Toro bollito e il Lecce fa festa

Toro bollito e il Lecce fa festa

L’ editoriale di Gino Strippoli / Granata macchinosi e deludenti: sconfitti senza storie

di Gino Strippoli
Nessuno avrebbe mai immaginato di vedere un Toro così bollito contro il Lecce.  Una sconfitta senza nessuna attenuante dove il Toro non ha mai avuto predominio e la forza per poter vincere la partita. Troppe cose non hanno funzionato tra cui la formazione schierata dall’inizio da Mazzarri. È subito parso grave l’ errore di lasciare solo Belotti alla mercè dei quattro difensori salentini. Berenguer sin dall’inizio non è mai riuscito a dare manforte al capitano granata. Attacco spuntato per tutti i 45 minuti del primo tempo ed è sembrata davvero tardiva l’ entrata in campo di Zaza nel secondo tempo.
Il Toro è una squadra che non può giocare con una sola punta ed infatti il pareggio raggiunto dai granata è avvenuto quando le due punte erano entrambe in area leccese. Non può essere un caso. D’altronde il portiere Gabriel non ha mai fatto una parata sino al 90 minuto e questo la dice tutta sulla pericolosità granata. Male anzi malissimo la difesa granata, Djidji come centrale di difesa è stato disastroso a dir poco. C’è poco da fare, manca a questo Toro un giocatore forte come Nkoulou che sa comandare la retroguardia. Sirigu sui due gol forse poteva fare molto di più e le sue respinte corte e centrali hanno dato adito ai due gol. Colpevole tutta la retroguardia e il centrocampo che mai ha coperto abbastanza. Troppi sono stati i rischi corsi dai granata in contropiede e il Lecce avrebbe potuto segnare anche il terzo gol con Babacar se non fosse stata per una strepitosa parata del portiere granata. A centrocampo nullo Baselli, in questa partita è parso evanescente, il solo Rincon ha retto bene mentre Meité ha alternato alcuni spunti buoni con leggerezze che non hanno portato costrutto. I due esterni granata non hanno mai affondato più di tanto, forse meglio ha fatto Ola Aina rispetto a De Silvestri. Insomma tutta la squadra è parsa stanca e sulle gambe mentre il Lecce è sembrato avere più freschezza in corpo. Bravissimo Falco, il gioiello leccese che ha tenuto il centrocampo salentino comandandolo a bacchetta.
Il Lecce ha vinto meritatamente questa partita e tra i granata il solito impegno di Belotti, davvero sempre troppo isolato per 45 minuti, non può bastare per una squadra che vuole puntare in alto. Sicuramente il mister Mazzarri dovrà rivedere molte cose tra cui l’ immediato reintegro a titolare di Nkoulou e se non lui di Lyanco. L’ arma forte di questo Toro lo scorso anno era la retroguardia davvero imperforabile, oggi è diventata una ballerina in preda degli attaccanti avversari. Troppo brutto questo Toro per essere vero, occorre una immediata reazione a Genova contro la Sampdoria. Ma occorre un bagno di umiltà visto poco contro il Lecce. Poca grinta e poco mordente in campo da parte granata e soprattutto un gioco che ha peccato nella solita fantasia che continua a mancare a questa squadra e non poteva risolvere la questione Verdi entrato al 26  minuto del secondo tempo. Dalle fasce i due esterni granata non sono mai riusciti a far un cross che sia un vero cross per la testa di Belotti e tantomeno lo sono state le possibili scorribande sia a sinistra che a destra che avrebbero sicuramente portato più pericoli alla difesa salentina.
22 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 4 settimane fa

    A dispetto dell’ultima pessima prestazione il Toro quest’anno può fare un campionato di vertice, che non vuol dire puntare allo scudetto. Purtroppo la sosta ha portato le scorie dell’Europa League estiva e temo che gli effetti nefasti si faranno vedere anche a Genova. Spero con tutto il cuore di sbagliarmi ma domenica prossima la Sampdoria potrebbe fare come il Lecce e prendersi anche lei i primi tre punti. Non aspettiamoci al momento troppo da Nkoulou, fermo al box da diversi giorni. Ma dopo Genova prevedo un netto miglioramento delle prestazioni della squadra, a cominciare da Verdi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. toro52anni - 4 settimane fa

    Ieri la partita l’ha persa Sirigu(altre volte l’aveva salvata,quindi ci sta una giornata storta) in compartecipazione ai 3 di colore Aina djidj e Meite che sono stati penosissimi.Bremer mi sembra meglio di djidji con il pallone tra i piedi.
    Ora come ora Luk8c al posto di Meite è indispensabile.Meite ha grandi mezzi ma è lento di corsa e di cervello ovvero inutile, fa una partita si e 2 o 3 no.Per me non è un titolare.Ŗincon non è a regime e Baselli patisce se la squadra gioca male ed è anche lui un po lento.Zaza deve giocare lui e Belotti sono i più aggressivi di tutti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ciroforever - 1 mese fa

    nessuno lo dice ma sta squadra senza ansaldi vale il 30%.,..e questo per dire quanto forte sia l’argentino…miglior laterale del campionato a amani basse e forse uno dei migliori in europa.poi non ho letto nulla su mette per me allucinante ieri…aina malissimo..
    abbiamo perso e ci sta basta catastrofici…i ratti sono usciti dalle fogne ma ci rientreranno presto a mio dire…ora falco è il nuovo maradona e noi in b sicura a leggere qua…mazzarri ha fatto grandi cose sbaglia una partita in modo netto per carità, una pippa colossale…sinceramente io ste coe manco sulla pagina dei gobbi le lego dopo le eliminazioni in champions league…poi sempre cairo testa di qua..ha speso un botto ha confermato tutti ha preso verdi che per me poteva stare al napoli c’era falque quando sta bene , bisogna piuttosto prendere uno in mezzo….poi si va a leggere e 12000 striminziti abbonamenti…il lecce che salvo ieri fra due mesi avrà fato 10 punti ne ha 18000…spacciamo il tifoso toro come diverso a me sembra ne più ne meno come i gobbi…anzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 settimane fa

      Credo anche io che Ansaldi per le doti tecniche che ha e che nessun altro ha in squadra sia importantissimo . Meitè non doveva proprio essere acquistato : un marcantonio che non si capisce bene se sia carne o pesce.

      Dopodiché non tiriamo fuori di nuovo stà storia di abbonamenti e quant’altro per favore che non è proprio il caso soprattutto dopo ieri sera , per pietà.

      Ribadisco che contano le presenze piu’ che gli abbonamenti e ieri di presenze ce n’erano …

      Cairo ha speso , cairo ha tenuto … ha tenuto baselli , meitè e altra gente che avrebbe permesso di fare cassa , e poi per uno che vuole puntare ad entrare in Europa 25 milioni fa ridere

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Aca Toro - 1 mese fa

    Non mi va ancora giù!! incomprensibile schierare lollo e tenere laxalt in panca. incomprensibile mettere quel bidone da serie b di berenguer e tenere zaza in panca.
    incommentabile djiji o come cazzo si chiama metti lyanco o Bremer se proprio non vuoi schierare lo stronzo di Nkoulou.

    3 punti buttati nel cesso contro una squadra che non ha mai segnato in A!!! poi se non si va in Europa un motivo c’è e non è colpa della sfiga

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 1 mese fa

      Lollo il suo l’ha fatto, non bene ma ci ha messo impegno. Chi ha fatto invece schifo dall’inizio alla fine è stato Ola Aina.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. turin - 4 settimane fa

        aina non ha giocato bene, d’accordo. ma lollo, nonostante l’impegno che sempre ci mette, non è più all’altezza fisicamente di reggere da esterno fluidificante. non salta mai l’uomo ed è lento come un carrarmato. può essere una buona riserva, nulla di più

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. FORZA TORO - 1 mese fa

    sembravamo fermi,specie nel secondo tempo,ma questa sensazione l’ho già avuta altre volte,il centrocampo quando dobbiamo attaccare diventa terra di conquista per gli avversari,se non corri succede questo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. eurotoro - 1 mese fa

    verdi jago berenguer parigini edera millico …6 ali offensive in rosa x scendere in campo contro l’ultima col 3 5 1 1?…qualcosa non torna!!!….343!!!…343!!!…343!!!…343!!!…343!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 4 settimane fa

      Euro toro baselli e Berenguer hanno giocato alto. Non é mai un 3-5-2 é sempre un 3-4-2-1 con interpreti difensivi. Anche con verdi e Iago credo che avremmo perso ugualmente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 4 settimane fa

        …e’ sempre un 3 6 1…questa rosa sembra sia stata costruita x le ali!!..ne abbiamo 6 ma ne utilizziamo solo una..per giunta da trequartista..in nome della compattezza che non si e’ vista in nessuna delle 3 partite!…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. suoladicane - 1 mese fa

    riassumo piu o meno il concetto del commento non pubblicato
    l’ambiente non è maturo, il salto di qualità anche quest’anno lo faremo il prossimo:
    1.non è matura la società che è spesso assente e che quando è presente non si capisce se voglia crescere o meno, in più manca un progetto tecnico di lungo periodo
    2.non è maturo il mister, ma come si fa a giocare con l’ultima in classifica con una sola punta e poi in conferenza dire non ho spaventato i giocatori, “spaventatooooo” dove siete all’asilo? chi avevamo davanti il real madrid?
    3.non è matura la squadra (vedi discorso società) oltre ad avere evidenti limiti tecnici irrisolti anche quest’anno (fosforo a centrocampo che continua a mancare)
    4.non sono maturi i tifosi che litigano su tutto, va beh…..
    5.non sono maturi i giornalisti, prima pompano l’ambiente e poi scrivono che c’era da aspettarselo, va beh
    c’è tutto il tempo per recuperare, ma se alla terza non vinci con una neopromossa dopo che hai 6 partite in più nelle gambe, forse più di qualcosa è da rivedere
    PS: non rinnoverei il contratto a wm, è ora di cambiare
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. riccardosalvarani11_14200645 - 1 mese fa

      Ciao, permettimi di dire che quest’anno la società ha fatto davvero tanto, forse il tifoso sogna sempre e non è obiettivo, ma Cairo ha dalla sua una perdita di bilancio, uno sbilancio uscite-entrate e l’acquisto di Verdi che è un cappio al collo considerando il costo e soprattutto l’obbligo di riscatto, questa società e questa squadra non possono fare di più, poi è chiaro se il tifoso vuole Europa League e Champions sicure allora non è la dimensione del toro. I giornali pompano il toro perché sono scritti da Cairo, forse è bene essere più umili e vedere che questa squadra è cresciuta negli anni soprattutto grazie ad un ds molto capace che ora è andato via ed ha fatto un lavoro fenomenale a Roma. Questo è il massimo che il toro può fare il calcio di oggi è un vendere per ricomprare e il toro non lo ha fatto con una politica inspiegabile che già ha portato i suoi frutti con l’eliminazione in EL, bisogna essere più umili squadra, società e tifoseria.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. suoladicane - 1 mese fa

    redazione ho scritto due commenti uno qui ed uno all’articolo di Sartori
    nessuno dei due pubblicato……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. prawn - 1 mese fa

    Può essere che gli abbia fatto un allenamento pesante in settimana.
    Però laxalt è entrato e sembrava Usain Bolt.
    A me pare che la lacuna principale di questo allenatore sia non vedere i giocatori in allenamento…
    Vedi caso N’Koulou, ma anche l’ultimo allenamento li fai correre col cronometro, gli misuri il battito e capisci chi è pronto e chi no.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Ventresca - 1 mese fa

    Vittoria strameritata del Lecce, meglio perdere ora e tornare con i piedi per terra e a pedalare, che serva a farci capire chi siamo e che non siamo ancora una squadra matura.
    In tanti nemmeno da 5, Baselli poi o si sveglia o che vada via, la maggior parte delle volte e’ come se giocassimo con un uomo in meno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. PrivilegioGranata - 1 mese fa

    La Sagra del Bue Grasso, questa è stata la partita di ieri.
    Peccato che non giocavamo a Carrù.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Paolino Paperino - 1 mese fa

      sì mancava solo il bagnetto verde ed eravamo a posto…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. uiltucs.pesar_12159015 - 1 mese fa

    Credo che in questi giorni Mazzarri abbia fatto un richiamino alla preparazione e ha schierato una squadra coperta proprio perché temeva quanto poi è avvenuto: quale situazione migliore poteva capitargli, giocava di lunedì contro l’ultima in classifica e, forse, ha peccato di presunzione.
    Di sicuro, è il maggior responsabile di questa sconfitta… che aggiungere? Non dobbiamo vincere lo scudetto ma passare un’altra settimana da primi della classe mi sarebbe piaciuto assai…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 mese fa

      Anche secondo me

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Torello di Romagna - 1 mese fa

    Fotografia perfetta della situazione ….. aggiungo :
    – schierare la stessa squadra che ha fatto bene il turno precedente è sbagliato perché l’avversario non è lo stesso, le condizioni non sono le stesse(si giocava in casa ns contro una neopromossa a 0 punti) oltre che dargli un grosso vantaggio (noi a una punta e loro a 3!) .
    – negati due rigori clamorosi (evidenti placcaggi da palla ferma) …. si è giocato male ma gli episodi spesso cambiano le partite e i giudizi .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. luna - 1 mese fa

    Partita persa per come messa in campo la squadra, forse non poteva fare diversamente.
    Spero di vedere in campo prima possibile N’Koulou, Verdi, Lulic, Laxalt.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy