Mercato e stadio per l’Europa League: Toro, devi svoltare

Mercato e stadio per l’Europa League: Toro, devi svoltare

Occhi Sgranata / Torna l’appuntamento la Rubrica di Vincenzo Chiarizia: “I granata si sono radunati nella giornata di ieri in un Filadelfia pieno di tifosi e di affetto, ma la società dà ancora l’impressione di farsi trovare impreparata”

di Vincenzo Chiarizia

Il Toro è in Europa, Petrachi se ne è andato, Bava è il nuovo direttore sportivo, D’Amborsio il nuovo segretario, Coppitelli ha salutato per iniziare la sua carrera nel mondo dei grandi, la Primavera è stata affidata a Sesia, i granata si sono radunati nella giornata di ieri in un Filadelfia pieno di tifosi e di affetto, ma la società dà ancora l’impressione di farsi trovare per certi versi impreparata. Ad esempio ieri al Filadelfia, proprio mentre arrivavano i giocatori, c’erano operai e un muletto che stavano finendo di sistemare l’attrezzatura della palestra dell’impianto. Per carità nulla di grave, ma con tutti gli ultimi mutamenti (alcuni tardivi come la soluzione del caso Petrachi) si ha l’impressone che la società sia in affanno a governare la fase organizzativa. Ovviamente l’augurio è che la società riesca a recuperare il tempo perso.

Toro, realizziamo i nostri sogni

Però l’ultimo imprevisto, che coglie il Toro apparentemente ancora impreparato, è il prevedibilissimo diniego del Debrecen e Kukesi all’inversione di campo per il secondo turno preliminare di Europa League. Dopotutto si sa che la squadra più debole sulla carta ha tutto l’interesse a giocare una sfida andata e ritorno, andando prima in trasferta per poi ospitare l’avversaria più forte, per cui è normale che le due squadre non vogliano rinunciare a questo piccolo vantaggio. Insomma per via del concerto di Biagio Antonacci e Laura Pausini e la seguente rizollatura dell’impianto Grande Torino, i granata non potranno giocare nell’impianto cittadino e dunque nasce l’idea di disputare l’andata al Moccagatta di Alessandria, impianto di 6.000 posti circa. Lo stadio dei grigi è al 107° posto in Italia per capienza. E’ comprensibile prendere in considerazione l’impianto alessandrino per la vicinanza alla città di Torino, ma mi chiedo come mai l’Atalanta abbia deciso di giocare le gare dell’Europa League scorsa al Mapei Stadium di Reggio Emilia, distante circa 200 km da Bergamo, ed il Toro non possa ipotizzare accordi con altre società o comuni. Ad esempio penso alla possibilità di richiedere alle due società genovesi, che hanno il diritto di superficie per 99 anni del Luigi Ferraris (capienza di 36.599), di poter giocare lì la gara di andata del secondo turno dei preliminari di Europa League. Oppure il presidente Cairo potrebbe richedere al patron del Sassuolo Squinzi, di poter usufruire dell’impianto di Reggio Emilia (capienza di 21.525) oppure ci sarebbe lo Stadio San Siro di Milano (capienza di oltre 80.000 posti), o il Tardini di Parma (capienza di 22.352). Insomma alternative al Moccagatta ne esistono. Certo, alcuni impianti sono più distanti, ma almeno si dà la possibilità a più tifosi di assistere all’esordio europeo del Toro. La gara interna contro il Brommapojkarna nel 2014 vide la partecipazione di 22.931 spettatori, per cui non bisogna assolutamente sottovalutare la passione del tifoso del Toro.

Toro, datti una mossa

Per quanto riguarda il mercato, Verdi è l’obiettivo principale, solo che trattare con De Laurentis è difficile, soprattutto per i trascorsi tra i due presidenti, con il caso Maksimovic o lo sgarbo Giaccherini. Ferrero, presidente della Sampdoria, ha sottolineato un aspetto assurdo della posizione assunta dal Napoli nel voler vendere Verdi. L’ex Bologna due anni fa sotto le Due Torri tra campionato e Coppa Italia collezionò 2843′ di gioco distribuiti in 35 presenze, con un rendimento di 10 reti e 10 assist. L’anno scorso con Ancelotti tra campionato, Coppa Italia ed Europa League ha giocato per soli 811′, collezionando 24 presenze e realizzando 4 reti e sfornando solo 3 assist. Decisamente un rendimento al di sotto delle aspettative del Napoli, ma le qualità del giocatore nativo di Broni restano indiscutibilmente importanti. Solo che se il Napoli per portarlo sotto al Vesuvio ha sborsato 25 milioni dopo il rendimento di Bologna, il prezzo del cartellino, dopo la passata stagione, non può essere la stessa. Per cui il presidente Cairo fa bene a non accontentare le richieste esose di De Laurentis, tuttavia non deve trascinare questa trattativa a lungo con il rischio di rimanere con il cerino in mano. Mancano solo venti giorni all’andata del secondo turno dei preliminari di Europa e il mercato del Toro ancora non decolla. E’ vero che per il preliminare la rosa della passata stagione è ampiamente in grado di affrontare il Debrecen o il Kukesi, ma integrare i nuovi elementi in rosa proprio in vista delle tre competizioni che il Toro si troverà a giocare è cosa da fare prima possibile.

Infine che bello il Filadelfia nella giornata di ieri! Vedere il tempio del Toro gremito e colorato di granata è stato davvero sensazionale. Peccato per le assenze dei big. I malpensanti già ipotizzano a possibili grandi cessioni, ma credo che si possa star tranquilli. Tutti sappiamo come il presidente Cairo sia attento al bilancio e quanto sia sensibile al denaro, da bravo imprenditore qual è, ma se avesse voluto cedere veramente Izzo, probabilmente avrebbe già ceduto alle lusinghe provenienti dalla Premier. Attendiamo dunque l’arrivo del resto della rosa senza patemi, ma nel frattempo coltiviamo la speranza che la società non si decida per l’impianto di Alessandria per l’esordio in Europa League.


Vincenzo Chiarizia, giornalista di fede granata, collabora con diverse testate abruzzesi che trattano il calcio dilettantistico, per le quali scrive e svolge telecronache. Quinto di sei figli maschi (quasi tutti granata), lavora e vive a L’Aquila con una compagna per metà granata.

27 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Roxistar - 4 mesi fa

    Mi piace da matti leggere i commenti innanzitutto i grossi acquisti del Toro sono la conferma dei pezzi pregiati l’ossatura della squadra e rimasta e per un paio dì innesti mirati c’è tempo.Adesso pensiamo ad asfaltate nei preliminari chi verrà il nostro Toro è assolutamente all’altezza già così. Poi per una gara dì giovedì va anche bene alessandria

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. BogaBoga - 4 mesi fa

    Al Moccagatta mandiamoci Antonacci e la Pausini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. bertu62 - 4 mesi fa

    Chiarizia, la stimo, però alle volte (… 🙂 ….) con questi Suoi pezzi “sembrerebbe” che voglia solo provocare….
    Innanzi tutto il “ripescaggio” mica era poi così tanto sicuro, tanto è vero che è arrivato a sorteggio UEFA già fatto e con tanto di ROMA come squadra inserita (ed estratta) dall’urna, poi sostituita dal Toro…
    Quanto alla questione stadio Comunale (“Grande Torino” non solo non ce la faccio proprio a dirlo o scriverlo ma oltretutto mi sa tanto pure DI BEFFA da parte di tutte le varie giunte e colori politici che si sono succeduti in Regione ed in Municipio!!! Con lo SCHIFO oltretutto perpetrato ai danni del Fila poi….) c’è poco da dire: il proprietario è il Comune, che ci ha messo pure una bella Ipoteca (80 Milioni/€ per quanto mi è dato sapere..) risalenti all’epoca di Italia ’90 e che ha cercato di “sbolognare” a Cairo che però, da persona che è già rimasta scottata col Fila (permesso di costruire UN IMPIANTO SPORTIVO, attenzione, E NON PIU’ uno Stadio com’era prima, con tutto ciò che comporta, cioè ZERO gare ufficiali di squadre professionistiche, SOLO dilettanti come la Primavera….) non si azzarda mica a dire “beh, lo prendo io” per poi ritrovarsi COSA: 80Milioni di debito SUBITO, poi un impianto vecchio e che sino a che è del Comune va tutto bene ma appena diventa privato DEL TORO OLTRETUTTO allora non andrebbe più bene ed andrebbe rifatto, come il Fila, peccato però che ci vorranno 100ANNI PER AVERE I PERMESSI GIUSTI!!!
    La scelta di Alessandria credo sia congrua per i seguenti motivi:
    A) giochiamo I PRELIMINARI di EL, mica la finale, il EL ancora non ci siamo!
    B) giochiamo i preliminari contro degli socnosciuti, mica il Barça o il Real o il Liverpool!
    C) giochiamo di Giovedì, feriale, mica la Domenica…
    D) considerati i punti A,B,C non è che si possa pensare di fare 30.000 spettatori, ma neanche 20.000 e neppure 10.000! 6.000 secondo me forse son pochi ma 10.000 sarebbero troppi quindi ci sta non andare fino a S.Siro e pagare l’affitto (mica ce lo darebbero gratis) eppoi fare 7.000 presenze, non ci ripaghi manco le luci! Iniziamo pure così, poi ai gironi sarà un’altra musica….
    FV♥G!!! SEMPRE !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BogaBoga - 4 mesi fa

      Lasciate stare bertuccia.. Ha già comprato il biglietto per vedere la Pausini

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 4 mesi fa

        Ciao Vanni cambiato nik.
        Studiaaaa ragazzino che settembre si avvicina.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BogaBoga - 4 mesi fa

          Vanni lo dici a tua zia. Sono una ragazza mi chiamo Federica e scrivo su TN da anni. Studia

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BACIGALUPO1967 - 4 mesi fa

            Perché denigri come farebbe Vanni un altro utente chiamandolo bertuccua?
            Spiega grazie

            Mi piace Non mi piace
        2. BogaBoga - 4 mesi fa

          Nick si scrive cosi. Studia te vecchio

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BogaBoga - 4 mesi fa

            Perché faccio quello che mi pare. Te invece sei il suo avvocato?

            Mi piace Non mi piace
          2. BACIGALUPO1967 - 4 mesi fa

            Non sono un avvocato semplicemente un po’ di educazione non guasterebbe. Ps essere vecchi è un privilegio e sopratutto on una colpa.

            Mi piace Non mi piace
      2. maxx72 - 4 mesi fa

        Ehi ragazzina…impara l’educazione! E se non ci riesci vai a ripetizioni estive con il tuo amico Vanni.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BogaBoga - 4 mesi fa

          Avete iniziato voi. Vanni non so neanche chi è, ma se è in polemica con voi lo capisco. Per il resto restate vecchi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawda - 4 mesi fa

      Le ipoteche non risalgono ad Italia 90, ma al debito per imposte non pagate di Cimminelli e sono iscritte per un importo di 38M.
      Tra l’altro l’eventuale acquisto, assolutamente ipotetico visto che Cairo credo non ci pensi e non ci abbia mai pensato, non significa ritrovarsi con 38M di debiti; primo perche’ la somma per cui e’ iscritta ipoteca non e’ normalmente quella a debito ma a garanzia, basti pensare quando si acquista una casa e l’istituto di credito iscrive ipoteca per il debito contratto l’importo e’ sempre decisamente superiore, secondo perche’ in qualsiasi trattativa commerciale in cui sia prevista la cessione di un immobile spetta al venditore garantire che il bene sia privo di qualsiasi vincolo e peso, salvo che parte acquirente non decida di farsene carico, quindi in caso di cessione dello stadio Comunale, anche io non riesco a chiamarlo Grande Torino ma per ragioni diverse, sarebbe il Comune che dovrebbe garantire l’impianto libero da qualsivoglia pregiudizio.
      Nel turno preliminare del 2014 il 7 agosto, anche allora di giovedi’, contro i modesti svedesi e con la vittoria all’andata per 3 a 0 che rendeva il ritorno una semplice formalita’, gli spettatori furono quasi 23k, per cui andare a giocare al Moccagatta, 90 km da Torino non proprio girato l’angolo, dove non ci stanno nemmeno 6000 spettatori mi sembra poco rispettoso dei tifosi; certo che se si guardano i costi delle luci, allora si puo’ sempre chiedere di giocare al pomeriggio cosi’ non sono necessarie.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Daniele abbiamo perso l'anima - 4 mesi fa

    La sensazione, e si spera di essere in errore, è che Cairo raggiunto il suo massimo risultato (ripescaggio in EL e 63 punti ) non abbia proprio voglia di investire. D’altronde non lo fece neanche ai tempi del primo ripescaggio.. ma vedremo. C’è ancora un po’ di tempo per essere contradetti.
    Dove invece temo di non sbagliarmi e lo scrivo da anni , è sulla questione stadi: accontentarsi di un piccolo impianto e nemmeno di proprietà, significa avere piccole ambizioni e progetti a corto raggio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ciccio Graziani - 4 mesi fa

    Ma qualche acquisto? Cosa sta aspettando la società?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. piroldo64 - 4 mesi fa

    Ma andare a giocare a Novara? Quasi 18000 posti e piuttosto vicino…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. verarob_701 - 4 mesi fa

      Su Novara direi che il problema sia il fondo……non credo che lo staff tecnico voglia giocare una partita di una certa importanza sul sintetico….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. piroldo64 - 4 mesi fa

        Se con Debrecen o Kukesi il problema potrebbe essere il campo sintetico, con tutto il rispetto siamo messi maluccio. Penso basterebbe allenarsi qualche giorno lì per adattarsi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 4 mesi fa

          I magiari comunque non sono una brutta squadra potevamo pescare meglio.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. policano1967 - 4 mesi fa

    ma qualcuno ha fatto presente a cairo che il calciomercato e iniziato?SOCIETA CHE NN VANNO IN EUROPA PER RIPIANARE IL DISSESTO ECONOMICO COME IL MILAN SONO ATTIVISSIME SUL MERCATO,E NOI SOCIETA SANA E CON TRE COMPETIZIONI(PRESENZA DIREI)SIAMO FERMI AL PALO.A DETTA DI CAIRO SERVONO 2 RINFORZI.NE SERVONO 2 E ANCORA NON LI ABBIAMO INDIVIDUATI E COMPRATI?SI PENSA AL RINNOVO DI MAZZARRI?NON SO CHI ARRIVERA E TANTOMENO MI INTERESSA.SO SOLO CHE CI VOGLIONO RISULTTATI E SERVE MIGLIORARCI.MA LE IDEE NN SONO PER NULLA CHIARE IN SOCIETA AD OGGI.PERSINO PETRACHI HA PIU VISIBILITA DI NOI E QUESTA LA DICE LUNGA.RINFORZARCI NN VUOL SOLO DIRE TENERSI I MIGLIORI.AD OGGI CALMA PIATTA E INTANTO SI MUOVONO TUTTI.CHISSA SE RESTERA QUALCOSA DI BUONO ALLA FINE DEL CALCIOMERCATO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. verarob_701 - 4 mesi fa

    qualsiasi sciocchezza si può dire?…..pare che le società genovesi siano state interpellate, e credo abbastanza ovviamente , la doria non avrebbe dato l’ok, per eventuali problematiche di ordine pubblico…..detto ciò se lo stadio fosse quello di reggio emilia voglio vedere quanti tifosi faranno 500 km in giornata….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BogaBoga - 4 mesi fa

      Mizzica ragazzi ma come state?
      Io vivo a Milano e 2 volte al mese vengo a vedere il Toro.
      Lo scorso anno ha fatto le trasferte di Bologna, Sassuolo, Firenze e Empoli.
      E voi siete li a guardare il contachilometri??? Chiedetelo agli atalantini se farebbero il conto dei chilometri. Ci lamentiamo della mentalità piccola della società, ma se questi sono i nostri tifosi…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BACIGALUPO1967 - 4 mesi fa

      I problemi di ordine pubblico non competono alle società ma al questore… Anche se Ferrero con le questure di tutta Italia ha una certa affinità

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Bischero - 4 mesi fa

    Non ci sarà mai la voglia di svoltare… È dalle piccole cose che si vedono le ambizioni. E noi… Va be. Lasciamo perdere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Garnet Bull - 4 mesi fa

      Voi (sempre i soliti) con questo spirito fate sparire la voglia di vivere a chiunque

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-13958142 - 4 mesi fa

    No Alessandria no, mi immagino che cosa estremamente magnifica e che valore inestimabile avrebbe giocarla al Fila peró chiaramente ha pochissimi posti, penso che Genova o San Siro siano le migliori ipotesi se riusciamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Roxistar - 4 mesi fa

      Preliminari dì EL che giochiamo con squadre dì rilevanza pari alla nostra serie D noi siamo il TORO e per una partita dì giovedì va anche bene alessandria

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy