Toro, ad ogni tifoso il suo ”cassetto”

Il punto di vista di Riccardo Agnello

di Riccardo Agnello

 

Tralasciando questioni di attualità ”torosa” (campionato e cose varie) e tornando ad analizzare alcuni comportamenti dei miei pazienti, vorrei soffermarmi sull’ennesimo aspetto che pare caratterizzi un vero e proprio tifoso del Toro: uno dei tantissimi sintomi che identifica questa malattia; sto parlando del ”Cassetto granata”. Il ”Cassetto granata” è generalmente un cassetto situato nella stanza da letto di un tifoso del Toro (ma può trattarsi anche di una scatola o di un qualsiasi contenitore) in cui è conservata gelosamente una quantità proporzionale alla sua età (o al numero di anni da cui è affetto dalla malattia) di biglietti di vecchie partite, abbonamenti, adesivi di ogni epoca, foto ricordo con giocatori, vecchie figurine e via dicendo. Probabilmente molti tifosi di altre squadre ne possiedono uno, questo è sicuro, anche se nella maggior parte dei casi si tratta solo di un luogo fisico in cui, per caso, sono stipati, insieme ad altre cose, alcuni degli oggetti appena indicati. Quello che contraddistingue un granata, nella fattispecie, è l’importanza spirituale, quasi mistica, che il soggetto tende ad attribuire al cassetto: il cassetto infatti è un luogo sacro, da aprire solo nei momenti topici. E’ quasi come se l’apertura di questo luogo fosse una sorta di rito magico o una preghiera. Nei momenti difficili, dopo una sconfitta o prima di una partita importante, il soggetto apre il cassetto e si carica guardando foto o vecchi biglietti di trasferte, insomma quello che più lo rassicura. Se vogliamo questo rito è paragonabile alla visione del classico VHS o DVD, di cui vi ho parlato in un altro articolo, anche se assume una connotazione più personale: infatti molte volte sono biglietti di trasferte da lui fatte che gli riportano alla memoria momenti passati o foto in cui lui è ritratto insieme ad una calciatore della sua epoca.
E voi, cari pazienti, voi avete un vostro personale cassetto granata? Cosa ci tenete dentro?
Alla prossima dal vostro psicologo granata!!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy