Zona rossa

Prima che sia troppo Tardy / Torna l’appuntamento con la rubrica di Enrico Tardy: “Chi sa un minimo di calcio, è al corrente che prendendo più o meno due gol a partita si va dritti e filati a giocare il “campionato degli italiani”, ossia la serie B”

di Enrico Tardy
tardy

Non vorrei fare il Galli (infettivologo) della situazione, ma qui mi pare il distanziamento dalle squadre che ci precedono sia diventato preoccupante quanto i numeri della nostra stagione.
Ebbene sì, ci siamo riusciti, a furia di prendere gol, la nostra difesa è la peggiore della serie A e per distacco. Chi sa un minimo di calcio, è al corrente che prendendo più o meno due gol a partita si va dritti e filati a giocare il “campionato degli italiani”, ossia la serie B. Tutte le squadre di calcio di un livello decoroso partono da un sistema difensivo organizzato, diversamente sono in grado di fare tre o quattro gol a partita.
Non nego che il Toro di ieri tutto sommato avrebbe anche meritato di vincere, ma la sua fragilità mentale e psicologica è desolante. La squadra smette completamente di giocare per lunghi tratti della gara, attenzione, non gioca proprio, non è che faccia degli errori, si estranea da tutto e tutti. Lascia segnare gli avversari con una facilità infantile e spreca quanto di discreto fatto sino a quel momento.

LEGGI ANCHE: Modalità aereo

Siamo in perfetta linea, anzi un filo peggio, con la scorsa stagione: lo scorso torneo abbiamo vinto quattro gare delle ultime 19, ora ne abbiamo vinta una su 9 giocate. Il nostro precipitare mi ricorda la discesa della Longobarda di Canà. Possiamo dire che un nuovo allenatore cambierebbe le nostre sorti o meglio le nostre prestazioni? Ho dei dubbi, ho la certezza però che Giampaolo ad oggi abbia dato poco o niente. Ah già, qualche mese fa questa partita l’avremmo persa, va di moda dire…
Dunque siamo in crescita, pare. Addirittura sento parlare di “spirito Toro” per aver provato con un minimo di decisione a vincere la gara nel finale. Possiamo accontentarci e sperare questo sia un segnale, ma sinceramente oggi gli unici calciatori che ci mettono la giusta voglia e determinazione sono Singo e Belotti, gli altri sono più o meno delle comparse, ben pagate ma sempre comparse senz’anima restano.
A ben vedere è tutto il Torino Fc che con il Toro nulla c’entra.


Avvocato penalista, appassionato di calcio (ha partecipato al corso semestrale di perfezionamento in diritto e giustizia sportiva presso Università di Milano), geneticamente granata, abbonato al Toro da circa trent’anni.

Attraverso le sue rubriche, grazie al lavoro di qualificati opinionisti, Toro News offre ai propri lettori spunti di riflessione ed approfondimenti di carattere indipendente sul Torino e non solo.

21 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Messere Granata - 2 mesi fa

    Caro Tardy, le avevo sollecitato un giudizio sulle reticenze della Società su tutti gli aspetti relativi alla gestione della Squadra. Lettera morta. Pur non essendo a mia volta un avvocato, penso che ci sarebbero tutti gli elementi utili per imbastire almeno un regolare “processo” di ordine morale e sportivo. In contumacia, naturalmente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. miele - 2 mesi fa

    Sono ormai anni che siamo costretti a commentare delusioni, umiliazioni, disastri vari, sempre cercando di capirne i motivi più diversi. Ma la realtà, innegabile, inconfutabile ha un nome preciso: Cairo il padrone, Cairo il volpone che del Toro si è servito e se ne serve solo per i suoi interessi, senza curarsi minimamente delle umiliazioni inflitte alla nostra gloriosa società, delle sofferenze dei suoi irriducibili tifosi. Chissà quanto durerà ancora questo tormento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. masochismogranata - 2 mesi fa

    Ma che tristi che siete. Si prova finalmente a giocare a calcio (che poi ci si riesca o meno è un altro conto) a ma Giampaolo non piace ma questa è la realtà dei fatti.
    C’è l’attaccante più forte della serie A (e per distacco) e con Cairo poveretti voi sono stati anche vinti scudetti nel settore giovanile.
    Alla fine qualcuno dimentica che il Toro non vince uno scudetto dal 1975 (45 anni e Cairo è stato il male di questi ultimi 50 anni) e quello prima lo aveva vinto 25 anni prima (VUOL DIRE DUE SCUDETTI IN 70 ANNI!).
    Magari riflette su quello che dite, perché Cairo può fare meglio ma mi sembra ovvio ci sia chi ha fatto molto peggio (un fallimento compreso!).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 mesi fa

      E quindi rassegnamoci ad altr 15 anni di nulla… di questo passo di tifosi del Torino ne rimarranno ben pochi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Toronelcuore - 2 mesi fa

      Il tuo nick una garanzia. Ma falla finita. Soprattutto di nominare il presiniente. Che ogni volta che leggo quel nome vado di dissenteria. E quindi ti dirò Borsano tutta la vita (guarda il rosso dell’Inter e fatti delle domande, non si vince con i conti a posto e io ca..o ho voglia di vincere). FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. come un pugno chiuso - 2 mesi fa

    il succo è tutto nell’ultima frase della disamina, si è finalmente svegliato anche lei Enrico, meglio Tardy che mai …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. giacki - 2 mesi fa

    Se perdiamo sabato ….non perde il TORO….ma il torino fc..altra cosa

    .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. granataLondinese - 2 mesi fa

    Il “bel gioco” e’ quello che non ti fa incazzare ogni qualvolta la squadra entri in campo.

    E’ ovvio ormai che siamo sbilanciati in avanti, ma non nei numeri di giocatori attaccanti vs difensori ma nei profili su cui si insiste, ciecamente, da mesi.

    Izzo e Nkolou sul patibolo, non vogliono giocare nel toro, mercenari, si’, tutto quello che volete, ma davvero non sarebbero capaci di fare meglio del duo ‘Brasileiro’ Lyanco/Bremer?

    Izzo ha giocato in coppa, chiaramente e’ recuperato, un giocatore che era nel giro della Nazionale (come lo era Zaza) ma che una volta arrivato al toro si trasforma in merda?

    Cosa c’e’ sotto questa societa’? Davvero Cairo e’ un re mida al contrario che trasforma tutto quello che ha in merda?

    E Sirigu? Si tento’ di venderlo all’ultimo, fallendo come al solito, gioco’ bene solo a calciomercato aperto.

    La verita’ e’ lampante, tutta questa gente ne ha le palle piene di lavorare in questa societa’, palle talmente piene al punto di venir meno l’etica professionale, e anche rischiare di metterci la faccia, macchiando delle carriere anche decenti.

    Singo? Singo ha 19 anni, finisce che lo bruciamo, nel secondo tempo Ranieri l’ha annullato facendo un cambio.

    Noi che cambi abbiamo fatto? Messo dentro Mr Pantofola da 21M?

    Cairo batti un colpo, hai bruciato una quantita’ impressionante di milioni, ogni partita persa o pareggiata cosi’ il valore della rosa scende, la B si avvicina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. abatta68 - 2 mesi fa

    Una società senza progetti ne ambizioni produce squadra e giocatori senza progetti e ambizioni. È ora di smetterla di parlare di singoli giocatori a cui attribuire a turno una potenziale colpa…prima zaza, poi verdi, nkoulou, sirigu, rincon… e poi parte la girandola degli allenatori… ventura ha finito un ciclo, mhjailovic è isterico, mazzarri è avvinazzato, longo lo fa come secondo lavoro, Gianpaolo è fuori luogo… insomma vi rendere conto che dietro a tutto questo non c’è un senso logico, se non quello di contestare chiunque, basta che non sia cairo? Cosa è che non vi è ancora chiaro? Questi giochetti nel calcio ci sono sempre stati, anche nel nostro toro, ma un presidente serio difende il proprio patrimonio valorizzando, a partire dal valore sportivo stesso, oltre a quello patrimoniale. È in atto un tradimento verso i valori di questa storica società che dura ormai da troppi anni, siamo tutti esausti, nessuno si diverte più, non esiste più l entusiasmo. Ma cosa possiamo pretendere mai da meitè o da bonazzoli se è la società stessa che si giustifica e si autoassolve prima ancora di iniziare il disastro annunciato a cui stiamo assistendo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Mimmo75 - 2 mesi fa

    Quel che più trovo ignobile è l’eclissi di Cairo, sparito, muto, vigliaccamente rintanato in un silenzio che di più vergognoso ha solo la loquacità che mette in mostra non appena una botta di culo ci regala tre punti. Un condottiero in momenti così ci mette la faccia,tira il gruppo,suona la carica. Invece il nostro presidente riesce a fare sembrare Schettino un eroe… Probabilmente Giampaolo non mangerà il panettone e dopo aver rinnegato se stesso lascerà il posto all’ennesimo predestinato…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il_Principe_della_Zolla - 2 mesi fa

      In questo momento è concentrato su un’altra cosa, che forse festeggeremo come una festa della liberazione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Héctor Belascoarán - 2 mesi fa

        Sta giocando a Torinopoli con Pipicella?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Guevara2019 - 2 mesi fa

    Bene, leggo una tesi che solo più gli orbi non la vedono, la demolizione step by step è iniziata 15 anni fa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 mesi fa

      Il problema è che sono ancora troppi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Guevara2019 - 2 mesi fa

    Ieri sera giocavamo contro una squadra in crisi, sono persino usciti dalla coppa Italia, i 3 punti erano un’occasione ghiotta e siamo andati addirittura sotto.
    Altri due punti persi come contro il Crotone, l’ultima della classe solo perché non hanno una punta che valga.

    Quest’estate toccava fare una rivoluzione e ingaggiare un allenatore tipo Nicola, invece hanno preferito pagare molto di più un filosofo che senza gli uomini giusti non può fare un granché.

    Ormai la serie cadetta penso che molti tifosi la intravedono, persino Benevento e Spezia giocano meglio di noi. Come ho già scritto largo ai giovani e speriamo in bene, mal che vada creiamo i presupposti per un ossatura del futuro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Torello di Romagna - 2 mesi fa

    Se penso che qualche mese fa si è contestato la squadra dopo una vittoria in trasferta per 1 a 0 mi viene da piangere .
    Ci lamentavano del mancato bel gioco .
    Fan..lo però si facevano punti , squadra cazzuta , gente che mordeva le caviglie avversarie , non si perdeva praticamente mai soprattutto in trasferta .
    Ora dispiace ma io sono purtroppo pessimista …. Non si vede naturalmente bel gioco , non c’è Garra , determinazione , spirito di sacrificio , giocatori timorosi e insicuri …. E’ il momento di rendersi conto che dobbiamo SALVARCI e con questo andazzo sarà un’impresa .Prossime 3 trasferte : gobba , Roma e Napoli …. 99% facciamo 0 punti (vorrei sbagliarmi) … Quindi dovremo inevitabilmente cambiare mister confermando il fallimento del progetto tecnico tattico …. Guadagnamo tempo … Nicola , Guidolin , Longo sono liberi ancora

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Nero77 - 2 mesi fa

    Questa squadra è lo specchio del suo allenatore,presuntuosa,fragile e senza carattere.Serve un Mister che sappia ridare fiducia,una figura navigata che riporti l equilibrio.L abruzzese è l uomo sbagliato nel posto sbagliato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 2 mesi fa

      …strano ma non mi è nuovo ciò che scrivi… sarà perché abbiamo cambiato 4 allenatori nel giro di 4 anni? Tutto nel posto sbagliato nel momento sbagliato?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Nero77 - 2 mesi fa

        Sarò ripetitivo ma i numeri sono da fallimento.Il mercato da 10 chi l ha votato?Adesso si è ritornati al vecchio modulo,che bagno d Umiltà..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Il_Principe_della_Zolla - 2 mesi fa

    Sta tutto nella frase finale. Alcuni di noi sono lustri che lo dicono. Resteranno solo macerie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toronelcuore - 2 mesi fa

      Hai pienamente ragione. Ormai esiste una società dove noi poveri coglioni di un tempo non ci rappresentiamo più. Penso che chi scrive “progetto per farci sparire abbia ragione”. Poi vedo che ti hanno messo 10 meno e mi cadono le palle. FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy