Shakhtyor Soligorsk, i tre giocatori da tenere d’occhio: Bakaj la star, Klimovich la saracinesca

Shakhtyor Soligorsk, i tre giocatori da tenere d’occhio: Bakaj la star, Klimovich la saracinesca

Focus on / Scopriamo meglio le caratteristiche dei prossimi avversari del Torino

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Vincitori della coppa nazionale e reduci dalle vittorie in due turni preliminari di Europa League, contro i maltesi dell’Hibernians ed i danesi dell’ Esbjerg, lo Shakhtyor Soligorsk sarà il prossimo avversario europeo del Torino: andiamo a scoprire i tre giocatori più importanti del club bielorusso.

BAKAJ – Se esiste una star in questa squadra, sicuramente porta il nome di Elis Bakaj. Albanese classe ’87, nel club bielorusso (ed in carriera) viene spesso utilizzato come trequartista, ma lo si è visto anche ricoprire i ruoli di seconda punta ed ala. Muove i primi passi nell’FK Partizani, squadra di Tirana, nella quale esordisce anche tra i professionisti: nel suo palmares si contano un titolo di Campione d’Albania (vinto con la Dinamo Tirana), una Coppa di Romania con la Dinamo Bucarest e la Coppa di Bielorussia vinta con lo Shakhtyor la scorsa stagione. Bakaj è l’elemento più tecnico e d’esperienza della sua squadra, ed in fase di non possesso aiuta tutta la squadra, oltre ad essere un giocatore molto prolifico: quest’anno per lui 6 goal in 13 partite di campionato, 4 in altrettante gare di coppa nazionale e 3 nelle 4 gare di qualificazione all’Europa League.

KLIMOVICH – Andrey Klimovich, trentenne portiere bielorusso, è la saracinesca della squadra. Arrivato nel gennaio del 2018 dalla Dinamo Minsk, nelle 14 gare finora disputate dai suoi in campionato sono 11 i goal incassati, ma in 9 occasioni ha terminato la partita senza subire goal: dopo la vittoria in Coppa nazionale di ieri, il Soligorsk risulta da 8 gare imbattuto (7 le vittorie) e nelle 4 gare europee non ha subito ancora goal. Un altro dato interessante riguarda i rigori: dei 28 calciati alla sua porta solo 6 sono stati quelli parati, con l’ultima parata che risale al 30 maggio 2015 e l’ultimo subito al 12 luglio 2018 (proprio in una gara di Europa League).

ANTIC – Nikola Antic, serbo, è invece il terzino sinistro venticinquenne della squadra. Cresciuto nelle giovanili del Partizan Belgrado, arriva al Soligorsk solo nel gennaio 2019 per la cifra di 1 milione di euro, dopo aver disputato per molti anni il campionato serbo, pur senza mai vincerlo. Sulla sinistra crea spesso molti guai, ed ha anche scoperto quest’anno il vizio del goal: 2 goal e 2 assist per lui in 14 gare disputate finora. In carriera gli sono stati sventolati 23 cartellini gialli (già uno quest’anno) e 3 rossi, anche se il record di sanzioni lo ha avuto nella stagione 2016/2017, quando prese 7 gialli ed un rosso tutti, curiosamente, in campionato (e nessuno in Europa League o coppa nazionale).

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. eurotoro - 3 settimane fa

    Il calcio bielorusso e’ cresciuto molto…assolutamente da non sottovalutare!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Pignal - 3 settimane fa

    <> Ma se lui è arrivato nel gennaio del 2018, che valore ha questa informazione?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. christiangig_6042482 - 3 settimane fa

      eh… gennaio 2018 ad arrivare a maggio 2019 vuol dire più di una stagione.
      E’ un’informazione ben dettagliata

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pignal - 3 settimane fa

        Volevo includere la citazione dell’articolo, ma evidentemente me l’ha cancellato: “Un altro dato interessante riguarda i rigori: dei 28 calciati alla sua porta solo 6 sono stati quelli parati, con l’ultima parata che risale al 30 maggio 2015 e l’ultimo subito al 12 luglio 2018 (proprio in una gara di Europa League).”

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy