Il filo sottile

Il filo sottile

Prima che sia troppo Tardy / Torna la rubrica di Enrico Tardy: “Vedo il Toro che sta risalendo verso le prime posizioni”

di Enrico Tardy

Siamo nel mezzo, ci fosse ancora il grande cronista di ciclismo Adriano De Zan, lo sentiremmo dire: vedo il Toro che sta risalendo verso le prime posizioni del gruppo degli inseguitori. Contro il Chievo abbiamo sofferto come non mai, anche perché atleticamente eravamo macchinosi e lenti in troppi uomini. Caldo, varie ed eventuali, non so, certo è che il nostro portiere ed il nostro centravanti ci hanno risolto una gara ingarbugliata. Abbiamo avuto l’ennesima conferma dei nostri pregi e difetti, difesa super, fase offensiva impacciata.

L’impressione è che la squadra sia molto solida ed affiatata, anche nei momenti meno brillanti si vede disponibilità ad aiutare il compagno invece che essere insofferenti o peggio, indolenti, e questo è un gran bel segnale! Trattasi di particolare non di poco conto, perché un gruppo coeso è in grado di superare importanti difficoltà sia tecniche che psicologiche. La nostra identità è ormai questa, probabilmente giocassimo con un maggior numero di calciatori in attacco perderemmo l’equilibrio che abbiamo oggi. Dunque, nessuna gara risulta scontata, ma averne consapevolezza ci consente di non essere presuntuosi e di aver coscienza di doverci sempre sudare il risultato. Se poi i vari Falque, Meitè, Baselli alzassero un po’ il livello del loro rendimento non sarebbe una brutta cosa, qualche loro golletto ci farebbe comodo.

Domenica sarà una dura battaglia contro un avversario che all’andata ci fece due gol… È penultimo in graduatoria, è vero, ma la Roma due domeniche fa lo ha battuto solo al 92 esimo minuto con un gol di pube…e ho detto tutto. Adelante Pedro, sed cum iudicio…


Avvocato penalista, appassionato di calcio (ha partecipato al corso semestrale di perfezionamento in diritto e giustizia sportiva presso Università di Milano), geneticamente granata, abbonato al Toro da circa trent’anni.

16 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. alrom4_8385196 - 6 mesi fa

    Giocare contro le ultime non è mai semplice specialmente quando incontrano una blasonata ( e noi lo siamo )però essendo fuori casa potremmo farli sfogare e colpire nel 2° tempo . Vedremo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. alrom4_8385196 - 6 mesi fa

    Per Kieft , ricordo benissimo quella partita perché c’ero pure io con amici :una levataccia, tanti km , un pranzo mediocre ed una gara pessima da parte nostra .Eppure l’allenatore era Fascetti che reputo ancora oggi uno dei più bravi e preparati tra i tanti che abbiamo avuto.Quel Toro in B era decisamente il più forte ma quel giorno ci misero sotto di brutto. Spero , rievocando quel tonfo, di aver esorcizzato la gara di domenica prossima.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 6 mesi fa

      Era il 1998 e non l’89, quello di Castel di Sangro era il Toro di Reja.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Maroso - 6 mesi fa

    Temo che da qui in avanti tutte le partite saranno molto difficili, ognuna un esame, come è normale nella vita in cui, è noto, gli esami non finiscono mai. Ma non è con gambe molli e testa pesante che si sbloccano e vincono le partite. Forse domenica ci siam tolti la paura, vedremo. Se c’è determinazione, arriva la spensieratezza e sicurezza nei propri mezzi: così si vince!
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 6 mesi fa

      Io invece credo che avremo vita più facile contro chi a un certo punto non avrà più nulla da chiedere alla classifica, tipo un Sassuolo, un Cagliari, un Genoa, ecc. E sono convinto che potremmo dire la nostra anche contro le merde a strisce.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Maroso - 6 mesi fa

        Caro Marchese del Grillo, mi auguro tanto che tu abbia ragione. Vedremo passo a passo, anche contro i rigadin. Ci sarà da sconfiggere comunque sempre la tensione per le rivali che soffiano sul collo. Se invece il tabù è stato infranto, allora tanto di guadagnato.
        FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Marchese del Grillo - 6 mesi fa

    Credo che il trucco per vincere con queste squadre sia, paradossalmente, giocare come ha fatto il Parma con noi, più o meno. Attenderli e farli sfogare. Giocano in casa e devono fare punti, punteranno ai tre perché uno non serve quasi a nulla. Dobbiamo essere solo pazienti e farli sfogare, giocare come il gatto col topo, per poi sfogare un potenziale indubbiamente di altro livello.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gio - 6 mesi fa

      Quello che Mazzarri voleva fare contro la Spal, ma non poté causa espulsione di Nkoulou. E tutti a criticarlo e insultarlo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 6 mesi fa

        A Ferrara (non al Nou Camp) abbiamo fatto 2(!!!!) tiri in porta in 90′.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Marchese del Grillo - 6 mesi fa

        Ferrara è stata una delle peggiori partite del Toro che ricordi da anni, con l’occasione più grossa per loro, sbagliata da Valoti solo davanti a Sirigu, tanto per cambiare (è successo anche con Napoli, Atalanta, Udinese e Chievo) Tra l’altro a Ferrara sono passati sia la Fiorentina che la Samp, due dirette avversarie per l’EL Io non capisco perché dobbiate per forza difendere ogni cosa con il coltello tra i denti senza aver la benché minima capacità di argomentare, riflettere e discutere. Le cose non sono mai solo bianche o solo nere, al di là delle simpatie personali.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Toro 8 Scudetti - 6 mesi fa

    Per noi per come giochiamo È
    importante che loro non si possano accontentare di difendere uno 0 a 0. Per questo motivo sono fiducioso. Spero inoltre che il Gallo continui a cantare ne ha bisogno lui x ritrovare fiducia vs le partite + difficili a partire già da Bologna.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. rokko110768 - 6 mesi fa

    Vincere 1-0 a Frosinone già mi basta. Partita tosta ma noi abbiamo l’obbligo di vincere.
    In difesa concedono, perlomeno così è stato con la Roma e con altre squadre (compreso noi all’andata).
    Senza paura e col carattere visto in queste partite portiamo a casa 3 punti e proseguiamo la marcia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. iard68 - 6 mesi fa

    Domenica sarà una prova importante. Andare a vincere a Frosinone, senza strafare, ma con sicurezza, imponendo e controllando il gioco, senza soffrire fino all’ultimo di recupero, sarebbe un gran buon segno. Speriamo. Ansaldi, Rincon e Meité dall’inizio, con Iago a support del Gallo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Kieft - 6 mesi fa

    Io ho visto il toro perdere con il castel di sangro……..umiltà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Cecio - 6 mesi fa

    Domenica prossima sarà ancora più difficile di questa domenica e il grado di difficoltà crescerà sempre più man mano che si va avanti.
    Detto questo però, l’occasione è troppo ghiotta per non essere colta e quindi avanti così…non spettacolari, non tecnicamente belli ma cazzuti uniti e concentrati verso l’obbiettivo.
    In fondo chiediamo “solo” che la squadra faccia tutto quello che è in grado di fare per ottenere i risultati che noi speriamo, se l’impegno non mancherà non potremo che applaudirli comunque vada.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Luka68 - 6 mesi fa

    Domenica la vedo dura….ma la vedo….
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy