mondo granata

Aldo Agroppi: simbolo del Torino dei primi successi del dopo-Superga

Figurine / Spegne oggi le candeline l'ex centrocampista della prima formazione granata vittoriosa dopo il 4 maggio del '49

Redazione Toro News

Compie oggi 77 anni Aldo Agroppi, ex centrocampista del Torino molto amato dai tifosi. Dopo aver militato nelle giovanili granata per tre campionati ed aver completato il proprio percorso di crescita tra Genoa e Piombino, vestì la maglia del Toro per ben otto anni, tra il 1967 e il 1975, collezionando 280 presenze impreziosite da 26 reti. L’esordio con i granata arrivò il 15 ottobre del 1967, in una gara vinta per quattro reti a due contro la Sampdoria che diventerà celebre soprattutto per essere stata l’ultima di Gigi Meroni. Ma la sua migliore annata è quella del 1971/72, campionato in cui giocò 39 partite segnando 6 gol, di cui uno nel derby del 26 marzo 1972, firmando il 2-1 definitivo sulla Juventus. Al termine di quella stagione ottenne anche la convocazione in Nazionale: disputando in azzurro 5 partite, di cui 3 delle qualificazioni al Mondiale 1974.

Nel suo palmarès all'ombra della Mole può vantare due Coppe Italia, conquistate nel '68 e nel '71, i primi trionfi della socieà dopo la tragedia di Superga. Dopo aver lasciato i granata, Agroppi concluse la carriera a Perugia, per poi cimentarsi nel ruolo di allenatore sedendo su panchine di Pescara, Pisa, Perugia, Fiorentina, Como e Ascoli.