Primavera, Cottafava dopo Torino-Ascoli: “La nostra strada è ancora lunga”

Giovanili / Le parole del tecnico granata nel post partita del recupero della sesta giornata di campionato Primavera 1 TIM

di Redazione Toro News
Marcello Cottafava Torino Primavera

Al termine di Torino-Ascoli, l’allenatore dei granata è intervenuto ai microfoni di Torino Channel per commentare la sfida: “è una vittoria bella perchè arriva in un momento in cui noi avevamo estremamente bisogno di punti e quindi è sicuramente importantissima per la classifica. Per quanto riguarda il morale, vincere aiuta sempre, dopo la partita con il Cagliari eravamo un po’ più delusi del risultato ma la prestazione c’era stata, quindi sappiamo che la nostra strada è ancora lunga, dobbiamo ragionare partita per partita, oggi siamo contenti di questi 3 punti”. 

LEGGI ANCHE: Primavera, le pagelle di Torino-Ascoli 3-0: bene Greco e Karamoko, si sblocca Cancello

Sul cambio modulo: “Non sono vincolato a scelte tattiche, non è un modulo che porta alla vittoria ma l’atteggiamento dei ragazzi. Poi qualche accortezza la si prende per cercare di mettere i ragazzi nelle migliori condizioni possibili per far bene. Favale dietro le punte ha fatto bene, dietro si sono comportati bene ma sarebbe troppo semplicistico pensare che un cambio modulo può portare alla vittoria o il contrario”. 

LEGGI ANCHE: Primavera 1, la classifica: il Torino aggancia Fiorentina e Lazio

Infine, a chi parla di metamorfosi della squadra rispetto alla scorsa partita contro il Cagliari il tecnico risponde così:  “Io penso che nel calcio ogni risultato condizioni in maniera estrema ogni valutazione. Contro il Cagliari abbiamo fatto la prima mezz’ora più bella dell’anno, molto più bella di quella di oggi, e nel secondo tempo, causa l’inferiorità numerica, abbiamo giocato ad una sola porta e quindi non ho visto una metamorfosi dalla partita scorsa a questa, vedo una crescita dei giocatori e vedo una crescita nelle prestazioni. Anche nel 4-0 con l’Atalanta secondo me c’è stata la prestazione quindi, il risultato condiziona le certezze. Oggi ci prendiamo il risultato positivo ma sappiamo che non abbiamo risolto tutti i nostri problemi e dobbiamo fare ancora molto meglio”.  

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy