Caro Nkoulou: i patti si rispettano, ma anche i contratti

Caro Nkoulou: i patti si rispettano, ma anche i contratti

Editoriale / Se “un uomo si definisce dal rispetto che ha per la parola data”, caro Nkoulou, che considerazione dovrebbe avere il Torino di te?

di Nicolò Muggianu

Se “un uomo si definisce dal rispetto che ha per la parola data“, caro Nkoulou, che considerazione dovrebbe avere il Torino di te? Un grande giocatore – e questo e fuori discussione – che negli anni si è contraddistinto per la sua educazione ed il suo professionismo in campo. I grandi giocatori però, come spesso accade, sono accompagnati da ambizioni altrettanto grandi. E così, dopo appena un anno, a Nkoulou il Torino è iniziato a stare stretto. Fin qui niente di sconvolgente, visto che i tifosi granata negli anni si saranno ormai abituati alla tiritera del “non tarpiamo le ali”. Mai però era accaduto, che un giocatore condizionasse con i suoi mal di pancia un obiettivo importante come l’Europa League.

E dice il vero Nkoulou quando afferma che un professionista vero “ha il dovere di informare il suo datore di lavoro se non è nelle condizioni ottimali per compiere il suo dovere”. Peccato che un “professionista vero” dovrebbe altresì comunicare tali esigente prima di una partita (come accaduto, coerentemente, contro il Sassuolo) e non dopo. Ecco perché, guardando il terzo gol del Wolverhampton nel playoff d’andata, ai più maliziosi sarà venuto il dubbio che Nkoulou non fosse concentrato al 100%; vedendo il camerunese stendere un tappeto rosso per l’1-3 di Gimenez. Sia chiaro, e questo ci tengo a sottolinearlo: non è solo colpa di Nkoulou se il Torino è uscito contro il Wolverhampton, ma quando si scherza con il fuoco alla fine ci si brucia sempre.

Veniamo ora al discorso della parola data. Quale “parola data” dovrebbe valere di più di un accordo firmato e controfirmato dalle parti? Per altro Nkoulou, nel suo comunicato, fa riferimento a una presunta “promessa” fattagli dalla società. Promessa attribuita da Cairo a Petrachi e poi smentita dall’ex ds granata tramite un comunicato stampa fatto pervenire in serata all’Ansa (LEGGI QUI). Solo i protagonisti dei fatti sanno se la storia raccontata sia più o meno conforme alla realtà ma, e questo è un dato di fatto, ormai il vaso si è rotto e non resta che riflettere riguardo cosa sia meglio da fare. Pensare a quale sia il bene del Torino e del gruppo, che più volte si è detto pronto a riaccogliere Nkoulou ma che poi – in caso di ritorno del camerunese – dovrà fare i conti con la realtà dei fatti. Con un giocatore che potrebbe giocare titolare nonostante tutto quello che è successo a discapito di chi, in situazioni personali persino più complicate, ha scelto la via del lavoro per dimostrare qualcosa alla società.

E ha ragione Nkoulou anche quando afferma che il “silenzio non è sempre sinonimo di colpevolezza”. Perché il silenzio non sarà sinonimo di colpevolezza, ma anche mandare un comunicato a un organo di stampa senza il permesso della società – infrangendo in questo modo il regolamento della stessa – beh, non è esattamente il metodo migliore per calmare le acque in piena burrasca. Era sacrosanto che anche Nkoulou avesse la possibilità di raccontare la propria versione dei fatti, ma prima, ci sembra altrettanto doveroso che l’ex Marsiglia risolvesse i problemi all’interno dello spogliatoio. Pensando prima al gruppo, ai suoi “fratelli”, piuttosto che a difendere le proprie ragioni davanti all’opinione pubblica.

104 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. inf_693 - 2 mesi fa

    Integrarlo in squadra dopo le scuse pubbliche a compagni e tifosi.
    Venderlo a gennaio.
    Fine della storia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. SemperFidelis - 2 mesi fa

    Capita di giudicare una persona per il suo aspetto , razza, passato, quando abbiamo comprato Nkoulou ho pensato quante prese in giro da tifosi di altre squadre avrei preso, dopo le prime partite ho pensato wow che giocatore, a fine campionato che avevamo un dei miglior centrali in italia.
    Dopo questa storiaccia su un mio precedente post mi è stato fatto notare che Nkoulou nel Lione era finito in panchina per dissidi con l’allenatore, adesso mi viene da credere che l’allenatore del Lione avesse capito con che personaggio avesse a che fare.
    Il riammettere Nkoulou in squadra aprirebbe la strada ad altri giocatori e procuratori che con il Toro c’é sempre la possibilità di non rispettare i contratti, ne vale la pena? Secondo me no, se invece c’era una parola data di Cairo come postilla al contratto per me la parola vale come un contratto. Il problema se la parola data era del petracchi già d’accordo con la roma allora a quel paese ex ds e giocatore.
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Svevo - 2 mesi fa

    Ritorno sull’argomento Nkoulou, anche se francamente comincio ad esserne un po’ stufo.
    Innanzitutto non sono d’accordo con quanti stanno linciando (e qualcuno con molta veemenza) verbalmente il giocatore per due motivi:

    1)
    Non credo sia Nkoulou l’unico responsabile della vicenda. Non dico che è innocente, tutt’altro, ha sbagliato e ha sbagliato in modo pesante, sia chiaro. Non va difeso, ma non ne va fatto un capro espiatorio.
    Di solito queste “grane” rimangono all’interno dello spogliatoio e vengono risolte senza fuga di notizie, ma questa volta no. Ho già espresso in altri post la mia idea al riguardo. Escludendo gli altri compagni di squadra (professionisti anche loro e sanno come vanno le cose in una società) e l’allenatore (un grande professionista, bravo Mazzarri), ritengo che parte della colpa sia da attribuire anche a Cairo e a Petrachi. L’affare è andato male a tutti e tre, ma il cerino è rimasto in mano al giocatore.

    2)
    Linciando Nkoulou non si fa il bene del Torino.
    Ragioniamo alla Cairo. Si è appassionato di Nkoulou non perché abbia un bel taglio di capelli, ma perchè ne ha scorto un potenziale economico in termini di plusvalenza.
    Quanto costa questa storia in termini di svalutazione del valore di vendita del giocatore? Quanto costa in più tenere il giocatore sulla gogna, sempre in termini di deprezzamento?
    E il prossimo anno Cairo dovrà sborsare altri soldi per coprire sia gli acquisti di quest’anno (Verdi e Laxalt), sia gli eventuali nuovi acquisti.
    Personalmente, preferirei li recuperasse dalla vendita di Nkoulou, piuttosto che da quella di uno tra Izzo, Sirigu o Belotti.

    Detto questo, ritengo che la soluzione più logica sia smetterla con questa storia, ha proprio stufato, secondo me bisogna recuperare il giocatore in qualche modo (e magari venderlo l’anno prossimo ad un prezzo ddi mercato più alto, così sono tutti felici).
    Cominciamo a smetterla con il linciaggio e lasciamo che sia la società a trovare una soluzione (è mia opinione che per squadra e allenatore già non ci siano problemi). Anzi ritengo che la società stia già pensando ad una exit strategy in questo senso.

    E poi, siamo sinceri, una difesa con Nkoulou, Izzo e uno tra Lyanco/Bremer/Djidji/Bonifazi davanti a Sirigu le altre squadre se la sognano e ci farebbe davvero ambire a qualcosa di importante.
    Se poi mi dite che Nkoulou non vale (calcisticamente, non come uomo) quelli citati (con esclusione di Izzo, vero top player, uno che al prossimo calciomercato vorranno in tanti), allora abbiamo visioni differenti del giuoco del calcio.

    Un ultimo plauso personale.
    Mimmo75, leggo sempre con interesse i tuoi commenti, ne condivido spesso la sostanza, altre volte no, ma apprezzo il fatto che argomenti sempre e comunque il tuo disaccordo, senza limitarti all’invettiva. Sia ben inteso, non sei l’unico su questo sito a meritare questo plauso, ma degli altri non mi ricordo il nickname.
    Tramite questo plauso a te, voglio ringraziare anche questi tifosi.

    Ricordiamoci tutti Noi siamo il Toro e prima viene il Toro.

    FORZA TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. bogianen - 2 mesi fa

    Nkoulou approfitti del fatto che abita ancora a Torino per farsi un giretto in Piazza San Carlo. Ivi giunto, noterà al centro un monumento equestre, opera dello scultore Carlo Marochetti, che raffigura Emanuele Filiberto, Duca di Savoia, che al termine della battaglia di San Quintino ringuaina la spada. Ripeto: ALLA FINE DELLA BATTAGLIA RINGUAINA LA SPADA. Non dopo le prime schermaglie. Non dopo la travolgente carica di cavalleria. Non dopo aver, con brillantissimo movimento tattico, catturato l’intera artiglieria francese. Non dopo aver preso prigioniero il comandante supremo delle truppe francesi, il Conestabile Anne de Montmorency. No. ALLA FINE DELLA BATTAGLIA. Perché solo allora, quando tutto è finito, quando ognuno ha fatto il suo dovere fino in fondo, rispettando ruoli e incarichi stabiliti, quando il nemico è sconfitto, quando il contratto che ti impegna è terminato, solo allora si può ringuainare la spada. Se lo fai prima sei un vigliacco o un traditore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. highlander1960 - 2 mesi fa

    Nikolas dice di aver avuto un contratto verbale, ma con chi non lo dice, contratti verbali valgono cone le carta igienica usata. Neanche se compro una bici faccio un contratto verbale e men che meno dove nel contratto ballano milioni di €. Tutti dicono la verità ma è la propria verità e non assoluta. che poi qualcuno sapesse e magari visto che di scritto non c’è nulla faccia lo gnorri è anche possibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. christhrash 68 - 2 mesi fa

    Chi paga gli stipendi a fronte di un contratto firmato ha sempre ragione ….anche senza conoscere a fondo la questione. Ad ognuno di noi capita talvolta di dover andare a lavorare controvoglia e subire rimproveri dai superiori , ma questo non ci autorizza a non fare il nostro dovere . Grande giocatore ma , per me , il negrone può andarsene al più presto …..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. highlander1960 - 2 mesi fa

    Veritate in mediun state direbbero gli antichi latini…. ma se “qualcuno” oltre ad avere le braccia corte avesse anche il naso lungo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. rogozin - 2 mesi fa

    Chi ha ragione o torto sarà difficile saperlo. È essenziale mantenere la serenità dello spogliatoio e dimenticare in fretta questa seccatura. Il giocatore, per quanto forte, che secondo me è il capro espiatorio di qualche sciocchezza fatta da altri ( ma è un’inutile opinione personale ) sarà dimenticato in fretta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Paul67 - 2 mesi fa

    Rivedendo il terzo gol preso mi viene da pensare che si è venduto, nn al Wolves, nelle scommesse girano un sacco di grana, o magari ha sto vizietto segreto. Spero di no, ma nel terzo gol accompagna Jimenez in porta invece di cercare d’intervenire, l’ intervista potrebbe essere solo l’ alzare un polverone per distogliere l’attenzione a maggiori responsabilità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torino FC - 2 mesi fa

      L’ho pensato anche io

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. toro52anni - 2 mesi fa

    DE PAUL al centro di innumerevoli trattative di mercato al termine del 2 settembre ha detto: “felice di essere rimasto a Udine”.
    Sicuramente sarebbe voluto andare via in lidi più gloriosi e remunerativi.
    Caro NKOULU impara come si fa, non sei neanche furbo (ma l’avevamo capito,tanto fisico e qualcos’altro meno…)
    Fuori rosa e dai coglio…appena possibile se ci danno il prezzo giusto o più,
    altrimenti fai il portaborse agli altri.
    In compenso hai fatto si di aver dato un entusiasmo incredibile a Bonifazi e Lyanco

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torino FC - 2 mesi fa

      Infatti sono felice per queati 2 ragazzi, FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. FVCG'59 - 2 mesi fa

    Proviamo a riepilogare.
    – N’Koulou firma un contratto con la promessa di essere ceduto: attaccamento alla maglia encomiabile, condito però da dichiarazioni di amore eterno a squadra e società…
    – il presidente: firma un contratto “a sua insaputa” degli accordi “a latere”;
    – l’ex DS fa e disfa come meglio crede, informando il suo datore di lavoro solo se lo ritiene opportuno.
    Chi ha ragione? Chi dice la verità? Come stanno effettivamente le cose? Aveva ragione il buon Anthony Weatherill: non lo sapremo mai!
    Il tutto alla faccia dei Tifosi: gli unici a crederci, illudersi e ad amare il Toro!
    Io non mi stupisco più di niente e di nessuno perché questo non è più uno sport credibile e ii suoi protagonisti sono uno peggio dell’altro…
    Di sicuro N’Koulou non dovrà mai più giocare: spero venga venduto a gennaio, anche se la plusvalenza non sarà più quella sperata…
    FVCG, sempre!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Madama_granata - 3 mesi fa

    Ho letto buona parte dei commenti dei co-tifosi, e ne ho dedotto che “il figuro Nkoulou” ne sce ancora
    peggio di quel che pensavo!
    Leggo testuale che “già l’estate scorsa aveva chiesto la cessione, ma Cairo invece l’ha riscattato”!!
    Ma come: praticamente dopo aver firmato un contratto fino al 2021 al suo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 2 mesi fa

      Continuo, scusate, il mio post precedente. Ho dovuto sospendere x ospiti.

      Ha fimato un contratto fino al 2021, e, al suo primo anno in granata, ancora persino da riscattare, cioè non ancora neanche di proprietà Toro, questo chiede già di andarsene??
      Quanti mesi ci ha messo costui per stufarsi del Toro?
      Ci sta male? Ha qualche problema? Subisce mobbing?
      E perché ha firmato fino al 2021??
      Ovvio che Cairo, dopo solo una stagione, lo riscatti e lo trattenga!
      Poi, pare tutto ok: foto con il Presidente, strette di mani e sorrisi.
      Dichiarazioni sperticate d'”amore granata”, “feeling” con i tifosi che ne fanno un loro idolo.
      Mazzarri è “come un papà”, i colleglhi sono tutti amici, anzi fratelli!!!
      Che falsità, che ipocrisia!
      Poi, visto che è ormai del Toro, “Il signore si sacrifica”, gioca x 1, dico 1 stagione, e poi rieccolo a bussare alla porta.
      Cairo gli propone persino l’adeguamento del contratto
      (= bei soldoni!!), con clausola rescissoria, ecc.., ma Lui non vuole sentir ragioni: vuole andarsene ad ogni costo!
      Ed andarsene in una società che pare volerselo aggiudicare “sottocosto” e dove “il buon Petrachi” sta da tempo lavorando, e tramando e trafficando sottotraccia???
      E a Bormio, come dice un altro co-tifoso, già si comporta da separato in casa, deludendo i tifosi che lo acclamano??
      Peggio di quello che pensavo..
      In tribuna fino al 2021, anzi a casa sua: non è il caso che si faccia vedere e turbi l’armonia della squadra!
      Oppure, nel solo interesse del Toro, a gennaio alla corte di Petrachi o di chiunque altro voglia prenderselo in squadra, ma al prezzo che vuole e stabilisce la nostra Società!!
      Nessun buonismo: questo alla prima occasione, al primo soffio di vento, magari in un momento importante o difficile x il Toro, ricomincia a “non esserci più con la testa”, a sognare lidi diversi e lontani, e a fare partite “distratte e sottotono”, a rifiutarsi di giocare.
      Ormai sappiamo che sa ricattare, pur di ottenere ciò che vuole, fregandosene di tutto e tutti, anzi volutamente cercando di danneggiare il Torino Calcio!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 2 mesi fa

        Meno male che Kevin c’è.
        …..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Madama_granata - 2 mesi fa

          Che c’entra?
          Ovvio che le due cose sono totalmente disgiunte!
          Secondo lei il pessimo comportamento di Nkoulou dipende per caso dalla permanenza di Bonifazi?
          Se Nkoulou ha deciso di comportarsi male, di rifiutarsi di giocare e di volersene andare, lo fa comunque, con o senza Bonifazi in squadra!
          Comunque pare che Mazzarri sia intenzionato a mettere Djidji al posto del camerunense.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. granata70 - 3 mesi fa

    Un saluto a tutti. Quest’estate sono stato a Bormio a vedere un giorno gli allenamenti. Alla fine della sessione come consuetudine alcuni giocatori sono usciti a salutare e firmare autografi, tra questi c’era anche Nkoulou, non particolarmente sorridente ma disponibile. Ricordo che una tifosa, ma non solo lei, gli urlavano “mi raccomando non andare alla Roma, resta con noi”, lui non ha fatto una piega, ne un sorriso o una risposta tanto che anche i tifosi ci sono rimasti male e continuavano a dire ma cavolo, non ha comunque risposto, negato o fatto alcun cenno. Qualcosa covava o comunque del malumore traspariva, peccato non lo abbiano percepito in tempo per tenerlo fuori. Comunque è andata e come hanno detto molti fratelli Granata sotto “Nessun individuo sta sopra al TORO alla sua STORIA e alla MAGLIA”.
    Sempre e solo FORZA TORO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Furbano - 2 mesi fa

      che mazzarri non si sia accorto di nulla?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. granata70 - 2 mesi fa

        Mi sembra strano, ma non entro nel merito e non mi sento di addossargli alcuna colpa, sta facendo un lavoro grandioso anche in emergenza.
        Da questa situazione credo che i ragazzi usciranno ancora più compatti e cazzuti soprattutto quelli che dovranno sostituire NK.
        Sempre e solo FORZA TORO.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. ilpalodiBeruatto - 3 mesi fa

    Un saluto a tutti i fratelli granata. Continuo a riflettere sulla questione Nkoulou. Il giocatore ha affermato che già l’estate scorsa aveva chiesto la cessione e che invece Cairo lo ha riscattato. La mia prima domanda allora è: possiamo affermare che Nkoulou abbia giocato male tutto il campionato perchè non c’era con la testa e perchè voleva la cessione? No, anzi il suo rendimento è stato eccellente nonostante le cosiddette promesse di non si sa di chi. Allora vuol dire che è successo qualcosa tra la fine del campionato e lo spareggio EL che ha fatto esplodere il tutto. Che cosa? Credo due fattori: le dichiarazioni ripetute di Cairo che non avrebbe venduto i big e, soprattutto, la lite Cairo-Petrachi con quest’ultimo che va alla Roma e cerca di acquistarlo non al prezzo voluto da Cairo. In tal senso mi spiego come Mazzarri di fatto nel corso del campionato non si sia accorto di nulla nè tanto meno a luglio visto che c’erano ancora due mesi di calciomercato a disposizione. E’ evidente che “qualche squadra” si sia mossa a cavallo dello spareggio (Ricordate la foto di Cairo, Bava e l’agente fuori il Grande Torino la sera della partita di andata con i Wolves?). Per questo la mia unica e ovviamente personale certezza è quella di escludere da ogni responsabilità giocatori e allenatore che hanno svolto il loro dovere. Ora bisogna difendere gli interessi del Toro: vendere a gennaio, farci una discreta plusvalenza e recuperare almeno in parte i soldi spesi per Verdi. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Athletic - 3 mesi fa

      Sono d’accordo, un abbraccio fratello!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ilpalodiBeruatto - 2 mesi fa

        Grazie Athletic! un abbraccio anche a te!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Luke90 - 3 mesi fa

      Adesso occorre soddisfare entrambe le parti.
      Io credo che la sola via possibile per evitare di perder soldi ( perché alla fine è di questo che, ora, si tratta) è convocare procuratore e giocatore e assicurare la cessione nel caso tra gennaio e la prox estate arrivi una richiesta adeguata per il Toro. Il giocatore potrà giocare.. è anche nel suo interesse.
      Viceversa,il prox anno, il giocatore potrebbe farsi un anno di tribuna fino a fine contratto perché non utile alla necessita del Toro inviando, così, un messaggio a tutti gli interessati.
      A questo punto il procuratore si farà un po’ di viaggi tra Inghilterra Francia Germania per trovargli la collocazione che desidera..
      Io la dico così ma sono quasi certo che sia andata (senza promesse firmate col sangue) così perché credo che è così che accade per tutti .,, poi magari nel frattempo .. tutti guariscono…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. alrom4_8385196 - 3 mesi fa

    Lette le 3 pirandelliane versioni (mancherebbe la 4° ,quella del procuratore ma è meglio che non arrivi ) espongo il mio modestissimo parere .Il giocatore che ,alla faccia dei proclami di amore sconfinato per il Toro si è rivelato un mercenario di prima grandezza, è stato “preso in mezzo ” da subito dal duo Petrachi / procuratore che gli hanno promesso che sarebbe rimasto al Toro solo un anno e poi sarebbe andato dove c’è il calcio che conta ( ci ricorda qualcuno ? ). Cairo ,forse al corrente della promessa o forse no ,non avendo ricevuto offerte valide ha deciso di trattenere il difensore ancora in anno proponendo un adeguamento degli emolumenti. Nkoulou ,sempre manovrato dal procuratore (Petrachi nel frattempo è scappato a Roma) , rifiuta l’adeguamento e vuole solo andarsene magari proprio nella capitale forte sempre della famosa promessa. Cairo che vede la Roma con il fumo negli occhi si impunta e, non avendo neppure questa estate nessuna offerta decente da altre società , tiene duro E MOLTO GIUSTAMENTE LO RELEGA IN TRIBUNA AD ESEMPIO PER ALTRE EVENTUALI TESTE CALDE . Con ciò spero che arrivi presto lunedì 16 p.v. e si cominci a parlare di Toro-Lecce .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Forvecuor87 - 3 mesi fa

    D’accordissimo con il commento di Paul K.
    Il Toro viene prima di tutto sempre e comunque. Nessuno è indispensabile!
    Abbiamo già dato troppa visibilità a questo tizio. Voglio solo ricordare che ad oggi nessuno ha trovato la gloria che si immaginava una volta lasciato il Toro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. sigfabry - 3 mesi fa

    Mio modesto parere , il 90% di responsabilità è del procuratore,e se non fosse così comunque non lo sta di certo aiutando.Il prob sono le commissioni per i procuratori, quelle fanno gola e serve la cessione e non il rinnovo .
    Non mi pare che il Liverpool o il Real etc etc abbiano chiamato Cairo , e lui abbia detto no a questa offerta incredibile . Intervista e dichiarazioni di un minorenne , una delusione TOTALE.
    Prime parole dopo la partita ignobile che ha giocato in coppa , mi avevano promesso bla bla bla , ma vai a cagare .. ha fatto due bei campionati , ma la magagna me l’ aspettavo , non regge più lo stress e la dico tutta per me non ha 29 anni , a 28 anni lasci la nazionale e il Lione lo regala, troppe cose non quadrano.
    Un vero peccato , sono molto dispiaciuto perchè m’ero affezionato , per me quello che deciderà l’allenatore e la società lo dobbiamo accettare e fare anche noi gruppo tutti uniti siamo il TORO o dai tutto o non sei niente e nessuno
    FORZA TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paolinux - 2 mesi fa

      Procuratore di m… Questi individui fanno solo i propri interessi, non quelli dei loro “assistiti”. Piu’ i loro clienti cambiano squadra, piu’ commissioni si beccano. C’e’ poi da dire che il Toro sembra essere la giusta dimensione per giocatori di buon livello che, appena entrano nel “calcio che conta” (sobillati dai loro procuratori) sono pesci fuor d’acqua. Essere di buon livello non vuol dire essere Messi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Madama_granata - 2 mesi fa

      Il procuratore lo avrà anche spinto a volersene andare, ma Nkoulou non è un ragazzino, e a quasi 30 anni,se sbaglia,la colpa è sua e non di altri!
      Se, per assurdo, io vado a rubare, la colpa è mia, non dell’amico che mi ha invitata a farlo! E in galera ci finisco io, non lui!
      Per tutto il resto, concordo totalmente!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. sigfabry - 2 mesi fa

        Cara Madama hai ragione che l’ultima parola spetta a lui, ma l’atleta si affida a un professionista per curare al meglio la propria vita extra campo,ma alcuni procuratori curano più loro stessi ed anche il rapporto di forza non è sano, sono troppo potenti,,,, discorso lungo non voglio annoiarti
        Nkoulou si è comportato proprio da bambino e viziato pure come la maggior parte dei calciatori, ma io non volevo scusarlo nel mio commento forse mi sono spiegato male , punto sul procuratore proprio perchè un uomo non si comporta in quel modo un pupazzo invece si.
        Poi sai che ti dico , io lo ringrazio , perchè l’esultanza di Kevin sul gol vale più di cento Nkoulou .mi vengono i brividi
        FORZA TOROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. PaulKersey - 3 mesi fa

    Mio parere: Nkoulou e’ il passato oramai, concentriamoci su di noi, non facciamolo piu’ vedere in giro con la nostra maglia, rispettiamo il contratto con allenamenti separati fino all’ultimo giorno di contratto e poi facciamolo sparire…Abbiamo resistito 110 anni senza Nkoulou possiamo rssisterne altri 110… Nessun individuo sta sopra al TORO alla sua STORIA e alla MAGLIA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Marcogol - 3 mesi fa

    Giusto cosí, se le regole del gioco permettono certi comportamenti spero in piú giocatori mercenari e opportunisti stile maksimovic e nkoulou. Fifa del cazzo sveglia, le societá di calcio hanno le mani legate vogliamo prendere provvedimenti oltre alle mazzette? É tutto un marciume… Si salvi chi puó

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. CUORE GRANATA 44 - 3 mesi fa

    Caro Muggianu auspico innanzi tutto che questa vicenda quantoprima lasci spazio ai commenti sul “calcio giocato”. Per quanto mi riguarda,al di là degli sviluppi che la vicenda potrà assumere,sulla medesima vorrei esprimere un’ultima considerazione che non avrei fatto se nel Suo Editoriale avesse evitato,a mio parere,toni da “reprimenda”sull’onda di coloro che nei vari commenti hanno puntato l’indice contro “l’ingrato mercenario NK”.Per carità tutte le opinioni sono rispettabili però…Però perché non rilevare che a Lyanco dopo la fine prestito è stato(o lo sarà) adeguato il contratto al livello dei top player pur avendo giocato con noi complessivamente pochissime partite? Si dirà che la causa sono stati i vari infortuni:vero!Ma altresì vero è che,proprio per questo,prima di adeguargli il contratto…ma forse non si tratta di un “avido mercenario”..Beh..sono tutti strapagati però il “malpancismo” di NK per il quale la Società ha tergiversato al riguardo mi pare “quantomeno giustificabile”essendo stata posta in essere “una disparità di trattamento”nei suoi confronti.Non dimentichiamo che in due anni forse ha saltato un paio di partite e che con Sirigu é il “vero muro”della difesa!Probabilmente la sua cessione era programmata ma poi non attuata in quanto il Pres.forse, non si è “sentito” di cederlo prima di raccogliere la “ciliegina”,arrivata sul gong del mercato.Tutto rimandato a Gennaio?Cominciamo a pensare al Lecce,partita che non dovrà essere assolutamente sottovalutata.FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. sarino - 3 mesi fa

    Non rompere i gabbasisi ti abbiamo fatto emergere dalla melma cullato e coccolato e adesso ci tratti a cacca in faccia.ma vattene affanculo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. otto88 - 3 mesi fa

    Ritengo che Nloulou abbia sbagliato……ma è vero pure che è il miglioe “centrale” che abbiamo……e tagliarsi le palle per far dispetto alla moglie non è una buona cosa.
    Io lo reintegrerei e se dovesse continuare a dare il rendimento di questi ultimi 2 anni….ben venga….se dovesse rinnovare ancora meglio…in caso contrario il prossimo anno lo venderei…..ricordiamoci che oramai sono professionisti e pochi sono…..belotti !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Ardi - 3 mesi fa

    In ogni caso per il Toro è una bella n’koulata, la difesa balla e dobbiamo pregare che lyanco riesca a giocare regolarmente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. PiazzistaDiSeggiolini - 3 mesi fa

    Vista la “furbizia scaltra” del suo attuale procuratore (il cui comportamento, in questo frangente, ricorda quello di un asino), io suggerirei al buon Nkoulou di “passare” nella scuderia di Wanda Nara…!!! 😛 😛 😛

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. user-13967438 - 3 mesi fa

    C’è un vizio nel ragionamento.
    Questo vizio si chiama procuratore.
    Il calciatore medio è sfuggito all’analfabetismo giusto per aver fatto il ciclo scolastico di base imposto per legge in ogni paese del mondo.
    Ma dietro di lui sta un’anima marcia ed istruita che si chiama procuratore.
    I peggiori pupari perché agiscono nell’ombra esponendo alla gogna i loro assistiti senza alcun pudore e ritegno.
    Il procuratore è lo scacchista, il calciatore è il pedone di sacrificio.
    Scindere il binomio è come volersi staccare dalla propria ombra: impossibile.
    Con il procuratore reinserito si trova la tana dove il serpente ha nascosto le sue uova.
    Papillon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PiazzistaDiSeggiolini - 3 mesi fa

      Perfetto Papillon.

      E aggiungerei che questa “sinistra” figura assomiglia perfettamente al cosidetto “protettore (o”magnaccia” che dir si voglia): ovviamente il contesto è pressochè il medesimo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. SIMOLINCE - 3 mesi fa

      Pienamente ragione. Tuttavia mi metto nei panni di n’kolou
      -pronto?
      -ciao Nicolas, sono cicciopasticcio!
      —chi?!?
      Cicciopasticcio, il tuo procuratore! Ho una proposta del Siviglia per te!
      Ah, no grazie…
      -come no, è una buona squadra!
      Certo, ma vedi cicciopasticcio, mi avevi detto la stessa cosa del Lione, mi sono quasi ro inato la carriera che dopo l’infortunio mi hanno scaricato. Ora sono al Torino, è già una buona squadra al pari del Siviglia, per cui, se arriva una big da scudetto ok, altrimenti resto qui che sono un idolo in granata. Gra, ie comunque….

      Con questo, voglio dire, ok il procuratore infame, ma un po di cervello da parte di quello che lo paga, il procuratore…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. enrico.santer_12964705 - 3 mesi fa

        d’accordissimo. per giunta Nk sembra tutto tranne che uno sprovveduto facilone.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. pupi - 3 mesi fa

      Abbastanza d’accordo ma poi esiste pure Dzeko che, pur avendo un’accordo con una squadra con maggiori ambizioni, ha continuato ad allenarsi e a essere il migliore in campo in ogni partita. Poi, visto l’impasse dei nerazzurri è rimasto, ma non si è mai scansato. E un procuratore ce l’ha pure lui. Uomini o caporali. N’Koulou è un caporale di prima grandezza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. toro52anni - 3 mesi fa

    Urge legge che tuteli le società.
    I calciatori firmano i contratti senza pistola alla tempia e li devono rispettare.
    Un caso come quello di Nkoulu se fosse possibile tenere il giocatore fuori squadra e ,sottolineo se, gli si blocchi pure lo stipendio scommetto che casi simili scomparirebbero o quasi.Solo se li colpisci nel portafoglio questi avidi la smettono.Inutile la tribuna tanto riscuote uguale.
    E poi basta con la storia che la loro vita lavorativa è corta.
    La maggior parte guadagna in un anno ciò che noi comuni mortali guadagnamo in venti anni.Se poi è un giocatore di livello più alto allora neanche se vivo 3 volte guadagno ciò che prendono in un anno.
    Un operaio che prende 1200€ al mese e ci deve campare famiglia col cavolo si sogna di avere un atteggiamento irrispettoso del genere, rischia di perdere il lavoro e quei miseri 4 soldi gli servono per mantenere a fatica la famiglia.
    Questo vuol dire non aver rispetto della maggior parte dei tifosi che sono onesti lavoratori da poche centinaia di euro al mese.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. pirata99 - 3 mesi fa

    Chiedo scusa, Lyanco…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. pirata99 - 3 mesi fa

    Al giorno d’oggi purtroppo certi giocatori,pensano di essere dei campioni solo perché hanno giocato un campionato di buon livello…..Io penso seriamente che ci sono in questo momento nel nostro campionato,ci sono giocatori,che non hanno ancora dimostrato nulla,ma si sentono dei fuoriclasse perché appartengono a società che devono dimostrare ai tifosi di avere fatto i migliori acquisti o forse perché devono guadagnare,nel momento in cui devono fare cassa…Io credo che con tutti i difetti che la società Granata possa avere,non si merita di essere presa in giro,non tanto dal giocatore,ma da procuratori schifosi che pompano il loro “prodotto”pur di intascarsi più grana possibile.N’Koulou,ha sbagliato e se non ‘è più fiducia,appena possibile gli si troverà una sistemazione,anche in Italia…A Gennaio ci saranno squadre che avranno bisogno o per un motivo o per l’altro di avere un buon difensore e allora potrà anche togliere le tende cercare fortuna altrove.Io spero che Bonifazi e Lancio crescano come qualità,al quel punto avremo due ottimi diensori…Contro l’Atalanta,mi sembra che non abbiamo sentito la mancanza di N’Koulou…E come sempre FVCG!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 3 mesi fa

      il problema invece è che contro l’atalanta e anche col sassuolo la mancanza del miglior nkoulou si è fatta sentire a mio parere,speriamo con Lyanco

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ardi - 3 mesi fa

        Si è sentita eccome la sua mancanza

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Rimbaud - 3 mesi fa

    Direi che è il caso di abbassare i toni. Si firmano contratti lunghi per garantire anche la società. Ci sta che si facciano patti verbali del tipo ‘se arrivano offerte importanti verrano prese in considerazione’. Altrimenti 3 anni giocatori come sirigu e nkolou non sarebbero venuti magari. Parliamo di un difensore con più di 100 presenze in campo internazionale tra Europa, champions e nazionale. Trattenere un giocatore controvoglia non ha senso, metterlo ai margini nemmeno ed è autolesionistico perché perderemmo tantissimi soldi che possono essere investiti altrimenti. Poi ha avuto ragione Cairo a non venderlo a un prezzo di favore alla Roma. Ma ora diamoci un taglio però.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Luke90 - 3 mesi fa

    Oggi sono più sereno constatato che il contratto scade nel 2021…
    Detto ciò non credete che questa cosa della promessa sia un po’ sopravvalutata? Di nuovo una cosa che divide il tifo come accadde con Darmian quando invece la promessa fu mantenuta, quindi che si mantenga o meno ste fantomatiche promesse frega a pochi e mi par di capire, quindi, non sia questo il punto.
    Ora i giocatori ci sta che vogliano andare via .. ormai è chiaro (poi la società tarpa o meno come meglio crede) promettere o non promettere cambia poco .. il coltello dalla parte del manico lo ha spesso il giocatore.
    Ora se Cairo avesse promesso, e non lo sappiamo, diciamo che per tenere il giocatore tranquillo e concentrato , per il bene del Toro, ci sta.. poteva serenamente affermare “vera la promessa ma non abbiamo ricevuto l’offerta che riteniamo congrua” … e ne usciva lindo .. e anche il giocatore dovrebbe capirlo .. fa parte dei giochi non di lealtà.,,
    Va da se che una promessa di Cairo o di Petrachi ha un valore diverso .. se poi neppure esiste…
    Ripeto è come se io promettessi un auto nuova mio figlio e lui mi chiede la Porsche.. sarà anche una promessa … ma … non è che io non la voglia mantenere..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rimbaud - 3 mesi fa

      Concordo, Cairo per primo dovrebbe abbassata i toni. Non c’è nulla di male nel promettere una cessione, a patto chiaramente che la cifra sia giusta. E così non è stato. Bastava questo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Athletic - 3 mesi fa

      Secondo me non è stata la promessa l’origine del problema, la promessa come dici tu può esserci stata oppure no, ma questo non è determinante. Io sono ragionevolmente sicuro che se fosse arrivata un’offerta dal Siviglia, dal PSG o altra squadra preferibilmente europea a 25/30 milioni, Cairo lo avrebbe ceduto, o perlomeno avrebbe preso seriamente in considerazione la proposta. Il problema è che non è arrivata una vera offerta, ma una sorta di forzatura da parte di Petrachi, oltretutto quasi a fine mercato. E sappiamo tutti che Cairo in questo momento non ha certo piacere di trattare con Petrachi, che oltretutto è ds di una nostra diretta concorrente. Non solo, ma l’offerta era di 20 milioni, quindi più bassa di quelle potenzialmente gradite a Cairo. Il problema secondo me è tutto quì, il giocatore non è stato abbastanza intelligente da capirlo, ma più di lui doveva capirlo il suo procuratore, che evidentemente è ben lontano dall’essere sgamato tanto quanto lo è Rajola, ad esempio. Ecco, avesse avuto Rajola come procuratore, a quest’ora N’Koulou probabilmente sarebbe in una big e il Toro avrebbe almeno 30 milioni in cassa. Non che Rajola sia un santo intendiamoci, ma se non altro non è un idiota.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

        Concordo pienamente…Cairo altre volte ha fatto certe promesse (darmian) ma non ha mai promesso sulle cifre e direi anche giustamente perché non si può creare un danno alla società solo per far contento un giocatore. Semplicemente non è arrivata l offerta giusta e petrachi ha provato a forzare la mano contando sul malcontento del giocatore…certo rimane il dubbio di come petrachi potesse sapere del malcontento del giocatore ma questa è dietrologia e quindi facciamo finta di nulla…vediamo se il suo procuratore deciderà di intervenire, certamente non mi sembra molto brillante

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. enrico.santer_12964705 - 3 mesi fa

          se è vero che aveva chiesto la cessione anche l’anno scorso come faceva a non saperlo Petrachi?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granat....iere di Sardegna - 3 mesi fa

            E come faceva a non saperlo Cairo?

            Mi piace Non mi piace
          2. Athletic - 3 mesi fa

            Se è vero come ha detto il giocatore che già voleva andarsene l’anno scorso, lo sapevano entrambe.

            Mi piace Non mi piace
          3. Luke90 - 3 mesi fa

            Beh .. adesso lo sappiamo anche noi ..

            Mi piace Non mi piace
  31. rogozin - 3 mesi fa

    Sarà tutto, e velocemente, dimenticato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Pabloforever - 3 mesi fa

    Analisi impeccabile!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. turin - 3 mesi fa

    l’analisi più lucida l’aveva fatta weatherill, quando toronews la settimana scorsa aveva pubblicato il primo articolo su questa triste vicenda.il nostro inglese aveva premesso che la verità completa sui fatti non si sarebbe mai saputa, preconizzando un velo di confusione che sarebbe calato su noi tifosi, e così è accaduto. poi, continuando nell’articolo, aveva espresso dubbi sull’operato sia degli apparati societari che di mazzarri, perché è oggettivamente strano come nessuno di questi soggetti possa essersi accorto dei mal di pancia di nkolou, il quale ha parlato di promesse ripetute e non mantenute. quindi la voglia del giocatore di andarsene era noto a tutti in società, mazzarri compreso. weatherill era infine stato molto severo con il camenurense, perché per nessun motivo un giocatore sotto contratto può rifiutarsi di giocare. leggo sotto che qualcuno ora applaude marotta che ha sistemato le cose all’inter, cosa segnalata da weatherill che è stato da questo stesso qualcuno pesantemente criticato perché, a suo dire, il paragone non c’entrava nulla. ora dopo tanti giorni e dopo la lettera di nkolou, questo qualcuno inneggia a marotta. ogni tanto va bene ed è sano fare marcia indietro, ma bisognerebbe anche ammettere che si sta facendo marcia indietro. insisto ancora una volta: da qualsiasi lato la si voglia vedere questa vicenda, nkolou ha sbagliato gravemente.se anche cairo e petrachi gli avessero promesso la cessione, e qui non faccio fatica a credergli, un giocatore non ha nessun diritto di scendere in campo demotivato e addirittura di rifiutare una convocazione. Litighi, sbatta i pugni sul tavolo, rilasci dichiarazioni minatorie alla stampa, ma finchè è nella rosa di una squadra, per quella squadra deve dare tutto. deve rispettare compagni e tifosi, che non c’entrano niente con eventuali errori di presidente e direttore sportivo. questa si chiama etica del lavoro, e nessuna ragione di convenienza o di tifo riusciranno a farmi cambiare idea

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 3 mesi fa

      sul caso icardi continuo ad essere in disaccordo è da gennaio che erano in ballo,non mi pare che siano stati dei volponi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ghibli - 3 mesi fa

      Ciao turin, sbagliai evidentemente nel prendere le difese di Nkoulou dalle critiche, ora rivelatesi giuste, da parte di Weatherill. Ciò nonostante non mi piacquero, e non mi piacciono ora, gli strali che lanciò contro la società, rea a suo dire di essere molle e professionalmente impreparata. Ritengo, anche con il senno del dopo, che invece si sia fatto il giusto nei confronti del giocatore e sul mercato, su quest’ultimo esponendosi forse fin troppo per prendere un giocatore fortemente voluto da Mazzarri. L’intervista a Verdi dimostra oltremodo che le tempistiche non sono dipese da un atteggiamento superficiale e colpevolmente ritardatario da parte di Cairo nel muoversi sul mercato, almeno a mio modo di vedere. Nel panorama italiano è pieno di società con palesi difficoltà nel gestire i propri giocatori, non ultima la gobba che a tutt’oggi si ritrova carica di giocatori in esubero e con problemi che si evidenzieranno maggiormente nel prossimo bilancio. E di esempi ve ne sarebbero molti. Hai completamente ragione su Marotta ma a Weatherill vorrei domandare come avrebbe gestito lui, non tanto il caso Nkoulou, ma quello molto più grave di Petrachi, che lui si, ci ha davvero lasciato nella merda.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Toro Forever - 3 mesi fa

    Ormai è andata. Gravi ed evidenti conseguenze derivanti da una pessima gestione da parte di tutte le componenti in causa. Ora sarà importante preservare la squadra. Il Torino ci rimetterà, Nkoulou ci rimetterà e i tifosi ci rimetteranno. Eppure in molti cercano un “vincitore” in questa farsa dilettantesca. Lo “scalpo” di Nkoulou metterà tutti d’accordo. Ora però sarebbe il caso di far calare un po’ di dignitoso silenzio su questa pagina vergognosa che non vedrà, in ogni caso, ne vinti ne vincitori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rock y Toro - 3 mesi fa

      Hai perfettamente ragione. Non c’è altro da dire.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. da sempre Toro - 3 mesi fa

    Le minestre riscaldate non sempre funzionano. Consiglio di puntare su Lyanco e tenere Nkoulu come riserva sino a gennaio per lasciarlo poi volare via come desidera per andare nel calcio che conta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. magnetic00 - 3 mesi fa

      A Salerno con Cerci?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. eurotoro - 3 mesi fa

    vabbe’ nkoulu vediamo di trovare una soluzione che accontenti tutti…intanto in panchina fino a quando non ci sara’ bisogno urgente..poi a gennaio via ad una giusta cifra!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 3 mesi fa

      Scuse.

      Sentite,nette,pubbliche, a tutti. Tifosi,società,compagni di squadra,allenatore.

      Torna nei ranghi, gioca come sa. A gennaio sarà ben venduto e fuori dai coglioni.

      Diversamente, fuori squadra sino a fine contratto.
      E poi, a 31 anni e inattivo da 2, vada a prendere per il culo qualcun’altro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FORZA TORO - 3 mesi fa

        soluzione più logica,per il bene del Toro,di lui non mi importa

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Kyr - 3 mesi fa

    Io dico solo una cosa: Nicolas avrà anche sbagliato, ma Petrachi si sta dimostrando davvero un miserabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. ghibli - 3 mesi fa

    Condivido in pieno l’articolo. All’inizio di questa storia ho preso le difese del giocatore immaginando che potesse avere problemi ben più gravi delle sirene di mercato. Che cantonata clamorosa ho preso, e come se non bastasse le sue dichiarazioni confermano la mancanza di quel professionismo che, prima di questa storia, sembrava dimostrare in campo. Per tempismo, scelta del quotidiano, incapacità a relazionarsi prima con la società e i compagni, ha evidenziato dei limiti profondi e per me insanabili. Vorrei non giocassi più Nkoulou, poiché ti aspetterei al primo errore sul campo e fuori e ogni volta mi chiederei se non potevi avvertire compagni e allenatore chiedendo di restare a casa per quella indisponibilità mentale che hai dimostrato far parte del tuo DNA. Quello dei tuoi compagni è granata e a te, d’ora innanzi, farà invidia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. FORZA TORO - 3 mesi fa

    poco da aggiungere a quello che si è detto a profusione in questi giorni,nkoulou ha un contratto va rispettato e basta,il casino lo ha sollevato lui

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. prawn - 3 mesi fa

    Secondo me non sono riusciti a venderlo, prezzo troppo alto o ‘occupati’ con verdi.
    Non abbiamo un DS, il problema è quello. Queste sono solo conseguenze del vuoto societario.
    Non diamo riusciti a dare in prestito i nostri ragazzi, abbiamo fuoriquota in primavera, ha dovuto mettersi Cairo a fare il mercato…

    N’Kolou ci serve come il pane, alla fine ha detto che giocherà, facciamolo giocare e basta con sta storia, poi a gennaio si valuta.

    Ogni anno ci devono essere delle grane che non c’entrano niente col calcio.

    Abbiamo un manager professionista in panchina ora, è ora di investire in un direttore sportivo e anche in un direttore generale che aumenti la professionalità in società. Altrimenti i soldi spesi di Cairo finiranno buttati via.

    Lo odio ma guardate la differenza che ha fatto marotta con conte all’inter, era un casino, una polveriera, ora sono quasi una squadra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ghibli - 3 mesi fa

      Marotta non è all’Inter da ieri è a guardare i casi di Icardi e Naingolan c’è poco da invidiargli se non i soldi. È anche quelli sono stati buttati spesso e nel cesso fino a quando non é arrivato qualcuno che sa cosa vuole e lo impone alla società, Conte.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. Rock y Toro - 3 mesi fa

    Non credo Petrachi l’abbia fatto apposta, perché non mi sembra granché astuto, ma con quella promessa al senzatesta ha piazzato una bomba ad orologeria. Spero che non ne abbia messe altre…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. Rock y Toro - 3 mesi fa

    Consiglio a Nkoulou di discolparsi del comunicato affermando che l’ha emesso il suo procuratore a sua insaputa (plausibile, ma poi dovrebbe licenziarlo) e scusarsi con i compagni e mister a porte chiuse, quindi col presidente dichiarando di accettare qualsiasi punizione la società voglia comminargli. Soltanto cosi potrebbe rimettere i cocci insieme, riacquistare un posto in rosa (non titolare) e, con il mantenimento del suo valore di vendita, arrecare il minor danno economico possibile alla società e sportivo alla squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 3 mesi fa

      Sono d’accordo.
      Ma non credo succederà mai.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Madama_granata - 3 mesi fa

      Già, ma questo crede di avere ancora ragione lui!
      È “arrabbiatissimo” e, lo si evince dal comportamento e dalle parole pronunciate!
      Determinato quindi a causare alla società il MAGGIOR DANNO possibile, altro che il minore!
      E se poi la pagano Mazzarri (come un padre!!!) e i suoi compagni (amici, anzi fratelli!!!):
      Macchissenefrega!!
      Grande esempio di moralità, sensibilità, correttezza!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Rock y Toro - 3 mesi fa

        Naturalmente il mio è un consiglio, che non credo si posa immaginare che venga seguito, tanto più che a consigliare davvero il ragazzo c’è qualcuno che è più senzatesta di lui.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. NAALTROANNOSIDELUSIONI - 3 mesi fa

    Al procuratore e allo stesso Nkoulo calza a pennello la legge di Carlo M. Cipolla
    “Una persona stupida è più pericolosa di un bandito”.

    Esistono quattro tipi di persone in dipendenza del loro comportamento in una transazione:

    – Disgraziato (Sfortunato): chi con la sua azione tende a causare danno a sé stesso, ma crea anche vantaggio a qualcun altro
    – Intelligente: chi con la sua azione tende a creare vantaggio per sé stesso, ma crea anche vantaggio a qualcun altro
    – Bandito: chi con la sua azione tende a creare vantaggio per sé stesso, ma allo stesso tempo danneggia qualcun altro
    – Stupido: chi causa un danno ad un altra persona o gruppo di persone senza nel contempo realizzare alcun vantaggio per sé o addirittura subendo una perdita.

    A me sembra che per i due sia approriata la quarta definizione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Rock y Toro - 3 mesi fa

      Carlo M. Cipolla for D.S.!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. alrom4_8385196 - 3 mesi fa

      Ti ringrazio per aver portato Carlo M. Cipolla nel nostro sito , sono un suo fedele lettore. Per chi volesse approfondire : Autore già citato , titolo ” Allegro ma non troppo ” ,ed. Il Mulino . E’ un libricino piacevolissimo ( e non è il solo ).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. Mario66 - 3 mesi fa

    Sono d’accordo con Muggianu. La stessa sparata sulla stampa tra l’altro per nulla distensiva dei rapporti non mi sembra corretta. Prima fa una diserzione sui comportamenti altrui (senza minimamente fare una sana autocritica sul suo) denigrando la società e i suoi dirigenti, poi dice che per rispetto ai tifosi e al TORO tornerà in campo. Ma chi lo vuole!! Uno che non sa neanche cos’è per noi il TORO (diversamente non si sarebbe comportato così) uno che ogni tanto spara stupidaggini sulla stampa (a giugno aveva dichiarato amore eterno per il TORO (quando già da un anno aveva chiesto di andarsene) prendendo in giro proprio quei tifosi che adesso dice di rispettare uno che per scarsa professionalità e poco rispetto per i propri compagni e tifosi entra in campo e non c’è con la testa (parole sue). N’Kouluo…ma fammi il piacere!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. Granata97 - 3 mesi fa

    E adesso allenamenti, panchina, silenzio, ripeti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

    Quando un vaso si rompe, si è rotto e non puoi farci più nulla. Si, puoi incollarlo e tenerlo, finché dura,, ma l’incollatura comunque resta e si vede. Ma soprattutto non sai fino a quando reggerà ed ogni volta che vedrai uscire dell’acqua avrai sempre il dubbio che venga da là.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. Mimmo75 - 3 mesi fa

    “… Era sacrosanto che anche Nkoulou avesse la possibilità di raccontare la propria versione dei fatti, ma prima, ci sembra altrettanto doveroso che l’ex Marsiglia risolvesse i problemi all’interno dello spogliatoio…”No Muggianu, non sono per nulla d’accordo. Se c’era un momento per parlare era proprio questo (meglio se avessero lavato i panni sporchi in casa, ma tant’è!). Mi spieghi che senso avrebbe scusarsi con mister, compagni e società, tornare a lavorare e poi ricominciare a rimestare la merda pubblicamente?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 3 mesi fa

      Si, era giusto lo facesse.
      Ma non ad un giornale francese e senza il permesso della società per cui è tesserato e che gli paga lo stipendio.
      Dalla padella alla brace.
      Francamente, @Mimmo, al momento non vedo come la situazione possa essere recuperabile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 3 mesi fa

        Vedrai: conviene a tutti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. GlennGould - 3 mesi fa

          Che convenga a tutti non c’è dubbio. Quello che credo io altresì, è che con questa intervista maldestra e fuori luogo,in tutti i sensi, abbia ulteriormente incasinato le cose. Definitivamente, mi sa.
          Poi magari mi sbaglio e fra due settimane sarà tutto ok.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. FORZA TORO - 3 mesi fa

            certo che l’ha incasinata ulteriormente,ha buttato benzina sul fuoco invece di cercare di spegnerlo

            Mi piace Non mi piace
    2. Athletic - 3 mesi fa

      Beh, bisogna vedere se le scuse sono sincere o di facciata. Se sono sincere, il primo posto in cui vai, è dai tuoi compagni e subito dopo dall’allenatore. E lo fai in silenzio, perché sono loro che devono capire che sei sincero, non i tifosi, non i giornalisti. Se invece sono scuse di facciata, fai un comunicato come questo, e non ci trovo nulla di strano, se non che peggiori se possibile la situazione. Ma ben sapendo che le scuse non sono sincere, non ti importa nulla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. GlennGould - 3 mesi fa

        Ciao Athletic.
        Mi pare ovvio che le scuse non siano sincere.
        Qui, l’unica cosa sincera è il fatto che sto giocatore ci abbia deluso. E non poco.
        Perché volersene andare posso arbitrariamente anche capirlo,ma per questa ragione metterci nella merda no.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Athletic - 3 mesi fa

          Ciao Glenn! Secondo me la sua sfortuna (e quindi anche la nostra) è stata quella di aver trattato con Petrachi, col quale Cairo non voleva avere nulla a che fare, in più non voleva rinforzare una concorrente e non gli stava bene l’offerta di 20 milioni. Da tutto questo è nato lo scontro. Ha sbagliato il procuratore, sapeva che stava andando ad infilarsi in un ginepraio, e stupidamente lo ha fatto. Avesse scelto altre strade, probabilmente avrebbe ottenuto la cessione. Comunque ormai la situazione è insanabile soprattutto alla luce di questo comunicato.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. PignaL - 3 mesi fa

      E poi se avesse dovuto avere il permesso del Torino per parlare non avrebbe mai e poi mai potuto riportare la sua versione dei fatti. Da questo punto di vista la società ha molto più potere dei giocatori.

      Per quanto riguarda Muggianu: non è la prima volta che si leggono ragionamenti poco logici del caro Muggianu. Questo purtroppo è il risultato dell’informazione gratuita: pseudo-giornalisti e ragazzini che vengono pagati con un gelato per ogni articolo che scrivono.
      Preferisco pagare 2€ al mese ed avere un’informazione decente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. Alelux77 - 3 mesi fa

    La promessa gliel’ha fatta il suo procuratore dai cui si è fatto manovrare in un modo davvero sciocco, alle porte di una partita fontamentale come quella coi wolves.
    Cairo se arriva l offerta vende, se vuoi andar via vende, per cui davvero non c erano motivi per farsi condizionare dal procuratore al punto di perdere la testa..
    Basta vedere dzeko alla Roma, con quale correttezza si sia comportato per capire quanta leggerezza ci sia nel procuratore del camerunense, che ha fatto danno a tutti.
    Una battuta che dice tutto: non è che Il procuratore di nkoulo sia Wanda Nara?..
    Oggi il calcio è anche questo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. Bucci-ole-ole - 3 mesi fa

    Fino all’ultimo ho sperato, si fa per dire, che si trattasse chesso’, della zia 90 enne che si e’ rotta il femore. Meglio per la zia, peggio per noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  50. maxx72 - 3 mesi fa

    È il TORO dovrebbe reintegrare un soggetto del genere? Cribbio e’ trenta volte che mi sto rivedendo il cosiddetto gol regalato al Wolwerhampton ed è veramente stato regalato! Mi spiace ma uno così non può più giocare nel TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

      Infatti non va reintegrato, va congelato…per lui da ora in avanti allenamenti e panchina, in tribuna sarebbe troppo comodo. Entra in campo solo come terza scelta. Osserverà gli altri giocare al posto suo..Sì quegli altri che di fronte alle difficoltà hanno fatto quadrato e non abbandonato la nave ottenendo il primato in classifica grazie al duro lavoro e zero chiacchiere….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granata - 3 mesi fa

      Ciao @maxx, dagli il numero di Maria, se si sbriga, adesso che ha i pomeriggi liberi, può fare i cast. La trasmissione fra un po riprende. Li potrà sfoggiare i suoi abiti sgargianti. Far vedere il suo SUV bianco fuoriserie a patto che tu gli restituisca il cappello eh ? Saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 3 mesi fa

        Ciao Granatone, mannaggia io non ho queste amicizie così in alto ma Nkoulou ce lo vedrei troppo bene da Maria a sfoggiare il suo abbigliamento da pugno in un occhio…però il cappellaccio gliel’ho mandato con un pony express…per me il tipo del pony se l’è tenuto!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 3 mesi fa

          Comunque Fratello Granata la storia dei tronisti mi ha fatto scompisciare

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. GlennGould - 3 mesi fa

      Ciao @Max.
      E dopo tutto ‘sto casino, questo cheffa’ ?
      Rilascia un intervista del genere ad un giornale francese.
      Robe da matti.

      Ma sai cos’è per me altrettanto assurdo?
      Che qui c’è ancora chi lo giustifica. Giusto per avere un modo per inveire contro la società.

      Società che nel frattempo NON vende nessuno,fa tornare Lyanco e Bonifazi,compra Laxalt, compra Verdi.

      Altro che Verdi, un capitano come Belotti, Izzo e Sirigu.
      Qui qualcuno si meriterebbe Fattori, Pecchia Mandelli e Biato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 3 mesi fa

        Ciao Fratello Glenn, hai ragione su tutta la linea, incredibile che ci sia gente che lo giustifichi ancora…ma questa storia è troppo succulenta per chi vuole ancora contestare la società. Mizzica veramente questi si meritano Gabbionetta, Tricarico e compagnia…ma che roba!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

          Maxx Nicolas potrebbe prendere MORGAN come procuratore.
          PS neppure alla play station riesco a subire volontariamente un gol come quello che ci ha fatto prendere N’kolou.
          PS devo aver commesso un peccato peggiore del tuo… Come pena il confessore evidentemente gobbo mi ha dato da imparare a memoria il vangelo secondo Palmiro.
          Pena peggiore che non vedere per 50 volte il gol degli inglesi a Torino

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maxx72 - 3 mesi fa

            Nkoulou + Morgan = coppia perfetta! Vedo un grande futuro televisivo per Nicolas! Mamma mia e che hai combinato per dover leggere il Vangelo Secondo Palmiro…deve essere un pippone epico! Ahahah!

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy