gazzanet

Primavera / Torino-Juventus 0-1: non basta la grinta contro la potenza bianconera

Derby della Mole / Il Toro fa una grande partita dietro, ma davanti non riesce mai a pungere: il derby va agli ospiti, che giocano meglio e ai quali basta un gol di Coccolo in mischia

Lorenzo Bonansea

"Cade il Torino di Coppitelli nel derby Primavera, contro una Juventus oggettivamente superiore da moltissimi punti di vista, da quello fisico a quello propriamente tecnico. Alla fine, la decide un gol in mischia di Coccolo, ma la partita ha visto una Juve andare più volte vicina al raddoppio (grande prova del pacchetto difensivo di Coppitelli), contro un Toro praticamente mai pericoloso dalle parti di Del Favero.

"Il Toro parte coraggioso, con il 4-2-3-1 disegnato da Coppitelli che fin dai primi minuti si propone, senza alcun timore. La catena di sinistra Berardi-Giraudo si muove subito moltissimo, e già al 5' ci sono grandi proteste in casa granata per un contatto in area bianconera, ma l'arbitro lascia giustamente correre. Due minuti più tardi la risposta della Juventus, con Leris che in area impegna Cucchietti, il quale però risponde pronto bloccando la sfera. Il campo non aiuta la fluidità del gioco, penalizzando soprattutto i palleggiatori bianconeri. Il Toro si fa vedere nuovamente dalle parti di Del Favero al 15', con Berardi che prova il diagonale, deviato in corner. Il pressing granata rischia di liberare il contropiede bianconero in un paio di occasioni, ma prima la Juve non lo gestisce bene, e poi è Friedenlieb a metterci una pezza importantissima su Pereira. Il Toro in fase di non possesso si dispone con il 4-4-2, con Berardi e Oukhadda che si allineano alla mediana per aiutare i terzini, e Piscopo e De Luce riferimenti centrale. Al 24' trema il Torino: Leris si libera in area, viene stoppato da Giraudo e poi Zeqiri insacca ma il gioco è fermo per off-side. L'occasione mancata galvanizza la Juventus, che continua a spingere, e qualche minuto dopo Cucchietti si deve superare sulla botta secca di Leris, alzando sopra la traversa. Nella seconda parte di secondo tempo la Juventus sale e dimostra di avere un altro passo dei granata, pressando alto e non facendo giocare i ragazzi di Coppitelli, che hanno difficoltà ad uscire palla al piede. Il Toro - prima del duplice fischio - si fa vedere su qualche calcio piazzato, non riuscendo però a concludere con pericolosità dalle parti di Del Favero.

"La ripresa inizia come peggio non poteva per i granata: sugli sviluppi di un corner, infatti, la Juve passa con Coccolo, che da due passi mette dentro il vantaggio bianconero. Coppitelli sceglie di buttare dentro la mischia Tobaldo per uno spento Piscopo, e al 12' Oukhadda rimedia un giallo evitabile per un fallo di reazione su Zeqiri, che precedentemente aveva avuto da ridire con Auriletto. Grosso, invece, si gioca la carta Kean, e il classe 2000 (tenuto d'occhio da Raiola, presente in tribuna) crea scompiglio immediatamente, obbligando Friedenlieb e Auriletto agli straordinari. Il Toro fatica da matti ad uscire dal guscio, la Juve ha maggiore proprietà di palleggio, e Toure va vicino al raddoppio con un siluro dai 25 metri, che esce di pochissimo alla sinistra di Cucchietti. Nel finale il Toro si sfalda, sbaglia tanto in appoggio, e la Juve avrebbe anche la possibilità di raddoppiare prima con Clemenza e poi con Kean, ma Cucchietti risponde presente in entrambe le occasioni. Nel finale la Juve continua a mantenere il pallino, il Toro non riesce ad incidere e finisce così: il Toro esce con 0 punti dal derby, contro una Juve sicuramente superiore.

Potresti esserti perso