli esistano davvero.


Laureato in Lingue Straniere, scrivo dall’età di undici anni. Adoro viaggiare e ricercare l’eccellenza nelle cose di tutti i giorni. Capricorno ascendente Toro, calmo e paziente e orientato all’ottimismo, scrivo nel segno di una curiosità che non conosce confini.

Disclaimer: gli opinionisti ospitati da Toro News esprimono il loro pensiero indipendentemente dalla linea editoriale seguita dalla Redazione del giornale online, il quale da sempre fa del pluralismo e della libera condivisione delle opinioni un proprio tratto distintivo.

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. christian85 - 6 mesi fa

    la zona preferita della Rubentus e della Lazio

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy