Il tempo delle mele

Il tempo delle mele

Rubriche / Torna Prima che sia troppo Tardy: “Proprio non riusciamo ad uscire dalla mediocrità caratteriale”

di Enrico Tardy

Nella scena conclusiva dell’omonimo e delizioso filmla protagonista viene abbracciata dal suo spasimante con in sottofondo una musica dolce e melensa a sancire il momento d’amore tra i due. Noi tifosi siamo proprio come la bella Sophie Marceau, ma se con la musica stonata che spesso ci fanno ascoltare Verdi e soci ci “ammosciamo”, ci rinnamoriamo con i dischi del passato, quando andiamo all’indietro negli anni, e ricordiamo il tempo che fu. Nove sconfitte – nove – a metà campionato o poco più, proprio non riusciamo ad uscire dalla mediocrità caratteriale. Quella tecnica conta, certo, ma contro il Sassuolo conta certamente meno di quella mentale. Non ne usciamo, gli errori sono sempre i medesimi, le chiacchiere post gara anche. Trovo sinceramente imbarazzante il silenzio della società: dite qualcosa?!

Neppure un commento, che non sia, dobbiamo “continuare così”(raramente) oppure il “ci è mancata la cattiveria” o similari (molto spesso). Tutto il Toro vive in anestesia totale, senza sussulti, senza palpitazioni, senza Toro… Tutto uguale come i casermoni di Berlino est ai tempi della DDR, senza un fiore, tutto grigio ed uguale. Ci siamo veramente stufati, anzi, peggio, siamo quasi indifferenti! Mazzarri ha azzeccato una mossa nella partita con il Bologna, immediatamente la ripropone la gara successiva dimenticando che ogni gara fa storia a sé. Il tutto senza una logica apparente, anzi una c’è, entrambe le volte Verdi ha giocato male. Il mister è così (un allenatore normale), ormai lo conosciamo, penso che sia perfetto per il contesto del Toro made in Cairo . Vuoi calciatori? Il campo non va bene? Fatti sentire, sei un allenatore verso fine carriera e fai l’aziendalista fino alla fine (che brutta espressione…scusate)?

Un po’ di coraggio! Una volta tu, ma non solo, abbi coraggio di uscire da questo limbo di sedazione caratteriale e se il capo ti caccia amen, ci lascerai un bel ricordo. Tutti in fila a testa china. Non occorre essere chissà chi per fare delle osservazioni e rilievi quando non ti garbano delle situazioni. Così facendo, seppur per ragioni differenti, finiremo come alcune società di calcio di serie A, di fatto senza pubblico (vedi Sassuolo appunto).

Special in the air, dreams are my reality, the only kind of real fantasy, illusions are a common thing, I try to live in dreams.


Avvocato penalista, appassionato di calcio (ha partecipato al corso semestrale di perfezionamento in diritto e giustizia sportiva presso Università di Milano), geneticamente granata, abbonato al Toro da circa trent’anni.

Disclaimer: gli opinionisti ospitati da Toro News esprimono il loro pensiero indipendentemente dalla linea editoriale seguita dalla Redazione del giornale online, il quale da sempre fa del pluralismo e della libera condivisione delle opinioni un proprio tratto distintivo.


1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. suoladicane - 1 mese fa

    nemmeno un commento, proviamo un po’

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy