Quel che non si vede

Quel che non si vede

Prima che sia troppo Tardy / Torna l’appuntamento con la rubrica di Enrico Tardy: “È curioso, discutiamo di un nuovo presidente (che non c’è), di grinta (che non c’è), di attaccamento alla maglia (che non c’è), di una società (che non c’è), di gioco (che non c’è)”

di Enrico Tardy
tardy

Il Toro di oggi è una entità illogica e senza forma.

Noi tifosi siamo qui a vedere spettacoli più o meno indecenti che comunque ci garantiscono l’ultimo posto nel girone di ritorno con ben quattro punti e a parlare di cose che non ci sono.
È curioso, discutiamo di un nuovo presidente (che non c’è), di grinta (che non c’è), di attaccamento alla maglia (che non c’è), di una società (che non c’è), di gioco (che non c’è), insomma la realtà è talmente brutta che non osiamo avvicinarci, siamo esausti, stremati, stufi.

Budino granata

Ora c’è il big match contro il Brescia dopo due gare scivolate via secondo pronostici fin troppo facili da fare.
Nove sconfitte nelle ultime undici gare: altro da dire? È una situazione vergognosa!
Questi calciatori, dal risolino facile, dalle pretese e dai capricci insopportabili, debbono in A o in B levarsi la maglia e sparire. Io non dimentico contro gli inglesi il ridicolo braccio allargato di Izzo goffamente proteso verso il centravanti e Nkoulou che invece di convergere verso l’attaccante si allontana verso il centro dell’area.

Perdere partite in serie senza un minimo di decoro, in una società che comunque, presumo, versi più o meno regolarmente un già ricco stipendio dice tutto. I numeri dei quindici anni di presidenza Cairo poi, sono ben sintetizzati nelle statistiche e nei grafici che girano sui social cui vanno aggiunti, non inseriti, i denari guadagnati.

Cairo, non tiene quindici anni un’azienda in perdita, sia chiaro. Cosa aggiungere: zero centro sportivo, zero stadio, zero struttura societaria. Ah no, il chiosco al fila per la gazzosa…pareva essenziale…battaglie di sostanza!

Lo stadio vuoto temo per il Toro proseguirà anche a Covid debellato. Siamo all’ennesimo capolinea della nostra storia, cosa succederà lo sa solo il Lecce e dipende solo da loro. Noi siamo trasportati dalla corrente, senza reazioni o quasi.


Avvocato penalista, appassionato di calcio (ha partecipato al corso semestrale di perfezionamento in diritto e giustizia sportiva presso Università di Milano), geneticamente granata, abbonato al Toro da circa trent’anni.

Disclaimer: gli opinionisti ospitati da Toro News esprimono il loro pensiero indipendentemente dalla linea editoriale seguita dalla Redazione del giornale online, il quale da sempre fa del pluralismo e della libera condivisione delle opinioni un proprio tratto distintivo.

47 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14554814 - 1 mese fa

    Articolo perfetto .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. FVCG - 1 mese fa

    Cairo aveva gia’ messo in vendita il Toro l’anno di Lerda in b. Poi ci ha ripensato. Ma se tutto l’ambiente gli e’ contro finira’ col vendere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 1 mese fa

      Speriamo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. suoladicane - 1 mese fa

    che cazzo di piattaforma
    scrivi un commento di 30 righe e poi lo pubblica (sarà forse censura?)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Fvcg76 - 1 mese fa

    Ciao guarda io sono di Torino ma abito in Francia vicino a Lione da 18 anni.
    Da 6 anni ho ripreso ad andare allo stadio con più regolarità e anche quest’anno mi son visto 8 partite ultima quella con la Samp. Non abbiamo un gioco, i giocatori sono anni luce lontani dai Bruno, Policano, Ferrini, Annoni e potrei continuare….che davano tutto per la maglia. Ma siamo e saremo sempre il Toro e non mi stanchero’ mai di tifare per la nostra bellissima maglia anche a costo di farmi 600 Km per un’andata ritorno express dalla Francia come feci nel 2006 per vedere un Toro-Lazio 0-4….il peggio é che lo rifarei!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 mese fa

      Tanto di cappello. Ma questo non è il Toro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese del Grillo - 1 mese fa

        In parte vero, in parte no. Ma metti caso fosse vero, che ci stiamo a fare qua?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. turin - 1 mese fa

      quoto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. OldBull - 1 mese fa

    Ci sono articoli che viene subito voglia di commentare, controbattere, criticare o elogiare, questo no, su questo non mi viene niente da dire, è perfetto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. aledranata81 - 1 mese fa

    Al termine di questo articolo si può solo aggiungere.

    Cairo per il bene di Torino e dei suoi reali Tifosi vendi il Toro!

    Fvcg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SempreTORO - 1 mese fa

      A chi? C’è qualcuno che potrebbe essere interessato e magari avere un progetto ambizioso?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. grammelot - 1 mese fa

        Se vuoi che qualcuno compri devi mettere in vandita sul mercato.

        Lo stesso vale per l’attuale cairese (vedi Milan, Fiorentina, Roma, ecc.)

        Invece il giornalio mercenario di Masio se ne guarda bene, perchè ci gode a sfruttare sino all’osso questa sua società di m….., facendo quattrini con i diritti televisivi e le plusvalenze, anche perchè il Toro, quello vero, l’ha venduto ai merdosi zebrati in cambio del pacchetto di maggioranza del Gruppo RCS.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. SempreTORO - 1 mese fa

          Io non so pro-Cairo, ma, sarà colpa del mio pessimismo causato da tante delusioni… non vedo tante alternative. Forse, ripeto, forse Cairo è la soluzione meno peggio? Vorrei tanto sbagliarmi, è solo una mia opinione. FVCG

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 1 mese fa

            Piacerebbe intanto che mettesse in vendita ad un prezzo congruo. E poi come hanno fatto altri presidenti il compratore se lo deve cercare lui. Il meno peggio non può essere prenderei schiaffi ogni due partite, a sto punto meglio provare altro ..di peggio ce la serie B? Forse con Cairo questa è la nostra dimensione ed è per questo che voglio che se ne vada. Uno che potrebbe fare e non fa , non è un presidente è un merdone.

            Mi piace Non mi piace
  7. leggendagranata - 1 mese fa

    Articolo condivisbile, ma con un’ inesattezza: abbiamo vissuto, e sembra incredibile, momenti anche peggiori (tralasciando la storia travagliata del dopo Superga, ricordo ad esempio il fallimento, la gestione Calleri con la vendita di Pessotto e Vieri per una manciata di soldi e la conseguente caduta rovinosa in Serie B, quella sconclusionata e pre-fallimentare dei tre genovesi). E non lo dico per assolvere Cairo dalle sue responsabilità, che non sono morali, affettive, di passione o quant’ altro di sentimentale possa esserci (in questo campo è carente, ma non sarebbe il male peggiore a vedere i molti presidenti di Serie A). Cairo ha gravi responsabilità di carattere gestionale/industriale: commette errori puerili, si circonda di incapaci o mediocri, prende fregature a ripetizione, prima risparmia all’ osso o specula sulla campagna acquisti/cessioni, poi spreca risorse (i 25 milioni per Verdi, che comunque ha potenzialità discrete se fatto giocare nel suo ruolo, sono l’ ultimo esempio). Fa col Torino quello che non farebbe mai col resto del suo piccolo impero economico, Qualcuno pensa che abbia fatto i soldi col Toro, ma non è vero: ha iniziato la sua carriera di presidente bruciando denaro, allenatori e direttori sportivi, poi ha inaugurato la politica delle plusvalenze che gli ha reso con gli interesi quello che aveva speso. Ma nelle ultime tre stagioni si è di nuovo mangiato i suoi guadagni, che per altro non ha mai tirato via del Toro (almeno secondo quello che risulta dai bilanci). Personaggio amletico, per certi versi infantile, sprovveduto nello sport tanto quanto è abile e rapace negli altri suoi affari. Vittima di questa sua doppia personalità è il Toro. Le ultime vicende (tralascio i primi anni di presidenza che rasentano il comico, anche se per i tifosi non c’ è proprio nulla da ridere) sono esemplari: da un lato l’ ingaggio di Mazzarri, (il quinto allenatore più pagato della Serie A), dall’ altro l’ affidarsi a un Bava privo di qualsiasi esperienza come Ds perchè costava poco e gli faceva risparmiare uno stipendio. E così riusciamo a non prendere un valido giocatore come Lazzari per 14 milioni di euro e ne spendiamo 25 per un Verdi, che ne vale al massimo la metà. E che dire, andando un po più indietro, l’ aver rinunciato a tenersi Immobile per un pugno di soldi (il Valencia chiedeva 11 milioni di euro, la Lazio gliene ha dati 8), potendo così avere per alcuni anni la coppia di attaccanti italiani più forte della Serie A con evidenti vantaggi anche dal punto di vista economico? La cosa sconfortante è che non sembra imparare dai suoi errori, migliorare. Tardy forse esagera, ma in effetti si ha l’ impressione di discutere di un “nulla”, di qualcosa che non c’ è.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. OldBull - 1 mese fa

      Guarda, sono d’accordo su molto, ma non su tutto, per esempio questa NON è una gara al presidente peggiore, il fatto che ci siano stati esempi “probabilmente” peggiori di Cairo non è un discorso a mio avviso interessante, oltretutto bisogna considerare che i Calleri i Ciminnelli ecc. alla fine si sono tolti dalle palle, io invece, come molti altri, ho la sensazione che Cairo non si toglierà di torno ne facilmente ne presto, Cairo rimarrà finchè il Toro ci sarà, se ne andrà solo quando il Toro non ci sarà più. E’ solo questione di tempo. E attenzione! E’ chiaramente scritto nell’articolo di Tardy il perchè Cairo rimarrà: non pensiate che Cairo in questi anni non c’abbia guadagnato sul Toro, Cairo se tiene un’azienda, qualunque azienda sia, è perchè ci guadagna! Testualmente: “Cairo, non tiene quindici anni un’azienda in perdita, sia chiaro”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. suoladicane - 1 mese fa

        io lo sostengo da anni: ho smesso di seguire allo stadio la squadra dalla vendita di cerci ed Immobile sostituiti da Amauri all’ultimo secondo di mercato, li ho avuto chiaro che il presiniente fosse quello che in effetti i è dimostrato essere; per cui visto che l’unico modo per destrare la sua attenzione è colpirlo dove gli fa più male, cioè nel portafoglio, occorre smettere nell’ordine di
        1. andare allo stadio in casa ed in trasferta
        2. vedere le partite alla tv, qualunque essa sia
        3. comprare il poco merchandising disponibile sul mercato
        4. comprare i prodotti degli sponsor
        5. ovviamente non comprare i suoi prodotti editoriali corriere, gazzetta, giornalini vari, La7 ecc….

        oltre a fare questa sorta di resistenza passiva (che passiva non è), occorre proseguire:
        1. nella contestazione in forma civile ma ferma, e con modalità ad elevato ritorno mediatico
        2. nel contattare le sue aziende e fare presente che non si acquistano i loro prodotti per come viene gestito il torino fc
        3. nel contattare gli sponsor motivando i non acquisto dei loro prodotti causa malagestione del torino fc

        SOLO COLPENDOLO NEL VIL DENARO QUESTO PRESINIENTE SERVO DEGLI OVINI DI VENARIA SI LEVERA’ DI TORNO

        SFT

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Marchese del Grillo - 1 mese fa

        …o fino a quando non ci sarà più lui, consentimi. Il Toro in oltre 100 anni di storia ne ha vista passare parecchia di acqua sotto ai ponti. Purtroppo per noi oggi esistono i diritti Tv. Sono quelli che tengono a galla parecchie società e consentono ad altre, come quella del nostro “beneamato”, di lucrare addirittura. Da un punto di vista sportivo il galleggiamento è la dimensione ideale per fare i propri interessi, non pestare i calli alla famigghia, dare qualche contentino, di tanto in qua, ai tifosi. Ecco, forse solo se noi tifosi cominciassimo a farci sentire seriamente, ma seriamente per davvero e non con 4 striscioni appesi di tanto in qua, non con i flashmob con 100/200 persone ogni morte di Papa, ma in maniera sistematica e massiccia, allora si che forse qualcosa potrebbe prendere una piega diversa, richiamando attenzioni mediatiche forti e tali da far fischiare e non poco le orecchie. Ma chi ha veramente voglia di muoversi in quella direzione, chi ne ha veramente interesse ed ha a cuore le sorti del Toro, che ha il tempo e la testa, di questi tempi, di mettersi là a fare casino tutti i giorni, o quasi, sotto le varie sedi del Torino FC e di RCS.
        Nella risposta a questo semplice problema risiede la chiave del cambiamento. Altrimenti continuiamo pure a pubblicare insulti, statistiche negative, articoletti e post sterili. Nulla, stanne certo, nulla cambierà mai.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. suoladicane - 1 mese fa

          come di dicevo nel mio lungo commento non pubblicato (sic!) l’unica cosa che il presiniente capisce sono i soldi; bene boiccottiamo seriamente il torino fc le altre sue aziende e gli sponsor e vedi che il messaggio arriva…..
          sft

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Marchese del Grillo - 1 mese fa

            Si, ma fino a un certo punto. Alla fine se i tifosi del Toro non si abbonano a Sky di quanto muta la sua quota di diritti. Se i tifosi del Toro non comprano il Wuber 38, o le Suzuki, quanto questo incide realmente sulle economie di quelle aziende e, quindi, indirettamente sugli introiti pubblicitari del Toro? Parliamo, a mio avviso, di scostamenti davvero minimi. Qua ci vuole la piazza, la piazza seria, quella delle lotte sindacali, tipo marcia dell’ orgoglio. Bisogna che i media ne parlino, che si sappia che c’è contestazione vera, forte e a oltranza finché non si decide a cedere.

            Mi piace Non mi piace
      3. leggendagranata - 1 mese fa

        Caro redbull, non volevo fare una classifica dei presidenti peggiori, ma solo affermare che ne abbiamo viste di tutti i colori. E’ vero che Calleri e Cimmi alla fine se ne sono andati, ma lasciando il Toro in quali condizioni? Il secondo l’ ha portato al fallimento e, quindi, alla quasi scomparsa sportiva. Non ho neanche detto che Cairo ci ha rimesso, ma che non ha guadagnato in termini monetari (anche perchè non ha ritirato le plusvalenze fatte nelle campagne acquisti passate). Ma allora il Toro non è stato un affare? Non è vero neanche questo, perchè Cairo ha un “tesoretto” fatto di calciatori e diritti tv non malaccio: se è vero, come ho letto, che l’ Inter è interessata a Izzo e che si parte da una valutazione di 25 milioni di euro, allora Cairo, vendendo Izzo, Sirigu, ‘Nkoulou e Belotti, può incassare 110-120 milioni di euro che è un bel malloppo. E il nostro i conti se li sa fare. Non se ne andrà mai? Bisognerebbe avere la palla di cristallo per saperlo, ma mai dire mai. A me interessa soltanto che in futuro chiunque faccia meno castronerie, sportivamente parlando, di quelle che ho sommariamente elencato.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. leggendagranata - 1 mese fa

          Scusami, ovviamente volevo scrivere “OldBull”

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Marchese del Grillo - 1 mese fa

            Questo è freudiano!

            Mi piace Non mi piace
  8. abatta68 - 1 mese fa

    Il dramma è che non cambia nulla, sia che ci si salvi o che si retroceda! Stiamo rapidamente tornando al punto in cui cairo dice “riporterò il toro dove gli compete stare, in serie A!” Ecco…prepariamoci alla prossima stagione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Granata Forever - 1 mese fa

    Sottoscrivo tutto avvocato , null’altro da aggiungere se non la crescente nausea per tutto questo schifo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Rimbaud - 1 mese fa

    LA cosa che fa rabbia che avrebbe la possibilità senza comunque mettere una lira di fare qualcosa di bello, ma semplicemente facendosi da parte e affidando la squadra a persone competenti. Ma lui è fatto così, non resiste alla tentazione di risparmiare uno stipendio da ds, nella parabola dei talenti lui è quello che il soldo lo nasconde sottoterra

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ddavide69 - 1 mese fa

    Godrò come se vinceasimo lo scudetto (a proposito : lo scudetto del ’27, altra banfata colossale) il giorno che sto tizio si toglierà dai coglioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 1 mese fa

      la bottiglia la porto io. dovunque tu sia!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 1 mese fa

        Hahahha.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. fabrizio - 1 mese fa

          spero non diventi aceto….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 1 mese fa

            Questo qui finché guadagna o in termini economici o di visibilità non si schioda.

            Mi piace Non mi piace
          2. fabrizio - 1 mese fa

            quindi porto una bottiglia di aceto balsamico

            Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 1 mese fa

        Una volta i tifosi del Toro erano ovunque. Oramai siamo diventati una realtà locale purtroppo, tranne fortunatamente qualcuno che regge solitario in giro per l Italia o qualcuno ancora più raro nel resto del mondo. Io non faccio eccezione, sono di Torino.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. SempreTORO - 1 mese fa

          Io sono una eccezione: Padova. Nonostante siano oltre quarant’anni che mi tocca spiegare perchè sono del Toro, nonostante vicissitudini e delusioni, nonostante gli sfotò che mi tocca sopportare, soprattutto dei rubentini che mi circondano, la mia fede Granata è rimasta inalterata.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 1 mese fa

            Capisco la situazione.

            Mi piace Non mi piace
        2. Marchese del Grillo - 1 mese fa

          Non credere. Non siamo decine di milioni ma ci siamo, eccome se ci siamo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 1 mese fa

            Lo spero ma se andiamo Avanti così fra una generazione mi sa che saranno molti meno quanti saranno

            Mi piace Non mi piace
          2. Marchese del Grillo - 1 mese fa

            Certo, io non ho eredi, ad esempio. Morirò portandomi la maglia nella bara!

            Mi piace Non mi piace
        3. Fvcg76 - 1 mese fa

          Ciao guarda io sono di Torino ma abito in Francia vicino a Lione da 18 anni.
          Da 6 anni ho ripreso ad andare allo stadio e anche quest’anno mi son visto 8 partite ultima quella con la Samp. Non abbiamo un gioco, i giocatori sono anni luce lontani dai Bruno, Policano, Ferrini, Annoni e ptrei continuare….che davano tutto per la maglia. Ma siamo e saremo sempre il Toro e non mi stanchero’ mai di tifare per la nostra bellissima maglia anche a costo di farmi 600 Km per un’andata ritorno express dalla Francia come feci nel 2006 per vedere un Toro-Lazio 0-4….il peggio é che lo rifarei!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Opi - 1 mese fa

    Analisi lucida e spietata, e soprattutto purtroppo niente di nuovo. Ma noi siamo tifosi del Toro, abituati a tutto. Quelli più vecchi di noi vivono di ricordi e se li fanno bastare, gli altri vivacchiano senza termini di paragone, qualche racconto qua e là,qualche video sui social, una vittoria a bilbao un derby omaggio e ora ? E ora il big match è torino brescia! Questo verme che ci tiene in ostaggio è riuscito a creare acredine tra tutti i tifosi; ora i motivi di discussione più accesi prendono in considerazione la più o meno broccaggine di aina ( più ) o il fatto che verdi sia più o meno un bidone ( piu) per fortuna noi vecchietti siamo dotati di un’autoironia che ci aiuta a sopravvivere e tiriamo a campa’ nella speranza di tempi migliori! … magari capita! Abbraccio tutti i tifosi che sanno davvero cosa vuol dire avere il cuore granata! Agli altri dico che mi dispiace per loro… e sono sincero! … non sapete cosa vi siete persi! … ma vi invidio la gioventù!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. grammelot - 1 mese fa

    Ma quante, quante volte occorre ricordare a Tutte/i che Cairo ha acquistato i resti del fu Torino Calcio e li ha venduti agli zebrati merdosi in cambio del pacchetto di maggioranza del Gruppo RCS, ricavando contemporaneamente un mucchio di quattrini dalle varie plusvalenze e dai diritti televisivi.

    Vogliamo svegliarci tutti una buona volta?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 1 mese fa

      4 dormono… shhhh

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Toro Forever - 1 mese fa

    Gentile Enrico, ha dimenticato che forse, tra poco, ci saranno 0 tifosi. La “carestia” sportiva alla quale siamo sottoposti, sta mietendo numerose vittime. Sopravviviamo solo grazie a gloriosi ricordi che sbiadiscono nel tempo. E i giovani non hanno vissuto le memorie che sostengono noi anziani. Ci estingueremo? Speriamo di no. Speriamo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toronelcuore - 1 mese fa

      Hai pienamente ragione. Io è da tanto che sostengo questi tesi perché come ribadito più volte ne ho un esempio in casa: mio figlio di 13 anni che prima guardava ogni partita con me con la maglia del Toro (che tenerezza vederlo piccolino con la maglia di Rosina e poco tempo fa con quella del Gallo) ed ora indifferente quasi non mi chiede neanche il risultato. E io da uomo distrutto gli dico stasera c’è il Toro e lui guardandomi dice “perché lo guardi ancora? Tanto non vinciamo mai”. Per questo vorrei ringraziare sia i mezzi uomini giocatori ma soprattutto il presiniente che sarà fiero di arrivare piano piano al suo piano: FARCI SPARIRE. Ma io voglio tenere duro e credere che un pò di giustizia a questo mondo ci sia e che prima o poi risorgeremo. L’importante è che CAIRO VADA VIAAAAAAAAAAA. Facciamo veramente una colletta tutti noi tifosi e compriamocelo. BASTAAAAAAAAAAA. FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. SempreTORO - 1 mese fa

        Ti capisco e come ti capisco, io ho gia fatto questa esperienza con mio figlio… che, come sabato, vede il risultato (in alto a sinistra) mentre guardo la partita e mi fa un mezzo sorriso di compassione…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. noolit - 1 mese fa

          Mio figlio dopo il 7 a 0 con l’Atalanta e il 4 a 0 contro il Lecce ha alzato bandiera bianca!!!
          Difficile lontani da Torino crescere dei piccoli cuori granata… Tristezza vedere le scuole elementari piene di bimbi gobbi…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. gl65 - 1 mese fa

    eh ggià…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy