Primavera, Torino senza partite dal 3 ottobre. Lega Serie A verso modifiche al protocollo

News / I club avranno sempre più bisogno di portare giovani in Prima squadra, per questo servono maggiori controlli sui giovani

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto
Torino Primavera

La Lega Serie A sta pensando di estendere il protocollo delle prime squadre anche alle formazioni Primavera. Il campionato giovanile procede a rilento causa Covid-19. Basta pensare che il Torino di Marcello Cottafava non gioca dal 3 ottobre, quando pareggiò a Ferrara contro la SPAL, poi tre gare rinviate (con Milan, Atalanta e adesso quella contro l’Ascoli, che ha chiesto il rinvio dopo aver riscontrato 7 casi di positività). Allo stesso tempo aumentano i casi di positività in Serie A e le società hanno sempre più bisogno di attingere ai giovani della Primavera. La Lazio – per fare un esempio lampante – a Brugge in Europa League ha portato in panchina appena 9 giocatori, di cui 5 della propria formazione giovanile.

Torino-Spezia Coppa Italia Primavera

LEGGI ANCHE: Sei positivi nel Torino e cinque gare rinviate nel Primavera 1: ombre sul futuro del campionato

PROTOCOLLO – L’esigenza dei club è di poter far salire giovani con la consapevolezza che non ci sia il rischio che questi siano dei positivi asintomatici. Inoltre va considerato che – al momento – non c’è alcuna intenzione di fermare i campionati Primavera 1 e 2, perché tra le manifestazioni giovanili questi sono gli unici con il meccanismo di promozione e retrocessione. Quindi i ragazzi dovrebbero continuare a giocare. Per queste motivazioni in Lega si sta discutendo della possibilità di estendere il protocollo stilato per Serie A, B e C anche al Primavera 1 e 2 (il neonato Primavera 3 è sotto l’egida della Lega Pro ed è già stato sospeso). Difficile poter prevedere in questo momento se ciò avverrà. Sicuramente sarebbe un cambiamento molto dispendioso per i club, ma allo stesso tempo aiuterebbe a garantire la salute di tutti i tesserati (prima squadra e Primavera), oltre a rendere più sicuro lo svolgimento della Serie A e di quello giovanile.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 4 settimane fa

    Se e quando il Toro primavera ritornerà in campo non sarà certo al meglio delle sue condizioni psico-fisiche.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. al_aksa_831 - 4 settimane fa

      Questo vale per tutti e comunque i giocatori stanno peggio se non giocano per un anno. Fosse anche solo per la loro salute mentale, devono giocare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. BiriLLo - 4 settimane fa

    Introducendo il tempo effettivo e cambi liberi tipo nel basket, magari con un filtro tipo da farsi solo ogni 15 minuti, si ovvierebbe..
    Non credo si saturi troppo il gioco, sicuramente è rivoluzionario ma tanti giovani primavera avrebbero modo di giocare.
    Abbiamo testato la VAR per primi, perché non provare questo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. al_aksa_831 - 4 settimane fa

      Perchè non risolverebbe nulla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy