I love Toro News

Il Granata Della Porta Accanto / In questo periodo strano in cui tutto sembra non essere più come prima e molto cambierà in futuro, TN resta una della mie “coperte di Linus”

di Alessandro Costantino

Mi sono innamorato della rubrica  di Francesco Bugnone, lo confesso. Culto, così si chiama il suo spazio su TN, ci apre ogni settimana un cassetto di ricordi su qualche calciatore “dimenticato” o su certi episodi, non necessariamente grandiosi, della storia più o meno recente del Toro quegli episodi che, magari sfortunati, simpatici o sportivamente drammatici, hanno comunque segnato il nostro immaginario di tifosi. Il tifoso del Toro è “strano”, probabilmente differente da ogni altro tifoso italiano perché serba in sé i ricordi più preziosi del suo amore per i colori granata non legandoli necessariamente a grandi trionfi.

Ripresa del calcio? Perché sì

Voglio dire, chi ha più o meno la mia età, cioè è nato a metà anni Settanta, è chiaro che avrà nella sua testa ben impressa la gioia del derby dei tre gol in tre minuti, di serate come Torino-Real Madrid, semifinale di coppa Uefa ’92, o Roma-Torino, finale di Coppa Italia del ’93, o lo spareggio col Mantova o la notte di Bilbao perché sono le pietre miliari degli ultimi 40 anni di storia. Ma ognuno di noi serba nel suo cuore e nella sua memoria più nascosta e intima altri personalissimi ricordi legati a certi giocatori o a certe partite che hanno rafforzato il proprio essere “del Toro”. Bugnone tira fuori ogni settimana i suoi e ci fa vivere una sorta di terapia di gruppo in cui  prendendo spunto dai racconti che ci propone ciascuno di noi comincia a scavare nei propri ricordi. Ad esempio, per portare alla luce il rimpianto per un giocatore di cui ci si era innamorati, ma che non ha purtroppo avuto il peso sulla storia granata che avrebbe potuto avere (il mio primo rimpianto in ordine cronologico fu Wim Kieft, seguito a ruota da Toni Polster: sembrava lo facessero apposta in quel periodo a lasciarmi l’amaro in bocca cedendo uno dopo l’altro i miei idoli…) oppure a ricordare episodi di partite “da Toro” che hanno esaltato il nostro modo di vivere la maglia (la mia è un Torino-Piacenza 0-1 della stagione 2004/05 dove nonostante la sconfitta uscì orgoglioso di tifare per questi colori, tra pali, rigori non dati, sfortune assortite e giocatori usciti con la maglia sudata).

Le mezze notizie che ci fanno ancora parlare di Toro

Al di là della rubrica di Bugnone (a proposito, anch’io ero un fan di Marinelli… ) le settimane in quarantena hanno confermato come Toro News sia un punto di riferimento assoluto nella mia passione per il Toro. Nonostante la testa sia rivolta ad altre cose più importanti, credo non sia passato giorno senza che io non buttassi un occhio agli articoli di TN: dai sontuosi pezzi di Anthony Wheatherill alle curiosità storiche di Budicin, passando per la penna leggiadra e sagace di Maria Grazie Nemour, i columnist della testata non deludono mai, così come tutta la redazione, da Gianluca Sartori in giù (bello l’appuntamento di Muggianu con il suo #io resto a casa) che fa un lavoro incredibile per offrirci sempre notizie ed approfondimenti interessanti sulla galassia Toro. Io che ho la fortuna di poter esprimere le mie opinioni su queste colonne cercando di interpretare il pensiero del tifoso comune visto che non sono né un esperto né un solone, ma appunto anch’io un semplice tifoso innamorato del Toro sin da bambino, resto stupito dell’immensa mole di lavoro che c’è dietro Toro News, della passione e della dedizione che tutti i membri della redazione ci mettono perché tifosi come me siano sempre aggiornati su ciò che succede attorno al Toro. Ma ci pensate anche solo alla velocità con cui nei dopo partita ci offrono le dichiarazioni di allenatore e giocatori? O di come appena poco dopo il triplice fischio ci siano già le pagelle e i commenti alla partita ad illustrarci come sono andate le cose se uno non ha potuto essere allo stadio o davanti alla TV in diretta? E poi le notizie sui giocatori in prestito e tutto il settore giovanile. Esistono tanti siti sul Toro, la maggior parte fatti bene e gestiti con passione e professionalità, ma per me Toro News è sempre stato quello a cui sono stato affezionato maggiormente, il sito di riferimento sul Toro per antonomasia sin da quando le notizie sportive hanno iniziato a diffondersi via web e non solo per mezzo di radio, TV e stampa come accadeva in passato. In questo periodo strano in cui tutto sembra non essere più come prima e molto cambierà nelle nostre vite nel futuro prossimo, TN resta una della mie “coperte di Linus” che mi aiutano a mantenere dei punti di riferimento nelle mie abitudini e nelle mie passioni. E sono sicuro che continuerà ad essere così. I love Toro News!


Da tempo opinionista di Toro News, do voce al tifoso della porta accanto che c’è in ognuno di noi. Laureato in Economia, scrivere è sempre stata la mia passione anche se non è mai diventato il mio lavoro. Tifoso del Toro fino al midollo, ottimista ad oltranza, nella vita meglio un tackle di un colpo di tacco. Motto: non è finita finchè non è finita.

Disclaimer: gli opinionisti ospitati da Toro News esprimono il loro pensiero indipendentemente dalla linea editoriale seguita dalla Redazione del giornale online, il quale da sempre fa del pluralismo e della libera condivisione delle opinioni un proprio tratto distintivo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy