Vincenzo Millico: a buon investitor poche parole

Vincenzo Millico: a buon investitor poche parole

Rubriche / Torna Torosofia: “Il miglior investimento che si possa fare è nel futuro”

di Elisa Fia

Il miglior investimento che si possa fare è nel futuro. Non si può reiterare il passato nel presente sperando rifiorisca in forma differente. Si può, invece, ampliare il proprio raggio visivo (e d’azione) in modo da rendere fertile un terreno che dovrà dare frutti.

Se il Toro è il terreno, si può dire che, ora come ora, Vincenzo Millico sia il miglior seminato che la società, in prospettiva, possa desiderare: un elemento del vivaio granata che, con tempo e dedizione, può diventare un fattore sorprendentemente importante per la squadra.

Pazienza è quello che ci vuole. Il coraggio di investire nelle potenzialità del ragazzo, facendo un costante lavoro di crescita individuale e collettivo. In fondo Millico può svilupparsi sicuramente in maniera esponenziale come singolo giocatore, d’altronde non gli mancano le doti, ma perché tale sviluppo avvenga nel Toro, così che il ragazzo si collochi come elemento centrale nella rosa granata, è necessario un lavoro a tutto campo.

Ciò non significa che deve esserci un determinato impegno solo da parte del resto della squadra e dello staff tecnico, ma anche da parte dei cosiddetti “piani alti” che devono impegnarsi ad investire nel mantenere al Toro una tale giovane promessa, in quanto non è solo un uomo ad essere giusto per una società, ma è anche la società stessa che deve rendere giusto l’uomo per sé.


Studentessa di Filosofia, classe ’98, presso l’università La Sapienza di Roma. La scrittura ed il Toro sono sempre stati le mie più grandi passioni. Sono una persona determinata ed ambiziosa, che da sempre il massimo in tutto ciò che fa, specialmente se riguarda ciò che amo.

Nei miei articoli cerco sempre di mettere tutta me stessa cercando di coinvolgere chi legge, provando a fornire al lettore più spunti di riflessione possibili.

Disclaimer: gli opinionisti ospitati da Toro News esprimono il loro pensiero indipendentemente dalla linea editoriale seguita dalla Redazione del giornale online, il quale da sempre fa del pluralismo e della libera condivisione delle opinioni un proprio tratto distintivo.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. byfolko - 2 mesi fa

    Vorrei svegliarmi e sapere che Cairo è stato solo un terrificante incubo. Vorrei ricominciare a seguire il Torino, ma fino a quando il suo posto sarà usurpato dalla Cairese non seguirò più il calcio.
    CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ToroMeite - 2 mesi fa

    A me a questo punto non stupirebbe la cessione di Millico a titolo definitivo. La proprietá vuole incassare (non di certo una novitá, lo ha detto in modo chiaro e ci sta provando al rialzo anche con Bonifazi) e questo allenatore, destinato solo piú a finire il suo contratto milionario, non otterebbe niente anche se lui ci si opponesse (cosa che a me non sembra proprio voler fare). Povero Toro in mano a certi… oggi veramente non mi resta piú che dire, purtroppo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ardi2 - 2 mesi fa

      Sarebbe l’ennesima dimostrazione Che qualcosa sta succedendo in società.Anche un bambino di cinque anni capirebbe che Millico tra pochi anni potrebbe valere molti soldi, mentre ora certamente no.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy