Torino, quella Supercoppa Primavera del 2015: ecco dove giocano oggi i protagonisti

Il punto / Edera, Segre e Candellone i nomi migliori. Ma c’è anche chi ha smesso di giocare

di Redazione Toro News

SOTTO CONTROLLO

Torino FC v SS Lazio - Serie A

Passiamo poi ai giocatori, che erano della leva 1997-1998. Alcuni sono ancora di proprietà del Torino. Ci sono innanzitutto i portieri Andrea Zaccagno (’97, alla Vibonese da gennaio) e Tommaso Cucchietti (’98, titolare all’Alessandria in C). Il terzino destro Lorenzo Carissoni (’97) è protagonista in C con la Carrarese, così come Federico Giraudo (’98, Ternana) e l’altro terzino sinistro Matteo Procopio (’96, da gennaio alla Reggina), che era un fuoriquota. A centrocampo ecco Gianluca Piccoli (’97, alla Giana Erminio) e Jacopo Segre, al momento uno dei giocatori di maggior prospettiva del gruppo: sta facendo bene in Serie B al Venezia. Il giocatore simbolo di quella Primavera, Simone Edera, è arrivato in Serie A e, dopo le prime esperienze al Torino, attualmente è in prestito secco al Bologna sotto la guida di quel Sinisa Mihajlovic che lo lanciò in granata. Altri due attaccanti di quella squadra sono ancora sotto controllo del Torino: Leonardo Candellone (’97) sta segnando a ripetizione nel Pordenone capolista in Serie C, il sammarinese Filippo Berardi sta provando a emergere in C al Monopoli. Tutto sommato un buon numero di giocatori ha vissuto quella stagione in Primavera come trampolino di lancio verso il professionismo, con Edera, Cucchietti, Segre e Candellone che al momento sembrano i profili più futuribili.

7 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14171750 - 2 anni fa

    Massimo Martino un campione molto sfortunato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Marco59 - 2 anni fa

    Auguri Massimo, che la vita ti possa sorridere e ti possa restituire con gli interessi le soddisfazioni che non hai potuto prenderti con il calcio giocato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-13973712 - 2 anni fa

    credo che il Toro debba cercare di valorizzare maggiormente i suoi ragazzi, la loro carriera dipende da molte variabili (agganci giusti, procuratori ecc.) e non è detto che vadano avanti sempre i più bravi. personalmente mi spiace che alcuni ragazzi (mi vengono in mente Morra, Aramu, Mantovani ecc. ) non sono rimasti tesserati con Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13973712 - 2 anni fa

    Massimo Martino il più sfortunato di tutti….ti auguro 1000 soddisfazioni in altri campi. Agli altri la speranza di una buona carriera

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. iard68 - 2 anni fa

    Edera e Segre. Forse.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Fabio - 2 anni fa

    Un’ecatombe…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Garnet Bull - 2 anni fa

    Puntoamo forte sui più promettenti

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy