Il (non) ritorno in campo

Torosofia / “Forse la miglior cosa da fare in questo momento, per quanto difficile sia, è aspettare ancora ed armarsi di pazienza“

di Elisa Fia

Sono ormai passati mesi da quando, per l’ultima volta, abbiamo visto il Toro scendere in campo. Il lockdown ci ha allontanati dalla dimensione fondamentale per ogni tifoso di calcio, ovvero quella del vivere la propria squadra in prima persona, abbracciando dal vivo il campo.

Ora che la ripresa della vita sembra aver messo la chiave per riavviare la macchina dell’abitualità, è normale che inizi a sorgere spontanea la domanda sul quando si potrà tornare in campo, sia da giocatori che da tifosi.

Di certo la risposta non è immediata: la curva dei contagi viaggia su una linea piuttosto instabile che, alla minima disattenzione, potrebbe repentinamente portarci a notizie che, in ogni modo, abbiamo cercato di scongiurare per mesi. Per quanto la nostalgia delle solite abitudini, di un “amarsi da vicino” sia forte, è la coscienza collettiva a dover avere la meglio sulle volontà individuali, sugli interessi singoli, economici o meno che siano.

La decisione di riprendere il campionato, in un momento delicato come questo, per quanto il calcio sia un propulsore fondamentale sotto diversi aspetti, vorrebbe dire mettere a repentaglio un lavoro che è costato fatica e dedizione ad intere nazioni.

Forse la miglior cosa da fare in questo momento, per quanto difficile sia, è aspettare ancora ed armarsi di pazienza per far sì che questo pericolo che aleggia sul mondo intero sia, una volta per tutte, eliminato, perché il costo ed il guadagno economici sono, senza alcun dubbio, nulla a confronto del costo e del guadagno sanitario.


Studentessa di Filosofia, classe ’98, presso l’università La Sapienza di Roma. La scrittura ed il Toro sono sempre stati le mie più grandi passioni. Sono una persona determinata ed ambiziosa, che da sempre il massimo in tutto ciò che fa, specialmente se riguarda ciò che amo.

Nei miei articoli cerco sempre di mettere tutta me stessa cercando di coinvolgere chi legge, provando a fornire al lettore più spunti di riflessione possibili.

Disclaimer: gli opinionisti ospitati da Toro News esprimono il loro pensiero indipendentemente dalla linea editoriale seguita dalla Redazione del giornale online, il quale da sempre fa del pluralismo e della libera condivisione delle opinioni un proprio tratto distintivo.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pik67 - 5 mesi fa

    Mi trovo d’accordo con l’articolo,come ho sempre manifestato nei miei post.Ormai la stagione è compromessa,non siamo in una fabbrica che deve rimettersi in regola per proseguire la produzione oppure di tutte quelle attività che sono ferme che devono riprendere per forza di cose il lavoro,altrimenti sarebbe una tragedia.Il calcio ha dato quasi dei verdetti,sia in cima alla classifica che in fondo.Si facciano dei Play-off con le squadre interessate,per lo scudetto e per la retrocessione,formula secca,o dentro o fuori e fine della storia,non si può andare avanti in questo modo senza mai una decisione,tipica del nostro Paese.Ci sono persone che vorrebbero iniziare a raccogliere le futta,la verdira,tutto il settore agricol che rischia il collasso!Gente che vorrebbe aprire gli stabilimenti balneari,il turismo è inchiodato,questo sarà un problema serio!Pensiamo a tutte quelle persone che lavorano in questo settore e alle persone che hanno sempre lavorato tutti questi mesi in ospedale o nel settore sanitario e che andrebbero volentieri se possibile in vacanza qualche giorno,anche per staccare la spina un attimo…Io ne so qualcosa e vi giuro che con tutta la sofferenza e le morti che ho visto,il Calcio e l’ultimo dei miei pensieri.Perchè non pensare a organizzarsi per iniziare a Settembre in sicurezza,i cambiamenti ci saranno e saranno radicali,almeno per quest’anno ancora…Io la vedo così,vorrei ritornare allo stadio e tifare il Toro,qualunque sia l’esito finale del campionato,ma ora ho la mente occupata da tanti pensieri,come tutti voi,tifosi.In questo momento,non riesco ad’appasionarmi al calcio,questa è la realtà.FVCG,SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy