Primavera, Torino-Cagliari 1-1: in 11 contro 10 i granata non vanno oltre il pari

Giovanili / Cagliaritani in 10 per quasi un’ora di gioco, ma solo un rigore di Freddi Greco permette ai granata di conquistare un punto

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Manca una grande occasione il Torino Primavera: a Volpiano è solo 1-1 contro un Cagliari rimasto in 10 per quasi un’ora di gioco. Improduttivo il forcing messo in piedi dalla squadra di Cottafava, che non eccelle in qualità ma nemmeno in idee chiare. Alla fine della fiera il pareggio non può soddisfare i giovani granata, che restano impelagati nella zona retrocessione.

Cottafava per la sfida ai sardi, che si presentano in casa Toro senza sconfitte nel 2021, sceglie di aumentare il peso offensivo, tornando al 3-4-2-1 utilizzato nella gara contro la Roma di Alberto De Rossi. Dal 1′ di gioco è presente Lovaglio, che nelle poche gare giocate tra settembre e ottobre era stato uno dei giocatori più in vista. Titolare anche Karamoko dopo esser partito dalla panchina contro l’Atalanta. In difesa spazio ad Aceto come braccetto di destra, mentre Spina e Celesia completano il pacchetto arretrato. A centrocampo Kryeziu e Karamoko con Foschi e Greco sulle fasce. Vianni prima punta con Horvath e Lovaglio a sostegno del numero 9 granata. Per la formazione sarda, invece, assente Boccia. Dal 1′ di gioco, tra le scelte di Agostini, in campo cinque 2003 e un 2004.

Davanti agli occhi della dirigenza al completo – oltre al responsabile Bava presenti il direttore della prima squadra Vagnati, il dg Comi e il team manager Moretti – il Toro parte contratto, con il peso degli otto gol subiti nelle precedenti due partite che si fa sentire. E già al 12′ il Cagliari passa in vantaggio. Ripartenza dei sardi affidata alla velocità di Masala, che mette sul secondo palo per Desogus, Aceto buca l’intervento e il sardo arriva per primo sulla palla e buca Sava sul primo palo. Il Toro prova a reagire, ma un po’ confusamente: una serie di batti e ribatti in area non si risolve favorevolmente e l’unica vera occasione è per Vianni, che riceve il filtrante di Karamoko e calcia sull’esterno della rete. Ci prova anche Horvath, con un tiro a giro da fuori che termina sul fondo. Poi la partita cambia: al 36′ il cagliaritano Sulis rimedia un’espulsione per doppio cartellino giallo, lasciando i suoi in dieci. I granata però non riescono ad allargare le maglie dei cagliaritani per sfruttare la superiorità numerica, anzi, nel finale di tempo è Cavuoti a impegnare Sava.

LEGGI ANCHE: Primavera 1, la classifica: il Torino pareggia, granata fermi al penultimo posto

Nel secondo tempo Cottafava cambia a centrocampo, inserendo Tesio per Karamoko. Sulla fascia destra, ecco Todisco al posto di Foschi. I granata partono decisi; prima Vianni va vicino al gol dopo essersi liberato in area, poi arriva il pareggio al 55′: Lovaglio entra in area, sterza e l’arbitro vede una spinta ai suoi danni. Tra le proteste dei sardi è Greco a portarsi sul dischetto: preciso il tiro nell’angolino alla sinistra di Ciocci che vale l’1-1. Il Torino si riversa nella metà campo sarda, l’ex Michelotti entra sulle gambe di Lovaglio ma l’arbitro non se la sente di tirare fuori il rosso diretto. Sulla punizione seguente battuta da Horvath il Cagliari rischia ma si salva in qualche modo. I sardi tengono botta e riescono a limitare i brividi, sin quando – a un quarto d’ora dal termine  – Cottafava si gioca il tutto per tutto inserendo un fantasista come Favale al posto di un difensore come Aceto. Granata con il 4-2-3-1 per l’assedio finale. Proprio il neo-entrato Favale fa partire un diagonale velenoso col destro che viene salvato quasi sulla linea da Cusumano. Occasionissima per Horvath: ottimo destro a giro, ma Ciocci si supera e devia in corner. E’ di fatto l’ultima emozione del match: a Volpiano termina 1-1, un risultato che di certo soddisfa più i sardi.

IL TABELLINO

TORINO-CAGLIARI

Marcatori: 12′ Desogus (C), 56′ Freddi Greco rig. (T)

CAGLIARI (4-2-3-1): Ciocci; Zallu, Palomba, Schirru, Michelotti; Sulis, Kouda (64′ Piga); Masala, Cavuoti (53′ Del Pupo), Desogus (38’Cusumano); Contini (64’Sangowski). A disposizione: D’anielo, Adamo, Fellega, Kourfalidis, Tramoni. Allenatore: Agostini.

TORINO (3-4-2-1): Sava; Aceto (76′ Favale), Spina, Celesia; Foschi, Karamoko, Kryeziu, Greco; Horvath (89’Oviszach), Lovaglio (84′ Cancello); Vianni. A disposizione: Girelli, Portanova, Nagy, La Rotonda, Todisco, Tesio, Continella, Fimognari, Gyimah. Allenatore: Cottafava.

Ammoniti: 29′ Horvath (T), 33′ Masala (C), 48′ Kourfalidis (C), 63′ Michelotti (C),

Espulso: 36’Sulis (C)

LEGGI ANCHE: Primavera, le pagelle di Torino-Cagliari 1-1: Sava evita una beffa peggiore

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14373160 - 3 settimane fa

    Il secondo tecnico scelto da Vagnati…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. wally - 3 settimane fa

    visto che i risultati sono questi e
    visto che in tribuna c’era tutto lo staff tecnico ,
    speriamo che qualcuno provi a prendere qualche provvedimento…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. rolandinho9 - 3 settimane fa

    Ora capisco perché si sta imbottendo di stranieri la primavera, o forse no…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Marchese Granata - 3 settimane fa

    Io non capisco! Abbiamo ripreso battendo il Milan 2-0 con una prova anche convincente, cinica e giocata con intelligenza. Sono seguite due scoppole per 4-0, nell’ultima delle quali il mister dice di aver visto segnali positivi e miglioramenti!!! Oggi con una pari in classifica facciamo 1-1, in casa, con un rigore e giocando quasi mezz’ora in superiorità numerica, fattore che a queste latitudini, evidentemente, è tutt’altro che un vantaggio. E’ evidente che ci sia qualcosa che non quadra. Anche l’inizio di stagione era stato negativo, quindi a questo punto credo che il Milan sia stato solo un episodio. Per me sarebbe ora di cambiare guida tecnica, meglio non perdere altro tempo o ci ritroviamo con la Primavera in B!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. gianTORO - 3 settimane fa

    DNA…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Pavl73 - 3 settimane fa

    Una cosa che mi fa ridere è Comi!!
    Se malauguratamente cairo dovesse cedere, Comi è nella merda.
    Nn sa fare 1 cazzo!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Pavl73 - 3 settimane fa

    Aspettiamo cosa dice il mister
    Anzi facciamo un gioco
    Proviamo ad anticiparlo:
    Abbiamo dominato…
    C’è mancato l’ultimo tocco…
    Se nn avessero salvato sulla linea…
    I ragazzi hanno reagito dopo le due sconfitte…
    (io direi umiliazioni. Però il mister è lui…)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy