Torino, quella Supercoppa Primavera del 2015: ecco dove giocano oggi i protagonisti

Torino, quella Supercoppa Primavera del 2015: ecco dove giocano oggi i protagonisti

Il punto / Edera, Segre e Candellone i nomi migliori. Ma c’è anche chi ha smesso di giocare

di Redazione Toro News

IL RICORDO

Il Torino ha vinto mercoledì 20 febbraio la seconda Supercoppa Primavera della sua storia, sconfiggendo l’Inter ai rigori a Sesto San Giovanni. Ma torniamo con la mente al primo acuto. Il 14 novembre 2015 è stato un giorno a suo modo storico per il Torino: è la data della prima Supercoppa Primavera della storia del club granata. Allo stadio Olimpico-Grande Torino (gremito per l’occasione da più di 11.000 spettatori, dato importante per una partita Primavera) i granata di Moreno Longo sconfissero la Lazio, allenata allora da Simone Inzaghi, in rimonta (2-1). Gli ospiti andarono in vantaggio con Cardoselli al 46′, ma il Torino di Longo ebbe la forza di rimontare prima con una rete di Filippo Berardi al 77′, forzando la partita ai supplementari e poi con il centro decisivo di Elia Bortoluz al 104′. Per i granata fu il secondo trofeo alzato nell’anno 2015, dopo lo Scudetto vinto sempre contro la Lazio nel giugno precedente. A fine partita toccò a capitan Valerio Mantovani l’onore di levare al cielo la prima Supercoppa di sempre. Ma dove giocano oggi i protagonisti di quel Torino Primavera? Quasi tre anni e mezzo dopo, è interessante stilare un piccolo bilancio. A partire dall’allenatore, Moreno Longo: come in molti profetizzavano ai tempi, è riuscito ad arrivare in Serie A con il Frosinone. L’esonero di qualche settimana fa ha interrotto l’avventura che lo ha visto centrare una promozione: Longo approfitterà di qualche mese di riposo prima di provare a tornare in pista la prossima stagione.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14171750 - 8 mesi fa

    Massimo Martino un campione molto sfortunato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marco59 - 8 mesi fa

    Auguri Massimo, che la vita ti possa sorridere e ti possa restituire con gli interessi le soddisfazioni che non hai potuto prenderti con il calcio giocato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13973712 - 8 mesi fa

    credo che il Toro debba cercare di valorizzare maggiormente i suoi ragazzi, la loro carriera dipende da molte variabili (agganci giusti, procuratori ecc.) e non è detto che vadano avanti sempre i più bravi. personalmente mi spiace che alcuni ragazzi (mi vengono in mente Morra, Aramu, Mantovani ecc. ) non sono rimasti tesserati con Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13973712 - 8 mesi fa

    Massimo Martino il più sfortunato di tutti….ti auguro 1000 soddisfazioni in altri campi. Agli altri la speranza di una buona carriera

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. iard68 - 8 mesi fa

    Edera e Segre. Forse.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Fabio - 8 mesi fa

    Un’ecatombe…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Garnet Bull - 8 mesi fa

    Puntoamo forte sui più promettenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy