Genoa, Ballardini presenta il Torino: “I granata hanno spessore tecnico e umano”

Conferenza / Le parole del tecnico rossoblù alla vigilia della gara sotto la Mole contro i granata

di Andrea Calderoni

Alla vigilia della sfida al Torino Davide Ballardini, tecnico del Genoa, ha parlato a Genoa Channel illustrando i principali temi della gara in programma domani, sabato 13 febbraio, alle 15 sotto la Mole. Innanzittutto Ballardini, alla sua nona panchina in campionato in questa quarta esperienza con il Grifone, ha dichiarato: “Si affronta la partita contro il Torino come tutte le gare che il Genoa ha giocato fino ad ora. Con le qualità, la serietà, lo spessore umano e tecnico che il Genoa ha mostrato da quando noi siamo arrivati”. E poi si è soffermato direttamente sull’avversario, il nuovo Torino di Davide Nicola, dicendo: “Il Torino è una squadra, come ho sottolineato nel corso della settimana ai miei ragazzi, che ha grandissimo spessore tecnico e fisico. E’ una squadra che anche prima dell’arrivo di Nicola ti faceva vedere quanto era forte. Ora sono un po’ più continui nel fare la partita e vedi tutto il loro valore”.

LEGGI ANCHE: Toro, la rifinitura pre-Genoa: assente solo Sanabria

EX NICOLABallardini è poi stato interrogato sul grande ex di giornata, ovvero Nicola. Al tecnico è stato chiesto se la conoscenza approfondita di tutto il mondo rossoblù di Nicola può essere un vantaggio per il Genoa nella partita di domani. Ballardini ha replicato: “Penso di no. Perchè poi c’è un tecnico, ci sono i giocatori che comunque cambiano. Io credo che questo non possa influenzare tanto la partita di domani”. Sulla sua squadra, invece, Ballardini ha affermato: “Ho visto i ragazzi come al solito. Tutte le volte lo dico ma è giusto dirlo, quando hai a che fare con delle persone che vengono al campo e vogliono allenarsi bene, per un allenatore ogni giorno è una soddisfazione. Chiedono molto da sé stessi e questo è un grande motivo di soddisfazione”. E ancora un avvertimento a tutto il mondo genoano: “L’aspetto più importante è il seguente: a quello che si dice e si pensa, devono seguire i fatti nel quotidiano, perché le parole stanno a zero nel calcio. E i fatti ci testimoniano che questi ragazzi ce la mettono tutta dal lunedì alla domenica”. 

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Roberto - 3 settimane fa

    Speriamo che domani non dovremmo aspettare di prendere due schiaffi prima di svegliarci…. Dovremo essere determinati e sul pezzo per tutta la partita, è una partita fondamentale da vincere a tutti i costi….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Granata - 3 settimane fa

    Il Genoa è una squadraccia che fa catenaccio e contropiede. Non avendo fulmini di guerra in attacco, tende, se glielo permettono, a guadagnare metri per pressare alto ed avvicinare gli attaccanti alla porta. Hanno , secondo me, un punto forte nel portiere ma… C’è un ma. Perin è un portiere proattivo e non ha bisogno di controllare la linea d’impatto. Questo perché sa sempre dove si trova e non ha paura di buttarsi fra le gambe degli avversari. Ha un lato più debole dell’altro e non bisogna pensare di batterlo in uscita. Lo si batte col gioco di squadra. Manovrando.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy