Toro News, quindici anni di storia granata

Toro News, quindici anni di storia granata

Editoriale / Il 1 giugno 2005 nasceva il primo quotidiano on line dedicato al Toro. E oggi come allora, lavoriamo con la stessa passione

di Fabrizio Viscardi

Esattamente quindici anni fa nasceva Toro News, la prima testata online dedicata al Torino. In realtà la piattaforma esisteva da quasi due anni prima, come sito di tifosi, emanazione dello storico e omonimo Forum creato all’inizio degli anni 2000. Erano tempi in cui, con un po’ di visione, si poteva già immaginare sia il profondo impatto che il digitale avrebbe avuto sull’informazione, sia quella che sarebbe stata la sua profonda evoluzione negli anni a venire. Per questo, insieme ad alcuni amici e sostenitori, decidemmo di realizzare un sito online che si occupasse di offrire – a chi aveva la nostra stessa passione calcistica -, un’informazione indipendente, quotidiana e in tempo reale sul nostro Torino. Eravamo convinti che mai come allora vi fosse la necessità che tutto il popolo granata si stringesse a protezione della nostra passione comune. Alcuni di noi avevano già intuito cosa sarebbe accaduto da lì a poco, altri lo immaginavano, ma tutti eravamo convinti che fosse il momento di scendere in campo per vigilare. E un mezzo d’informazione sarebbe stato utile.

Parliamo di anni in cui molte soluzioni dovevi avere le capacità di inventarle, oppure investire moltissimo: server, banda di rete, software e applicazioni costavano 50 volte più di oggi, ed erano molto meno performanti. Anni in cui molti contenuti o notizie le reperivi solo spostandoti fisicamente, e dove il webmaster era il centro di raccolta e di pubblicazione, quasi un direttore aggiunto. Anni in cui, da altre parti del mondo, qualcuno stava dando vita ai primi prototipi di quelli che sarebbero poi divenuti i social network: araldi della rivoluzione (o dell’annientamento, fate voi), sicuramente della trasformazione, del vecchio mondo dell’informazione.

Il Torino Calcio non era ancora fallito, cosa che avvenne proprio nel 2005. Un anno che noi granata non dimenticheremo mai e in cui, dopo tanta fatica, il 1° giugno, il sito toronews.net diventava ufficialmente una testata giornalistica, grazie alla registrazione presso il tribunale di Torino. Eravamo pronti. Avevamo accumulato esperienza e pratica, superato momenti difficili ed impegnativi, potevamo contare su un buon numero di lettori che ci seguivano fedelmente tutti i giorni, ai quali cercavamo di garantire un’informazione attenta e continuativa, da ‘guardiani del Toro’.
La calda estate del 2005 ci fece comprendere quanto fosse stata importante e giusta la nostra scelta. Quando, infine, successe il dramma, quando il Toro fu abbandonato a sé stesso e condannato a lottare per la propria sopravvivenza, Toro News, con le sue cronache in diretta 24 ore su 24, i suoi articoli e le sue interviste ai protagonisti di quella tragica situazione, divenne il punto di riferimento di tutti, il collettore della giusta rabbia, ma anche il propulsore per la ricerca di una soluzione.
Uno strumento di informazione e pressione verso le istituzioni ed i media, ma soprattutto di raccolta dei tifosi che scesero in campo, seguendo in tempo reale gli accadimenti, a difesa di una storia che non poteva e non doveva terminare o finire in mano a gente che non poteva garantire la sopravvivenza del nostro amato Toro.
Finì tutto il 2 settembre di quell’anno, con la famosa immagine di Cairo sul balcone del Comune e la foto di Toro News, sottotitolata: ‘Habemus Papam Urbano I°’. A prescindere da quello che può essere il giudizio – positivo o negativo – di ognuno di noi sulla gestione della società negli anni successivi, quel giorno avevamo vinto tutti, perché il Toro e la sua storia erano sopravvissuti. Toro News aveva svolto, nel suo piccolo, un ruolo fondamentale perché ciò accadesse. Potremmo raccontarvi davvero tante storie di questi 15 anni vissuti intensamente, abbiamo scelto la più importante e ‘geneticamente’, spero per tutti, interessante.
Lasciatemi ringraziare la redazione, che nel tempo è variata e cresciuta; i tanti giornalisti che l’hanno composta in passato quelli che ci sono oggi; i direttori che si sono susseguiti alla guida di TN; tutti i nostri qualificati columnist che rendono il nostro giornale speciale. Non cito i nomi, sarebbero veramente moltissimi e rischierei di fare ingiustamente torto a qualcuno qualora la mia memoria non mi venisse del tutto in aiuto. Grazie anche ai soci fondatori che ci supportano ancora oggi, permettendoci di continuare il nostro lavoro con professionalità ed indipendenza. Persone, insomma, senza le quali questo giornale non esisterebbe.
Un enorme ringraziamento, infine, anche a tutti voi lettori: da 15 anni, toronews.net è il primo quotidiano online granata, e ciò è possibile soprattutto grazie a voi che, ogni mese, ci seguite in più di 500 mila. Ci aiutate a crescere sempre di più: protagonisti nelle segnalazioni, nelle fotografie, nelle rubriche, nei tantissimi commenti sul sito e sui social.
15 anni sono forse sono pochi nell’editoria tradizionale, ma sono certamente un pezzo di storia in quella online. Approfitto di questa ricorrenza del giornale, così carica anche di significato e che ci aiuta a guardare avanti con ottimismo, per rinnovare l’impegno a raccontare la realtà, sempre con lo stesso entusiasmo del primo giorno.
Continuando a fare il nostro dovere di ‘Guardiani del Toro’.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pinga86 - 4 mesi fa

    Grazie TN!

    Anni addietro ho avuto la fortuna di collaborare con questa splendida realtà. La passione ha guidato un progetto difficile da immaginare 15 anni fa, in un web senza social e senza la tecnologia attuale.

    Sono passati tanti giornalisti, opinionisti e direttori, ma TN rimane una lettura quotidiana indispensabile.

    Bello, bellissimo avere un giornale tutto granata che rappresenta un’eccellenza nel marasma di Gazzanet

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Sempregranata - 4 mesi fa

    Mi ricordo quei giorni, tutti a seguire le cronache di toronews per spostarci da un luogo all’altro e mi ricordo Giovannone rintanato all’hotel Campanile per poi fuggire da Torino. Solo noi potevamo vivere storie di questo genere. Grazie di esistere, non avremo quello che noi tifosi magari sognavamo ma esistiamo e possiamo pensare al futuro, magari un futuro migliore. Vi seguo sempre, siete il meglio dell’informazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Grande Torino - 4 mesi fa

    Grazie per quello che avete e state facendo. Io vi seguo da tanti anni e le polemiche le lascio ad altri. Se oggi possiamo ancora tifare Toro un pò di merito l’avete anche voi. Buon lavoro alla redazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Bacigalupo1967 - 4 mesi fa

    Coevi di Cairo. Sarà un caso?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. CUORE GRANATA 44 - 4 mesi fa

    Auguri e congratulazioni a TN per il traguardo raggiunto!Auspico che proseguiate ancora per lungo tempo.Il numero dei “contatti” è molto indicativo e stà a significare che tra “gli online” dedicati al ns. Toro,a mio parere,siete i migliori anche per quanto riguarda mediamente il livello qualitativo dei commenti.Detto questo,ritengo tuttavia di “muovere” qualche rilievo 1 Da quando Tn è entrato nel circuito gazza.net la linea editoriale è più aziendalista 2 Dico questo in quanto a volte taluni miei commenti(mai volgari od offensivi in quanto non è nelle mie corde)critici sull’operato di Cairo non vengono postati 3 Per carità non intendo impartire “lezioni” ma la ns.Carta Costituzionale consente libertà di espressione e qui,forse,”l’indipendenza”…4 Le vicende sportive,pur essendo il sale del sito,in questo calcio business a mio modo di vedere assumono una valenza non precipua 5 Torino fc,res sic stantibus,purtroppo continuerà a rimanere una realtà marginale al di là di arrivi,partenze o quant’altro 6 La ns. sopravvivenza,sempre a mio parere, è correlata al riportare al centro le ns. origini,la ns.Storia,la ns. Leggenda.Una pianta senza radici è destinata a seccare e scomparire. 7 Questo è l’aspetto che Cairo in 15 anni mai ha voluto considerare..8 Direi che a tal proposito un’azione più incisiva da parte di TN volta a “stanare i vari personaggi” per comprenderne le reali intenzioni ed evidenziare quanto questo loro atteggiamento sia mortificante potrebbe essere una meritoria “mission” da parte di TN. Mi scuso per la prolissità.Con stima cordiali saluti e sempre FVCG!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy