Torino, Capriolo e Fabbrini premiati dall’Aiac per meriti sportivi

Torino, Capriolo e Fabbrini premiati dall’Aiac per meriti sportivi

Giovanili / Il tecnico ha ricevuto il premio per essersi laureato campione nazionale Berretti, mentre il direttore per il suo trasferimento in granata

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto
Massimiliano Capriolo premiato dall'Aiac

Sono stati premiati ieri sera dalla sezione di Piemonte e Valle D’Aosta dell’Aiac (Associazione italiana allenatori calcio) Massimiliano Capriolo, tecnico dell’Under 18 del Torino, e Andrea Fabbrini. La serata di gala – svoltasi nella magnifica cornice del Salone dell’Arengo del Broletto a Novara – ha visto premiati i migliori allenatori della passata stagione. Prima del momento topico della consegna dei premi, è stata tenuta anche una discussione sul futuro del ruolo dell’allenatore a cui hanno preso parte anche du ex conoscenze granata: Mario Beretta (ex responsabile dei settori giovanili di Cagliari e Milan e ora consigliere FIGC in quota Aiac) e Giancarlo Camolese, ora consigliere all’interno dell’Aiac.

Andrea Fabbrini premiato dall'Aiac

CAPRIOLO – Tra i presenti anche un altro personaggio molto legato al mondo del Torino, ovvero Vitantonio Zaza, tecnico del secondo gruppo dell’Under 14. L’allenatore granata era però presente in veste di presidente della sezione torinese dell’Aiac. Proprio il tecnico dell’Under 14 e Giancarlo Camolese hanno premiato Capriolo per lo storico campionato Berretti vinto l’anno scorso con i granata. Una vittoria che rimarrà negli annali, visto che da quest’anno le società di A e B non prenderanno più parte al campionato Berretti e di fatto il tecnico granata è l’ultimo della storia ad averlo vinto. Capriolo ha mantenuto la categoria e ora allena l’Under 18, che ieri ha ottenuto la prima vittoria stagionale.

PREMI SPECIALI – Dopo l’allenatore granata è stata la volta di Andrea Fabbrini, unico dirigente premiato durante la cerimonia. L’attuale Responsabile del Settore giovanile del Torino ha ricevuto un riconoscimento proprio per il suo trasferimento in granata. A consegnargli il premio è stato sempre Vitantonio Zaza, che con Fabbrini lavora a stretto contatto. Presenti anche dei premi speciali per gli allenatori che si sono distinti nella scorsa stagione e uno di questi è stato intitolato a Emiliano Mondonico, scomparso il 29 marzo del 2018 e una delle figure più importanti nel panorama calcistico piemontese. Il premio speciale è stato assegnato a Simone Banchieri, l’anno scorso campione nazionale con l’Under 16 del Novara e ora tecnico proprio della Prima squadra degli azzurri.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. GlennGould - 10 mesi fa

    Incredibile.
    Ogni commento è un insulto alla logica.
    Prima si mettono personaggi in società da piangere, poi li si premiano anche.

    Mamma mia quanta tristezza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. al_aksa_831 - 10 mesi fa

      Motivazioni esilaranti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy