Presidente, è arrivato il momento di passare la mano

Presidente, è arrivato il momento di passare la mano

Occhi Sgranata / Torna, come ogni venerdì, l’appuntamento con la rubrica curata dall’opinionista Vincenzo Chiarizia

di Vincenzo Chiarizia

Non vorrei sparare sulla Croce Rossa, ma credo che siamo arrivati veramente al punto di non ritorno per il ciclo di Mazzarri sulla panchina del Toro. Ciò che abbiamo visto a Roma è il frutto di una squadra allo sbando, che non è scesa in campo con la voglia di vincere, ma che ha dato quasi l’impressione di volersi disfare del proprio allenatore. Il mister ha dato l’impressione di non avere più in mano la squadra. Ci sono troppi giocatori evidentemente scontenti e il mister è stato lasciato solo a gestire le problematiche della rosa. Quindi dopo un anno e mezzo con Mihajlovic e un anno e mezzo con Mazzarri ci ritroviamo ad avere il tecnico in bilico. In caso di esonero resterebbe da capire quale possa essere l’allenatore per il successivo anno e mezzo. Certo, perché vorrebbe dire aver crocifisso in pubblica piazza un altro allenatore addossandogli tutte le colpe.

Magari l’esonero di Mazzarri potrebbe dare una scossa, ma non sarebbe la cura ai mali che da anni affliggono il Toro. L’unica vera soluzione è che il presidente Cairo metta in vendita una volta per tutte la società. Sarebbe meglio per tutti salutarsi e restare amici come prima, piuttosto che continuare a gestire il Toro come ha fatto in questi 14 anni di “zeru tituli”. Sì certo, il Toro è un club finanziariamente sano, ma questo non basta a fare di lui un buon presidente. Se un padre di famiglia porta il pane a casa, ma non si cura del benessere dei suoi familiari sotto altri punti di vista, non è un buon padre di famiglia. Le famiglie cercano di migliorare il loro status, i figli devono crescere sani, studiare e trovare un buon lavoro… ergo la famiglia deve migliorare sempre. Stessa cosa un club di Serie A. Il calcio è uno sport che punta alle vittorie dei trofei, non a mantenersi in vita per disputare la stagione successiva. Frequentando i campionati dilettantistici mi confronto spesso con società che applicano questa logica ponendo attenzione a non compiere il passo più lungo della gamba per non sparire, ma nelle piccolissime realtà locali questo ragionamento ha un senso, soprattutto perché in questi contesti il calcio ha una valenza sociale. In Serie A invece non ha alcun senso gestire una squadra per vivacchiare, perché nessuno è obbligato a farlo.

Toro, è giunta l’ora della continuità

Il punto di non ritorno dove siamo giunti è la logica conseguenza di una squadra gestita in maniera approssimativa soprattutto negli ultimi dieci mesi. Partito Petrachi, di certo non il miglior dirigente sulla faccia della terra, il Torino ha perso l’unica figura di riferimento oltre al presidente. Possibile che ci tocca rimpiangere l’ex direttore sportivo? Nel post gara il presidente Cairo ha incontrato Mazzarri nella pancia dell’Olimpico di Roma, prima di dichiarare pubblicamente che Mazzarri è l’unico a non essere in discussione. Peccato che il tecnico, scurissimo in volto all’uscita dall’Olimpico assieme al presidente, ripreso dai colleghi di alanews.it (clicca qui per vedere l’uscita dallo stadio Olimpico) mi faccia personalmente presagire tutt’altro.

Personalmente non comprendo l’atteggiamento della tifoseria. L’infelice citazione di Chiellini da parte di Mazzarri, elevato a giocatore a cui ispirarsi, ha spinto la Maratona ad un comunicato duro nei confronti del tecnico. Ma com’è possibile che non ci sia stata una sola presa di posizione della curva, né un comunicato della stessa, per sottolineare l’inesistente mercato della società, la mancata e adeguata sostituzione di Petrachi, la squadra e il mister lasciati allo sbando nei preliminari di Europa League senza lo straccio di un singolo rinforzo e non abbia preso posizione contro la serie sterminata di dichiarazioni presidenziali al limite della presa in giro, tipo la presunta difficoltà nel rinforzare la rosa? Avrei trovato molto più logico un duro comunicato contro il management autolesionistico, piuttosto che per una gaffe (seppur grave) del tecnico.

Presidente, a quando un mea culpa?

L’unica cosa positiva dei momenti bui è che si può sempre risalire. Noto con piacere, e me ne rammarico per il ritardo, come alcuni giornalisti, più autorevoli del sottoscritto, inizino a chiedere a Cairo un punto di svolta. Domani sera ci sarà il derby della Mole, con molti biglietti ancora invenduti. L’era Cairo era cominciata con gli oltre 30.000 del Delle Alpi contro l’Albinoleffe e i quasi 60.000 nella vittoria dei playoff contro il Mantova. Oggi con Cairo non riusciamo a riempire uno stadio da 27.000 posti in un derby. Si domandi il presidente come mai sia stato capace di perdersi per strada la fiducia e la fede di oltre il 50% dei tifosi, in una partita così importante come il derby. Sull’esito della gara non ci resta che affidarci oggi, nella festa degli Ognissanti, alla divina provvidenza, sperando che lo spirito degli eroi di Superga svegli Belotti e compagni dalla crisi nera in cui sono sprofondati.

Una settimana fa, presidente Cairo, la esortavo a fare mea culpa e a prendersi le sue responsabilità. Oggi, anche se i granata dovessero vincere la stracittadina di domani, la esorto a vendere la società. Potremmo finire in mani peggiori, ma forse anche migliori. Tutto è possibile, ma presidente, glielo chiedo a nome mio e di chi la pensa come me, venda, ci saluti, ci lasci andare in pace, ci restituisca il piacere di tifare, di soffrire e di sognare per il Toro.


Vincenzo Chiarizia, giornalista di fede granata, collabora con diverse testate abruzzesi che trattano il calcio dilettantistico, per le quali scrive e svolge telecronache. Quinto di sei figli maschi (quasi tutti granata), lavora e vive a L’Aquila con una compagna per metà granata.

Disclaimer: gli opinionisti ospitati da Toro News esprimono il loro pensiero indipendentemente dalla linea editoriale seguita dalla Redazione del giornale online, il quale da sempre fa del pluralismo e della libera condivisione delle opinioni un proprio tratto distintivo.

380 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. nicomaio75 - 2 settimane fa

    e chi se la compra una squadra cosi solo una ditta di pompe funebri haaaaa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Karmagranata - 2 settimane fa

    Mi scuso per l’infedeltà del maledetto t9

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Karmagranata - 2 settimane fa

    Carissimo Chiariza, gioisco a leggere e rileggere quanto sopra da Lei scritto. Vivaddio posso finalmente pensare che non tutta la stampa che parla di Toro è imbavagliata dalle (presunte o vere..) pressioni dell’editore alessandrino. Guardiamo oltre l’era cairota e incominciamo a pensare a chi toccherà dopo questi quindici anni di encefalogramma piatto a tinte Granata. Però, però… prima, diamo a Cesare quel che è di Cesare. Urbano Cairo ha costruito la più grande speculazione finanziaria della nostra storia ma, tra i tanti, troppi, viscidi, squali che si sono avvicendati nella presidenza del Toro post Sergio Rossi, lui è il solo che può dire di essersi riempito le tasche SENZA FARLO FALLIRE. Un capolavoro di abilità e lungimiranza che oggi ci appare in tutta la sua pervicace e perfetta funzionalità. Urbano Cairo non ha mai, nemmeno per un secondo, pensato di riportare il Toro ai vecchi fasti, soprattutto in questo calcio moderno dove i traguardi importanti si raggiungono solo con aumenti annuali di capitali a nove e dieci zeri. All’inizio fu il verbo… Una squadra, una storia, una leggenda del nostro calcio comprata post fallimento a poco più di quattrocentomilaeuro, venduta oggi,dopo tre lustri di autofinanziamento, vale tra i duecentotrenta e duecentocinquanta milioni di euro. In questi cinquemila è più giorni di presidenza Cairo, noi tifosi ci siamo chiesti in continuazione chi è veramente quest’uomo. Ci siamo chiesti quali intenzioni lo hanno spinto a diventare il nostro Presidente (ma, con tutto il rispetto per la Signora, davvero poteva convincere qualcuno la storiella della madre tifosa?), quali i suoi progetti per il futuro del Toro. Non siamo mai stati in grado di dare risposte certe a questi interrogativi.Nell’incertezza il popolo si è schierato tra chi vede il nulla dopo Cairo e chi invece pensa che Cairo sia il nulla stesso. Indipendentemente da come ognuno la pensa e la vede, restano quei duecentotrenta/ duecentocinquantamilioni di euro a giustificare che diventare il Presidente del Toro resta sempre un bell’affare. SSFT.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Innav - 2 settimane fa

      Anche meno sai? Il Toro purtroppo non vale quelle cifre.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. steacs - 2 settimane fa

      Non dimenticare chi era e cosa aveva Cairo quando ha comprato il Torino Calcio e dove si trova adesso, non voglio dire che il merito sia solo del Toro, sicuramente ci sono anche e a maggioranza meriti sono suoi ma che non debba essere un minimo riconoscente pure lui per la visbilitá ricevuta da questa squadra mi pare sia il minimo.

      Si parla sempre di quello che ha dato lui (tralasciando anche che la sua stabilitá economica è legata a doppio filo alla legge sui diritti TV se no probabilmente avremmo alternato A e B altre volte) e mai quello che lui ha ricevuto da “noi” (inteso come Torino Calcio, tifosi, ecc).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 2 settimane fa

        Esattamente

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Garritano - 2 settimane fa

      “Ci siamo chiesti quali intenzioni lo hanno spinto a diventare il nostro Presidente (ma, con tutto il rispetto per la Signora, davvero poteva convincere qualcuno la storiella della madre tifosa?), quali i suoi progetti per il futuro del Toro.”

      Risposte semplicissime:

      1) Ha scelto Torino perchè il pacchetto di maggioranza del Gruppo RCS era nelle mani della famiglia Agnelli e, da imprenditore editoriale senza scrupoli, quello era il tesoro a cui ambiva veramente. Ci aveva già provato ai tempi di Cimminelli, tentando di entrare come socio di minoranza nel Vecchio Torino, ma gli Agnelli non glielo permisero perchè non lo conoscevano ancora e perchè era stato un allievo di Silvio Berlusconi.
      Dunque pur di ottenere il pacchetto di maggioranza del Gruppo RCSl, è diventato il servo del padrone zebrato e ha stretto accordi commerciali con lui, ma soprattutto ha promesso di annientare quello che restava del Torino Calcio e che lui aveva acquistato per quattro soldi, dopo aver atteso il falliimento dell’ex Torino Calcio, ovviamente in modo lento ma costante, per non dare troppo nell’occhio e per evitare che la Tifoseria Granata mangiasse subito la foglia.

      2) I suoi progetti per il futuro del Toro, oltre a quello già evidenziato nel punto 1, erano di riportare la squadra in serie A con la minima spesa, al fine di poter attingere ai diritti televisivi, agli sponsor e a quant’altro constituisse un’entrata finanziaria per le sue casse mai troppo piene, ristabilendo inoltre una situazione patrimoniale e finanziaria attiva e priva di debiti con bilanci in ordine, nonchè per guadagnare in immagine e in notorietà sia agli occhi dei Tifosi Granata, sia agli occhi dei potenti del calcio, nonchè per utilizzare la società come bancomat personale (ricordo a tutti che il Torino FC e di proprietà di Urbano Cairo tramite la sua finanziaria di famiglia lussemburghese e non del Gruppo Cairo Communication) per acquistare giovani stranieri/italiani di belle speranze, scarti e bolliti di altre squadre, ovviamente a prezzi da saldo, per poi valorizzarli e rilanciarli, al fine di poterli rivendere almeno a muultipli del prezzo di acquisto e realizzare così delle plusvalenze con relative entrate di quattrini da utilizzare per i suoi scopi imprenditoriali.
      Per quanto riguarda obiettivi e posizione sportiva della società, nulla di più di una posizione di centro classifica, mediocre e anonima, dando l’impressione ogni anno di poter fare il salto di qualità, sfiorando sistematicamente le posizioni che avrebbero dato accesso alla qualificazione alle competizioni europee ma senza mai raggiungerle al fine di evitare maggiori oneri per acquisti di rinforzi della rosa e, conseguentemente, maggiori stipendi e costi da sostenere.
      Ovviamente il progetto primario era ed è quello di spremere il più possibile la società, sempre mantenendo i bilanci in ordine e una situazione patrimoniale e finanziaria positiva e senza debiti verso le banche, per poi venderla a carissimo prezzo e abbandonarla al suo destino e alla sicura estinzione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 2 settimane fa

        Però non mi quadrano le ultime due righe, venderla a carissimo prezzo e abbandonarla al suo destino e alla sicura estinzione. Ma se la venderà magari non ci estingueremo, e se la terrà di certo non vinceremo un cazzo e i tifosi piano piano diminuiranno ma facilmente non falliremo. Non so’… Per me è ora di cambiare, a costo di rischiare. 15 anni mi sembrano abbastanza per capire cosa vuole fare del Toro Cairo e qualsiasi imprenditore

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Garritano - 2 settimane fa

    Il meglio del meglio verrà dopo la partita, a prescindere dal risultato.

    Saranno momenti indimenticabili.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Innav - 2 settimane fa

      Mazzarri e’ in ritiro con Chiellini: non parla piu’; Bava e’ una persona a posto, nel senso che sta al suo posto e non abbaia. Cairo e’ preoccupato delle telefonate ricevute per Pietranera e si dimentica di saldare competenze.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. steacs - 2 settimane fa

    Stasera i valori nel derby saranno abissali, è una partita che possiamo:

    A- perdere di poco (se Cairo si è messo d’accordo con i suoi amici di Venaria, visto che sono in buoni rapporti)

    B – fare una caporetto, se ne abbiamo presi 4 a Roma non vedo come possa andare meglio, non parliamo di una partita storta ma della attuale squadra peggiore di serie A, certificata dalle statistiche ufficiali della Lega Calcio.

    C- … non mi viene nulla… forse solo rimandare sarebbe un risultato positivo per noi, ma non saprei con quale scusa, non presentarsi sarebbe un passivo migliore ma non avuto le palle di farlo quando c’erano delle ragioni serie “esterne” non vedo perché farlo ora che è tutta colpa della societá.

    Non perdere questa partita sarebbe solo allungare l’agonia e non mi riferisco solo a Mazzarri che comunque avrá giá svuotato l’armadietto (a prescindere da stasera e ci mancherebbe pure il contrario) ma soprattuto a chi lo paga:

    STAVOLTA NON SE LA PUO’ CAVARE CON UN ESONERO del solo allenatore, stavolta o SI CAMBIA veramente dichiarando cosa si punta a fare o le parole che deve pronunciare saranno:

    “Sono stati anni stupendi ambo le parti ma sono troppo distratto da altre cose per dare a questo pubblico ció che merita pertanto comunico ufficialmente la mia intenzione a farmi da parte per eventuali compratori che possano fare meglio di quanto non sia stato in grado di fare, con affetto Urbano”.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. SubComandante - 2 settimane fa

    Articolo che rispecchia il pensiero di tutti i tifosi del Toro. Chi non è d’accordo è a libro paga, oppure sono ciampornie e vecchi vigliacchi che hanno paura della loro ombra. Senza dimenticare il mimmiota ovvio, mazzarri è un grande punto punto punto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 2 settimane fa

      Se tu avessi anche un minimo dell’educazione di Mimmo e della Signora dovresti fare i salti di gioia. Ma purtroppo per te sei solo un povero cafone, sai qui non si tratta di essere cairota o no ma di essere educati o no. Poveretto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 2 settimane fa

        Educazione questa sconosciuta

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Innav - 2 settimane fa

        si, ma entrambi limitati.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BACIGALUPO1967 - 2 settimane fa

      Sei tornato per insultare??

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 2 settimane fa

        Vanni presidente. La Champions è assicurata!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 2 settimane fa

          Sempre caro Fratello, vanni torna sempre solo per insultare.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Innav - 2 settimane fa

          Aleeee.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. BACIGALUPO1967 - 2 settimane fa

      Sub… Ma non dicevi di essere del sud per giustificare la tua non presenza allo stadio?, come mai usi termini tipicamente piemontesi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Innav - 2 settimane fa

        Razzista. Un siciliano non puo’ imparare il dialetto piemontese? Razzista e pure ignorante, quasi Salvini.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 2 settimane fa

          Fatti furbo e lascia fuori la politica.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. SubComandante - 2 settimane fa

        Me lo hanno insegnato sulla pagina accontentisti di Facebook. Ciao servo salutami la tua amica ciampornie frusta.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 2 settimane fa

          Incredibile sei così maleducato e hai 33 anni. Povera Italia.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. miele - 2 settimane fa

    Articolo impegnativo e coraggioso. Ha suscitato moltissimi commenti, circostanziati ed interessanti. Per brevità, da parte mia, cito solo un episodio che mi ha fatto molto pensare ed inquietare e che ritengo decisivo nel dare un giudizio sull’operato di Cairo: la Cessione di Immobile alla Lazio per 10 M.ni.
    Questa operazione rimane inspiegabile se poi, successivamente, si cerca il sostituto di un giocatore che è sempre nei primi posti tra i marcatori, buttando nel cestino decine di milioni per elementi come Niang, Zaza ed, in ultimo, Verdi, anche se non è una punta di ruolo. Il significato di tutto ciò, nella migliore delle ipotesi, è che la società non esista come insieme di competenze, di persone capaci di svolgere al meglio i loro incarichi e che tutto si riduca all’esecuzione supina dei voleri del proprietario.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gior_425 - 2 settimane fa

      Basterebbe informarsi… immobile era mezzo nostro e mezzo dei gobbi. Le merde cedettero la loro metà ai tedeschi e lui/il suo procuratore non vedevano l’ora di andare a in un top team che giocava la CL

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. miele - 2 settimane fa

        Coi quattrini poi spesi a vanvera, penso che si sarebbe potuto fare qualche tentativo serio per trattenere il giocatore, ma la questione fu risolta rapidamente, in modo insolitamente molto diverso dalle altre trattative tipiche di Cairo, vedi Verdi. Rimane il fatto che se un presidente afferma di voler seguire l’esempio del Grande Torino, trattenendo i migliori elementi, cercando ogni anno di aggiungerne pochi ma buoni, dovrebbe agire diversamente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. fabrizio - 2 settimane fa

      fosse stata solo quella….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. steacs - 2 settimane fa

      A me risulta che abbia chiesto molti soldi e che qualcuno non gliel’abbia dati.

      Inoltre siamo sempre lá: io da granata fossi un giocatore non ci starei in una societá del genere senza progetto sportivo figurati qualcuno che non ha nessun problema affettivo, meglio altrove a provare a vincere anche solo una coppa Italia e cercare di qualifcarsi in Champions o male che vada in EL che stare in una squadra che ha paura di giocare in casa con il Lecce o andare in trasferta a Udine.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Giancarlo - 2 settimane fa

      O dell’allenatore!!!! Manca assolutamente una classe dirigente che sappia gestire una società dove ognuno, presidente, allenatore, magazziniere, abbiano ruoli e competenze precise. E remino nella stessa direzione!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. lucapecc_908 - 2 settimane fa

      Immobile ha chiesto di andare via perchè ha giocato da quando è tornato al Toro punta esterna ai lati di Belotti e invece voleva giocare centravanti e la scelta è stata fra lui e il Gallo, così come prima era stata fra Quaghliarella e il Gallo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. miele - 2 settimane fa

        Sono argomenti ragionevoli, ma mi lascia perplesso la diversità di comportamento che Cairo ha tenuto nel caso di Nkoulou e, prima ancora, di Maksimovich. 25 M.ni per il serbo contro i 10 per la metà di Immobile, mi sembrano un’incongruita’.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. granatadellabassa - 2 settimane fa

    Vendere a chi? Se viene un personaggio di spessore è il benvenuto. Ma ho visto troppi presidenti indecenti per fare un salto ne buio. Ma fatemi il nome di un imprenditore di valore tifoso del Toro. Io non ne conosco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. byfolko - 2 settimane fa

      Red Bull…il capo non sarà del Toro, ma il simbolo è simile. Ed ha i miliardi. Sarebbe già qualcosa..ahah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giancarlo - 2 settimane fa

        Bel suggerimento. Ma una multinazionale verrebbe ad investire?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Héctor Belascoarán - 2 settimane fa

        Red Bull proprio no. Tutte le squadre di proprietà Red Bull nel mondo sono omologate: stesso nome, stesso simbolo, stessa divisa bianca coi bordi rossi… fateci voi il tifo per questi!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. wendok - 2 settimane fa

    Vorrei sintetizzare un po in una frase, il punto di vista di molti circa la cessione :
    meglio l incertezza e la speranza di un futuro migliore che continuare a vivere ( da 15 anni ) con speranze puntualmente vanificate ( e umiliate )

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Innav - 2 settimane fa

    IL NULLA DAL 2005: RECORD calcistico. Evvaiiii.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granatadellabassa - 2 settimane fa

      E cosa hanno vinto squadre delle nostre dimensioni come le genovesi, la Viola, il Bologna, l’Atalanta… ? La verità è che il calcio televisivo ha creato un divario incolmabile tra noi e certe squadre. Poi riconosco che la prima metà della presidenza Cairo è stato uno scempio ma la seconda metà è stata apprezzabile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 2 settimane fa

        Anche arrivare in Europa per le vie dirette, può essere un risultato, e provare a giocarsela, magari, pure se si viene ripescati. Provare a conquistare una coppa Italia, magari, e non uscire sempre ai primi soffi di vento. Provare a stare stabilmente tra le prime 6, ad esempio. C’è modo e modo di stare al mondo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Innav - 2 settimane fa

        e chi parla di vincere? PARTECIPARE, almeno PARTECIPARE a un qualcosa che sia diverso da un libidinoso settimo/ottavo posto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. lucapecc_908 - 2 settimane fa

    Con tutto il bene che vi voglio perchè siete fratelli granata, ma chi caxxo volete che compri il Torino in un campionato che non offre nessun ritorno economico come quello italiano.
    Siamo, se non erro, la dodicesima squadra fra abbonamenti e pay tv, ci sono compagini come Atalanta e Cagliari che rappresentano un popolo, noi non rappresentiamo più nessuno e in città abbiamo i gobbi che hanno appena reinvestito più di 300 milioni e che, come sempre, impedirebbero ad una nuova proprietà di fare qualunque piccola mossa, tipo stadio o cittadella, che possa infastidirli (perlomeno abbiamo di nuovo il Filadelfia e forse il centro sportivo Robaldo anche se non ho ancora capito bene le cose)
    In serie A questa estate c’erano almeno quattro società in vendita, solo la Fiorentina è riuscita a trovare un acquirente perchè i Della Valle, pur di liberarsene, l’hanno praticamente regalata. Le altre sono rimaste com’erano e sono in fondo alla classifica. Guardate cosa è successo al Milan e cosa ha vinto la Roma americana, appoggiata da Unicredit e dai poteri forti romani, come la Lazio d’altronde.
    Siete sicuri che non si stava peggio con Calleri, Vidulich, Cimminelli e Romero che hanno polverizzato ogni cosa. Siete sicuri che stare in serie A non valga niente e che non è meglio veder giocare il Toro con il Napoli o l’Inter invece che, con tutto il rispetto, con Juve Stabia o Licata. Siete sicuri che non è stato bello vincere di nuovo il Campionato Primavera o quello Berretti, o la Coppa Italia e la Supercoppa.
    Il calcio ormai è questo: c’è chi ha i soldi, tanti, e vince o lotta per vincere; chi ne ha di meno e vivacchia sperando di togliersi qualche soddisfazione; chi non ne ha proprio e cerca di sopravvivere spesso non riuscendovi.
    A me la seconda fascia non dispiace, sarò cinico e realista, ma la domenica, o quando cavolo è, mi piace veder giocare e soffrire per il mio Toro come faccio da cinquant’anni e come facevo con mio papà.
    Mi incazzo e tanto, ma sinceramente quest’estate pensavo che questa squadra potesse fare un buon campionato e, aldilà del calo fisico (gli altri vanno il triplo), non riesco a capire come tutto sia crollato se non con l’eliminazione dall’Europa League e un distacco fra squadra e allenatore.
    Detto questo, speriamo bene per stasera e anche in caso contrario sempre e per sempre FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Innav - 2 settimane fa

      Stessa cosa dicevano meta’ dei viola….poi e’ arrivato un signor Commisso, che non promette la luna (entro 5 anni stabilmente in CL, disse qualcuno) ma sta gia’ progettando un centro sportivo, l’idea di uno stadio di proprieta’ da 50 milioni (non da ennemila)ed un trofeo entro 4 anni.
      Il nostro fenomenano non ha neanche messo i soldi del Fila, la sede e’ in affitto e si vincera’ qualcosa forse nel 2085.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. ilpalodiBeruatto - 2 settimane fa

    Un cordiale saluto a tutti i fratelli granata. Ho letto tutti i commenti di noi tifosi, alcuni condivisibili, altri un po’ meno soprattutto per i modi, ma tutti degni di pari importanza. Un complimento al fratello granata che cita Malaussene e Pennac, a dimostrazione della qualità e della varietà dei tifosi granata. Sempre diversi dagli altri. Credo che noi tutti vorremmo un nuovo presidente che, però, fosse più ricco di Cairo e soprattutto più tifoso di lui. Per essere tifoso del Toro deve essere italiano e più ricchi e potenti di Cairo forse c’è Ferrero, Lavazza e Del vecchio. Non mi pare siano interessati e all’ultimo non frega nulla del Toro. Allora dovremmo vedere all’estero: cinese? arabo? americano? Avrà certamente più soldi di Cairo (speriamo non come il cinese del Milan…) ma siamo certi che sarà tifoso? O piuttosto non vedrà nei colori, in Pupi, nella sedia di Mondo, negli Invincibili o in Superga un brand, un logo da esportare all’estero come marchio per aprire un merchandising? Come ha detto Pecci, è quella la nostra identità? Un miliardario che sfrutta l’immagine? Certo, se ci fa ottenere risultati lo accetteremmo e faremo festa. A noi è bastato l’arrivo di Hart per rispolverare antichi entusiasmi. Per cui può andare bene il cambio ma non il salto nel buio, credo. Questo non toglie che il pluripremiato imprenditore Cairo abbia commesso errori clamorosi, anche nella storia recente: il dissidio con Petrachi, la scelta di Bava come DS che ha determinato il crollo del settore giovanile dove era bravissimo, e peggiorato l’assetto della prima squadra; ed infine il suo legame con Mazzarri. Ancora ieri diceva che non era in discussione: Mazzarri è stata una scelta troppo personale per screditarla. Come dire… ammettere di aver sbagliato tutto. Piuttosto vende Belotti e Sirigu a gennaio! NOn saprei come uscirne da questo corto circuito. Forse Cairo lascerà Mazzarri fino al termine del campionato/contratto anche per non pagare due allenatori. mazzarri è caro ma anche Gattuso lo è. Per ora spero nel miracolo di stasera! FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

      Perdonami ma voglio fare una chiarezza personale, io non imputo a Cairo di non essere del toro e di non rappresentare i nostri valori, x quello ci dovrebbero pensare i tifosi, ma ahimè sai benissimo cosa è la curva oggi.
      Io imputo a Cairo proprio di non aver trattato il toro come azienda e quindi imprenditorialmente parlando.
      Ma l’organigramma del toro l’abbiamo visto? Ma le persone competenti dove stanno?? Questo il problema, lo ripeto con gli stessi soldi si doveva e poteva fare molto meglio.
      Il caso petrachi e nkolu poi sono da interregionale.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ilpalodiBeruatto - 2 settimane fa

        Ciao Toroperduto. Hai perfettamente ragione sull’organigramma. Di fatto non c’è. E’ stato preso Milanetto tra gli osservatori ed è un buon acquisto, ma da solo non basta. Come dicevo, aver spostato Bava dal settore giovanile è stato un grave errore. Togliere chi sta facendo molto bene il suo lavoro per assegnargli un compito che non conosce non è da buon dirigente d’azienda. Sarebbe necessario, qualora non andasse via, chiamare un DS capace (Sabatini?), potenziare la rete di osservatori per il mondo, come il Palermo di Zamparini (magari gli stessi visti i nomi che hanno scovato: Cavani, Vasquez, Dybala, Pastore, Sirigu e ovviamente il Gallo) e messi insieme costerebbe quanto un ragazzo della primavera, richiamare Coppitelli per la primavera visto che non è più con l’Imolese e sostituire Comi con un Direttore generale navigato. Il rischio è però che questi non siano yesmen… cambiare l’allenatore non credo sia il prima e più grave problema, è lo stesso del record di Sirigu e dei 63 punti. Prepariamoci per stasera, intanto!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

          Ciao ilpalodiberuatto, speriamo non quello di belotti stasera.
          Guarda sono basito da certe scelte societarie, pare essere tornato indietro a voler fare tutto di testa sua.
          Intanto il tanto insultato petrachi è terzo con la Roma.
          Capisco che qualcuno possa anche eccepire che non c’è nessuno che voglia comprare il Toro, ma non si può negare che ad oggi il problema sia lui.
          Sono passati 15 anni, sono cambiati tutti, allenatori, ds, giocatori, lui è sempre lì.
          Prendiamocela pure con mazzarri ma attenzione che è molto pericoloso.
          Siamo in mano ad un capo padrone che non ha nessuno che lo consiglia /contesta in società e fuori visto che si compra anche la carta stampata per cui la domanda è noi tifosi come possiamo ottenere qualcosa in più?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. prawda - 2 settimane fa

    L’articolo di Chiarizia mi pare contenga delle valide critiche a Cairo ed ad una gestione che da un punto di vista sportivo e’ decisamente mediocre, tra l’altro dimenticando almeno due punti che ne certificano ulteriormente il fallimento.
    1- In nessun periodo della storia del Torino calcio, dalla nascita ad oggi, si registrano quindici anni di risultati sportivi peggiori di quelli della gestione Cairo, questo per dire che da un punto di vista sportivo il Torino e’ ormai crollato nella mediocrita’ piu’ totale.
    2- La gestione e’ in attivo da quando il Torino e’ ritornato con Ventura in serie a, unicamente per la intervenuta modifica della ripartizione dei diritti televisivi; non c’e’ alcun merito gestionale, non ci sono stati investimenti che hanno portato come conseguenza un aumento dei ricavi, che se non fosse per i diritti televisivi infatti sarebbero gli stessi di sei anni fa.
    Tutto questo senza mettere sul piatto della bilancia quanto ha ottenuto Cairo dal Torino e chi era Cairo o semplicemente chi lo conosceva, quindici anni fa, e chi e’ adesso.
    Insomma una societa’ che ha dei risultati sportivi in quindici anni pessimi ed una gestione che sta in piedi grazie a ricavi che prescindono da chi sia il presidente ma per ottenere i quali e’ suffciente restare in serie a; francamente le ragioni di difendere i peggiori quindici anni della storia granata mi sfuggono.
    Infine cosa significa paragonare presidenze passate, sicuramente non positive ma che non avevano 60M di ricavi annui per stare in piedi; non si possono accostare gestioni dove si doveva intervenire annualmente a ripianare perdite con la situazione attuale. D’altra parte lo si e’ visto i primi anni di presidenza Cairo, con tre anni di serie b consecutivi, dove si sarebbe stati con Cairo senza i diritti televisivi; se si prendono i primi anni di presidenza Cairo i risultati sportivi riescono ad essere peggiori persino di quelli di Cimminelli.
    Visto che Cairo ha rilevato il Torino a costo zero, provi davvero a metterlo in vendita ad una cifra realistica, magari tenendo conto di tutti i benefici che ha ottenuto in questi anni e poi si vedra’ se non ci sara’ nessuno interessato.
    Temo che questo non accadra’, non almeno in tempi brevi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 settimane fa

    Se non lo obbligano e finché ha da guadagnare Cairo l’osso non lo mollerà.
    Ma più che lui biasimo quei tifosi che ancora lo amano e lo invocano.

    Abbiamo perso l’anima, scelsi questo triste Nick nel settembre del 2005.
    E finché ci sarà Cairo oltre che perderla finiremo per cancellarla.
    Non voglio scrivere “vedrete “. Perché spero di sbagliarmi ma la deriva presa dal Torino ormai da quasi vent’anni è questa: spariremo tra due generazioni al massimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. wendok - 2 settimane fa

      meglio sparire prima che palesare inutilità e umiliare il passato,la dognità, i ricordi indelebili. Meglio un giorno da leoni che….
      meglio bruciare nel vento e ricordare come pellerossa i bisonti, che accontentarsi dellineluttabile nulla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. byfolko - 2 settimane fa

      Siamo già spariti, solo che essendoci dentro non ce ne accorgiamo. Naturalmente la colpa di tutto è di Cairo, che non ha i soldi, le competenze e la volontà per creare la squadra che i tifosi desiderano. In poche parole una squadra che anche se non vince, almeno ci prova.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Stufodellamediocrita' - 2 settimane fa

    Basta un articolo non allineato e spuntano nick mai visti né sentiti o rispuntano quelli che sono onnipresenti in caso di risultati positivi e desaparecidos quando si perde…questa è la realtà, Società sana nei bilanci ma nulla come piattaforma e totalmente assente in termini di risultati sportivi. A qualcuno va bene così, meglio vivacchiare che morire, a me no! Sono stufo come il mio nick dice appunto…fra poco lo cambierò in rassegnatoallamediocrita’ visto l’andazzo della squadra e della società…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Sanguegranata - 2 settimane fa

    Condivido pienamente l’articolo…. auguro vivamente per l’amore che provo per questa squadra che trovi al più presto la dignità giusta per essere competitiva in tutti i sensi societa e squadra….orgoglioso di tifare toro
    Forza torooooo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. palmiro - 2 settimane fa

    La quota sulla vittoria del TORO è 6.5 (110 il 3-0) quindi ne potremmo vedere delle belle.
    Chi lo sa… speriamo. Le “wags” costano parecchio…
    Comunque tre punti per la salvezza vanno benissimo, vengano da dove vengano.
    Tipo un autogol dello scommettitore in pigiama al 96esimo.
    Dovesse mai succedere assisteremo alla solita breve resurrezione, alla consueta intervista post vittoria, senza vergogna, con linguetta, del milanese e all’immancabile ritorno, la partita dopo, nel baratro quotidiano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. claudio sala 68 - 2 settimane fa

    Sarebbe stato meglio scrivere certi articoli ad Agosto prima dell’eliminazione dalla EL, non mi piace chi nei momenti difficili butta tutto nel water. Questo a prescindere da come uno può pensarla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. palmiro - 2 settimane fa

      Ti sei perso allora i miei commenti e quelli di molti altri tifosi nel periodo estivo.
      Gli insulti nei miei confronti si sono sprecati.
      Verdi, per i miei detrattori, era diventato il nuovo Ronaldo e la squadra era difficilmente migliorabile.
      Mazzarri un grande PUNTO e chi diceva il contrario, come me, era un gobbo.
      Comunque hai ragione. Oggi c’è il derby quindi: FORZA TORO, JUVE MERDA!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. claudio sala 68 - 2 settimane fa

        Verdi non è neppure così scarso, però WM ha difficoltà ha valorizzare certi giocatori.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. GameleZamele - 2 settimane fa

    ma quindi passa la mano a chi ? Calleri ? Cimminelli ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GameleZamele - 2 settimane fa

      ah scusa. Goveani

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Madama_granata - 2 settimane fa

      A Goveani, concordo!
      “Porto il mantello a ruota e fo’ il notaro”!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Innav - 2 settimane fa

        Lo metta in vendita poi critichiamo eventualmente. Tanto che cambia? Inutili come societa’. Solo gli altri allenatori ci filano prima degli incontri: sono tutti cavalieri.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. robert - 2 settimane fa

    Bravo Chiarizia,ottimo commento !!!! Speriamo che Cairo legga le opinioni dei tifosi e dei giornalisti obiettivi, ma ho i miei dubbi !!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. alexku65 - 2 settimane fa

    Chapeau Chiarizia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Toro71 - 2 settimane fa

    Purtroppo il Toro inteso come club non è preso in considerazione né da cinesi, né da italoamericani e né tantomeno da emiri arabi.
    Purtroppo saremo costretti a tenerci Cairo con l’auspicio che sulla panchina lo stesso si decida a cacciare a pedate nel culo Mazzarri e a far arrivare Gattuso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Innav - 2 settimane fa

      Ma veramente la Red Bull, che e’ come uno sceicco, qualche interesse anni fa l’ha palesato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Innav - 2 settimane fa

        pero’ non hanno mica l’anello al naso. se gli chiedi 100 di una cosa che vale 30 e’ difficile chiudere.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. BACIGALUPO1967 - 2 settimane fa

        L’hanno detto a te?
        Hai notizie certe in merito?
        Il gruppo smenti’ categoricamente qualsiasi interessamento purtroppo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. gior_425 - 2 settimane fa

        Falso, vennero emissari RedBull a Torino per un evento legato alla F1. Smentirono categoricamente di essere interessati all’acquisto del Toro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 2 settimane fa

          Ma va la… Parlarono con innav….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Innav - 2 settimane fa

          Strano. Il responsabile Italia si era dato parecchio da fare e si riferiva al TORO, no alla Toro Rosso.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Svevo - 2 settimane fa

    Da troppo tempo, la nostra tifoseria è divisa in due, oggi per un motivo, ieri per un altro. É così anche allo stadio e chi, come me, ha l’abbonamento e ci va nonostante tutto sa di cosa parlo.
    Mi rivolgo alla parte “sana” di entrambe le “fazioni”, cioè di quella che è in grado di fare riflessioni e discuterle senza scadere nell’odio e nell’insulto, per cercare di evitare la logica del “dividi et impera”.

    Se ragioniamo dal punto di vista del tifoso, questi 14 anni di gestione Cairo sono riassumibili nelle parole di una canzone del 1999: “É un mondo difficile, felicità a momenti e futuro incerto”.
    In questi anni, il tifoso ha sentito tante promesse disattese o attuate solo nominalmente o parzialmente ed è stato guidato nel trovare un capro espiatorio per ogni fallimento.
    Il tifoso con DNA granata non pretende di vincere ad ogni costo, ma di avere una identità precisa e un progetto chiaro. La prima comincia a latitare e del secondo non ve n’è traccia.

    Se ragioniamo come un imprenditore, in questi 14 anni, il Torino ha prodotto risultati in linea con il modello aziendale di crescita ed è stato funzionale alle dinamiche dell’intero gruppo di aziende, anche se non con lo stesso peso. In quest’ottica, il risultato sportivo è quasi ininfluente (a meno di non voler fare un salto di qualità anche in termini di rendimenti, ma l’imprenditore può dire “ma ce n’è davvero bisogno?”).
    Trattandosi di una squadra di calcio, va comunque alimentata la “passione” attraverso la propaganda e, quando le cose vanno male, va trovato subito il signor Malausséne di turno per addossargli le colpe. Creare divisioni è comunque una mossa strategica.
    É una logica, magari non condivisibile, ma è una logica.

    Dico a tutti: guardiamo il calcio moderno con occhi più disincantati. Usciamo dalla trappola dello scontro tra i poveri (spesso ipocrita) e ragioniamo con la testa e con il cuore, ma non con la pancia o con qualcosa più in basso.

    Dal mio punto di vista (opinabile come tutti, è solo un’opinione), la permanenza di Cairo, in assenza di un concreto cambio di rotta gestionale, continuerà a trascinare in avanti questo stato di eterno limbo. Non importa chi sia l’allenatore, se manca la struttura e il famoso progetto più avanti di così non si va.
    Vista l’attuale situazione del calcio italiano, anche con una eventuale cessione della società non è detto che cambino radicalmente le cose. Magari si ricomincerebbe a parlare di stadio di proprietà, di gestione del marketing e dei diritti televisivi e di altre cose finanziarie e commerciali, ma non è detto che magicamente arrivino anche i risultati sportivi. perchè finora abbiamo parlato di economia e non di sport .
    Ma non è detto, per l’appunto. Si potrebbe dire “meglio vivi che zombie”, ma è questione di punti di vista.

    Insomma siamo davanti ad una situazione complicata e divisiva.

    Per non sembrare un cerchiobottista dico che vorrei vedere più TORO in questo Torino, vorrei vedere una società strutturata e forte, vorrei uno stadio tutto nostro, vorrei un Filadelfia aperto a tutti, un punto di incontro di tutti i granata, sede del museo granata e cuore pulsante della vita granata. Vorrei più attenzione al settore giovanile e una struttura in grado di scovare i giovani e di crescerli. Vorrei vedere partite giocate fino all’ultimo minuto, con la voglia di portarle a casa. Vorrei vedere meno tatuati e più sudati. Vorrei una tifoseria unita che gridi tutta insieme FORZA TORO. Solo così non mi importerebbe se perdiamo, l’importante è che ce la siamo giocata da TORO contro tutto e tutti.
    Ecco cosa vorrei. Che sia Cairo o Babbo Natale (pure cinese) a darmi questo è del tutto indifferente.

    Scusate se sono stato prolisso, ma questa situazione mi sta causando un prolasso dello scroto.

    FORZA TORO

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 2 settimane fa

      Ecco, potevi essere meno prolisso, secondo me, e limitarti alle ultime otto righe. Il senso di tutto risiede in quelle. Al di là dei discorsi di carattere finanziario, io credo che nel calcio moderno servano società moderne ed evolute. Le aziende patriarcali, o a gestione familiare, vanno bene in altri ambiti e contesti. Noi ad oggi non abbiamo un organigramma societario all’altezza, tanto per cominciare. Non ci sono gli uomini giusti nei posti nevralgici, tutto è demandato alle decisioni, scelte e strategie di un’unica persona che, ad oggi, ha per di più dimostrato con i fatti di avere scarse competenze in questo settore. Una società di calcio non può e non deve essere gestita come una qualunque altra società commerciale, e a maggior ragione se questa società, il Torino FC, è inondato di storia e leggenda fin dentro l’ultimo filo d’erba del Filadelfia. Una nuova proprietà, visto che il dott. Cairo non è riuscito in 15 anni, partirebbe, a mio avviso, proprio da là, dall’inserire uomini chiave nei ruoli chiave, nel disegnare un progetto chiaro e portarlo avanti, anche un millimetro alla volta, ma perseguirlo e portarlo avanti, in maniera chiara e decisa. Ad oggi quale progetto sportivo stiamo portando avanti? Con quali obbiettivi? Con quali uomini e mezzi? Poi dulcis in fundo c’è la squadra, c’è l’allenatore, c’è il suo staff tecnico. Ma proprio dulcis in fundo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Svevo - 2 settimane fa

        Grazie Marchese, condivido appieno questo tuo pensiero, perfetta sintesi di ciò che avrei voluto dire, e mi impegnerò ad essere meno prolisso nel futuro (la famosa regola delle 10 righe). Grazie ancora

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. mirafiori64 - 2 settimane fa

    Dott. Cairo per favore ci tolga da questo imbarazzo, si faccia da parte se vuole bene al Toro, cerchi un imprenditore serio, una cordata affidabile, ma si faccia da parte. Io l’ho difesa strenuamente in questi anni perche rappresentava l’identikit dell’imprenditore che poteva fare bene al Toro, e in parte lo ha fatto, negli ultimi anni passetto dopo passetto di siamo rafforzati economicamente e il profilo della squadra è nettamente cresciuto dandoci dignità, ma il merito è stato affidarsi a persone competenti quali Ventura e Petrachi, oggi vedo un preoccupante passo indietro, mi sembra di essere tornato a dieci anni fa, quando la squadra ero allo sbando totale in B. Non la biasimo per la sua incompetenza calcistica, anche io capisco poco, ma non capisco perche non si affida a persone capaci, persino il suo mentore berlusconi era bravo a scovare i migliori e affidarsi a loro operato, lei stesso è stato uno di questi.
    Questa estate si poteva fare qualcosa di veramente eccezionale, mai avevamo avuto una rosa di così buon livello,bastava qualche innesto a centrocampo e potevamo avere una squadra completa in tutti i reparti e pronta a lottare per l’europa, invece la sua inadeguatezza calcistica lo ha portato a non far nulla per non sbagliare, anzi è riuscito a sbagliare anche quel poco che ha fatto. perche non sostituire petrachi con un ds preparato? Bava non è ancora pronto, perche l’acquisto di un esterno come verdi? Per di piu dilapidando 25 mln, servivano 2 centrocampisti di qualità, le lacune a centrocampo erano sotto gli occhi di tutti, Mazzarri era riuscito a mascherarle inculcando ai giocatore abnegazione tattica e cazzimma agonistica, altro che squadra non migliorabile…..
    Presidente si faccia ricordare come colui che ha posto le basi per un Grande Toro che sarà, si faccia da parte al piu presto, io gliene sarò riconoscente per sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. m.novarino - 2 settimane fa

      ..Oppure espliciti la sua linea, il suo progetto, la sua vision; la chiarezza di intenti è dovuta sia per onestà intellettuale che per rispetto del prossimo( che saremmo noi e la Squadra). E forse ci può far sapere in che modo ufficiale possiamo chiederglielo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. inf_693 - 2 settimane fa

    A gennaio ne vende 2, a giugno altri due e il toro non esiste più. Alla fine è tutto qui il valore. Il valore sono 4 5 giocatori che gli faranno fare cassa e a noi non rimarrà nulla. Zero società, zero stadio, zero centro sportivo, zero titoli. Cairo è questa roba qui. Ne arriva uno peggio ? Vedremo. Preferisco cambiare comunque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. dattero - 2 settimane fa

    Siculo, hai ragione,anche con i pulcini, una regressione imbarazzante. Sembran polli d’allevamento, i cosiddetti tecnici,gente scarsamente preparata e mentalmente ottusa.In una squadra di Torino, negli allievi,vogliono solo portieri alti, non importa se bravi o meno,basta diano alti e grossi..complimenti, chapeau

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

    I tifosi della Lazio hanno contestato lotito ci manca che non possa essere contestato Cairo.
    Per tutti quelli che citano panelli e rossi, bè francamente resto basito solo per l ardire di paragonarlo a questo, veramente non riesco a concepirlo, sarò limitato, stiamo parlando di uno che piano piano sta distruggendo tutto, come si fa a paragonarlo a presidenti di altra caratura non lo so

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 2 settimane fa

      rispondo anche qui,io paragono chi contesta non loro,anzi aver contestato Pianelli e Rossi dimostra quanto poca intelligenza covi nei tifosi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

        Scelte, ma allora non commentate i risultati perché è superfluo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. magnetic00 - 2 settimane fa

    Avrei voluto leggere questo articolo dopo l’ammissione ai preliminari di El, ah dimenticavo, nel carro si sale dopo le vittorie……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

      Per quanto riguarda l autore della articolo non so, per quanto riguarda tanti tifosi non stanno salendo sul carro di nessuno perché certe cose le hanno sempre dette e sempre pensate a prescindere dai risultati.
      Che risultatoni poi, il massimo del massimo 2 qualificazioni ai preliminari di Europa league tramite ripescaggi, delle quali nella prima ha fatto un mezzo miracolo ventura e in questa sappiamo come è andata…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bischero - 2 settimane fa

      Veramente certe cose le dico da anni. Non da ieri. E penso siano cose abbastanza evidenti.un mezzo per raggiungere un fine purtroppo lo abbiamo visto poco. Da quando manca petrachi non vediamo neanche l ABC.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Marchese del Grillo - 2 settimane fa

      Quali vittorie, di grazia? E’ un carro, quello, che dalle nostre parti è completamente desaparesidos!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Innav - 2 settimane fa

      Io personalmente, sono almeno 12 anni che dico che questo fa gli affaracci suoi.
      Per quella specie di guru della panca, da quando e’ arrivato che si vede il suo non gioco. Non vederlo significa capire poco di calcio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. SiculoGranataSempre - 2 settimane fa

    Per rispondere a Bischero in merito al calcio giovanile in Italia, servirebbe un libro.
    Si mi diverto di più ma, purtroppo, da quando mio figlio ha iniziato il campionato FGC pulcini, mi rendo conto che il calcio italiano è quello che è per errori che si cominciano a commettere a quei livelli. Solo vittoria! E’ l’unico credo degli “allenatori” di queste squadre. Pochissimo allenamento sulla tecnica (Spagna e Olanda invece…), perdita di tempo, contestazioni per un fallo laterale dato alla squadra sbagliata, in campo sempre e solo la formazione migliore e magari tra i non convocati c’è qualcuno che avrebbe solo bisogno di più dedizione e attenzione. Genitori che vedono solo il proprio figlio e, se non convocato, si lamentano sul gruppo WA. 99,9% dei bambini che emulano Ronaldo ma tifano Inter. Squadre divise tra “bravi” e “scarsi” e allenamenti differenziati. Possibile? Non so se è dappertutto così ma lo sport più bello del mondo è diventato veramente triste!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. magnetic00 - 2 settimane fa

      Condivido tutto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bischero - 2 settimane fa

      Capisco ciò che dici. In alcune società in giro si fa ciò di cui parli. In quella di mio figlio no. Il bambino é al centro del progetto e si cura molto l aspetto tecnico. Con i giusti tempi e metodi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. RFgranata - 2 settimane fa

        In che società gioca? Mi piacerebbe conoscere una realtà del genere xché ero convinto non esistesse avendo bazzicato x anni società di calcio e basket

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. dattero - 2 settimane fa

    Chiarizia, vedo che qualcuno con lei è cattivello assai,quindi persista. Tranquillo, chi ha poco da dire gli caldeggera’di comprare il Toro. Stia tranquillo, i giocatori non soffrono i commenti sui forum.di bromuro c’è n’è troppo, un po’ si pepe fa solo bene.Le assicuro che non ha detto nulla d’irreale, nulla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Policano - 2 settimane fa

    Chiarizia compralo tu il Torino!! Tu che sei un sapientone! Inter milan roma fiorentina sampdoria hanno forse vinto 100 tituli??? Da loro gli allenatori rimangono 10 anni?? Ma dove vivi a vinovo?? Perché non scrivi di juve e di finali champions perse insensibilmente col cuore colmo d’immondizia!!!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Policano - 2 settimane fa

      Poveri coglioni sapete pensare solo al calcio, svegliatevi deficenti, ci hanno inculato con l’euro ci hanno tolto la sovranità monetaria, ci hanno tolto la costituzione, siamo servi dell’europa presi a schiaffi e affossati dalle tasse, ma voi ignoranti ce l’avete solo con cairo, non vedete altro che calcio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 2 settimane fa

        Ci hanno tolto la sovranità monetaria e ci hanno inculato con l euro. Tutto vero, e quindi? Tu sei sceso in piazza? Buttiamola pure in politica, ma questo è un forum del toro. Se non ci sono risultati da cinque lustri, me la devo prendere con Prodi? Bah.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Policano - 2 settimane fa

          Forse finché ci lasciano il calcio siamo ebeti loro guadagnano milioni di euro e noi sempre dietro come stolti

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 2 settimane fa

            Infatti ii non spendo più una lira fal 2012

            Mi piace Non mi piace
      2. Pau - 2 settimane fa

        hai dimenticato l’antartide che si sta sciogliendo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 2 settimane fa

      Perché vuoi mettere a confronto i nostri risultati con quelli dei gobbi? Purtroppo non c’è storia. É un dato oggettivo. Loro investono, noi facciamo i pezzenti. Liri in Europa non vincono un cazzo, nii in Europa non ci arriviamo neanche e quando ci arriviamo….. Citi l Inter e il Milan, ma ti rendi conto? Avessimo vinto noi i trofei degli ultimi vent’anni di inte r e Milan…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. wendok - 2 settimane fa

      mamma mia…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Madama_granata - 2 settimane fa

    Uno dei pochi commenti che condivido.
    Ponderato, sensato, obiettivo, non dettato dalla collettiva isteria del momento, che vuole “subito un capro espiatorio” da immolare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. dattero - 2 settimane fa

    Il tifo lo ha già diviso la proprietà, non certo i forum.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SiculoGranataSempre - 2 settimane fa

      Leggi bene, non ho detto che il forum li divide, è chiaro. Il forum li aizza con articoli di questo genere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Fabio - 2 settimane fa

    Comunicazione di servizio per la Redazione: Noto che c’è un caso di omonimia come posso ovviare a questo inconveniente?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabio19 - 2 settimane fa

      Risolto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. renato (quello vero) - 2 settimane fa

      Ho avuto anch’io lo stesso problema, come ho sottolineato da un’altra parte. L’ho risolto modificando leggermente il mio (aggiunta la parentesi) ma continuo a chiedermi come possa accadere: un software decente non dovrebbe consentirlo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. SiculoGranataSempre - 2 settimane fa

    Mi scusi la Redazione di TN, ma state leggendo sotto i commenti? Un articolo come quello di Chiarizia, oggi, con la squadra in crisi, in silenzio stampa e a poche ore dal Derby a cosa è servito se non ad aggiungere problemi. Litigi tra i tifosi, gente che scrive già ampiamente oltre il limite della diffamazione (infatti “quel post” che sappiamo lo avete rimosso), insulti e, se non bastasse quanto sopra: la politica!
    Capisco che avete realizzato 250 commenti con conseguente ampio ricavo pubblicitario, ma questo in cambio di cosa? Destabilizzare anche ciò che rimane del Toro? Tifosi di tutte le età e da ogni parte del mondo, che si scannano su Cairo SI, Cairo NO. Ma a cosa serve oggi, proprio oggi? Sono senza parole. Se TN è emanazione della linea societaria, forse c’è anche qualcos’altro che non si capisce ma sicuramente ancora una volta mi convinco che la “socialità” virtuale di questi anni fa strage di umanità, amicizia, buon senso e convivenza civile. Siamo allo sbando. Vado a vedere mio figlio di 6 anni nella partita pulcini, che (unico) quando segna (anche spesso) corre con la mano destra aperta sulla fronte ad emulare il suo idolo. Buona vita a tutti e FVCG! (da 35 anni)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SiculoGranataSempre - 2 settimane fa

      errata corrige: pulcini, ovviamente ha 9 anni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Andreamax - 2 settimane fa

      Assolutamente d’accordo fratello, come gia’detto, il calcio rimane calcio, non cambia ne’salva vite, FORZAVECCHIOCUOREGRANATA…., e saluta il picciotto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. ForzaToro - 2 settimane fa

      Siculo perfettamente d’accordo con te, il tuo post e’ in linea con quanto da me espresso poco fa…una societa’ allo sbando e non sto parlando del Toro…respiriamo, divertiamoci, rispettiamoci che la vita e’ breve…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Bischero - 2 settimane fa

      Dimmi la verità fratello. Ti diverti di più a vedere il calcio dei bimbi spontaneo o quello dei grandi(parlo in generale, non del toro)quando vedo mio figlio giocare rifaccio pace con quello che una volta era sport.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Madama_granata - 2 settimane fa

      Auguri sinceri perché fra un pochi di anni suo figlio possa diventare il degno erede del suo idolo.
      Forza Toro sempre, specie nelle difficoltà, anche a costo di “far soffrire” il Signor Chiarizia.
      Tempismo perfetto x quell’articolo, proprio alla VIGIGLIA DEL DERBY!
      Un altro modo x destabilizzare vieppiù l’ambiente, già in seria difficoltà.
      I tifosi si accusano reciprocamente di essere “juventini”: in questo caso, cosa ben più grave, è l'”opinionista”, un giornalista che si picca di essere tifoso del Toro, a destare sospetti.
      Il suo articolo è stato “un balsamo rasserenante, un’iniezione di fiducia” più x il morale della squadra granata, o per quello di della squadra bianconera?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. Forza Toro - 2 settimane fa

    Speranziella: Toro News uguale Gazzetta uguale Cairo che vuole vendere il Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Pesce - 2 settimane fa

    la cosa veramente triste e preoccupante di ciò che scrive Chiarizia è quella che riguarda il calo di numero degli spettatori (“l’era Cairo era cominciata con gli oltre 30.000 del Delle Alpi contro l’Albinoleffe e i quasi 60.000 nella vittoria dei playoff contro il Mantova. Oggi non riusciamo a riempire uno stadio da 27.000 posti in un derby”) soprattutto se riferita ad un Presidente come Cairo che fa l’imprenditore nel settore dell’editoria.
    Mi spiego: se una sua rivista continua a perdere lettori, e nonostante i vari tentativi di mettere qualche toppa, arriva a più che dimezzare il numero di copie, sono certo che Cairo si porrebbe il problema, si farebbe delle domande, (ingaggerebbe nuovi giornalisti, nuovi manager, un nuovo direttore…) Invece, ed è ciò che purtroppo fa pensare male, per quanto riguarda il Toro ciò non avviene, sembra proprio che non gliene frega niente del futuro di questo “giornale” ed è proprio questo che FA PENSARE MALE circa i reali interessi di questo Presidente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. leggendagranata - 2 settimane fa

    Io non “mi tengo stretto Cairo”, ma non credo che il presidente sia oggi come oggi il maggiore responsabile di questa situazione. Ha delle colpe, ma da due stagioni investe e l’ allenatore ha in mano una discreta/buona rosa,da cui finora ha cavato pochissimo. Anche nello scorso tanto strombazzato campiomnato non è che il Toro brillasse: poco gioco, pochi gol e cadute rovinose quando era il momento di fare la partita per qualificarsi all’ EL. Si dirà: l’ ha scelto Cairo. Credo, però, che non si possa negare lo zampino determinante di Petrachi, un ds ascoltato. Si dirà: ha scelto come ds Bava completamente privo di esperienza a livelli di prima squadra. Ma non diciamoci frottole: quanti tifosi che oggi criticano questa scelta l’ hanno spinto a farla, tirando in ballo il “vecchio cuore granata”, che il più delle volte è solo un nostalgico, inutile, se non dannoso, romanticismo, in un calcio che esige, oltre alla passione, professionalità e competenze di primo livello? Qualcuno invoca un Commisso, ma faccio sommessamente notare che il suddetto non ha nascosto un passato di tifoso juventino, figuriamoci se un tipo del genere sarebbe stato ben accetto al nostro ambiente.
    Cairo non ha la passione per la maglia granata? Ma ce l’ hanno per le loro squadre cinesi, americani, canadesi, fondi di investimento inglesi, che si sono insinuati nel nostro calcio? Per ora mi risulta che le due migliori società di Serie A siano in mano a imprenditori italiani, per non parlare di esempi come Sassuolo, Cagliari, la stessa Spal.
    Non ho sposato Cairo e se passerà la mano non mi dispererò, ma non vorrei cadere dalla padella alla brace. Ora, secondo me, la cosa più importante è tallonarlo con un forte movimento di opinione (è un tipo sensibile all’ “audience”) che lo convinca a dare un assetto più profesionale alla società, dall’ allenatotre al direttore sportivo e al resto di uno staff di cartaveline.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Fabio - 2 settimane fa

    Glielo chiedo a nome mio,e di chi la pensa come me: Chiarizia, ci lasci in pace. Ascolti l’Eco, con dedica. Il dramma di Internet è che ha promosso lo scemo del villaggio a portatore di verità

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. FORZA TORO - 2 settimane fa

    io ho stupidamente contestato Pianelli e Rossi,non sarò complice di altre contestazioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

      Considerarli alla stessa stregua però vuol dire distorcere la realtà

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FORZA TORO - 2 settimane fa

        considero alla stessa stregua chi contesta,non loro

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. leggendagranata - 2 settimane fa

      Sono d’ accordo con te FORZA TORO. Errare è umano perseverare diabolico. Rossi l’ ho conosciuto, era uno degli imprenditori più ricchi e solidi d’ Italia, con lui il Toro è arrivato a un passo dallo scudetto eppure un manipolo di tifosi frustrati e prezzolati l’ ha fatto scappare (ricordo l’ aggressione sotto casa). Se non fosse accaduto forse oggi staremmo qui a raccontarci un’ altra, più bella storia. Poi è stata tutta un’ avventura ad alto rischio, anche con Borsano, un bluff, pur se non privo di competenza calcistica (ma alla fine ha venduto giocatori come e peggio di Cairo).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. 1947 - 2 settimane fa

        Rossi ha venduto Pulici all’Udinese, caso mai non lo ricordassi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 2 settimane fa

          Rossi è l’ultimo che ha messo soldi veri nel toro

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. 1947 - 2 settimane fa

            Rossi ha trattato Pianelli a pesci in faccia e ha venduto Pulici. Sono gli unici ricordi che ho del sig.Rossi.

            Mi piace Non mi piace
          2. maxx72 - 2 settimane fa

            E il secondo e il quarto posto in campionato te li sei dimenticati?

            Mi piace Non mi piace
  41. Antoniogranata76 - 2 settimane fa

    Io non so se ci sia qualcuno disposto a comprare il Toro ed a investire per portarlo ad un livello superiore, quello che so è che il presidente in questi anni ha fatto molti errori, sinceramente da lui mi aspettavo di più, aggiungo che adesso è troppo facile sparare sentenze e che l’articolo, in questo momento, se lo poteva risparmiare. Detto questo se qualcuno si farà avanti per comperare il Toro con l’idea di portarlo via alto, non credo che Cairo dica di no ,sempre forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  42. ForzaToro - 2 settimane fa

    …per quello che mi riguarda vado allo stadio da 30 anni e tifo, non mi piacciono gli isterismi e la gente che sfoga le proprie frustrazioni sugli spalti e sui social…non mi piace la negativita’ dell’ambiente, la violenza verbale contro tutto e tutti…la partita dovrebbe essere una festa qualsiasi sia il risultato…non respirare ansia, angoscia, odio e rabbia…ci sara’ un momento, non troppo lontano, in cui smettero’ di andare allo stadio…e non sara’ colpa dei giocatori, di un allenatore e di un presidente…sara’ solo per un ambiente a volte troppo brutto per essere vero…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. Fabio - 2 settimane fa

    Provocazione per provocazione: Chiarizia, si dimetta. Questo Toro non la merita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. e.michelott_1901344 - 2 settimane fa

    Non voglio diventare cinese. se questo è il conto da pagare, preferisco Cairo al 100%.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 2 settimane fa

      VIVA I SOLDI DEI CINESI…FOLZA TOLOOOOO

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. Fabry - 2 settimane fa

    Che Mazzarri sia al capolinea è vero non ha più in mano la squadra,ma dare colpe a Cairo no,per il primo anno non ha venduto nessuno a fronte di offerte e promesse fatte vedi Nkolou,questa squadra ha in più rispetto a quella dei 63 punti,Lyanco Bonifazi Laxalt Verdi Millico,forse il limite di questo allenatore è proprio questo non essere in grado di gestire una rosa ampia e tenere in pugno lo spogliatoio infatti lo scorso anno quando a gennaio gli anno ridotto la rosa la squadra ha volato.Ma Cairo ha fatto quello che gli ha chiesto l’allenatore comprato Verdi (a caro prezzo)e un esterno sinistro,ora vedo problemi a Milan e Sampdoria vogliamo dare il Toro in mano a Cinesi,mi tengo Cairo tutta la vita anche se ha sbagliato nel non sostituire Petrachi,ora chi fa da collante tra spogliatoiio e Presidente Moretti ? Chi sa i malumori che girano tra i giocatori ?Dopo i tanti approcci sbagliati alle partite e un allenatore in piena confusione penso che anche Cairo ha in mente il cambio Gattuso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 2 settimane fa

      Fabry ed e.michelott:

      condivido tutto, al 100℅!
      Cairo ha comprato gli uomini che gli sono stati chiesti e non ha venduto nessuno.
      All’elenco di Fabry aggiungo Edera.
      Se poi l’allenatore non sa, o non vuole, gestire un gruppo numeroso, o comunque decide di avvalersi sempre e solo di fugure di secondo piano, anche quando hanno palesemente fallito, e non prova a far alzare altri ragazzi dalla panchina, non è colpa di Cairo.
      E non è colpa sua nemmeno se Mazzarri ogni settimana cambia ruolo a metà della squadra.
      Da Mazzarri, date le premesse, ci si aspettava molto di più!
      Io continuo a pensare che il primo ad essere arrabbiato e deluso e danneggiato è proprio il Presidente.
      Presidente che, per il ruolo che ricopre, non può mettersi a “sclerare pubblicamente” come fanno i tifosi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. machis_10059279 - 2 settimane fa

    Signor presidente, non so se leggerà mai queste poche parole, io sono tifoso del Toro da tantissimi anni ma lo sfacelo che sta facendo lei, io credo per incompetenza sia inarrivabile.

    Quest’anno ha gestito male il caso Petrachi, non ha preso un direttore sportivo con esperienza, ha un allenatore che riesce a far disamorare chi ama il calcio.

    Quest’anno ha preso giocatori che in realtà non valgono le cifre spese ( Plusvalenze? per far regali a qualcuno?).

    Il Toro che amiamo noi non è quello che a tutti costi vuol vincere lo scudetto ( con Lei comunque sarà impossibile),

    Il Toro e il Toro, lei non sa neanche cosa sia.

    Sta gestendo la questione Robaldo da dilettante, il Filadelfia la nostra casa ma in realtà sempre chiusa.

    Il settore giovanile andrà sempre peggio .

    Lei rimarrà uno dei Presidenti peggiori della nostra storia.

    Si vergogni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. Paolo71 - 2 settimane fa

    Per il dopo Cairo ci sono presidenti quali Topo Gigio, i minions, er Viperetta pronti ad essere grandi presidenti.Se neppure Cairo (ha la gazza!!) e Mazzarri ( champions Napoli ) non vanno bene x noi magari c’e qualche altro problema.
    Troppo masochismo, bisogna andare allo stadio x stare con i fratelli e bere una birra.
    Troppi masochisti da tastiera, a me non piace farmi camminare sui maroni con i tacchi….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. krhon - 2 settimane fa

      Strano perché è quello che fa Cairo da parecchi anni, anzi: credo lo abbia fatto talmente tanto che ha finito per castrarti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Paolo71 - 2 settimane fa

        Battutona acida ed offensive…io stasera saro’ allo stadio ad insultare I gobbi..tu puoi restate a casa a pansare quanto e’stata dura la vita con te

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. krhon - 2 settimane fa

          Quindi tu che mi(ci) dai dei masochisti da tastiera non sei acido e offensivo? Ovviamente goditi la partita, e applaudi sempre forte il tuo presidente eh mi raccomando, tanto ancora qualche anno e grazie a lui saremo spariti. Però tu batti forte le mani dai!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. morantony - 2 settimane fa

    Cairo è sicuramente persona per bene e grande imprenditore ma a livello calcistico è l’opposto del Presidente che tutti vorrebbero.

    I risultati vanno e vengono, specie nel calcio sono una variabile impazzita ma la sensazione che riesce a trasmettere questo signore… del partecipare solo per fare numero è il suo più grande enorme indigesto difetto.

    Non una parola sullo stadio;
    Non un centesimo speso in più del dovuto per completare il Filadelfia (non sono sicuro nemmeno se ci sia la mensa per i calciatori);
    Non un impegno sul Museo (che potrebbe portare buoni profitti);
    4 ani in attesa di iniziare l’adeguamento di un centro sportivo sportivo giovanile (non di proprietà sia chiaro),
    Non una sede degna d tale nome.

    Sempre in attesa che il Comune o altri enti pubblici facciano il primo passo (vorrebbe tutto gratis a spese della collettività), mentre gli altri si costruiscono i propri centri sportivi, i propri stadi lui non investe nulla di suo, questo la dice lunga sulla reale intenzione di programmazione e sviluppo del club.

    Partecipare per fare numero senza avere troppi impegni, trippe pressione e soprattutto ZERO ASPETTATIVE PER I TIFOSI così non rompono le balle (sono contenti di partecipare così non falliscono come nel 2005).

    Io ci ho pensato bene prima di dirlo, non sono mai volgare ma per il Toro arrivo anche a questo, la mia personalissima opinione è .. che questo contabile … MI ha rotto il CAZZO !

    Meglio 2 anni da BORSANO che 15 da CAIRO!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. m.novarino - 2 settimane fa

    Non mi sento di essere ostile a Cairo. Ho anzi apprezzato la sua idea di conservare una squadra con gli stessi elementi, apprezzo la sua vicinanza a squadre come la Chapecoense, l’interesse per gli stabili e la loro manutenzione.
    Non risulta avaro, ma il suo atteggiamento è in controtendenza; i giocatori di questi anni si aspettano di essere venduti e comprati migliorando velocemente di prestigio e di carriera( non hanno così poi tanti anni a loro disposizione); non pensano di essere soggetti attivi e comprimari nella costruzione di un progetto di squadra, lo stesso credo valga per gli allenatori.Cairo credo tenga al Toro, forse non si venderebbe un rene per sottoscrivere un contratto con un allenatore di valore, ma penso che la squadra non sia per lui solo un modo per diversificare il business. Non è avaro ma è anacronistico nelle scelte; e se mettessimo in piedi una compartecipata a gestione Cairo e tifosi'(così il rene ce lo vendiamo noi?)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 2 settimane fa

      Quello che chiedi(a ragione) cioé una quota di azionariato in mano ai tifosi non lo farà mai. Basta vedere il cda come é composto. Basta vedere l organigramma societario quanto é risicato in termini di numero e professionalità. È tutto in mano sua. Figuriamoci vendesse un 5% ai tifosi che entrerebbero nel cda a vedere da dentro cosa capita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. RFgranata - 2 settimane fa

        E allora contestazione a oltranza affinché lo metta in vendita e poi lo compriamo noi così ci potremo contare quanti siamo disposti a mettere qualcosa x il ns e sottolineo ns TORO FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 2 settimane fa

          Il tifoso non ha la forza economica, la capacità e il bacino d utenza per gestire un club.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. m.novarino - 2 settimane fa

            Sono d’accordo, forse lanciare un’OPA non è molto percorribile ma crea dei presupposti di proposta, di mobilitazione, qualcosa che va oltre la protesta e che riguarderebbe tutti noi, perchè a tutti noi fa male vedere il Toro così…Ma siamo anche quelli che non cambieranno MAI squadra!! E’ un valore o no? Smettiamo di insultarci reciprocamente e troviamo il modo di far “pesare” la nostra perenne Fede al Toro

            Mi piace Non mi piace
          2. RFgranata - 2 settimane fa

            Bravo novarino sono d’accordo poi se non facciamo nulla non possiamo solo lamentarci ( chi non fa’ nulla non sbaglia mai) FVCG

            Mi piace Non mi piace
  50. Fabio - 2 settimane fa

    Con il mio intervento ho solo voluto mettere in evidenza che non amo Cairo a prescindere. So perfettamente che mantenere dei cialtroni sia un’aggravante ma, e voglio ribadirlo ancora una volta, in mancanza di nomi, di volti, di informazioni certe sui futuri acquirenti non me la sento di caldeggiare un passaggio di proprietà che, in futuro potrebbe, persino, creare rimpianti. E non sarebbe neppure la prima volta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  51. byfolko - 2 settimane fa

    I maledetti Rotschild, si, proprio loro, i padroni della Federal Reserve, dove cazzo sono quando servono? I soldi li stampano direttamente essendo la FED praticamente una zecca privata, quindi almeno non mancherebbe liquidità…ahah…questi si’ che farebbero abbassare la cresta agli infami gobbi, con la loro pressochè infinita potenza economica che trascende stati e giurisdizioni. Da secoli. Altro che emiri arabi, magnati russi e tycoon cinesi,che al confronto dei Rotschild sembrano vu cumprà.
    Poi metterei Moggi come DS ombra senza ufficialità, ed il pazzoide Mourinho a guidare i campioni che arriverebbero.
    Nooo, mi sono svegliato, abbiamo ancora quel morto di fame di mano-retrattile alla Presidenza, Comi come direttore generale (il nome è azzeccato) ed il vulcanico Bava come DS, il quale ha acquistato….beh…nessuno, 0 acquisti. Tranne quell’altro cadavere di Verdi , e forse nemmeno lui, che entrerà in forma da poco prima di arrivare alla pensione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  52. dattero - 2 settimane fa

    Giusto steacs, se non sbaglio si chiama patto di riservatezza, se non tieni fede,oltre che troncare il tutto, paghi una penale,giusto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 2 settimane fa

      NDA = non-disclosure agreement

      Da wikipedia:
      In altre parole è un contratto attraverso il quale le parti decidono di non svelare le informazioni indicate dall’accordo. Esso crea una relazione confidenziale tra le parti al fine di proteggere qualsiasi tipo di segreto industriale, salvaguardando informazioni commerciali non pubbliche.

      Qualsiasi accordo, compravendita in cui girino “soldi” veri viene gestito in questo modo, ma pare che qualcuno qua non lo sappia o gli venga piú comodo far finta di non saperlo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  53. Andr - 2 settimane fa

    Ciao ciao Cairo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  54. Madama_granata - 2 settimane fa

    In risposta a Fede Granata.
    Già, siamo rimasti in pochi a ricordare “Mazzarri granata vita”, e via di seguito fiumi di elogi e complimenti..
    All’allenatore, però!
    Perché anche quando tutto pareva andasse x il meglio, ricordo bene dei post in cui, dopo aver esaltato la genialità e la bravura di Mazzarri, qualcuno concludeva con “Cairovattene!”.
    – Antipatia personale?
    – Invidia x l'”uomo di successo”?
    – Bisogno di criticare comunque e sempre, nel bene e nel male?
    – Autolesionismo? Bisogno di arrabbiarsi e soffrire sempre e comunque, perché se sei del Toro non puoi non arrabbiarti e non soffrire?
    Una cosa è certa: a ricordare alle persone ciò che hanno detto o fatto, a dire la verità, una verita “scomoda” per molti ovviamente, ci si fa detestare e si raccolgono quasi solo dissensi.
    Meglio dare tutta la colpa a Cairo!!
    Cairo che, come abbiamo detto e ripetuto, è quello che non
    ci mette solo parole e proteste:
    Lui ci mette “la faccia”, insieme al “suo” denaro.
    – Perdere la tramontana
    – Scagliarsi contro Mazzarri
    – Criticare e dileggiare ogni singolo giocatore
    – Mostrarsi “imbestialito” per il denaro che rischia di perdere
    – Fare “fronte unico” con i tifosi arrabbiati
    – Lanciare anatemi, minacce e male parole a tutti i suoi “dipendenti granata”
    Forse è questo il Presidente che molti tifosi vorrebbero!
    Un Presidente che “stesse dalla loro parte”, un Presidente rabbioso, grintoso, sanguigno, “incavolato”..
    Allora sì, che sarebbe un “Presidente da Toro”!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 2 settimane fa

      Io semplicemente vorrei un presidente che facesse il presidente. Non il dg, Ds, ufficio stampa, mental coach, allenatore e porta borse. Vorrei un presidente che parlasse e agisse da uomo di calcio. Vorrei un presidente che parlasse della nostra storia e creasse qualcosa. Una filosofia.un presidente che rimetta al centro i tifosi e la sua storia. Vincere(cosa mai fatta con lui per altro,) non mi interessa personalmente. Per vincere si deve creare qualcosa. Non basta dire ho rinforzato la squadra(a settembre). Non basta spendere 1/5/10 milioni.serve farlo con intelligenza. Per me Cairo potrebbe anche rimanere altri 20 anni se iniziasse a creare invece di parlare. Sa (a mio parere percarità) l unica cosa che gli ho sentito dire negli ultimi mesi che ha una logica calcistica? È la dichiarazione di mercoledì sera.” Sono tutti in discussione meno che l allenatore.” é una sveglia a tutti. Caposaldo la guida tecnica(l unica struttura professionistica che il Torino ha) poi viene il resto. Cmq… Ora cé il derby. Cé una squadra da incitare. Cé da riportare in alto i nostri colori.cé una stagione da raddrizzare e ne abbiamo ancora tempo. I tagli delle teste di presidente, Ds, allenatore si devono fare a bocce ferme. A marzo vedremo. Io la penso così.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. wendok - 2 settimane fa

      ho letto le varie diatribe relative ai pro e contro Cairo.
      Ma volevo farti una domanda semplice : dici ( come altri ) che non era il momento giusto, non era il caso, etc etc,… ma ti chiedo,… dopo 15 anni, non pensi che, constatati i risultati e la evoluzione non vi sia il caso di dire ” Basta “? Non è mai il momento giusto, in estate nella speranza di una campagna acquisti valida, a inizio campionato per il fatto di essere all inizio,… a poi, dai che l anno prossimo andrà meglio e magari qualche altra squadra fa peggio o rinuncia alla EL.
      Non credi che nella vita, nella coppia, nel lavoro, nelle amicizie ci DEBBA essere un momento per tirare le somme,.. fare la somma algebrica tra le cosa positive e negative, e non solo dal punto di vista economico. Anzi, proprio perchè di “tifo” il calcolo andrebbe fatto quasi esclusivamente sotto altri aspetti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 2 settimane fa

        Non so se ti riferisci a me wendok. Cmq la questione tempo per cambi di allenatore e cambi di proprietà ha un suo perché. La stagione é in essere. Mandare via un allenatore a stagione in corso nel 90% dei casi non fa svoltare la stagione. Fa solo da palliativo. Se si vuole cambiare una società si fa a risultati quasi acquisiti perché va ad incidere sul prezzo. Quindi chi compra e chi vende vuole avere chiara la situazione. Se cambierei? Direi che sono stato abbastanza chiaro su cosa manca al presidente per essere un presidente. Quindi si perché oramai dovrebbe aver capito dopo 15 anni cosa dovrebbe fare e non fa. E credo che non lo capirà mai.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. wendok - 2 settimane fa

          no…. a Madama

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Athletic - 2 settimane fa

      No, a me basterebbe un presidente che non facesse di testa sua, visto che in questi anni ha ampiamente dimostrato di non capire di calcio. E questa non è un colpa, ci mancherebbe, comincia ad avere colpa quando non prende provvedimenti. Qualsiasi persona dotata di buon senso sapeva che una volta andato via Petrachi, era necessario prendere un DS esperto e in gamba, e invece lui ha tappato il buco con chi aveva in casa, pazienza se non ha esperienza. Il mercato lo deve fare una persona competente per evitare di buttare via i soldi, per evitare acquisti sconsiderati all’ultimo minuto, per evitare di andare dietro al mister se sta facendo un errore, per stare vicino alla squadra, per capire chi è meglio resti e chi debba invece andare via. E invece no, figure di livello non ne abbiamo, ci pensa Cairo col suo socio Mazzarri. Bei risultati.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Innav - 2 settimane fa

      Quelli che esaltavono TDG erano in preda a oppiacei.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  55. steacs - 2 settimane fa

    Ho letto molti commenti sotto, sulla falsa riga che “non c’è nessuno che ci comprerebbe” e non posso non evidenziare che in Italia ci sia veramente un record di ANALFABETISMO FUNZIONALE, non lo dico per insultare compagni di tifo gratuitamente ma solo per dare evidenza di tale realtá, con amarezza, palese qua come in molti ambiti di questo Paese.

    Qualunque societá come un immobile, le automobili (per es quelle d’epoca), in generale oggetti con numero limitato di pezzi prodotti/disponibili si cedono esclusivamente con una TRATTATIVA RISERVATA.

    Il Torino Calcio è un pezzo unico, potrebbero esserci molti individui/societá/fondi interessati a comprarlo ma se non sanno che è in vendita non si palesano, parlo di compratori seri non di Ciuccariello e personaggi dubbi in cerca di pubblicitá!
    Anche in una prima fase per “sondare” l’acquisto, verificare le carte difficilmente sarebbe di pubblico dominio, tutta questa CERTEZZA che non ci sia nessuno chi ve la da?

    15 anni di Cairo sono serviti a renderci un “Chievo” qualunque (con simpatia e rispetto ma la storia di questo Sport è altra cosa), non si è creato valore con immobilii e progetti (emblematici i casi Fila e Robaldo) e per finire ha diviso in 2 fazioni in tifo (senza contare quelli a libro paga), eh si “un presidente difficilmente migliorabile”, rimaniamo con lui altri 15 anni, magari riusciremo a centrare una qualificazione di EL non di uffcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 2 settimane fa

      Vedi steacs io penso che questa cosa della vendita del toro sia lo specchio dell’ Italia, quando ci si abitua a mangiare merda si continua a mangiare merda.
      Così è in questo paese dove non si dovrebbe più andare a votare e pagare le tasse così é per il Toro dove dovrebbe essere cacciato via a calcio in culo sto pagliaccio.

      Ma è più comodo adeguarsi a sopravvivere…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. steacs - 2 settimane fa

        Si purtroppo è dai tempi del Gattopardo che anche quando si cambia lo si fa solo afifnché tutto resti come prima!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  56. sarino - 2 settimane fa

    In mancanza di alternative migliori con pregi e difetti Cairo presidente a vita. Però presidente non faccia più errori col Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. byfolko - 2 settimane fa

      A vita? Tipo ergastolo inflitto ai tifosi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Innav - 2 settimane fa

      Cairo birbantello!!! Perdonato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  57. RobyRaby - 2 settimane fa

    Non sono un complottista e non penso Cairo sia sprovveduto, quindi mettiamoci in testa che non venderà mai con le azioni in ribasso. Ma sia che voglia continuare sia che voglia vendere con profitto quello che deve fare è cambiare la dirigenza in toto, prendendo gente preparata e con le palle.
    Rimpiangiamo petrachi che secondo me era molto bravo, perché al netto delle chiacchiere le uniche differenze con l’anno scorso sono gli addii di Moretti ed il suo. E non penso Moretti incidesse così tanto, seppur Ottimo professionista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  58. Tororossogranata - 2 settimane fa

    Sono d’accordo ci lasci la voglia di tifare, un tempo il derby sapevi che poteva succedere qualcosa, adesso io stesso stasera mi guarderò qualcos’altro, questa squadra e questo spirito non mi appartengono…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. byfolko - 2 settimane fa

      Qualcosa succederà di sicuro. E non ci piacerà !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  59. policano1967 - 2 settimane fa

    Commento veritiero in tutto.ha analizzato in modo perfetto tutta l era cairo e il suo fallimento sportivo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  60. Fabio - 2 settimane fa

    In questo Forum l’argomento che tira di più, quello più dibattuto, quello tirato in mezzo anche quando non c’entra nulla è quello che concerne la Presidenza. Non amo scrivere articoli molto lunghi perché la capacità di lettura e la concentrazione del lettore non va oltre le 10 righe ma, sono costretto a farlo per chiarire una volta per tutte la mia posizione onde evitare insulti e accuse di “leccaculismo” endemico. Non ho alcuna simpatia per l’operato di Urbano Cairo e mi riferisco soprattutto alla sua conduzione nell’ambito dell’informazione. Mantiene personaggi di dubbio valore quali Lilli Gruber, Myrta Merlino, Gad Lerner, Santoro, Formigli, Floris, Telese, Parenzo, Emerenziana Panella detta Tiziana, solo per citarne qualcuno dei tanti che vedete su La7, che fanno della faziosità e della disinformazione di parte il loro scopo primario, e voglio anche aggiungere un certo Fubini, pennivendolo del Corriere della Sera. Non mi si accusi, pertanto, di partigianeria verso Cairo perché le sue decisioni relative a questo campo sono da me ritenuto una colpa grave. Tornando all’argomento Toro, neppure qui condivido molte delle sue scelte ma, come ognuno di voi potrà facilmente comprendere è molto meno facile fare quelle giuste. Tutto questo per dire che, come tutti, vorrei un Presidente con le caratteristiche che amo ma non penso sia possibile trasformare certi sogni in realtà. Quando lo si invita a togliere il disturbo lo si dovrebbe fare a fronte di nomi certi che lo possano sostituire, contano i fatti, contano le garanzie, conta la storia personale dei pretendenti, in mancanza di questo le parole restano tali. Io posso accettate di buttarmi da un aereo ma prima devo avere la certezza di indossare il paracadute, certo potrebbe anche non aprirsi ma questa, è una possibilità, buttarsi senza è una folle certezza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. byfolko - 2 settimane fa

      Non c’entra granchè con l’argomento principale, ma non resisto, devo assolutamente concordare sul
      fatto che gli pseudo ”intellettuali” sinistrorsi con villone citati da lei sono davvero schifosi, Parenzo e Lerner su tutti. Altro che TeleKabul. Il fatto che bracciamozze mantenga tale ribalda di cialtroni non è che un’aggravante. Proprio lui, che fa del capitalismo una ragione di vita. Ed anche questi finti comunisti prezzolati, peraltro (fanno del capitalismo una ragione di vita…)…ma il discorso sarebbe lungo e non è questa la sede.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Garritano - 2 settimane fa

        In effetti Lerner e Parenzo appartengono a un “certo popolo” e tutto si spiega, a proposito di usurai, di banchieri americani che hanno in mano la globalità dei mercatie e che scatenano guerre e distruzioni di altri Paesi semplicemente premendo il bottone finanziario e di usurpatori di terre altrui.

        Qualcuno in tempi passati, l’ha chiamata “La cricca internazionale”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. policano1967 - 2 settimane fa

      Diciamo ke nel suo lavoro cerca di migliorarsi sempre e ambizioso e la7 lo dimostra ma nn solo.ha ingaggiato giornalisti conduttori di valore riportando la7 alla ribalta e cerca di investire ancora seguendo il famoso progetto di crescita.la7 era indebitata di brutto.trovi ke per il toro abbia attuato lo stesso progetto?eppure i debiti erano azzerati.la verita e ke con lui si partecipa alla serie a.nn ambimo a nulla.si vive per nn mori.sinceramente e meglio ke venda

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Capitan serpente - 2 settimane fa

      A Cairo manca solo di partecipare alle riunioni segrete x non dire di peggio del gruppo bilderberg a quel punto allora si che qualcosa deve cambiare a tutti i costi……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  61. sarino - 2 settimane fa

    Sangue Granata da tre. Generazioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  62. sarino - 2 settimane fa

    Garritano irresponsabile ho la shiena ben dritta gobbo tu e tutta la rubentusmerde. Non son qui a litigare con nessuno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Andreamax - 2 settimane fa

      Ma lascialo perdere, sarino, non merita nulla, FORZAVECCHIOCUOREGRANATA!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  63. steacs - 2 settimane fa

    STADIO VUOTO fino alla vendita della societá, non ci sono piú alternative, meglio ripartire dalla B con una nuova proprietá che abbia un progetto che questo vivere alla giornata che non ci ha portato da nessuna parte in 15 anni: 15 anni sono una era geologica per uno sport che ne ha 160!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. byfolko - 2 settimane fa

      Sono d’accordo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Capitan serpente - 2 settimane fa

        Anch’io.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  64. dattero - 2 settimane fa

    Molto acuta la metafora del buon padre di famiglia,davvero incisiva. Chiarizia,lei è un bravo opinionista

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  65. Calogero - 2 settimane fa

    Tutto vero e condivisibile, ormai siamo stufi di 26 anni di nulla, probabilmente Cairo è un ottimo manager, ma di sicuro non è un buon presidente per una società di calcio. In 15 anni di gestione non è mai riuscito a centrare nessun obbiettivo, si è accanito a difendere cause perse, come quella di Mazzarri che sono indifendibili. L’unica ambizione è stata quella del bilancio in attivo, per quanto lodevole non si può che trattare di un aspetto marginale. Affrontiamo l’ennesimo derby con la paura, dopo 15 anni la direzione di Urbano Cairo non è stati capace di colmare il gap con la compagine bianconera, per non parlare dell’attuale campionato in corso con le dirette concorrenti. Dopo 3 lustri di una conduzione insoddisfacente sarebbe il caso di mettersi da parte e di passare il testimone a chi ha molta più fame e determinazione perché credo fermamente che continuare con questa direzione continuerà a dissipare tifosi e a non produrre alcun risultato, potrebbe andare peggio, ma la voglia di determinare un cambiamento importante alla lunga potrebbe essere il vero stimolo necessario alla svolta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  66. dattero - 2 settimane fa

    Come sempre articolo coraggioso e realistico.l’attuale proprietario sta x essere smascherato,è legato a triplo gol di ferro con quella famiglia da noi tanto vituperata. Messo li x normalizzarci, per spegnerci lentamente,ma costantemente. Ultima prova,il robaldo, fermo da tre anni e mezzo. Chi vuol credere che sia solo colpa del comune,faccia pure. Oltretutto, stravolta, con l’affaire blackstone, di aceto nell’insalata ne ha messo davvero troppo. Vada via,a coloro i quali dicono compra tu il Toro, vuoi mica fallire ecc..va tutta la mia cristiana pietà

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  67. turin - 2 settimane fa

    premesso che non sono un fan di cairo, che credo abbia contribuito ad amplificare la distanza tra la situazione attuale del club e i valori eterni del granatismo, ritengo bisogni guardare la situazione con un po’ più di calma. l’articolo di chiarizia ha, a mio modesto avviso, un merito e un demerito, visto che si tratta di un’opinione espressa dalla colonne di una testata giornalistica e non al bar. il merito è quello di sottolineare la mancata crescita della società, cioè la mancanza di quel punto di svolta che noi tifosi granata attendiamo da anni. cairo o non lo vuole questo punto di svolta, oppure non ce la fa ad operarla. una terza ipotesi non c’è. a questo punto, secondo chiarizia, si pone il problema se cairo debba o meno continuare a detenere la proprietà del toro, e qui cominciano le lacune dell’articolo, deficitario totalmente di ipotesi di soluzioni in proposito, facendo scadere l’analisi di chiarizia da giornalismo a semplice malessere da avventore da bar. perché la questione della proprietà del toro, specie in questo momento, è cosa seria, è cosa che agita fortemente l’umore di tutti noi tifosi. e non si agitano gli umori dei tifosi senza prospettargli almeno una ipotesi di soluzione. Noi, visto che nella vita quotidiana siamo attesi da altre occupazioni e preoccupazioni, non possiamo sapere se esistono potenziali altri acquirenti o meno. noi possiamo solo attendere da chi per mestiere dovrebbe andare a caccia di giornalisti e formulare ipotesi, cioè i giornalisti, una traccia sulla discutere e, eventualmente, compattarci per fare massa critica. Il club è un bene prezioso, e ha già rischiato una volta di scomparire. Prima di agitare il problema cairo, che è evidentemente un problema, si cerchi una possibile soluzione a tale problema. Il giornalismo è una cosa seria, non un superficiale esercizio di faciloneria verbale. Noi tifosi meritiamo rispetto, da cairo e dal giornalismo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata69 - 2 settimane fa

      Bravo, eccellente analisi della situazione. Io non sono pro Cairo a prescindere, ma il Toro in mano a cinesi, indonesiani,arabi o americani vari,per cui sarebbe niente più di un giocattolo,nel migliore dei casi, non ce lo voglio. Perché in mani italiane migliori di quelle di Cairo non mi sembra ci sia la possibilità che finisca.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Garritano - 2 settimane fa

        Eh si, Cairo è veramente il miglior presiniente che si possa desiderare: per lui parlano i risultati sportivi do 16 anni di soddisfazioni e di gloria, nonchè la perfetta efficienza dirigenziale e organizzativa della società.

        Gaute la nata, accontentista 2.0.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  68. tric - 2 settimane fa

    L’inesistente mercato della società è una fesseria. Doveva dire l’irrazionale mercato della società e quindi dei “tecnici” della squadra. Il secondo errore è affidarsi a Tutti i santi, oggi che è il giorno dei Morti … !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  69. Marchese del Grillo - 2 settimane fa

    Chapeau, Vincenzo, per l’analisi lucida e, soprattutto, per il coraggio. C’è una sola cosa che in 15 anni non è mai cambiata al Torino fc. Ed è un fatto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  70. Mimmo75 - 2 settimane fa

    Il contenuto dell’articolo non fa una piega ma non concordo sulla soluzione. O meglio, capisco il forte desiderio di cambiamento societario che è anche il mio. Tuttavia questo può avvenire in due modi, non solo con l’addio di Cairo. Il presidente, il pessimo presidente che abbiamo va messo sotto pressione affinché dia una svolta alla sua gestione perseguendo anche il risultato sociale e non solo quello economico e sportivo ( per quest’ultimo ci sta provando, giusto ammetterlo). Questo pessimo presidente è un eccellente amministratore e nel calcio del fair play finanziario è un valore aggiunto da non buttar via, a volte decisivo come abbiamo già potuto provare per ben due volte negli ultimi anni. Il vero problema siamo noi tifosi, come già lo siamo stati in passato in vicende ben note. Ha ragionissima Chiarizia quando punta il dito contro la mancata contestazione al presidente. Non ci sono giustificazioni di sorta a questa mancanza di palle del nostro tifo organizzato. Se si sono fatti anestetizzare da Cairo (uso il se perché fatico a credere a certe dinamiche disfattiste che vedrebbero la curva sotto schiaffo del pres) è colpa del poco amore verso il Toro. I primi responsabili dell’andazzo attuale siamo noi tifosi che non contestiamo la società e che disertiamo lo stadio ma siamo pronti a lapidare il poveraccio che Cairo ci da in pasto ciclicamente. Sveglia, voi che siete sul posto. Sveglia cazzo. Teniamoci Cairo ma mettiamolo sotto pressione: se vuole il Toro deve accettarne onore e oneri rispettando, coltivando e facendo rispettare ai giocatori i valori che contraddistinguono la nostra storia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pedro - 2 settimane fa

      Bravo Mimmo cerchiobottista cuordileone: la colpa è dei tifosi in particolare di quelli di Torino. OVVIO. Salutami il genio in panca.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Garritano - 2 settimane fa

      Una curiosità, visto che si capisce che sei chiaramente a libro paga del giornalaio.

      Almeno lo stipendio ne vale la pena, altrimenti non si spiegherebbe la marea di c….te che continui a postare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  71. Fede Granata - 2 settimane fa

    Pensare che quando il Toro giocava le partite di EL tutta la maratona inneggiava a gran voce Mazzarri..mica tanto tempo fa…Ora non so cosa si sia rotto in quello spogliatoio…Brava Madama la penso come lei. Chissà Cairo quanto è incaz….I soldi sono i suoi in fondo ma deve prendersi le sue colpe per gli errori di questo anno. Senza DS da Serie A…Senza centrocampisti ..smembramento della Primavera ecc ecc il primo di una lunga serie…Spero che stasera non si fischi dal primo minuto se no è la fine per i giocatori. FORZA RAGAZZI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  72. Fb - 2 settimane fa

    Cioe‘… a criticare sono buoni tutti…

    E‘ quando bisogna fare che uno come Cairo fa, magari sbaglia ma fa, e uno come questo critica, non fa cosi non sbaglia, ma critica

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pedro - 2 settimane fa

      Metti la sua foto sul comodino

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Garritano - 2 settimane fa

        …e baciala ogni giorno in senso di rispetto!!!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  73. gabemorett_449 - 2 settimane fa

    Non condivido il parere di coloro che pensano che la colpa sia di Cairo o di Mazzarri. La colpa e’ dei giocatori. Cairo ha dato a tutti quelli che erano in scadenza un buon aumento, ha acquistato Laxalt e Verdi, anche se come e’ solito in ritardo di quanto si sperava. Dalla partita con i Volves tutto e’ andato storto. E’ come ci fosse una sveglia che ha tolto ai giocatori la fede in se stessi. Il problema non e’ la societa’, sono i giocatori che non vedono un futuro. Si puo dire che Mazzarri non li motiva piu’. Ma io penso che gli adulti, e questi giocatori sono adulti, non bambini da tener per mano, devono avere un traguardo professionale. Io ne prenderei uno e lo manderei in serie B, facendo ben sapere che la societa e’ pronta a perdere soldi pur di liberarsi di un giocatore. E lasciamo perdere Chiellini. Chi nel Toro che attualmente gioca, non nel passato ma nel presente, puo’ essere un esempio di professionalismo? Non fatemi ridere e puntare su Belotti che non ha mai fatto vedere una continuita’ di rendimenti.
    Magari Moretti, ma non gioca piu’.

    Alla tifoseria manca la logica, il cuore e’ importante, ma a volte usare il cervello non fa male.
    Gabriele Moretti un tifoso dal 1947
    Indio California

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. byfolko - 2 settimane fa

      Ricordo che se i giocatori non vedono un futuro la colpa è proprio della società, quindi del Presiniente, che non ha un progetto ma tira a campare spendendo il meno possibile per il coma farmacologico cui ci sottopone da 1 decennio + 1 lustro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 2 settimane fa

      È il cervello dei tifosi che ha fatto si che in 15 anni non abbiamo raggiunto alcun risultato sportivo? Sono pochi 15 anni? Cairo é meritevole di cosa?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Garritano - 2 settimane fa

      Si vede che, a furia di tracannare il vino di Napa Valley, il cervello te lo sei bevuro e con lui i ricordi della Storia Granata.

      Ciao gobbo del 1947.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  74. Pedro - 2 settimane fa

    Grande Vincenzo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fb - 2 settimane fa

      Si, grande Vincenzo?

      Che lo compri lui il Toro o che lo trovi lui un altro presidente, prima di criticare quello che abbiamo

      Guardati il monte stipendi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pedro - 2 settimane fa

        E ricordati di pagarli

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 2 settimane fa

        Il monte stipelo paga con gli introiti dei diritti tv, che i suoi predecessori non hanno avuto il piacere di incassare. Quindi almeno prima di parlare fare due conti?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. RFgranata - 2 settimane fa

          Allora Davide compriamolo noi tifosi il ns TORO tanto tutti insieme non dovremmo mettere molti soldi a testa poi tutto il resto si paga coi diritti tv e mettiamo Chiarizia presidente che ha le idee chiare io ci sono x un azionariato popolare tu cosa ne pensi?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  75. Madama_granata - 2 settimane fa

    Ma c’è ancora qualcuno che “tifa” anche x questo Toro un po’ malato??
    A leggere i commenti dell’articolo di Chiarizia pare che ormai l’unica cosa che interessa ai co-tifosi è fare scappare Cairo.
    Il Toro passa in secondo piano!
    Facile, troppo facile tifare solo quando si vince!
    Per me il vero torinista la sua squadra la sostiene sempre, specialmente nei momenti più difficili, e siamo a poche ore dal derby.
    Fuori luogo x me questo articolo, e soprattutto sbagliati i tempi.
    Prima si gioca il derby, cercando di mantenere l’ambiente più sereno possibile, per non mettere ancora più in difficoltà dei giocatori già di per sé piuttosto incerti e confusi, poi ci sarà tempo per i dissensi e le critiche.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata69 - 2 settimane fa

      Brava Madama Granata, è veramente un articolo ridicolo oltre che fuoriluogo visto il momento. Come se Cairo, noto per essere un perdente, sia contento della situazione. Gli sta sulle palle come a tutti noi,con la differenza che noi spariamo parole in libertà da una tastiera, mentre lui deve misurare quello che gli esce dalla bocca e soprattutto non gioca con i soldi del monopoli come facciamo noi tifosi, compra quello, vendi quell’altro. Semmai la colpa che gli do nel dopo Ventura è di aver accontentato troppo gli allenatori con acquisti insensati come Niang,Zaza, Verdi … e non venitemi a dire che li ha voluti lui …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BACIGALUPO1967 - 2 settimane fa

      Gentile signora condivido anche le virgole del suo post.
      Complimenti.
      Fvcg

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Pedro - 2 settimane fa

      Fantascienze granata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. maxx72 - 2 settimane fa

      Buongiorno signora, le dico solo una cosa: chapeau! Anche io condivido in toto il suo post anche se so già che minimo mi becchero del provocatore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 2 settimane fa

        Una cosa ho dimenticato: sono d’accordo con tutti e 2 i suoi post.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. BACIGALUPO1967 - 2 settimane fa

        Ciao Maxx oggi comunque presente urlare PDM al portoghese, allo scommettitore, al simulatore, e a tutti i PDM non colorati presenti allo stadio non ha prezzo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 2 settimane fa

          Ciao Fratello, grazie per essere allo stadio, spero con tutto il cuore che riuscirai a vedere una gran partita! Ed è vero: quella sensazione non ha prezzo!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BACIGALUPO1967 - 2 settimane fa

            Maxx fratello e pensa che uno ha messo l’unlike al mio post…
            Juve merda

            Mi piace Non mi piace
    5. Garritano - 2 settimane fa

      Madama, questa è la cairese: non mischi il sacro con il profano, per cortesia.

      Non basta comprare dai lodisti una maglia granata e farla indossare a dei mercenari guidati da un altro mercenario per essere chiamati “Toro”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. RFgranata - 2 settimane fa

        Ciao Garritano compriamolo noi il TORO cosa ne pensi? FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  76. byfolko - 2 settimane fa

    Il mio sogno rimarrà l’acquisto del Toro da parte della Ferrero, ma rimarrà appunto un sogno. Una ventina di anni fa avevo letto dell’interesse di JPMorgan…beh…in quel caso mi sarei ”accontentato”…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 2 settimane fa

      Si forse Ferrero della samp potrebbe essere interessato.
      La famiglia Ferrero di Alba non entrerà mai nel mondo del calcio al pari della famiglia Lavazza.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. byfolko - 2 settimane fa

        Abito li’, per questo dico che rimarrà un sogno. Il Grande Vecchio ed il figlio, grandi tifosi granata, sono morti. Il secondo figlio vive tra Belgio e Montecarlo e penso non sappia nemmeno che il Toro esista. La vedova ereditiera. a quanto ne so, non è interessata al calcio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  77. byfolko - 2 settimane fa

    Quando dico che Cairo deve vendere ed andarsene, i soliti fenomeni rispondono ”gne gne e allora perchè non lo compri tu”? Ma porca puttana mica l’ho obbligato io a comprare il Toro, poteva starsene ad Alessandria a zappare. Invece è arrivato, e con lui 15 anni di disastri e di nulla totale. Se davvero , come auspico, mettesse ”la società”(si fa per dire, non è una società, sono 4 improvvisati contando segretaria e magazziniere) in vendita, gli acquirenti non mancherebbero, e fra loro forse potrebbe anche esserci qualcuno con i soldi veri e che abbia voglia di spenderli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 2 settimane fa

      Gli acquirenti non mancano?? Mi scusi, ma lei dal 1994 in avanti dove ha vissuto??? Goveani
      Calleri, Vidulic, Cimminelli…….Questi sono gli acquirenti che non mancano… Purtroppo lo dice la storia. Io non adoro Cairo, lui è un imprenditore il cui successo è davanti agli occhi di tutti ma nel calcio in 15 anni non ha imparato nulla. Tuttavia è l’unico che ha gestito onestamente e economicamente senza sbavature questa società è paradossalmente di meglio al momento non abbiamo. Chi voleva bene al Toro ha avuto 25 anni e una miriade di occasioni per farsi avanti, nessuno si è mosso e lo hanno lasciato fallire non per acquistarlo a 0 euro, lo hanno lasciato fallire per affondarlo e basta. Anche io penso che Cairo abbia fatto il suo tempo ma al momento la storia dice che del Toro frega solo a noi tifosi…Spiace dirlo ma le cose oggi stanno così..ben felice di essere smentito..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. byfolko - 2 settimane fa

        I vari Goveani etc., si sono fatti avanti perchè l’acquisto presentava una società a pezzi ad un prezzo stracciato, ecco perchè gli acquirenti seri non si sono visti, troppi rischi.
        Con questa società, che fa schifo da qualunque prospettiva ma con i conti a posto, le cose sono molto diverse rispetto al 1994 che Lei cita.
        Però per essere acquistati è necessario che il padrone decida seriamente di vendere, ed a quanto pare bracciamozze non ha ancora lucrato abbastanza sulle vestigia di quella che un tempo fu una squadra gloriosa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Garritano - 2 settimane fa

        E la smetta di scrivere le solite c….te e metta in moto il cervello.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  78. 996zet_13657878 - 2 settimane fa

    comprati l’alessandria così recuperi i seggiolini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. byfolko - 2 settimane fa

      Eh eh :)I

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  79. abatta68 - 2 settimane fa

    Ambizioni… progetti… risultati… cos è il toro e cosa dovrebbe diventare. Questo vorremmo sapere da cairo e dopo 15 anni siamo sempre qui ad aspettare. Scusate ma qualcuno di voi ha mai sentito il nostro presidente esprimere pubblicamente un sogno che riguardi il toro? A parte banali constatazioni, siamo fermi “al toro più forte degli ultimi 30 anni”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  80. 996zet_13657878 - 2 settimane fa

    VENDI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  81. El Flaco 1971 - 2 settimane fa

    Mah….Cairo sarà pure colpevole di tutto ciò che gli viene imputato ma alla fine, dopo Sergio Rossi, chi abbiamo avuto?
    E la squadra?
    Dal 1980 in avanti ricordo un bel campionato con Bersellini, uno con Radice, i primi due con Mondonico (non è che quella squadra di campioni giocasse poi così bene…) e pochissimo altro. Tranne le punte del Grande Torino, qualcosa sul finire degli anni 60 ed il primo Toro di Radice, per il resto siamo sempre stati da sesto/settimo posto quando le squadre erano 16.
    Però….. però anche con Cuttone, Vullo, Bertoneri, Berggren, Ezio Rossi,….alle merde davamo comunque fastidio e spesso ce li mangiavamo pure.
    E allora non è forse che in campo ci vanno i giocatori?
    Cosa è successo a Iago ed a Izzo dopo che han firmato il rinnovo?
    Dovevamo prendere De Paul…. già…. mah….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  82. Innav - 2 settimane fa

    Poi questo personaggio oramai da di matto: Le cacate fatte a livello finanziario col Toro da un paio d’anni a questa parte lo hanno portato probabilmente a non avere nemmeno piu’ la liquidita’ per pagare puntualmente i giocatori.
    Parliamoci chiaro: questo con petracchio faceva dei giri strani con sti pacchi comprati all’estero ma aveva sempre un ritorno economico fatto di plusvalenze arretrate. Non le ah piu’. Cosa pensate di aspettarvi a giugno, quando per pagare il Verdi deve vendere il N’Koulou o peggio ancora il Gallo? E’ questo il famoso Presidente di cui ha bisogno il Toro? Ha tentato di fare il salto ma non ce la fa ne’ economicamente e meno professionalmente: si puo’ dire che di calcio e gestione societa’di calcio SA UNA EMERITA CIPPA? Allora c’e’ di peggio? Si, ma c’e’ anche di meglio e a questo punto la maggior parte in questi ambienti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  83. Granatissimo1973 - 2 settimane fa

    Caro Veyser..che ti devo dire? La speranza è l’ultima a morire pero’ insomma dopo 13 anni pure quella vacilla…cmq sul Forza Toro e sullo jm tranquillo…mi troverai sempre concorde al 100%!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  84. Innav - 2 settimane fa

    Finalmente qualcosa da Toro su questa testata.
    Per mani di forbice non ci sono altre uscite che trovare qualcuno a cui interessi il business calcio, ma lo sappia fare, non come lui.
    Cosa puo’ ancora tagliare al Toro per renderlo come una delle sue aziende? I palloni a meta’. E’ una delle poche societa’ tra A e B a non avere nulla di proprio, nulla; siamo usciti dalla sede contenitore da qualche anno, ma vi rendete conto? Il Toro Societa’ non ha NULLA di proprieta’; ma cosa cacchio puo’ pretendere da un compratore vero? Il parco giocatori? Ma chi glieli valuta? Ma cosa vende? ARIA?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fa71 - 2 settimane fa

      É riuscito pure a tagliare in due le curve. Piú di cosí. I palloni a metá rotolassero lo avrebbe giá fatto. A posto siamo…davvero.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  85. Toro Forever - 2 settimane fa

    Qualunque cosa, ma basta agonia. Pietà per favore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  86. Granatissimo1973 - 2 settimane fa

    Veyser, capisco i tuoi timori su un ipotetico dopo Cairo e, ti assicuro, sono anche i miei.

    Ma come ho scritto qui sotto, tutto sta nel capire cosa si vuole nella vita.

    Ti va bene un Toro che oscilla tra tranquilla salvezza, salvezza un po’ piu’ travagliata, ottavo posto, una volta ogni 5 anni qualificazione all EL per essere poi eliminati ad Agosto?

    Ti va bene una volta ogni dieci anni tornare in B? Perche’ con Cairo prima o poi il patatrac risuccedera’ fidati, e speriamo non sia questo l’anno buono…

    Ti va bene vincere il derby una volta ogni 20 anni?

    Ti va bene non riuscire mai in 13 anni ad andare oltre gli ottavi di coppa Italia?

    Se ti va bene tutto questo devi solo sperare che Cairo invecchi come presidente del Toro.

    Se vuoi provare a rialzare veramente la testa ci vuole gente nuova.

    Questi dopo 13 anni sono fatti, c’e’ poco da fare, non lo dico con gaudio figurati, ti illustro la situazione per quello che è. Nuda e cruda.

    Poi fai te…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Veyser - 2 settimane fa

      Ti ringrazio innanzitutto per la risposta educata…. Era ora…. Dopodiché non ne faccio una questione di rialzare o no la testa…. Riguardo lo scorso campionato e ripenso ai tanti punti fatti, abbiamo battuto squadre che erano anni che arrivavano a Torino e portavano via punti…. Poi aggiungo che per rialzare la testa come tu scrivi guarda che non bastano i 200 milioni che ha speso il Milan…. e guarda dove è in classifica ma sopratutto guarda quanto è indebitati…. Guardo la Fiorentina, tutto questo entusiasmo, poi vediamo a fine campionato dove saremo noi e dove loro…. Ultimo punto…. Il Toro in B con Cairo presidente non ci andrà più, sarebbe lui il primo a rimetterci ed è troppo intelligente per farlo succedere…. Buona vita fratello Granata e jm sempre

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Garritano - 2 settimane fa

        Ha volutamente dimenticato l’Atalanta, guarda caso…!!!

        Il che dimostra abbondantemente la sua malafede e la sua parzialità verso un filibustiere che sta distruggendo tutto il possibile, Giovani e Primavera compresi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  87. Fb - 2 settimane fa

    Compralo tu il Toro, Chiarizia, e poi vediamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 settimane fa

      Mettilo il vendita il Toro in maniera seria e poi vediamo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  88. Granatissimo1973 - 2 settimane fa

    Tra 50 anni se si continua cosi’ a Torino ci sara’ solo una squadra e qualcosa mi dice che non sara’ il Torino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. byfolko - 2 settimane fa

      Anche meno…con Edward Mani di Forbice già ce n’è una sola da anni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  89. Granatissimo1973 - 2 settimane fa

    Il dopo Cairo è un mistero.

    Ma il Toro di Cairo è questo, ovvero se va benissimo arriviamo in EL (piu’ facile ai preliminari) per andare fuori bene che vada (ma proprio bene) agli ottavi.

    Se va male ci salviamo a stento.

    Se va malissimo come nel 2009…l’anno dopo si gioca di sabato.

    Il derby…lasciamo perdere, troppo triste parlare dei derbiy nell’era Cairo…oggi poi..

    Vincere la coppa Italia? ma dove? Pure li’ massimo traguardo sono gli ottavi.

    Ecco..il Toro di Cairo è questo, lo dicono 13 anni di fatti non di opinioni.

    Vi va bene cosi’? E allora cairo è il presidente giusto.

    Non vi va bene’ Volete qualcosa di piu’ e di meglio?

    Ci vuole un’altra proprieta’. Fine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Veyser - 2 settimane fa

      Granatissimo ti seguo nel discorso e ti chiedo di implementarlo con qualche altra informazione… Chi ha vinto lo scudetto e la coppa Italia in questi 13 anni??? Quali squadre saranno??? Più o meno sempre le solite o giù di lì… Una coppa Italia l’ha vinta pure Mazzarri pensa un po’

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 2 settimane fa

        E quindi? Di certo noi non siamo fra queste. Vogliamo andare avanti così?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Veyser - 2 settimane fa

          Perché con un altro presidente hai questa certezza? Sei un mago? C’è chi spende 200 milioni ed è dietro di noi in. Classifica…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Innav - 2 settimane fa

            Chi?

            Mi piace Non mi piace
          2. ddavide69 - 2 settimane fa

            Io no ho certezze ma dopo 15 anni di nulla mi piacerebbe davvero vedere se ci sia di meglio. Se uno ha un lavoro sicuro da settecento euro al mese e deve mantenersi, dopo aver visto che non c’è modo che salga prova a fare altro.

            Mi piace Non mi piace
          3. Garritano - 2 settimane fa

            L’Atalanta ha forse speso 200 milioni…???

            Si faccia furbo, cairota e non si limiti a citare i soliti esempi di comodo.

            Mi piace Non mi piace
  90. Veyser - 2 settimane fa

    Presidente non dia retta ai gufi che di Toro ne hanno masticato poco… Resista e continui anche a piccoli passi a migliorare il nostro Toro…
    I Chiarizia e quelli della sua forza saranno dimenticati molto in fretta, mentre di Urbano Cairo e la storia del TORO ne parleranno i nostri nipoti tra 50 anni…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 2 settimane fa

      Commenti come questi sono ridicoli.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Veyser - 2 settimane fa

        Bischero guarda che anche di te e di me tra 50 anni non si ricorderà nessuno mentre di Cairo si ricorderanno tutti i tifosi del TORO…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 2 settimane fa

          Si ricorderanno del tipo che ci ha portato all oblio

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Veyser - 2 settimane fa

            Se per oblio intendi essere dimenticati perché non vinciamo nulla, guarda che è così per le restanti 19 squadre della serie A, e per noi del TORO sono 43 anni di oblio…
            Per fortuna c’è chi tifa anche senza vincere niente…

            Mi piace Non mi piace
        2. ddavide69 - 2 settimane fa

          Venti anni fa eravamo più di due milioni di tifosi, ora forse arriviamo a uno. Andando avanti così Fra cinquanta anni avremo i tifosi del chievo. Per me è una prospettiva di merda.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. abatta68 - 2 settimane fa

      La storia di questo torello fc non la racconterei ai miei nipoti nemmeno la notte di Halloween! I miei ricordi sono altri, di altre squadre, altri personaggi, altro tifo, altro contesto. Io ho visto vincere uno scudetto al comunale appeso alle scalette dei cessi, annegato in una marea di 70mila persone. Vedere il torello fc oggi per me è come andare in curva per vedere Moncalieri-trofarello, in una curva maratonina che non si capisce nemmeno quel che dice. Negli anni 80 in inverno si buttava la neve negli altoparlanti per zittire la pubblicità, oggi ci mettono due ore di canzoncine, almeno qualcuno canta in sto stadio..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. byfolko - 2 settimane fa

      Chi sei, il cognato di Cairo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Garritano - 2 settimane fa

      Ahahahahahahah.

      Le manca solo più di baciargli le mani (e qualcos’altro), come nel Padrino, e poi sarà un picciotto baciapile perfetto!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. sylber68 - 2 settimane fa

      Non ti insulto perché vorrei incontrarti e insultarti dal vivo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  91. Fabio - 2 settimane fa

    E’ facile stare all’opposizione, è facile dire che son sempre gli altri a sbagliare, è facile dare giudizi e non mettersi nelle condizioni di esser giudicati. Chi assolve a questo compito non da una grande prova di coraggio perchè il coraggio è cosa del tutto diversa ed opposta. E’ facile vincere facile, frase che non ha nulla di Granata e che, personalmente, lascio volentieri ad altri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  92. ddavide69 - 2 settimane fa

    Quindi per paura di avere una proprietà diversa, non necessariamente migliore o peggiore, rimaniamo nel limbo finché Cairo vorrà, ringraziandolo per il provincialismo al quale ci ha almeno temporaneamente condannati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  93. Granat....iere di Sardegna - 2 settimane fa

    Il timore che dopo Cairo ci sia il rischio di soggetti non all altezza economica è legittimo e giustificato dal fatto che nessuno si sia presentato per acquistare la società o lo abbia fatto senza arrivare alle cifre pretese dal presidente (perché secondo me qualche sondaggio c è stato). Ma se mai il presidente dovesse decidere di lasciare possiamo stare tranquilli sul fatto che chi subentrerà sarà economicamente forte perché Cairo non cederà la società a un prezzo simbolico. Il problema però non è neanche questo. Il problema è darsi una struttura e un management adatti a gestire una squadra di calcio che aneli a migliorare il proprio profilo sportivo senza andare in bancarotta. Cairo ha curato soprattutto l aspetto economico finanziario ma non si è dotato di un gruppo dirigente che si occupasse con competenza del primo aspetto. Ed è un errore che tutto sommato ha fatto solo col Toro,forse anche per risparmiare. Nella gestione delle sue aziende editoriali invece si occupa solo della parte economico finanziaria, lasciando a professionisti l aspetto editoriale, con risultati che mi sembrano inconfutabili. Insomma al Toro ci vorrebbe un gruppo dirigente calcisticamente competente a cui venga affidato un budget compatibile con le proprie risorse ma anche un miglioramento del profilo sportivo. Potremo avere anche uno sceicco ricco sfondato ma se non si ha una struttura adeguata ci sarebbero sempre gli stessi problemi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 settimane fa

      Mi sembra che dopo quasi 15 anni ormai tutti abbiano avuto modo di comprendere fino a che punto si possa soingere Cairo a sostenere il Toro. La struttura, la squadra, lo stadio e il centro sportivo. Guardiamoci in faccia e non prendiamoci in giro, l aspetto economico è importante, ma qui invece di esserne il mezzo è diventato il fine. Ma ti stai accorgendo che stiamo sparendo?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granat....iere di Sardegna - 2 settimane fa

        Davide scusa ma siete tarantolati? Non mi pare di aver scritto che va tutto bene, anzi. Ho solo voluto dire che non è tanto importante chi sia il presidente ma come lo fa. Io Cairo lo critico per come (non) fa il presidente. Penso sia ovvio che se lo avesse fatto meglio non saremmo qui a dirgli di andarsene. La svolta, con o senza Cairo, si può avere solo se si mette mano alla struttura manageriale. Poi che sia un altro a farlo conta poco. Il dato di fatto è che Cairo non lo ha fatto e non sembra interessato a farlo e questo, di per sé, è motivo sufficiente per farsi da parte.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  94. Granatissimo1973 - 2 settimane fa

    Ricordo il titolo di un editoriale di Marco Cassardo dell’anno scorso:
    “Il Toro è una squadra di perdenti ed è tutta colpa di Cairo”.

    Basta difendere Cairo perche’ se va via lui chi lo compra il Toro.

    Sarebbe come continuare a stare con una donna che ti fa le corna tutti i giorni pero’ cavolo…se lascio lei chi mi piglia?

    Io sono di Firenze, anche qui a Firenze da anni si era capito che con i Della Valle era finita.

    Ma tanti continuavano a difenderli perche’ tanto chi vuoi che la compri la Fiorentina, quante volte ho sentito i miei amici viola dirmi “ma chi tu voi che ci pigli?”.

    Bene, dopo la dura contestazione dell’anno scorso i Della Valle si son decisi a dire la parola magica: “vendiamo” e tempo una paio di mesi la Fiotrentina l’ha comprata Commisso.

    Come andra’ con questa nuova proprieta’ non si sa, magari tra tre anni qui rimpiangeranno i “braccini marchigiani”.

    Pero’ vi assicuro che l’aria nuova si è sentita, nuovo entusiasmo, gia’ definito il progetto per creare un centro sportivo all’avanguardia, una vera cittadella viola.

    Il nuovo stadio che per Commisso è una priorita’, uno stadio di proprieta’, cosa che nel Toro di Cairo pare fantacalcio.

    Una squadra nuova, ancora in costruzione.
    Ma i giocatori ci sono, un buon mix di giovani bravi come Castrovilli e uomini di esperienza che fa ben sperare.

    Un direttore sportivo come Prade’ che noi ce lo sogniamo…

    Insomma, a Firenze la sensazione è di essere in movimento…dove andra’ questa Fiorentina è da vedersi ma i lunghi viaggi injiziano sempre dal prinmo passo.

    Ecco..in confronto a tutto cio’ il Toro sembra una foresta pietrificata.

    Ora io non so come si dice in torinese “chi vuoi che ci pigli” ma insomma…
    se continuiamo a pensare che il prblema del Toro sia quello che siede in panchina facciamo davvero come lo stolto che guarda il dito quando il saggio indica la luna.

    Il problema è colui che siede in tribuna, ed è arrivato il momento che lui per primo capisca di essere il primo problema del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gior_425 - 2 settimane fa

      Avere come presidente un gobbo di merda sta bene a tutti i viola? Vediamo quanto durerà…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pedro - 2 settimane fa

        Perché il nostro non è gobbo?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Il_Principe_della_Zolla - 2 settimane fa

        A te sta bene di averne uno del Milan da 15 anni, spiegaci cosa cambia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. gior_425 - 2 settimane fa

          Se per te le merde ed il milan sono la stessa cosa puoi anche tifare inter

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Il_Principe_della_Zolla - 2 settimane fa

            Non rispondi alla domanda, e spari la solita caxxata. Con gente come te è come versare acqua su di una pietra, a te Cairo va benissimo.

            Mi piace Non mi piace
  95. ToroMeite - 2 settimane fa

    Articolo a questo punto assolutamente necessario ed imprescindibile. Un GRAZIE a Vincenzo Chiarizia!
    Chi nel corso di tanti anni non sa coltivare, ma brucia ripetutamente entusiasmi e passioni di una Piazza cosí importante come quella Granata ora si faccia giustamente al piú presto da parte.
    change.org #TOROcerchiamounpresidente

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  96. RFgranata - 2 settimane fa

    Quanti di noi fratelli siamo disponibili a mettere dei soldi x il ns TORO? Dai tutti insieme al grande Vincenzo che io propongo come presidente. Su sig Chiarizia porti avanti il progetto di azionariato popolare io sono con Lei FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  97. ddavide69 - 2 settimane fa

    Condivido ogni sillaba.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft+Bresciani - 2 settimane fa

      Anche io!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  98. Fabertoro - 2 settimane fa

    Sig Chiarenza … scriva sui muri dei cessi degli autogrill!!! Oppure può cambiare lei ” padrone” e passare a situazioni più agevoli . Fate fürb

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sylber68 - 2 settimane fa

      MAVAIAFFANCULO

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. gior_425 - 2 settimane fa

      Secondo me cerca un posto a ruttospork

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  99. Madama_granata - 2 settimane fa

    Questo signore è sicuramente il peggior opinionista di Toronews.
    Questa affermazione io la esprimo però “solo a nome mio”.
    Questo signore parla al plurale, invitando Cairo ad andarsene.
    Chi è questo signore x parlare a nome dei tifosi del Toro ?

    – “Venda, CI saluti, CI lasci andare in pace, CI restituisca il piacere di tifare, di soffrire e di sognare”.
    – “Anche se i granata dovessero vincere la stracittadina di domani, la esorto a vendere la società. Potremmo finire in mani peggiori, ma forse anche migliori. Tutto è possibile”.
    – “Com’è possibile che non ci sia stata una sola presa di posizione della curva, né un comunicato della stessa, per sottolineare l’inesistente mercato della società”

    – Io il piacere di tifare, soffrire e sognare non l’ho mai perso.
    – E non vorrei proprio, dati i nostri precedenti presidenti, finire in mani peggiori, solo x togliere alla fazione di tifosi pro-Chiarizia la soddisfazione di cacciare via Cairo.
    – Affermare poi che il Toro sotto Cairo non è migliorato, dalla serie B ad oggi, mi sembra una menzogna lapalissiana, che è sotto gli occhi di tutti.
    È vero che a tutti i tifosi (in questo caso, ma solo in questo, parlo anche io a nome di tutti) piace vincere: tutti vorrebbero un Toro ai vertici, con coppe e trofei.
    Non so però quanti sarebbero felici di finire in mani peggiori, di ritrovarsi magari un presidente più “sanguigno”, pronto a comprare e fare debiti, ma a rischio di un nuovo fallimento.
    E quanti sarebbero disposti a tornare in altalena, tra la A e la B?
    – E “l’inesistente mercato della società” di cui parla il giornalista corrisponde ai 25 milioni spesi x Verdi, più gli altri 17 (? Non ricordo di preciso) di Laxalt e al costo del portiere di riserva.

    Ogni tifoso ha una sua idea rispettabile, in questo caso pro o contro Cairo.
    Però non è accettabile che il sig. Chiarizia, per dar forza al suo parere, si avvalga di
    menzogne e verità distorte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 2 settimane fa

      Be… Leggendo le opinioni di altri utenti direi che chiarinzia non é solo a chiedere a Cairo di andarsene cara madamin. Ci sta che usi il plurale. Poi che sia cosa giusta o sbagliata é un altro paio di maniche. Ma così a naso sono Ben pochi quelli che si terrebbero stretto u. C.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 2 settimane fa

        Come ho ben precisato “ogni tifoso ha una sua idea rispettabile”, caro Monsu!
        E leggendo le opinioni di altri utenti direi che molti sono i tifosi che chiedono a Cairo di non andarsene.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 2 settimane fa

          E quindi Chiarizia ha tutto il diritto di farlo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Madama_granata - 2 settimane fa

            Certo!
            Ma esprimendosi in prima persona, a nome suo, come stiamo facendo noi.

            Mi piace Non mi piace
    2. fabrizio - 2 settimane fa

      abbiamo gli occhi foderati di “prosciutto Cairo”…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. sylber68 - 2 settimane fa

      Ma finiscila

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  100. MV - 2 settimane fa

    Aggiungo che il bello dei complottisti è che hanno una risposta per tutto e si danno sempre ragione.
    In questi anni nessuno si è mai fatto avanti? “Eh, mettilo in vendita e poi vediamo”.
    Cairo lo mette in vendita e non si presenta nessuno? “Eh, ma Cairo lo avrà spaventato chiedendo un prezzo folle”.
    A discutere così siamo bravi tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pedro - 2 settimane fa

      Anche a dire sempre le solite trite e ritrite minkiate

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  101. giancasortor - 2 settimane fa

    “potremmo finire in mani peggiori,o forse migliori…” a me basta questa frase finale per capire che tutto il resto dell’articolo sono parole al vento,venderlo a chi? Potrebbe arrivare Ferrero come si auspica da anni,ma siamo sicuri che poi invece della nutella non ci arriva er viperetta?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  102. 1401637 - 2 settimane fa

    Tu invece sarai servo di qualcuno che vuole ancora una volta affossare quel poco che rimane del Toro.Un bel salto nel buio e proprio ciò che ci manca…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  103. RFgranata - 2 settimane fa

    Bravo Vincenzo proponiti come presidente di un azionariato popolare io metto 1000 euro dai fratelli vediamo quanti siamo e seguiamo il buon Chiarizia FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 2 settimane fa

      Ciao RFgranata, guarda che se tocchi l’argomento saccoccia non fai molta strada. Io ci starei…Ma quanti altri?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. RFgranata - 2 settimane fa

        Ciao fratello maxx mi sa in pochi xché sei l’unico che mi ha risposto ma mi sa che è giusto il detto che “son tutti buoni a fare i culattoni con il culo degli altri “ FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 2 settimane fa

          Infatti fratello, infatti…Ma ti posso garantire che in un azionariato popolare io sarei il primo a partecipare…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  104. Bischero - 2 settimane fa

    Questa paura nel domani senza Cairo che molti hanno non L ho mai capita. Il toro si autofinanzia oramai da 8 anni. Chi ha la forza di presentarsi con 120 milioni per comprare la società non avrà sicuramente problemi a gestire il club. Se dopo 15 anni di calcio Cairo non ha ancora capito un po’ di cose evidentemente non le vuole capire perché stupido non é.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata227 - 2 settimane fa

      Beh ma è statistica, come ho detto sotto per un’atalanta ci sono molti più milan, bologna, sampdoria ecc che sono rimaste mediocri dopo il cambio di dirigenza o altre che sono finite in disgrazia come catania, palermo ecc.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 2 settimane fa

        Guarda… Io ho scritto un commento ieri dove elencavo a mio avviso le problematiche che ha questa proprietà. Io non ne faccio una questione di soldi. Quello é un discorso a parte. Ne faccio un discorso di progetto tecnico. Di modo di gestire una squadra di calcio. Siamo senza dirigenza. Siamo Senza strutture e l unica che abbiamo é figlia di un associazione. Siamo Senza politica per i tifosi e la nostra storia. È molto lungo il discorso. Il problema non é urbano Cairo come capacità economica. Il problema é il modo di fare e lavorare che ha. È un a centrato re che non si fida di nessuno se non di se stesso. Non delega se non si fida e prima che ne trova uno che gli vada a genio ci va un attimo. Il toro che conosciamo (quello stabilmente in a con risultati dignitosi) lo ha costruito petrachi con l aiuto di ventura. Tutto é partito da lì. Fosse solo per Cairo saremmo a cittadella veramente. Parli di altre realtà. Chiaramente il rischio cé. Ma si tratta di cattivi presidenti cge hanno soldi ma non sono grandi manager. Tanto facciamo solo parole inutili. Non mollerà l osso. Ha solo da guadagnarci in sella al toro a meno che la piazza si ribelli di brutto o arrivi un imprenditore facoltoso che faccia un offerta publica tramite media. Ma così a naso non sarebbe credibile.i personaggi di livello non hanno bisogno di spinte e pressioni mediatiche per portare in porto una trattativa. Comisso Zang hanno concluso a riflettori spenti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata227 - 2 settimane fa

          E chi ha parlato di soldi? Saputo non ha soldi? Elliot? Squinzi non ne aveva? E i pozzo? È ovvio che la questione a livello societario è più complessa, ma rimame il fatto che nei cambi di proprietà più recenti (10/15 anni) sono più le volte in cui non è cambiato niente o in cui è cambiato in peggio. Perciò secondo me è più che normale che ci sia scetticismo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Bischero - 2 settimane fa

            Visto che non é cambiato niente Come dici allora tanto vale provare. Mal che vada invece di arrivare ottavi o noni arriviamo dodicesimi.poi magari sbaglio eh. Ci mancherebbe.

            Mi piace Non mi piace
  105. fabrizio - 2 settimane fa

    La pubblicita’ e’ lanima del commercio. Se lo metti in vendita qualcuno lo trovi…. ma il nostro non e’ scemo e finche’ non sara’ in perdita (o smettera’ di dargli visibilita’) non lo vendera’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  106. fabrizio - 2 settimane fa

    Ottimo articolo. Un mero elenco dei fatti sarebbe stato molto piu’ tagliente come articolo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  107. MV - 2 settimane fa

    Ma poi si dice: non sappiamo se non c e un compratore, non abbiamo la controprova. La controprova c è. Ripeto, nel 2005, quando il Toro era “gratis”, CHI si è presentato? CHI??? Dov erano allora gli sceicchi, i cinesi, la Red bull? E perché dovrebbero comparire ora???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 2 settimane fa

      Perche’ adesso c’e’ una societa’ sana e non c’e’ niente da ricostruire (e di questo bisogna darne atto a Cairo).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 2 settimane fa

      Nel 2005 non c’è stato tempo per fare nula, neppure una fidejussione da 10 milioni sono riusciti a coprire, non ci hanno permesso di fare come aktre società che stanno ancora pagando debiti alle banche oggi. Per mettere in vendita un club non basta gridarlo ai 4 venti, cosa che peraltro Cairo non fa, ma bisogna affidarsi a professionisti. Addirittura oggi ci si affida alle agenzie per vendere um appartamento, figuriamoci riuscire a vendere una società di calcio, ma cerchiamo di pensare con la nostra testa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Andreamax - 2 settimane fa

        Io ricordo la fideiussione fantasma di 1 milione, non 10 sbaglio?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  108. wally - 2 settimane fa

    qualcuno si ricorda Sergio Rossi?
    Qualcuno si ricorda chi lo ha contestato e cacciato?
    Qualcuno si ricorda chi è venuto dopo?..
    Beh.. Auguri..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Andreamax - 2 settimane fa

      Sergio Rossi l’ho incontrato una volta al mare in Toscana e non ho osato salutare, ancora oggi me ne rammarico, grande persona e grande Presidente, che qualcuno ha voluto cacciare, ma d’altronde sono riusciti a cacciare anche PIANELLI……..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. sylber68 - 2 settimane fa

      Ecco continua in questo letamaio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Andreamax - 2 settimane fa

        Caro Sylber, siamo coscritti, quindi tu hai passato anni e anni e anni di disastri calcistici, dalla fine di Pianelli, ai Gerbi, De finis e compagnia cantando,forse i nostri fratelli di virus sono troppo giovani?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. sylber68 - 2 settimane fa

          Caro mio questi giovanotti non sanno minimamente cosa fosse il Toro, non hanno visto un cazzo. Si accontentano di un venditore di fumo, 15 anni di nulla. Non riesce neanche a finire il Filadelfia per 4 soldi. Mentre i cani dall’altra parte in pochissimo tempo son riusciti a fare campi da calcio scuole alberghi. Lui non è riuscito neanche a fare un chiosco per un paninaro. E c’è gente ancora quassopra che lo adora, o si caga addosso (ma chi viene, chi ci compra) mavaffanculo se ci fosse ancora la maratona di 30 anni fa quando andavamo noi, questo manco più a Torino entrava altro che allo stadio.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Garritano - 2 settimane fa

          “Andreamax – 15 ore fa
          L’unico buco che conosco e’quello del tuo cervello, io ne ho 75”

          Dici di averne 75 ma dichiari di essere coscritto di sylber68, quindi dovresti averne 51!!!

          Ecco perché sei solo un falso, bugiardo e bavoso gobbo di m…. puzzolente.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  109. Giankjc - 2 settimane fa

    Articolo sostanzialmente perfetto.
    A parte la domanda retorica sulla Maratona.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  110. commercial_9666663 - 2 settimane fa

    Ma scusate, veramente secondo voi esiste un pazzo disposto ad investire sul Toro? E secondo voi se esistesse non si sarebbe in qualche modo fatto avanti? Intendo un presidente da “passo avanti” non in goveani…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toronelcuore - 2 settimane fa

      Perché secondo te uno che vorrebbe investire sul Toro sarebbe un pazzo? Siamo però sicuri che l’altro lo metterebbe in vendita?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. commercial_9666663 - 2 settimane fa

        Si sarebbe un pazzo
        Ottavo bacino
        Nono pubblico
        Stadio non di proprietà
        Tifoseria superba e perennemente contestatrice) e non parlo delle contestazioni a Cairo ma a Pianelli, Sergio Rossi, ecc
        Si, un pazzo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Toronelcuore - 2 settimane fa

          Sai il bacino e il pubblico lo crei con i risultati. La tifoseria fosse perennemente contestatrice il nano sarebbe a casa da un po’. A noi tifosi del Toro se ci pensi in fondo ci basterebbe poco per incendiarci. E poi sai, i migliori imprenditori sono quelli che investono in tempo di crisi. E quindi lo stadio di proprietà si potrebbe fare ed averne un ritorno economico. Quindi alla fine i pazzi rimaniamo io, te e tutti i fratelli, ma di questo colore granata. FVCG

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 2 settimane fa

      gli americani hanno comprato la roma, il bologna, l’inter, il milan.. tutti in mano straniere …

      possibile che non riesci a far rivivere la storia del calcio italiano col toro?

      hanno venduto il wolverhampton.. il leicester zio bono, ai thalandesi e vinto una champions league, che cazzo ha fatto il leicester nella storia del calcio!?!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata227 - 2 settimane fa

        E infatti a roma è #pallottaout un giorno sì e l’altro pure! Il bologna da quando c’è saputo ha fatto il salto di qualità? Il milan?
        L’unica è l’Inter (e io ci aggiiungo l’atalanta), ma lì si parla di un mercato diverso, siamo onesti, per abbonati, ascolti ecc.

        Sulle squadre di premier poi… le neo promosse fatturano quanto il napoli.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  111. MV - 2 settimane fa

    Mi piace poi questo desiderio di azzerare tutto nella certezza che non potrà andare peggio. L ultima volta che l ho sentita, suonava “Guerra unica igiene del mondo”, ed è finita con milioni di morti
    PS A chi usa come modello Comisso faccio notare che è tifoso della Juve dichiarato e che resisterebbe da noi senza contestazioni per un paio di settimane. Per carità, anche Cimmi era gobbo: qualcuno forse rimpiange quei tempi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  112. prawn - 2 settimane fa

    Non male Chiariza, davvero non male avere il coraggio di scrivere un articolo cosi’ su un sito del padrone.

    Putroppo non sapremo mai se Cairo rimanda al mittente gli acquirienti o se proprio nessuno ci vuole (Cosa che dubito)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  113. Fantomen - 2 settimane fa

    Lui pensa che fare il presidente e come fare l’album panini ……vi rendete conto che la nostra società non ha una sede, non ha un ds ha un campo di allenamento che se non portasse il nome Filadelfia sarebbe da abbattere talmente è fatto male è tenuto peggio …….abbiamo fisioterapisti dottori callisti magazzinieri giardinieri ecc talmente sottopagati che danno un servizio pari ad una società di bassa serie B …….ma. Come può pensare. Di stare tra i professionisti con la BBC……bava barile e comi ……in A si è sparsa la voce che al toro siamo messi come il Gubbio…..e quelli buoni da noi non verranno più ……..anzi se ne andranno tutti i migliori……..ragazzi sta volta non nascondiamoci dietro il solito cambio del mister ……..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. morantony - 2 settimane fa

      aggiungerei che l’unica squadra al mondo che dovrebbe avere un museo con una leggenda da raccontare ha invece un PRESINIENTE che non spende 4 soldi per completare il progetto Filadelfia con annessa Sede e MUSEO.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  114. GlennGould - 2 settimane fa

    Pur avendolo spesso criticato,
    apprezzo questa sera il fatto che abbia scritto ciò che pensa; non che in passato non l’avesse fatto, ma stasera era cosa per nulla semplice, visto il contenuto dell’articolo. Riuscire ad essere sempre intellettualmente onesti e schietti è decisamente una virtù.
    Che a Chiarizia di certo non manca.
    Macte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  115. Granatissimo1973 - 2 settimane fa

    Cairo domani ennesimo derby perso gia’ in partenza, il derby piu’ scontato d’Europa…noi ci siamo rotti le scatole, quello che mi sorprende e che non te le sia rotte tu.

    Ma chi te lo fa fare?
    Ti piace perdere? Sei masochista? Prendi esempio dai Della Valle a Firenze, dopo un po’ si sono rotti di sentirsi dire Della Valle fuori dalle palle e dalle palle si son tolti davvero.

    Tu quanto resisterai a sentirtelo dire prima di cedere?

    Meritiamo di piu’ caro Urbano Cairo.

    Il Toro è Storia e Leggenda del calcio…non uno dei tuoi giornali o delle tue riviste… vendi e vattene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  116. Baltimora - 2 settimane fa

    D’accordo su tutto ma…chi ci compra???comment_parent=0

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. morantony - 2 settimane fa

      Ma se non lo metti in vendita chi può mai comprarlo???

      Ma tocca mica ai tifosi trovare un acquirente? A Firenze Commisso non l’ha portato la Fiesole..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. commercial_9666663 - 2 settimane fa

        No si è portato da solo, si è fatto avanti… Chi cavolo si è fatto avanti Lee il Toro? Manco i cinesi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  117. 1401637 - 2 settimane fa

    O finalmente qualcuno che vuole prendere il posto di Cairo. Compriamo il Toro io metto 100 euro :Chiarizia tu quanto metti ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. commercial_9666663 - 2 settimane fa

      Io arrivo a 200… Vedrai che tra tutti quelli che qui si lamentano sempre (che saranno una trentina) altri 1.000 euro arrivano… E siamo a 1.300

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  118. sylber68 - 2 settimane fa

    FINALMENTE CHIARIZIA, FINALMENTE. LA PSEUDO MARATONA NON PUÒ FARE COMUNICATI CONTRO IL CAIRO. TUTTI SAPPIAMO IL PERCHÉ, TUTTI… FINALMENTE, CAIRO SPARISCI!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  119. PignaL - 2 settimane fa

    Bravo Vincenzo Chiarizia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  120. Il_Principe_della_Zolla - 2 settimane fa

    Il commento più normale sarebbe “Io sto con Chiarizia”. Ma il più logico è, finalmente Chiarizia sta con me, con noi che da anni andiamo ripetendo che questo presidente deve andarsene, il grande dilapidatore di un sogno e un’identità uniche al mondo.
    L’unica ingenuità (voluta?) dell’articolo è il riferimento all’ignavia della curva Sebastopoli, ex-Marartona. Via Cairo, anche lì si tornerà a respirare aria nuova.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. morantony - 2 settimane fa

      qualcosa si muove grazie a Dio e questi commenti mi danno convinzione!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  121. Granata227 - 2 settimane fa

    Mah, io guardo semplicemente ai cambiamenti societari che ci sono stati negli ultimi anni: atalanta a percassi e inter a zang (ma la seconda fa parte di una categoria economica completamente diversa) sono gli unici esempi virtuosi; il resto, a memoria, sono macerie o quasi. Bologna a saputo niente di che, samp a ferrero idem, così come a cagliari (vedremo se quest’anno cambia qualcosa), milan a cinesi o elliot lasciamo perdere. Il genoa lo metto a parte perché non si capisce fino a che punto percassi faccia finta o meno, così come ai tempi faceva a palermo l’esoneratore folle (e sappiamo come è andata a finire).
    Adesso vediamo come si comporta commisso a firenze, anche se è servita una salvezza all’ultima giornata per permettere la vendita da parte dei della valle, sennò domanda e offerta non si incontravano mai.
    Poi io non dico che un cambiamento sia da escludere a prescindere, ma tutta questa certezza che chiunque al posto di cairo farebbe meglio è proprio da fessi. Prima dei 15 anni di cairo ce ne sono stati un’altra decina persino peggiori.
    Detto ciò io per mia natura non vendo casa se non so ancora dove andare a dormire, ma non ho nulla contro chi ha un approccio più avventuroso del mio. Ma è questa certezza che avete in molti che chiunqie al posto di cairo vada meglio non la capisco proprio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 2 settimane fa

      L’articolo diceva di metterlo in vendita, dopo di che si può sapere 1) quanto chiede il presisniente 2) se ci sono o meno dei compratori. Se non ci sono, come per ogni articolo, deve abbassare il prezzo, perchè vuol dire che chiede troppo. Non è difficile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata227 - 2 settimane fa

        Ma questo è indubbio, il punto (mio, non dell’articolo) è un altro: posto che si trovi un accordo per la vendita, anche fosse per un euro, tutta questa certezza che per il toro vada meglio con “chiunque non si chiami urbano cairo” non esiste. Anzi, guardando i recenti cambi di proprietà sembra molto più probabile il contrario. Non vuol dire che non si può fare o chiedere sia chiaro, ma vantare un risultato probabile o sicuro è sbagliato.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Toronelcuore - 2 settimane fa

      Rispetto il tuo pensiero. Ma sai cosa non sopporto più di quell’uomo? Le sue cazzate e balle cosmiche che ogni anno ci smena. Pensa che noi tifosi siamo tutti dementi? Queste sono sue frasi: abbiamo la difesa più forte addirittura di quella degli strsciati, la squadra è difficilmente migliorabile, Ribery non ci serve e potrei andare ancora avanti (pensa che queste sono solo quelle di quest’anno). Mette un DS che non esiste, continua a fare lui il calciomercato (acquistare un centrocampista è surreale?). Dai, basta, for di bale.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata227 - 2 settimane fa

        Ma guarda hai più che ragione, io non do da tempo più il minimo valore alle sue promesse o dichiarazioni. Ma faccio lo stesso con tutti i dirigenti della serie a, magari giustamente non tutti le ascoltate ma la pasta è sempre la stessa, da torino a catania (e cito a malincuore catania non a caso, purtroppo per me).

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Toronelcuore - 2 settimane fa

          Effettivamente sono ormai tutti politicanti e alla fine chi se la prende in quel posto siamo solo noi poveri tifosi illusi. E noi granata possiamo considerarci Tifosi con la T maiuscola. FVCG

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  122. Capitan serpente - 2 settimane fa

    Complimenti un articolo impeccabile che illustra alla perfezione quello che il tifoso del Toro in questo momento vuole più di ogni altra cosa al mondo cioè un nuovo presidente che metta la gloria di questa unica società davanti a tutto e tutti. Un abbraccio ai fratelli Granata. Quelli veri intendo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  123. morantony - 2 settimane fa

    nCerto che a ripensare a tutte le balle che ci ha raccontato in 14 ani si rischia l’ulcera… mi piacerebbe fare un post dove raccoglierle tutte e poi aggiungerle a questo articolo meraviglioso.
    Ho idea che qualcosa inizia a muoversi e per colui che dice sempre “DIREI BENE”… a sto giro inizia a “DIRE MALE”.

    CHIARIZIA FOR PRESIDENT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toronelcuore - 2 settimane fa

      Il problema è che continua ad esserci gente che crede ancora alle balle del personaggio. Spero vivamente che se iniziano a esserci su TN questi articoli qualcosa si muova in senso negativo per il burattinaio “strisciato”. Dai. Possibile che lui non possa maiessere contestato?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. morantony - 2 settimane fa

        ha esagerato, stavolta le balle sono state troppe e l’onda lo travolgerà, lui che vive di immagine si farà da parte e poi chissà…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  124. Forvecuor87 - 2 settimane fa

    Per quanto riguarda Mazzarri mi sarei aspettato l’esonero subito a partita finita con la Lazio anche se a 3 giorni dal derby.
    In questi giorni oltre alla delusione totale mi sono fatto tante domande una in particolare mi affligge da qualche giorno come un chiodo fisso, a parer mio il Ruolo di Petrachi non è stato affidato alla persona giusta. Bava sarà anche una persona seria, competente e che ha fatto bene nel vivaio ma non mi da l’impressione di essere adatto ad un club di serie A. E poi non si vede mai. Non so nemmeno che voce abbia…. detto questo tristezza totale per tutto.
    Tanta tanta delusione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  125. jimmy - 2 settimane fa

    C’è bisogno di una scossa ambientale come avvenne nel 2005 con l’arrivo di Cairo, al momento regna lo sconforto e il disinteresse per una squadra che sistematicamente fallisce ogni obiettivo da anni. E non può essere sempre colpa dell’allenatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  126. Andreamax - 2 settimane fa

    Chiarizia chi?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Garritano - 2 settimane fa

      Urbano chi????

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Andreamax - 2 settimane fa

        Garritano chi?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  127. Roland78 - 2 settimane fa

    Complimenti Vincenzo. Finalmente si parla chiaro, anche se dubito il suo monito venga ascoltato. Ma io, con tutto il cuore, spero di sì.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  128. MV - 2 settimane fa

    Chiarizia, te lo dico con simpatia: fatti furbo, che è ora. E studia la storia del fallimento del 2005, con la fila di compratori che si strappavano di mano “l’affarone” rappresentato dal “Toro a 0 euro”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Garritano - 2 settimane fa

      Questa è la migliore della settimana, detta poi da uno che la storia del fallimento Cimminelli 2005 nemmeno la conosce, diventa comica allo stato puro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. marione - 2 settimane fa

        Sono poveri stupidi che credono ad un contaballe. Non è che si può pretendere

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Andreamax - 2 settimane fa

        L’unico buco che conosco e’quello del tuo cervello, io ne ho 75 e quindi ripeto, stai muto POPPANTE, e vai a nanna col biberon, vai

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. prawn - 2 settimane fa

      it’s better to burn than fade away caro amico granata e noi ci stiamo proprio dissolvendo in un nulla di societa’. l’ho sempre detto, era meglio fallire e sparire dalla faccia della terra che questo schifo.

      l’ultimo toro decente era quello di borsano, che piaccia o no

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. MV - 2 settimane fa

        Ecco, mentre voi sognate di fallire e bruciare intensamente, io vado allo stadio a presidiare la mia posizione

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Marcogol - 2 settimane fa

        prawn rispetto la tua idea (del cazzo secondo me), siccome il toro non appartiene solo a te la soluzione è semplice, smettila di tifare e dedicati ad altro, è come se per te sparisse il toro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. prawn - 2 settimane fa

          la tentazione e’ alta, non ti preccuppare, non duro ancora molto, il triathlon mi piace molto di piu’

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. sylber68 - 2 settimane fa

      Ma studia te la storia che è meglio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  129. fedy - 2 settimane fa

    Finalmente uno che scrive cose sensate!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  130. amoidoors69 - 2 settimane fa

    Vincenzo ti voglio bene. Non parlo del giornalista ma dell’uomo. Un uomo granata come noi, stanco, deluso e ancora speranzoso di vedere i nostri colori vincere e combattere con orgoglio sempre e comunque. Cairo vai via e ricominciamo tutti insieme

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  131. Mario66 - 2 settimane fa

    Bravo Chiarizia concetti chiari e ampiamente condivisibili. Cairo ha fatto il suo tempo se mai ne ha avuto uno. A ben guardare e considerando che i soldi che ha investito se li è ampiamente ripresi l’unico soggetto ad aver vinto è proprio lui. Naturalmente al buon Cairo nulla importa degli altri ma solo del suo interesse personale (esclusivamente economico). Adesso passi la mano senza volerci guadagnare tanto sopra e arrivederci. Sono sicuro che il nostro TORO possa essere ancora appetibile e qualche imprenditore alla Commisso lo potremmo trovare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  132. sarino - 2 settimane fa

    Stronzate al momento meglio di Cairo c’è il vuoto. Chi cazzo viene a fare il presidente del Toro nel regno degli Agnelli?????? Cari tifosi granata teniamoci stretto il nostro presidente almeno la serie A la mantiene. Forza Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Garritano - 2 settimane fa

      Ecco che la schiera dei servi e dei gobbi viene in soccorso al padrone.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. marione - 2 settimane fa

      Potrebbe venire direttamente Agnelli e non questo contaballe

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. gior_425 - 2 settimane fa

        Se ti piace vincere facile una pseudo squadra con agnelli presidente c’è già nell’hinterland

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Stufodellamediocrita' - 2 settimane fa

      Quest’anno la rischiamo pure…meglio un giorno da leoni che cento da pecore…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. fedy - 2 settimane fa

      Tu meriti di marcire in serie B con Urbano

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Cecio - 2 settimane fa

      Ancora con sta storia della supremazia degli agnelli? Lo volete capire che il calcio non è più un affare campanilistico? Agli agnelli non frega una mazza di cosa succede al Toro, i soldi li fanno in giro per il mondo, non a Torino!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  133. Stufodellamediocrita' - 2 settimane fa

    Credo che Chiarizia interpreti il desiderio di molti di noi…con Cairo siamo condannati alla mediocrità….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  134. Garritano - 2 settimane fa

    Articolo da incorniciare, da stampare sui volantini e da distribuire in tutto il Grande Torino e in tutti i Toro Club d’Italia.

    CAIRO, COMI, BARILE E TUTTO L’ORGANIGRAMMA DI YESMEN, SERVI DEI GOBBI, FUORI DAI COGLIONI, VIA DAL TORO E DA TORINO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. morantony - 2 settimane fa

      Hai ragione questo potrebbe essere il manifesto della LIBERAZIONE, da stampare e distribuire a tutti a iniziare da domani sera allo stadio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Kieft+Bresciani - 2 settimane fa

        Condivido pienamente!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Kieft+Bresciani - 2 settimane fa

      Condivido pienamente !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. gior_425 - 2 settimane fa

        allora fatelo… poi se vi serve sapere dove si trova lo stadio del Toro c’è googlemaps

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  135. BIOFA70 - 2 settimane fa

    Sottoscrivo parola per parola.
    Il problema di qualunque società di calcio e di altre situazioni è sempre e solo chi ha le leve del comando.
    Ma la vera domanda è una sola.
    Chi sarebbe interssato ad acquistare una società che vive ormai solo al passato con tifosi in maggioranza anziana totalmente oscurata dalla squadra di venaria??
    Per vendere bisogna che ci sia qualcuno che vuole compreare.
    Semplice ma dannatamente complicato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 2 settimane fa

      Le possibilità sono due:

      1) La società produce utili e allora ha un valore di mercato
      2) La società non produce utili e allora il valore scenderà fino a tendere a zero e a zero qualcuno la compra, direi anche prima.

      Ci sarebbe una terza possibilità, che Cairo ci metta dei soldi in perdita, ma è più probbaile che sbarchino i marziani in Piazza San Carlo e lo comprino loro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Garritano - 2 settimane fa

      Vedi risposta sottostante.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  136. Nero77 - 2 settimane fa

    Belle parole,ma un potenziale acquirente che investe dove lo troviamo?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Garritano - 2 settimane fa

      Che lo metta subito in vendita sul mercato e poi vediamo se non si presentano degli aquirenti, visto che la società é sana, senza debiti finanziari e con i bilanci perfettamente in ordine.

      E finitela una buona volta di fare i servi di Urbano e di aggrapparvi sempre alle stesse frasi fatte, trite e ritrite.

      Avete proprio rotto i coglioni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. sylber68 - 2 settimane fa

      Tu non ti preoccupare, che lo metta in vendita poi vediamo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  137. FS84 - 2 settimane fa

    Articolo MAGISTRALE, grande Chiarizia, tutto da sottoscrivere e nulla da aggiungere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Kieft+Bresciani - 2 settimane fa

      Concordo pienamente!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy