Primavera, Inter-Torino 3-0: un risultato troppo pesante per i granata

Giovanili / I granata giocano a testa alta contro la nuova capolista del campionato, crollando solo nel finale

di Lorenzo Bonansea, @BonanseaLorenzo

Non riesce l’impresa al Torino di federico Coppitelli, che cade a Sesto San Giovanni contro l’Inter – vittoriosa per 3-0. Nonostante il risultato sia pesante, i granata hanno mantenuto in bilico la partita per circa 60′ – giocandosela di fatto alla pari contro la nuova capolista del campionato. A decidere la partita, la sfortunata autorete di Fiordaliso nel primo tempo, e poi il gol di Rover a metà ripresa – mentre a tempo scaduto è arrivato il 3-0 di Odgaard. Una sconfitta che non deve demoralizzare i ragazzi di Coppitelli, bravi a non snaturarsi e a giocare con coraggio contro una squadra sicuramente più attrezzata.

Coppitelli non cambia modulo: avanti con il 4-3-1-2 che tanto bene ha fatto in queste prime 9 giornate di campionato, e avanti con 10/11 degli effettivi che han battuto l’Udinese 7-1, con la sola eccezione di Barreca – che torna in campo con la Primavera cercando la forma migliore.

EQUILIBRIO – E’ il Toro a toccare il primo pallone, ma la prima conclusione è dell’Inter: al 4′ Zaniolo scalda le mani di Coppola, che respinge facilitando il disimpegno granata. Trenta secondi più tardi risponde l Toro, che pareggia il contro dei tiri in porta con Millico – ma Pissardo è attento e blocca il destro a giro dell’attaccante di Coppitelli. L’Inter cresce col passare dei minuti, ma Ferigra e Buongiorno fanno buona guardia – concedendo poco a Codiolo e Mutton, i due pericoli numero uno dell’attacco nerazzurro. La gara è estremamente equilibrata, le due squadre sono schierate benissimo in campo e concedono poco o niente agli avversari. Lombardoni è costantemente in marcatura a uomo su Butic – che tocca pochissimi palloni più per meriti del nerazzurro che per me demeriti suoi. Dall’altra parte, però – come già accennato – Ferigra e Buongiorno non sono da meno, e di fatto le due difese sono le assolute protagoniste del primo tempo a Sesto San Giovanni. A rompere un equilibrio che sembrava ormai destinato a perdurare almeno fino alla fine del primo tempo, è l’inaspettato vantaggio dell’Inter – al 41′: cross di Valietti dalla destra, su cui Fiordaliso (fino a quel momento protagonista di alcune bellissime chiusure) svirgola e infila il suo portiere nella più classica delle autoreti. Sfortunato il Toro, che al termine di un primo tempo giocato alla pari contro l’Inter va nello spogliatoio sotto di una rete.

LEGGI: Primavera, le pagelle di Inter-Torino 3-0

LA RIPRESA – Ad inizio ripresa Coppitelli tira fuori un Barreca non al 100% (buono il suo contributo nel primo tempo, in entrambe la fasi) e insersice Gilli, spostando Fiordaliso sulla sinistra. E sono subito i granata a farsi vedere in avanti, con il solito Millico a tentare il tiro a giro, controllato senza problemi da Pissardo. Il Toro prende coraggio, e al 12′ l’occasione è clamorosa: cross di Kone col mancino, Butic si libera della marcatura e in torsione con la testa obbliga Pissardo alla grande parata, con la traversa che dà una grossa mano al portiere nerazzurro. Al primo tiro in porta della sua partita, il bomber granata stava per trovare un gol bellissimo. Al 20′ Vecchi si gioca la carta Odgaard, e l’Inter cresce n sicurezza – attaccando con maggiore convinzione. A metà ripresa Coppitelli si gioca la carta Bianchi, che rileva Kone e si sposta vicino a Butic, con Millico a fare il trequartista. Il cambio però non sposta gli equilibri, e anzi il Torino crolla: l’Inter preme sull’acceleratore – e se al 28′ va solo vicino al raddoppio con Danso, al 34′ lo trova con il neoentrato Rover – che firma il 2-0 Inter dopo qualche minuto dal suo ingresso in campo. Qualche minuto dopo arriva anche la mazzata finale per i granata, con Ferigra costretto al fallo da ultimo uomo su Zaniolo lanciato a rete: l’arbitro valuta come chiara occasione da gol l’occasione sfumata, e dunque espelle il difensore granata, costretti così a giocare gli ultimi 10′ in dieci uomini. A tempo praticamente scaduto, arriva il colpo del k.o. – col Toro ormai sbilanciato: Odgaard davanti a Coppola non sbaglia e firma il definitivo 3-0 Inter, che adesso è prima in classifica.

INTER-TORINO 3-0

Marcatori: pt 41′ aut. Fiordaliso, 34′ st Rover, 47′ st Odgaard

Inter: Pissardo; Valietti, Nolan, Lombardoni, Corrado; Gavioli, Danso, Schirò (dal 39′ st Brignoli), Zaniolo; Mutton (dal 19′ st Odgaard), Colidio (dal 30′ st Rover). A disposizione:  Dekic, Zappa, Sala, Bettella, Visconti, Gnoukouri, Belkheir, Merola. Allenatore: Stefano Vecchi

Torino (4-3-1-2): Coppola; Fiordaliso, Ferigra, Buongiorno, Barreca (dal 1′ st Gilli); Oukhadda, D’Alena, De Angelis; Kone (dal 26′ st Bianchi), Butic, Millico (dal 36′ st Capone). A disposizione: Zanellati, Bedino, Ambrogio, Celeghin, Samake, Ruggiero, Leveque, Iacuaniello, Gemello. Allenatore: Federico Coppitelli

Ammoniti: 11′ st Zaniolo (I)

Espulsi: 36′ st Ferigra (T)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy