Di Francesco presenta Torino-Cagliari: “Ripartiamo dagli aspetti positivi della gara di Bergamo”

Le parole / Il tecnico dei sardi in conferenza stampa ha presentato la partita contro i granata

di Redazione Toro News

Eusebio Di Francesco ha presentato la partita contro il Torino di domani pomeriggio. Il tecnico del Cagliari ha subito parlato di quella che potrebbe essere la formazione titolare: “L’undici titolare non dovrebbe discostarsi molto dalla formazione di Bergamo, dove ci sono stati elementi certamente positivi: dobbiamo ripartire da questo, anche se ci potrebbe essere qualche cambio. La continuità è fondamentale ora. Per quanto riguarda il mercato: questa ormai è la squadra e questo il modo di allenarsi, serve per tutti. I giovani vanno migliorando, al di là dei loro comprensibili alti e bassi: dovrò esser bravo a capire come sfruttarli al meglio“.

LEGGI ANCHE: Giampaolo pre Torino-Cagliari: “Soddisfatto del mercato. Gojak farà la mezzala”

Poi ha iniziato a parlare dei singoli, in particolare del ballottaggio tra Simeone e Pavoletti: “Sicuramente Giovanni è avvantaggiato dal punto di vista fisico, ma sono molto contento di quello che fa Leonardo, tanto che il ballottaggio esiste. Chi è rientrato dal Sudamerica è tornato molto voglioso di far bene domani a Torino. Mi dispiace ovviamente non aver potuto lavorare con tutti: nella mia metodologia avere più allenamenti è un vantaggio, ma questo non è un alibi. Voglio che facciamo meglio di quello che abbiamo fatto finora, al di là di chi abbiamo incontrato“.

Continua parlando di Ceppitelli: “Non sarà neanche convocato, ha un piccolo fastidio muscolare: ma deve comunque continuare il suo programma di recupero, anche se sta migliorando e fa a parte a tutti gli effetti di questa rosa. Sono contento per come si sta ponendo“.

LEGGI ANCHE: Torino-Cagliari, Nkoulou sfida Godin: due leader che sanno essere decisivi

Il tecnico poi si sofferma su uno dei nuovi volti in casa sarda: “Ounas è arrivato a Cagliari senza aver giocato da tanto tempo. Si sta adattando pian piano, mi auguro di poterlo sfruttare durante la gara. Sottil sta crescendo però può migliorare ancora tanto, in Nazionale ha fatto molto bene e l’auspicio che possa ripetersi con noi. Vorrei fosse più freddo davanti alla porta“.“Preferiamo guardare partita contro partita. Mi auguro che prima di tutto si cominci a portare punti a casa, la squadra ha fatto intravvedere buona aggressività e sprazzi di buon gioco. L’interscambialità tra Ounas e Sottil? Riccardo può giocare sia a destra che a sinistra, Ounas pure come trequartista per le sue caratteristiche“.

Poi in conclusione parla di Joao Pedro e Nandez: “João Pedro sta bene, si sta allenando con grande continuità, l’ho visto più integrato e sono convinto che farà una grande partita. Ho cambiato qualcosa tatticamente per aiutare lui, ma non solo. Nández sacrificato? Bravo a fare tutto, è molto disponibile. Importante liberare la sua corsa, il dinamismo in funzione dell’equilibrio di squadra e perché no, aiutare João Pedro“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy