Torino, l’Under 19 femminile è vicina alle fasi finali: fin qui un cammino perfetto

Giovanili / Le ragazze di Tatiana Zorri potrebbero qualificarsi con tre giornate d’anticipo

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

La crescita del movimento femminile del Torino è sotto gli occhi di tutti. A confermarlo non sono solo il numero di iscritte (quest’anno è stata aggiunta l’Under 17 rispetto alla scorsa stagione), ma anche i risultati in campionato. L’Under 15 è prima in solitaria, mentre la neonata Under 17 se a gioca con altre società importanti come Genoa, Sampdoria e Juventus. Chi sta facendo la stagione migliore, fin qui, è l’Under 19 di Tatiana Zorri. La squadra, composta principalmente da ragazze del 2001 e del 2002 (con qualche 2003), è prima in solitaria con dieci vittorie in altrettante partite. A quattro giornate dalla fine della stagione e con otto punti di vantaggio dal Fossano secondo, la prossima giornata potrebbe essere decisiva per le qualificazione alle fasi finali. Ovviamente non basterebbe la vittoria delle granata, ma servirebbe anche che le cuneesi non ottengano i tre punti in casa del Pinerolo.

FASI FINALI – A prescindere dai risultati, l’Under 19 è effettivamente a un passo dalla qualificazione. Un anno fa il cammino delle granata finì proprio in finale contro il Perugia, ma quel Torino contava ancora su molte ragazze del 2003, che ora compongono l’Under 17. La rosa attuale è dunque ancora più competitiva e il lavoro della Zorri è stato fatto proprio per farsi trovare pronte una volta passata la fase regionale. D’altronde il livello del girone affrontato è inferiore rispetto al valore del Torino, che fin qui ha incontrato poche difficoltà. Il problema è proprio quello di saper tenere alta la concentrazione e la tenuta atletica, cercando di non fermarsi al mero risultato, ma di guardare puramente alle prestazioni.

L’ULTIMA GARA – Per questo, nonostante nell’ultima partita le granata abbiano vinto 3-0 contro il Pinerolo, la prestazione non può aver convinto troppo Tatiana Zorri. Fin qui le sue ragazze hanno sempre affrontato ogni partita come fosse una finale, ma questo weekend è sembrato di vedere una squadra che si è accontenta del risultato già in cassaforte a inizio gara. Un atteggiamento insolito da parte di una squadra che fin qui affrontato il campionato con grande professionalità e determinazione. Insomma, uno scivolone che ci può stare in un percorso di crescita anche sotto il punto di vista della maturità. Con la mentalità che la Zorri sta infondendo alle sue ragazze si potrebbe anche migliorare il cammino della scorsa stagione e inutile non sottolineare quanto sarebbe importante portare a casa il primo titolo nazionale femminile della storia del Torino. L’obiettivo poi dev’essere quello di dare continuità al movimento, perché le 2001 dal prossimo anno non potranno più giocare a livello giovanile e dovranno per forza passare in un Prima squadra, di cui i granata non sono ancora dotati.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Thor - 8 mesi fa

    Brave, crescete sportivamente e portate alto il colore granata. Sarebbe davvero una bella soddisfazione vedervi vincere trofei che la compagine maschile ormai non sfiora da decenni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy