Toro, a Genova una vittoria importante. Ma quanta fatica

Toro, a Genova una vittoria importante. Ma quanta fatica

L’analisi di Gino Strippoli / Un palo e una traversa salvano i granata poi ci pensano Sirigu e Bremer

di Gino Strippoli

Era importante vincere per il Toro, più della prestazione e i granata hanno centrato l’ obiettivo. Di fronte a Marassi, la squadra allenata da Mazzarri si è trovata un Genoa allo sbando. Nel primo tempo, la squadra di Thiago Motta ha regalato palloni su palloni ai granata. In questo modo il Toro ha avuto molti spazi a disposizione, senza riuscire mai a sfruttarli a proprio favore. Nonostante le difficoltà del Grifone, il Toro nei primi 45′ non è mai riuscito a concretizzare nei 16 metri finali palloni in gol. Anche se c’è da sottolineare l’occasione di Ansaldi: unico vero tiro in porta, che ha sfiorato il palo. Davvero troppo poco vista la pochezza e le regalie genoane. I giocatori di Motta sbagliavano tempi e distanze sui passaggi,  grazie anche al pressing e al baricentro molto alto disposto da Mazzarri. Con questo modo di gioca il Toro ha impedito il possesso palla al Genoa.

Ma l’ attacco granata è sembrato troppo leggero. Non è mai riuscito a impensierire la porta difesa da Radu. Sul finire del primo tempo, inizia lo sbandamento granata che ha avuto due fasi, che non permettono di certo di dire che la squadra ha superato la crisi (questo si potrà vedere contro la Fiorentina nel prossimo turno). Sul finire del primo tempo, il Genoa si è fatto sotto conquistando due angoli consecutivi mettendo pressione al Toro. La seconda fase arriva dopo l’occasione nuovamente di Ansaldi che nella ripresa ha sparato di poco alto sulla traversa. I rossoblú si svegliano di colpo dal torpore e al 51 ‘ creano un’occasione-gol con Pandev, tiro deviato da Bremer. Il Toro sbanda e 4 minuti dopo una bella azione personale di Agudelo con pallonetto finale si infrange sulla traversa. Il Genoa attacca e chiude il Toro nella propria metà campo facendosi sorprendere soprattutto sulla fascia sinistra e da lì nasce una ripartenza rossoblú che porta Favilli al tiro con pallone che si schianta sul palo.

Davvero grandi brividi per il Toro. Al 67′ il club piemontese rischia grosso con una voragine a sinistra sfruttata da Cassata che impegna Sirigu in una respinta salva-partita. Al 72′ l’ estremo difensore granata deve uscire di piede fuori area per evitare un contropiede pericoloso. Proprio nel momento migliore del Genoa, il Toro trova il gol vittoria con una testata precisa di Bremer su calcio d’ angolo battuto da Verdi. I rossoblú accusano il colpo e Radu deve deviare sopra la traversa un tiro di Verdi che si sarebbe insaccato sotto la traversa. La partita finisce qui con attacchi sterili della squadra allenata da Thiago Motta e il Toro che si difende negli ultimi minuti con ordine e senza subire veri pericoli.

Una vittoria importante e decisiva per riprendere un po’ di fiducia e di terreno in classifica ma non nel gioco. Troppi sono stati i rischi subiti dai granata contro una delle squadre più deboli del campionato e tra le candidate a scendere in serie B. L’ organico rossoblú appare davvero insufficiente, ecco perché la prestazione del Toro nonostante la vittoria è incolore. Troppo poche le occasioni da gol create dai granata tre di cui un gol e due tiri fuori rispetto alle tre occasioni genoane di cui una parata di Sirigu, più un palo e una traversa. La fortuna ha assistito i granata ma contro squadre più forti non può bastare. Sicuramente i tre punti portano soddisfazione e morale ma molto su questa possibile fine crisi si saprà contro i gigliati prossimamente.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. uiltucs.pesar_12159015 - 2 settimane fa

    Mi dispiace ma bisogna esonerare subito Mazzarri! Di solito un allenatore si allontana se la squadra gli gioca contro, ma in questo caso lo si deve fare perché è in totale confusione. E il problema grave è che riproporrà questo schema scellerato! Mi (ri)dispiace dirlo ma il tempo x lui è scaduto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy