Primavera / Torino-Udinese 2-2: palle inattive decisive, il Toro spreca e si salva all’ultimo

Primavera / Torino-Udinese 2-2: palle inattive decisive, il Toro spreca e si salva all’ultimo

I granata vanno sotto due volte, sprecano molto e riescono a raddrizzarla con Buongiorno e Rivoira. C’è da lavorare nella gestione delle partite

di Lorenzo Bonansea, @BonanseaLorenzo

Pareggia tra le mura amiche il Torino Primavera di Coppitelli: i granata riescono parzialmente a raddizzarla con Buongiorno, ma sprecano le occasioni giuste (di cui una incredibile con Berardi) e alla fine è Rivoira a salvare il risultato, firmando il 2-2 finale in rimonta. Toro cinico sui calci piazzati.

Comincia bene il Torino, schierato un’altra volta con il 3-4-3 da Coppitelli, con la sorpresa Avelar schierato largo a sinistra. I granata giocano di più proprio sulla corsia mancina, e al 12′ un cross tagliato del brasiliano trova Berardi in terzo tempo: la palla finisce fuori di un soffio. Auriletto e compagni ostentano sicurezza dietro, ma saltano sistematicamente il centrocampo, andando a cercare subito le sponde di De Luca, più volte vincenti. Traore è una furia sulla sinistra, ma il Toro non riesce ad essere concreto. L’Udinese, dopo 20′ di appannamento, prende coraggio e manovra davanti, affidandosi alle qualità di Balic ed Ewandro, e al 26′ passa: la difesa granata dorme su una punizione dalla trequarti e Vasko insacca alle spalle di Cucchietti. La reazione granata è rabbiosa: Traoré e De Luca provano in ogni modo a fare male, ma l’esterno – molto attivo – non è preciso sottoporta, mentre il centravanti trova le pronte risposte di Borsellini. Al 37′, da palla inattiva, arriva il pari: corner di Avelar, svetta Buongiorno che insacca. Sul finire di frazione è ancora Traoré protagonista, ma sul tiro cross di Oukhadda il numero 11 sbaglia il controllo.

La ripresa inizia con un’occasione clamorosa per il Toro: Traoré si libera e centra la traversa, sul tap-in arriva Berardi che da due passi, a porta completamente libera, spara altissimo, per la disperazione sua e del pubblico del Don Mosso. Al 10′ l’Udinese, nel miglior momento granata, passa: invenzione di Ewandro per Armenkas, tocco dentro per Djoulou che non può davvero sbagliare. Passano i minuti, il Toro attacca ma è l’Udinese ad andare vicinissimo al raddoppio, quando Rivoira sale male lasciando Armenkas a tu per tu con Cucchietti: il portiere si supera sul numero 7. Il Toro attacca ma senza idee, Avelar non è lucido in un paio di occasioni, e l’entrata di Tobaldo non sveglia davanti i granata. Nel momento in cui non ce lo si aspetta, però, a 5′ dalla fine, arriva il pari granata, sull’ennesimo calcio piazzato, con l’ennesimo difensore: è Rivoira che insacca questa volta, facendosi perdonare l’errore sul 2-1 Udinese. Finisce così, un pari che fa contento a metà il Toro di Coppitelli.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy