Juventus: in difesa De Ligt è la certezza, Chiellini di nuovo infortunato

Focus / La fascia sinistra è l’anello debole: Frabotta ancora inesperto e Alex Sandro non sembra in palla

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Se i risultati della Juventus in questo avvio di stagione non sono stati esaltanti (4 vittorie e 5 pareggi), la nota più positiva è la difesa. I bianconeri sono la squadra che ha subito meno reti in Serie A, appena 7. Vero che questo dato è aiutato da quel 3-0 a tavolino, ma comunque in un campionato ricco di reti, i bianconeri rimangono un fortino difficile da superare. Di sicuro mancherà Giorgio Chiellini. Il capitano bianconero si è nuovamente infortunato durante la rifinitura di Champions League e sarà assente contro il Torino.

LEGGI ANCHE: Il Toro bifronte contro la Samp si scopre forte quanto debole

KYIV, UKRAINE – OCTOBER 20: Giorgio Chiellini of Juventus kicks the ball during the UEFA Champions League Group G stage match between Dynamo Kyiv and Juventus at NSC Olimpiyskiy Stadium on October 20, 2020 in Kyiv, Ukraine. (Photo by Daniele Badolato – Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

PUNTI DI FORZA – Poco male. Come coppia di centrali la Juventus ha trovato nel duo Danilo-De Ligt la propria forza. L’olandese, in particolare, appena rientrato dall’infortunio ha fatto vedere la sua importanza per la squadra. Roccioso e difficilmente superabile nell’uno contro uno, ha anche una buona qualità tecnica che gli consente di impostare dal basso. La particolarità della difesa bianconera è a livello tattico. La novità portata da Andrea Pirlo è la mobilità della linea difensiva, che varia a seconda delle fasi di gioco. In impostazione è una linea a 3 con uno dei due terzini che rimane basso per aiutare i due centrali nell’impostazione e si alza solamente per fare sovrapposizioni, l’altro invece si porta all’altezza dei centrocampisti. In fase difensiva la Juve si posiziona su un 4-4-2 classico.

LEGGI ANCHE: Toro, il derby nel momento più difficile: ma un risultato positivo può invertire la rotta

BENEVENTO, ITALY – NOVEMBER 28: Gianluca Frabotta of Juventus during the Serie A match between Benevento Calcio and Juventus at Stadio Ciro Vigorito on November 28, 2020 in Benevento, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

PUNTI DEBOLI – Un sistema che ha bisogno di giocatori intelligenti tatticamente e – soprattutto – esperti. Se sulla destra Cuadrado se la cava più che dignitosamente, sulla sinistra Pirlo ha fin qui riscontrato le principali difficoltà. Le due alternative come terzini sinistri sono il giovane Frabotta e il più esperto Alex Sandro, ma nessuno dei due fin qui ha dato particolari garanzie. Il primo è all’esordio in Serie A, avendo giocato fino alla passata stagione in Serie C nell’Under 23 bianconera. Fin qui ha messo in mostra qualche difficoltà nel calarsi nella realtà della massima serie italiana e sembra l’anello debole della squadra. Il brasiliano, invece, sta vivendo da stagioni un’involuzione progressiva e sembra ormai distante dal primo Sandro visto alla Juventus. Insomma, la corsia di sinistra sembra la parte più vulnerabile dei bianconeri. Un aspetto che il Toro dovrà tenere a mente, soprattutto perché da quelle parti si aggirerà un Singo decisamente in palla.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy