Era difficile migliorare questo Toro?

Era difficile migliorare questo Toro?

Occhi Sgranata / Torna la rubrica di Vincenzo Chiarizia

di Vincenzo Chiarizia

“E’ difficile migliorare questa squadra”. Mai frase poteva essere più discutibile per il presidente del Toro riferendosi al potenziale della squadra granata. Indubbiamente è forse il Toro più forte dell’era Cairo, ma al momento la formazione di mister Mazzarri ha rimediato la cocente delusione dall’Europa League per mano di un Wolverhampton a secco di vittorie in Premier League, con soli 3 punti e al penultimo posto in classifica dopo 5 giornate, e l’enorme delusione dell’Olimpico in casa contro il Lecce, dove, nel perfetto stile Toro degli ultimi quattordici anni, nella partita che poteva dare il via all’entusiasmo, come a Modena contro il Carpi nel 2015, il Toro si è afflosciato. Dunque tanto si poteva fare per questa squadra in sede di mercato. Auspicavo che le parole del presidente Cairo potessero avere un fondamento di verità, invece, come spesso purtroppo accade, tocca constatare che migliorare questa squadra, eliminata ai preliminari dal Wolverhampton ridimensionato in Premier League e battuto in casa da una neopromossa come il Lecce, con tutto il rispetto per i giallorossi, era possibile e, soprattutto, doveroso.

Per il secondo anno consecutivo il Toro non ha potenziato il reparto dei portieri affidandosi soltanto alla titolarità di San Salvatore Sirigu e promuovendo il terzo portiere al ruolo di secondo e inserire in organico un nuovo terzo,  svincolato. Nella stagione 2017/2018 in porta avevamo Sirigu, Milinkovic Savic e Ichazo come terzo. L’anno dopo il “Donnarumma serbo”, altra frase top del nostro presidente vista la carriera del portiere, fu ceduto per fare esperienza e Ichazo guadagnò i gradi di secondo portiere con l’arrivo di Rosati a completare la batteria. Quanto meno l’anno scorso sapevamo che Rosati fu preso per fare il terzo. Quest’anno il Toro ha trattato Paleari a lungo, non preso per la differenza tra domanda e offerta, e ha optato per Ujkani, spacciandolo come secondo, ma che in realtà Mazzarri alla terza giornata di campionato ha già declassato a ruolo di terzo, promuovendo dunque anche quest’anno il terzo portiere della stagione precedente. Qual è la logica, oltre a quella del risparmio, di una politica simile? Quando domenica Sirigu si è fatto male e ho visto scaldarsi Rosati (non ho nulla contro l’uomo, grande collante nello spogliatoio), ho capito che anche quest’anno il reparto non è stato rinforzato. C’era Sorrentino libero e si è optato per Ujkani… ci sono Zaccagno e Gemello che avrebbero fatto volentieri da terzo portiere, vivendo una stagione con la prima squadra al Fila, ed invece è stato preso Ujkani per fargli fare il terzo portiere, spacciandolo come secondo. Mah!

Toro, mercato positivo ma tardivo. Nkoulou, c’eravamo tanto amati

Sirigu come detto per me va fatto santo, anzi, già lo è, ma lunedì è incappato in una giornata storta, più che storta direi “umana”, visti gli standard a cui ci ha abituato. Su entrambi i gol ha delle responsabilità visto che le sue respinte a centro area sono stati gli assist per i due gol. Se sul primo però la distanza era assai ravvicinata, sul secondo, a mio modo di vedere, il tiro potente di Calderoni poteva essere respinto lateralmente ed invece è arrivato sui piedi di Mancosu a centro area. Chiaramente sui gol non sono solo sue le responsabilità, visto che anche i difensori, in occasione delle reti del Lecce, hanno dimostrato una reattività degna di un bradipo. Insomma Mazzarri dovrà lavorare tanto sull’assetto difensivo, sicuramente destabilizzato dalla vicenda Nkoulou, ma che dall’andata contro il Wolverhampton ha subito la bellezza di 10 gol in 5 gare, una media di 2 gol a partita, decisamente troppi per una squadra che dovrebbe puntare all’Europa diretta.

Domenica alle 15:00 a Marassi il Toro ha l’occasione di riscattarsi dal passo falso contro il Lecce, dove troverà una Sampdoria ferita, ma sicuramente pronta ad uscire dal tunnel in cui si è ficcata. La situazione ambientale non è certamente delle migliori per i doriani, che stanno vivendo una telenovela per la compravendita della società tra Ferrero e Vialli. A questo va aggiunto anche la difficile situazione che sta vivendo Massimo Ferrero, che ha subito minacce di morte e rischia anche il rinvio a giudizio per la vicenda Obiang. Tutto questo però non deve far passare il concetto che il Toro avrà vita facile, perché una squadra supponente come quella di domenica scorsa, che non tira  quando è in area di rigore, come nelle occasioni di Berenguer che ha cercato l’assist o De Silvestri di testa, può portare solo ad un risultato negativo.

Toro eliminato, ma l’Europa era una priorità?

Sulla approccio alla gara di domenica, voglio spingermi a dubitare che gli undici in campo avranno un approccio simile come contro il Lecce e sono altresì convinto che Mister Mazzarri, dopo la figuraccia di domenica scorsa e dopo averci messo la faccia, apporterà i giusti cambiamenti per non far ripetere più (o almeno si spera!) partite del genere. Vincere contro la Samp sarebbe vitale per il morale perché ci darebbe la giusta carica emotiva per affrontare il Milan nel turno infrasettimanale.

64 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. PiazzistaDiSeggiolini - 3 settimane fa

    Articolo condivisibile o meno, criticabile o meno, purchè nel rispetto della posizione assunta da chi l’ha scritto prendendosi le proprie responsabilità.

    Ovviamente le solite “comari” del presiniente (salvo qualche eccezione, alla quale faccio i miei sinceri complimenti) prive di capacità di contraddittorio e/o di critica costruttiva, hanno ancora una volta dimostrato tutti i loro limiti dialettici e semantici, con la classica sufficienza che li contraddistingue o con le solite frasi banali, prive di qualsiasi arguta comicità, nonchè tipicamente provocatorie.

    Uno di loro poi, in particolare, oltre ai soliti insulti e provocazioni che ne contraddistinguono lo squallore, l’ignoranza e la bassezza cerebrale, si è permesso (come sempre) di fare vergognosi e rivoltanti paragoni blasfemi, addirittura coinvolgendo una Figura Femminile Fondamentale nella Religione Cattolica.

    Inoltre, come spesso si legge nei suoi “aborti”, ha attribuito al Giornalista autore del presente articolo, appellativi vergognosi, arrivando addirittura a definirlo non tifoso del TORO, in quanto solo interessato a criticare la società.

    Invito la Redazione a prendere provvedimenti nei confronti di questo scialbo individuo rendendolo inoffensivo.

    Grazie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Veyser - 3 settimane fa

      Sei ridicolo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PiazzistaDiSeggiolini - 3 settimane fa

        L’importante è che tu ti sia riconosciuto…dopodichè ai posteri l’ardua sentenza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Veyser - 3 settimane fa

          L’importante è che io sono qui a scrivere sempre con lo stesso nik, perché non ho mai offeso nessuno e mai chi gestisce il sito ha pensato a bannarmi…per te sappiamo bene che non è così visto che il riclico del non tifoso frustrato, hai cambiato mille nomi ma sei facilmente riconoscibile…. Soliti argomenti… Ribadisco ed aggiungo poverino e ridicolo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. iugen - 3 settimane fa

    Cedevamo Zaza, Falque (o Berenger), Parigini e un centrale (chiunque ma non Izzo) e prendevamo de Paul, Kouame (entrambi guadagnano al momento meno della metà di Zaza e Falque), un vice Belotti tipo Santander e Laxalt. Da un punto di vista economico sarebbe stato abbastanza fattibile.
    Sirigu – Izzo, X, X (a seconda di chi avremmo ceduto) – Aina, Rincon, Baselli, Laxalt – De Paul – Kouame, Belotti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Immer - 3 settimane fa

      Manca la volontà e la capacità perciò è meglio improvvisate come il toro fc Cairo vattene sei e rimarrai il …..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Garnet Bull - 3 settimane fa

      Si, poi ci risvegliamo dalla sessione di gioco su fifa 20….ti assicuro che il calciomercato reale è ben diverso da come te lo immagini

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iugen - 3 settimane fa

        A me non sembrano operazioni così irreali. Verdi ci è costato (ancora da sborsare) 25 M, secondo me offrendo 30 M sull’unghia all’Udinese non ti dicevano di no per De Paul, magari dandogli Parigini (il cui valore non può che aumentare, in una squadra in cui ha spazio) per limare qualcosa. I soldi li prendevi da Falque + centrale. Poi che De Paul magari volesse andare a giocare la Champions ci può stare, ma intanto è rimasto all’Udinese e il suo stipendio attuale è la metà di quello di Verdi (quindi indicativamente la metà di quello che avrebbe preso al Toro). Kouame guadagna 0.5 all’anno (Gazzetta), offrendogli 1 M all’anno veniva anche lui, prendendolo con una formula stile Verdi. Alla fine il saldo non sarebbe tanto diverso da quello che poi è stato effettivamente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ardi - 3 settimane fa

    Oltre a non aver preso per 2,5 milioni paleari o comunque un secondo portiere che dia garanzie, perché sirigu non è immune da infortuni, ed essendosi quindi basati sulla sorte per risparmiare qualcosa, continua a mancare come minimo un centrocampista di qualità che faccia bene le due fasi. In difesa continuo a dire che non mettere n’koukou Titolare già a Genova sarebbe un errore. Nel frattempo la società trovi un suo degno sostituto, ma intanto deve giocare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Dario61 - 3 settimane fa

    Per puntare al 4 posto ci vuole ben altro che Verdi e Laxalt oltretutto abbiamo un allenatore che per me nn ne vuole sentite di schierare insieme Belotti Zaza e dietro loro Verdi ..se vuoi vincere devi mettere gente che lo davanti fa la differenza ..con il Lecce ha schierato nel primo tempo una formazione più che imbarazzante

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Toro Forever - 3 settimane fa

    Se io fossi un notista politico e scrivessi “Governo ladro”, o un metereologo che dicesse “Non esistono più le mezze stagioni” o, ancora, un animatore di villaggio che, per scaldare la serata, prorompesse nel fatidico grido di “W la f..a”, probabilmente verrei giudicato banalotto e superficiale. Buona giornata Chiarizia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Immer - 3 settimane fa

    Certo abbiamo preso verdi all’ultimo minuto per 25 milioni troppi non si doveva aspettatr la fine del mercato perche adesso il rischio è troppo grande di aver buttato via tutti sti soldi. Il guaio grosso di q
    Questa qqsocietà è là mancanza di una struttura non ci sono osservatori perché gente giovani come verdi ne trovavi finché ne volevi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. leoj - 3 settimane fa

    No che non era difficile.
    Bastava prendere un allenatore del0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. leoj - 3 settimane fa

    No che non era difficile.
    Bastava prendere un allenatore del nostro secolo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. FORZA TORO - 3 settimane fa

    chiarizia un nome una garanzia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. BACIGALUPO1967 - 3 settimane fa

    Il solito articolo del dr. Chiarizia che non aggiunge e non toglie nulla.

    Fvcg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. miele - 3 settimane fa

    Quanto scritto da Chiarizia è sacrosanto. Alle sue considerazioni si potrebbe aggiungere il mancato acquisto di almeno un forte centrocampista e di un altro estero, oltre a Laxalt. Affidare a Meite, Lukich, De Silvestri e Ola quei ruoli è stato un azzardo se si vuole veramente puntare più in alto. Altrimenti si continua a vivacchiare appena sopra la mediocrità. Domani sarà una giornata importantissima e difficile per capire cosa ci riserva il futuro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. OldBull - 3 settimane fa

    Sono un tifoso di lungo corso, nel 76 allo stadio c’ero e di squadre vincenti ne ho viste tante, per questo faccio un’enorme fatica ad adattarmi all’attuale realtà. Però non parlerei di squadre forti perché i giocatori alla fine vengono e vanno, piuttosto parlerei di società forti, organizzate, con presidenti motivati e dirigenti adeguati, in una parola società VINCENTI. Purtroppo da dopo Borsano, il concetto di vincente si è via via affievolito, ora è quasi del tutto spento anche tra i tifosi più giovani, oggi essere vincente non è più obiettivo prioritario, cosa gravissima. Però detto questo non darei tutta la colpa ai giocatori anche se si, è vero che sono loro ad andare in campo, ma piuttosto i giocatori, in quanto menti “ballerine” necessitano di un ambiente che sappia trasmettere loro certamente i valori ma soprattutto la mentalità di un club che le partite le gioca per vincerle, che non è disposto ad accontentarsi e che una sconfitta è una sconfitta! non un’occasione persa, nemmeno un’opportunità per imparare, non per ricominciare e nemmeno una pagina da voltare il più in fretta possibile. Nello sport agonistico/professionistico non c’è posto per chi vive alla giornata e si accontenta di galleggiare perché così sei destinato per forza a scomparire… I casi alla Nkoulou al Toro non sono “strani” sono la normalità e chi si stupisce forse dovrebbe guardare meglio alla realtà societaria e i segnali CHIARISSIMI che questa lancia. Far finta di non vedere un mercato che EVIDENTEMENTE dimostra il totale disinteresse verso obiettivi più alti, la mancanza di una programmazione che non sia esclusivamente rivolta al guadagno, la ricerca spasmodica del risparmio a tutti i costi salvo poi fare operazioni di facciata tecnicamente e/o dal punto di vista delle tempistiche del tutto inspiegabili sono chiaramente segnali che dimostrano, indiscutibilmente, la volontaria rinuncia ad entrare nel ruolo di protagonista. Solo così si spiegano (secondo me) i casi alla Nkoulou o le sconfitte contro il Lecce.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 3 settimane fa

      Bravo old bull.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mimmo75 - 3 settimane fa

      I casi N’Koulou al Toro sono la normalità? Io ricordo solo quello Maksimovic. Quali altri mi sono perso?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Héctor Belascoarán - 3 settimane fa

        Tutti quelli che non sono finiti male, ma sono tanti i giocatori che hanno chiesto di andare a giocare nel “calcio che conta”!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. zaccarelli - 3 settimane fa

        Béh con comportamenti ed eleganze differenti, citerei Glik,Darmian, Cerci ,Immobile.
        Così a braccio…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mimmo75 - 3 settimane fa

          Però se parliamo di caso N’Koulou ci riferiamo a giocatori che pubblicamente rompono gli indugi e s’impuntano rifiutandosi di scendere in campo o addirittura non presentandosi (come fece Maksimovic). Tutti gli altri casi rientrano nelle normali dinamiche del calcio. In tutte le squadre i calciatori, a un certo punto, per vari motivi, chiedono di essere ceduti o non rinnovano. Può essere per guadagnare di più, per salire di livello, per esigenze familiari, per trovare nuovi stimoli dopo aver vinto, perchè non vanno d’accordo con l’allenatore o i compagni o hanno rotto con l’ambiente (tipo Soriano con quel like al gol di Dybala nel derby).

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. zaccarelli - 3 settimane fa

      Concordo in toto, caro Old Bull ( vecchio Toro)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Fede Granata - 3 settimane fa

    È soltanto la descrizione di ciò che abbiamo già visto tutti..vissuto e sappiamo..niente di che. FORZA TORO DAI….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Mario66 - 3 settimane fa

    Con il senno del poi è sempre molto facile parlare. Condivido quanto già espresso da Mimmo senza aggiungere altro in quanto ancora troppo frastornato dalla sconfitta di lunedì scorso. Certo è che almeno a livello scaramantico sarebbe meglio che il nostro presidente evitasse certe frasi ad effetto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. dattero - 3 settimane fa

    Andrea Max, non vorrei che questa storia del 4 posto diventasse una fissa,ora è iniziato un altro campionato .Certo,se vogliamo fare un po’ di transavanguardia, guardiamo pure indietro, ma ricordiamoci bene di guardare avanti.Medita anche tu,detto con rispetto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Andreamax - 3 settimane fa

      Ribadisco, scrivero’quello che penso sempre e comunque, di tutto mi si puo’accusare, ma non di essere pessimista e dietrologista, che piaccia o no,soprassiedo sulle allusioni fatte a chi la pensa diversamente, passo e chiudo. Stia bene e FORZAVECCHIOCUOREGRANATA.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mimmo75 - 3 settimane fa

      Il 4 posto è frutto di un trend che dura da 10 mesi e pertanto è molto indicativo. Certo che è iniziato un nuovo campionato che farà storia a se. Il nocciolo della questione è che se da 10 mesi viaggi a ritmi da CL vuol dire che c’è davvero molto di buono nel lavoro fatto e nei valori acquisiti da questa squadra. E alla luce di ciò le critiche eccessive per la sconfitta contro il Lecce sono fuori luogo. Diventeranno sacrosante nel momento in cui il Toro iniziasse a zoppicare con costanza, come succedeva in passato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. dattero - 3 settimane fa

    Le mannequin del capo son scese in campo pronte e fiere a difendere sempre a comunque. Tutti gli articoli di questo giornalista son cassati a prescindere,da alcuni,ovviamente, non da tutti. È sbagliato dire che brucia da matti uscire passivamente da un circuito europeo affrontato superficialmente?È sbagliato dire che la gestione del secondo portiere è stata fatta pessimamente? È sbagliato essere ancora sbigottiti x l’ennesima prova di maturità fallita? Non direi. Però l’importante è attaccare il sig.chiarizia. Se l’art. dell’allineato Sartori, dal titolo,più o meno,se ben ricordo, “c’era d’aspettarselo”,fosse stato firmato chiarizia, sarebbe stato infarcito d’insulti e preventive prese in giro.Ripeto,cos’ha detto di anormale? Che poi qualche buontempone, x non dire altro, affermi che questi articoli possano negativizzare,be,qui altro che jonesco, andiamo direttamente al surreale. Certo poi che domani non sarà facile,tutti,o quasi,sappiamo che la belva ferita è pericolosa,che ci sar6una tensione bestiale, un ambiente rovente.tranquilli,esser logici non vuol dire pessimismo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Andreamax - 3 settimane fa

      Io scrivo e scrivero’ sempre quello che penso, se ne faccia una ragione,FORZAVECCHIOCUOREGRANATA!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. GlennGould - 3 settimane fa

      Modi diversi di veder le cose.
      Di certo posso affermare che, se il sottoscritto concepisse il proprio lavoro come l’autore dell’articolo concepisce il suo, è molto probabile che tante famiglie che vivono grazie al sottoscritto, oggi sarebbero in mezzo a una strada.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Andreamax - 3 settimane fa

    L’ultimo campionato della formazione granata è andato molto bene, ma è soprattutto il 2019 l’artefice della crescita del Torino, il quale nonostante il ko inatteso e cocente in casa contro il Lecce, mantiene una posizione di prestigio. Se la Serie A si disputasse da gennaio a dicembre, gli uomini di Mazzarri occuperebbero la quarta posizione, quella valida per raggiungere direttamente i gironi di Champions League. A sorpresa, sul gradino più alto del podio troviamo l’Atalanta, con cinque lunghezze in più, seguita dalla Juventus e dal Milan. Un dato non certo da sottovalutare, che non può essere in alcun modo intaccato dalla debacle interna contro i pugliesi di Liverani, anzi deve spronare il gruppo a riprendere il cammino già dalla sfida di domani pomeriggio contro la Sampdoria. Mediti Chiarizia mediti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Il Principe della Zolla - 3 settimane fa

    “Difficile migliorare questa squadra”, è stata l’ennesima bufala propinata dal SiG. Cairo, ultima di una collezione di cui si è perso il conto, sempre che si voglia esercitare la memoria e non vivere di acritica accondiscendenza.
    Scrivere prendendo spunto da quella presa per i fondelli non pare così peregrino, soprattutto dopo aver già fallito il 1° obiettivo stagionale, e aver giocato tre partite di campionato mostrando tutto tranne che gioco e solidità, e inanellato una cocente delusione contro l’armata leccese.
    Ebbene no, non si può, Chiarizia reietto, Chiarizia mestatore, Chiarizia che non si allinea e fa da agente di disturbo della splendida armonia che regna al Torino FC, Chiarizia cattivone che non canta le lodi in coro. Da per me, averne di Chiarizia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Mimmo75 - 3 settimane fa

    Ho spesso difeso Chiarizia dagli attacchi subiti, trovandoli fuori luogo, per quello che scriveva urtando la sensibilità dei tanti (purtroppo) tifosi poco disposti a mettere in discussione l’operato di Cairo quando er il caso di farlo. Durante il mercato estivo Chiarizia è stato l’unico giornalista del sito a incalzare le boiate che Cairo ci propinava a proposito degli acquisti, della difficoltà a migliorare la squadra etc etc…è storia recentente che mi trovava concorde. Oggi, però, non capisco il senso di questo articolo che sa solo di voglia di rivalsa e non aggiunge nulla di nuovo. A che serve tirar fuori quelle frasi? È forse finito il campionato certificando un peggioramento del Toro rispetto alla scorsa stagione? Pare quasi che non si aspettasse altro che una sconfitta per poter eruttare tutto il fastidio accumulato a causa delle prime due vittorie. Ovviamente non è così, il Toro che vince non da fastidio al tifoso, ma questo articolo e i molti commenti che da dopo la sconfitta contro il Lecce si leggono, sono talmente tanto fuori luogo per modi e tempi da far venire il dubbio che davvero non si aspettasse altro. Questo Toro da gennaio è quarto ed è un ruolino di marcia che dopo quasi 10 mesi non può essere casuale. Questo Toro è forte e quadrato ed è stato rinforzato. Ha solo bisogno di tempo per rimettere in sesto una condizione fisica volutamente deficitaria visto che si è dovuto puntare subito e tutto solo sulla brillantezza. Contro il Lecce eravamo fermi. Tutti. E Mazzarri a luglio era stato chiarissimo in tal senso anticipandoci pubblicamente queste difficoltà che sarebbero arrivate. Chiarizia, ti leggo sempre volentieri e con attenzione perché hai il coraggio di scrivere contro corrente sulla testata del padrone, però.cerca di non perdere lucidità come è successo con questo articolo. Così come il nostro ottimo Toro ha avuto una giornata difficile, anche tu, ottimo giornalista, hai avuto un passaggio a vuoto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Toro Forever - 4 settimane fa

    Dunque. Le cose stanno così. Se Sirigu avesse parato i 2 tiri e Berenguer e De Silvestri avessero segnato, oltre al rigore di Belotti, avremmo vinto 3 a 0. Grazie infinite. Nessuno ci aveva pensato. A questo punto è evidente che se mi faccio montare un paio d’ali, posso fondare una Compagnia Aerea. Angel Air. Neanche Jonesco avrebbe osato tanto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Toro Forever - 4 settimane fa

    Manca l’acqua nelle camere ed il recensore dell’Hotel si dedica al portinaio. Articolo che sarebbe cestinato anche su Trip Advisor. Molto più utile Trivago. Oppure l’orario FS. E l’elenco delle Farmacie aperte alla Domenica? Senz’altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. toro52anni - 4 settimane fa

    Con i soldi si migliora quasi tutto.
    Ma se non li hai devi arrangiarsi.E qui sta il difficile.
    Se non aumentiamo il bacino di utenza Toro, fai il mercato vendendo e comprando e Cairo a sto giro ha speso e pure tanto.Se poi ha speso bene si vedrà.Ma soprattutto non ha venduto ed è gia tanta roba.
    Pensate che la Roma dovette vendere un certo Salah……per fare mercato .
    Quindi tirate voi le conclusioni.Meglio di cosi non potevi fare e l’Europa League porta pochi soldi rispetto a gli investimenti da fare.Bisognerebbe triplicare minimo l’istituto dell’Europa League che con i soldi che ti da ora manco se la vinci ti paga quel che serve per acquistare non dico un fuoriclasse ma almeno un buon calciatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. uiltucs.pesar_12159015 - 4 settimane fa

    Esistono tifosi volubili e giornalisti volubili…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 4 settimane fa

      Si. Solo che i primi spendono, i secondi sono pagati.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. uiltucs.pesar_12159015 - 3 settimane fa

        Hai ragione, ma i bilanci si fanno ma fine stagione…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. uiltucs.pesar_12159015 - 3 settimane fa

          a*

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Veyser - 4 settimane fa

    Gufo Chiarizia è tornato alla carica alla grande…. Non aspettava altro che un tonfo, un problema, una sconfitta per riprendere il suo unico argomento di vita…. Cairo Vattene, vive per questo, forse in un’altra vita lo Cairo gli rubava le merendine non lo so ma è veramente vomitevole il modo in cui ripete sempre le stesse cose per poi salire sul carro dei vincitori quando le cose vanno bene, tipo l’articolo dopo la conferma che avremmo giocato o preliminari, li era tutto un altro modo di scrivere…. Il tifoso del TORO tifa Toro, con Pianelli, De Finis,Borsano, Calleri, Goveani etc… Ma Chiarizia non è tifoso del TORO, a lui interessa solo criticare la società

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianni panchieri - 3 settimane fa

      Veyser parole sante.SEMPRE FORZA TORO.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. user-14003131 - 4 settimane fa

    Non ho capito il tono dell’articolo… mi accontento di una prestazione da Toro, non di una pavida controfigura, si vedrà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. ottobre1955 - 4 settimane fa

    Troppe volte si dimentica che il calcio d’oggi è ben diverso da quello di anni fa. Il Toro on fattura milioni i di euri anche i 12000 abbonati che non sono unz cifra modesta divenendo modesta se rapportata a squadre di uguale o minore storia. Ecco questo è un problema per l-ambiente, stsmpa, tifosi , squadra e società. A forsa di dare per scontato partite davdidputare già vinte si finisce con il mortificare rigidi squadra e società. Serve un bagno di umiltà e realismo. La serata è la migliore che poyevano avete va sostenuta ed incoraggiata. Se ci sono sto rompiscatole bassa al merda stadium w fiNizza così il Totino e oggi una realtà e lo fimostreremo a Marassi domenica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Carlo - 4 settimane fa

    Ma basta, per favore, con questi articoli.
    A parte l’eventuale autolesionismo che può portare, non ci trovo senso.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. ddavide69 - 4 settimane fa

    Io so solo che già fra sette giorni e altre tre partite giocate, sapremo quali ambizioni potremo coltivare quest anno. Dovremo fare almeno 7 punti, poi ci sarà il Napoli… Se non sarà così ben difficilmente saremo da Europa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. GlennGould - 4 settimane fa

    In un momento difficile, un direttore d’orchestra deve pensare a riprendere tempo ed emotività dei singoli musicisti.

    In un momento difficile, un imprenditore deve pensare a rimettere ordine e motivare i dipendenti a dare il meglio.

    In un momento difficile, il capitano di una squadra deve agire per tirare fuori il meglio da ogni giocatore della sua squadra.

    In un momento difficile per il toro, scrivere ciò che ho letto, all’interno di un portale pro e dedicato al toro, serve solo a peggiorare malumori e polemiche per i tifosi più volubili.

    Insomma, serve solo ed esclusivamente ad alimentare la negatività e a peggiorare le cose.

    Se questo era l’intento, obbiettivo centrato.

    Se questo non era l’intento, mi chiedo sinceramente quale fosse lo scopo di questo articolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 4 settimane fa

      Perfetto fratello Glenn, io non saprei e probabilmente non so scrivere di meglio! Però riassumo cosi: articolo del menga!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. maxx72 - 4 settimane fa

    Proprio un articolo che è la fiera dell’avvio. Complimenti grande giornalismo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 4 settimane fa

      Dell’ovvio…Non dell’avvio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Bischero - 4 settimane fa

    È difficile migliorare certe cose se non si ha la volontà di farlo. Cmq si. Questa squadra non é facile da migliorare rapportate alle disponibilità economiche del club. Che poi ci si dovesse provare prima é palese. Cmq tutti vincono e perdono con tutti per il momento e non siamo malaccio. Siamo meglio dello scorso anno e speriamo che le altre non siano migliorate più di noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Andreamax - 4 settimane fa

    Come al solito Lei si conferma un disco rotto, contento Lei contenti tutti, mah! FORZAVECCHIOCUOREGRANATA!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. inf_693 - 4 settimane fa

    rimango convinto che a parte la vicenda Nkoulou che spero rientri e di conseguenza la difesa tornare quella dell anno scorso, un centrocampista con fosforo e piedi lì in mezzo al campo a battagliare serviva come il pane.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Il Principe della Zolla - 4 settimane fa

    “Qual è la logica, oltre a quella del risparmio, di una politica simile?”. Il menefreghismo, l’indifferenza nei confronti du qualsivoglia valore e obiettivo sportivo, storico, e di appartenenza. Poi, c’è gente a cui va benissimo così, anzi, lo trova persino legittimo e giustificato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 4 settimane fa

      Se il tuo messaggio è anche per il sottoscritto, mi puoi anche risparmiare la retorica.
      Tifo tiro da 30 anni, fatto talmente tante trasferte che ho perso il conto, 30 anni che vado allo stadio, frequentando tifosi giornalisti e giocatori granata.
      In oltre, sono ancora depresso per toro lecce.
      Per cui, nessuno si permetta di farmi la morale, te compreso.
      Se invece non ti riferivi a me, come non detto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Il Principe della Zolla - 4 settimane fa

        Credimi o no, non avevo nemmeno letto il tuo commento. Nervosetto, comunque.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. GlennGould - 4 settimane fa

          No,non sono nervosetto.
          E che rispetto quello che dici, perché ti rispetto come tifoso. E quindi prendo in considerazione quello che scrivi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. maxx72 - 4 settimane fa

      A me invece caro principe mi spiace, ma invece io sono nervosetto perché penso che tu ti riferisca anche a me. Motivo per cui ti dico che le tue morali da quattro soldi da tifoso perfetto perché contesta qualsiasi cosa te le devi tenere per te.
      Ricorda che siamo due tifosi del TORO ma che io, a differenza di te, non mi ritengo migliore. Quindi fai tu…tanti saluti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 3 settimane fa

        Per farmi passare il nervoso sabato vado a pietra ligure per vedere le colonie estive e domenica ore 12.30 trofie al pesto e fritto misto in zona Marassi e poi stadio insieme ai fratelli per urlare forza toro!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 3 settimane fa

          Bentrovato fratello Baci. Io direi che fai bene ad andare a Pietra Ligure ma mi raccomando devi andare alle colonie e dare un abbraccio a Vanni da parte mia, ci tengo tanto….Ahahah Ahahah!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. GlennGould - 4 settimane fa

    Ci sono quei tifosi (?) che attendono la giornata negativa per polemizzare sostenuti dal momento negativo.
    Poi c’è qualche giornalista che fa la stessa cosa.
    Contento lui..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Veyser - 4 settimane fa

      Chiarizia sta al giornalismo come Cicciolina sta alla Santissima Vergine Immacolata…. Un infinità di parole per dire che non ci siamo rinforzati perché se si fa male Sirigu entra Rosati??? È questo il tuo dramma Chiarizia???

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy