Euro 2020: per Sirigu, Izzo e Belotti è un obiettivo. Zaza, Baselli e Verdi sperano

Euro 2020: per Sirigu, Izzo e Belotti è un obiettivo. Zaza, Baselli e Verdi sperano

Nazionale / Ecco i giocatori granata che puntano agli Europei del 2020 con l’Italia di Roberto Mancini

di Luca Sardo

Disputare i campionati europei con la propria Nazionale è il sogno di ogni giocatore. Ambizione che hanno sicuramente tutti i calciatori italiani del Torino. L’Italia di Roberto Mancini, battendo ieri sera la Grecia per 2 a 0 grazie alle reti di Jorginho su rigore e Bernardeschi, si è qualificata matematicamente con tre giornate di anticipo ad Euro 2020. 7 vittorie in 7 partite è il bilancio degli azzurri fino a qui che, dopo la vittoria di ieri all’Olimpico di Roma, si sono confermati in testa al proprio girone. Fatte queste premesse, chi sono dunque i giocatori italiani del Torino che puntano ad essere convocati dal CT azzurro Roberto Mancini per Euro 2020?

SIRIGU, IZZO E BELOTTI – Euro 2020 è sicuramente un obiettivo per i tre giocatori granata che stabilmente sono entrati nel giro della Nazionale: Salvatore Sirigu, Armando Izzo e Andrea Belotti. Il portiere del Torino è ormai diventato un punto fermo della Nazionale e il suo obiettivo per l’Europeo sarà quello di scalare le gerarchie dell’Italia e convincere Roberto Mancini, a suon di prestazioni con la maglia granata, a “promuoverlo” portiere titolare, a discapito di un Gianluigi Donnarumma che ultimamente non sembra essere in una condizione fisica e mentale ottimale. Ovviamente la competizione europea inizierà il 12 giugno e fino a quella data potrebbero cambiare tante cose. A meno di grandi sorprese dell’ultimo minuto, un altro che non dovrebbe avere problemi e vestire la maglia della Nazionale al prossimo Europeo dovrebbe essere il Gallo Belotti, pronto al ballottaggio costante con Ciro Immobile. Izzo invece è quello che è più in dubbio tra i tre, ma starà a lui durante la stagione dimostrare di poter vestire la maglia della Nazionale.

Torino, dall’intesa Verdi-Belotti passano le ambizioni dei granata: la strada è quella giusta

BASELLI, ZAZA E VERDI – C’è chi spera invece di guadagnarsi un posto in Nazionale durante questa stagione con la maglia del Torino: tra questi ci sono Daniele Baselli, Simone Zaza e Simone Verdi. Un po’ di posti nel centrocampo azzurro sono ancora in dubbio: esclusi i punti fermi Jorginho e Verratti, per gli altri giocatori la concorrenza è tanta e se Baselli dovesse continuare a giocare come sta facendo ora, potrebbe mettere Mancini nelle condizioni di convocarlo. Poi c’è Simone Zaza, che piace molto a Mancini. Oltre alle certezze di Immobile e Belotti, a livello di attaccanti “puri” l’Italia non ha nessun punto fermo: Balottelli è in forte dubbio e molto dipenderà da come si comporterà con il suo Brescia, in questa nuova esperienza in Serie A. Stesso discorso per Moise Kean, talento classe 2000 andato questa estate a giocare all’Everton in Premeir League. Valide alternative sarebbero anche Pavoletti (ora in infermeria a causa della rottura del crociato) e Quagliarella. Dunque il numero 11 granata dovrà trovare continuità nel Torino, anche se non è facile, e provare a convincere Mancini di essere pronto. Verdi poi, sarebbe perfetto per il 4-3-3 degli azzurri: molto bravo ad utilizzare entrambi i piedi e con tanta qualità sarebbe una valida alternativa nell’attacco dell’Italia. Il numero 24 ha scelto il Toro anche per ritrovare la Nazionale: se con i granata dovesse avere il ruolo da protagonista come ci si aspetta, le speranze di una sua convocazione potrebbero aumentare sensibilmente.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. uiltucs.pesar_12159015 - 5 mesi fa

    Mah, ho dei dubbi: nel senso che Sirigu sarà il secondo comunque. Finora ha ampiamente dimostrato di essere il miglior portiere italiano eppure continua a giocare Donnarumma; Belotti non piace a Mancini: il CT è costretto a convocarlo perché non ha alternative altrimenti (assurdo!) lo lascerebbe a casa (e’ già successo); idem x Izzo: ci sono molti esterni di ruolo che potrebbero insidiargli il posto e come centrale difficilmente potrebbe essere considerato poiché l’Italia gioca a 4 dietro…
    Di sicuro, Baselli è out; Zaza (che, paradossalmente, avrebbe più speranze di Belotti perché non so x quale oscuro motivo, rappresenta l’attaccante ideale di Mancini) resterà fuori perché, purtroppo, farà molta panchina da noi mentre Verdi vedremo: ma credo che solo una stagione monstre potrebbe aprirgli le porte della Nazionale.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. MarchigianoGranata - 5 mesi fa

      Vero. Belotti non piace più di tanto a Mancini e purtroppo convocherà il suo pupillo Balotelli. Per quanto riguarda gli altri, Sirigu sarà sicuramente agli europei mentre per il resto dei nostri, le speranze sono ridotte al lumicino

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy