Juniores femminile Torino, Zorri e una storica rimonta: “Le ragazze hanno cuore”

Juniores femminile Torino, Zorri e una storica rimonta: “Le ragazze hanno cuore”

Le parole / Così l’allenatrice delle giocatrici granata che hanno centrato la finale scudetto

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Una piccola pagina di storia granata è stata scritta ieri alla Pellerina: le ragazze della Juniores femminile del Torino hanno raggiunto la prima finale scudetto, superando la Pramac Vittorio Veneto in rimonta.  Un bel successo per il Torino, alla prima stagione in cui è stata schierata una formazione in questa categoria: in casa granata il vivaio femminile, nato come per tutte le altre società professionistiche per obblighi federali (che richiedono alle società di formare almeno una squadra giovanile con 20 ragazze), si sta sempre più strutturando, contando ad oggi su circa 120 giocatrici tesserate. E il successo della Juniores, che schiera giocatrici giovanissime rispetto alla media (in campo molte ragazze del 2001 e del 2003), è benaugurante per il futuro. Ad allenarle c’è Tatiana Zorri, storico volto del calcio femminile italiano. Ecco le dichiarazioni che ci ha rilasciato dopo la vittoria in semifinale:

Tatiana, una rimonta così la può compiere solo un grande gruppo. 

“Abbiamo grande carattere, la squadra è unita e tutte le ragazze remano dalla stessa parte, chi gioca e chi rimane fuori. Tutte le giocatrici si sentono molto partecipi”. 

Il bilancio della vostra prima annata assume contorni storici. 

“E’ stato un anno molto positivo, di grande crescita giorno dopo giorno. Merito al mio staff e alle ragazze, che hanno sempre dimostrato una grande unione”. 

I risultati sono ancora più da apprezzare se si considera che siete un gruppo molto giovane. 

“Sì, mediamente due anni più giovane rispetto a gran parte delle squadre affrontate quest’anno. Ma le nostre ragazze si sono sempre fatte rispettare…”

Lei è alla sua prima esperienza al Torino: il bilancio personale?

“Positivo perchè mi sono trovata molto bene: la società è sempre presente a supportarci e ci siamo sempre sentite coinvolte. Quindi bene così”. 

Ora la finale Scudetto: si gioca domenica a Firenze contro il Perugia. Le sensazioni?

“Dobbiamo continuare a lavorare ancora per questa settimana. Ci alleneremo con grande intensità puntando a migliorare quel che si è sbagliato in semifinale: in qualche momento è mancata cattiveria agonistica, ma ci lavoreremo”. 

 

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Rock y Toro - 1 mese fa

    Forza ragazze Granata!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy