Vagnati, Torino ottimista sulla deroga: il ds può arrivare presto

Vagnati, Torino ottimista sulla deroga: il ds può arrivare presto

Il punto / In queste ore il Consiglio di Lega che potrebbe portare all’ufficialità del nuovo ds: la Spal ha già dato il suo nulla osta alla delega chiesta dal Toro

di Nicolò Muggianu

Davide Vagnati è sempre più vicino a diventare il nuovo direttore sportivo del Torino. Come anticipato negli scorsi giorni (LEGGI QUI), il presidente Cairo ha richiesto al Consiglio di Lega una deroga per permettere all’ormai ex ds della Spal di diventare operativo senza dover attendere la deadline del primo luglio; data d’inizio della prossima stagione sportiva. Una richiesta che, secondo quanto filtrato nelle ultime ore, dovrebbe essere accolta dal Consiglio di Lega a stretto giro di posta.

Torino, Vagnati arriva subito? Chiesta la deroga al Consiglio di Lega

OTTIMISMO – Filtra ottimismo dal Torino, che spera a breve di poter cominciare il nuovo ciclo targato Vagnati. Appena il Consiglio di Lega darà l’ok alla deroga (potrebbe essere questione di ore), l’ex Spal potrà debuttare al Filadelfia come nuovo responsabile dell’area sportiva del Torino e successivamente essere ufficializzato come nuovo ds granata. Ancora da definire invece il futuro di Massimo Bava, che in questi primi giorni di ripresa ha continuato a svolgere regolarmente le sue mansioni seguendo gli allenamenti individuali al Filadelfia (LEGGI QUI).

PRECEDENTI – A favore della società granata anche qualche precedente più o meno recente riguardante alcuni dirigenti sportivi che, dopo aver regolarmente terminato o interrotto il proprio rapporto contrattuale con un club, hanno cominciato a lavorare per un’altra società a campionato in corso. Un caso particolarmente noto è quello riguardante Giuseppe Marotta, che nel settembre 2018 si dimise dal ruolo di amministratore delegato della Juventus per diventare, di lì a poco, il nuovo amministratore delegato dell’Inter. L’altro elemento che fa propendere la bilancia dalla parte del “sì” è la disponibilità dell’altra società, la Spal, che ha già dato il suo nulla osta per permettere al ds di cominciare a lavorare per il Torino sin da subito. La decisione finale, in ogni caso, spetterà al Consiglio di Lega.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy