Museo Grande Torino, al via il progetto natalizio “Casa Giglio” a favore dei più piccoli

Iniziativa / Un progetto a favore di chi accoglie dal 2002 gratuitamente le famiglie dei bambini ricoverati all’ospedale Regina Margherita di Torino

di Andrea Calderoni

Il Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata vicino ai bambini in vista del Santo Natale grazie all’iniziativa “Casa Giglio”. L’iniziativa del Museo del Toro ha due scopi: far trovare sotto l’albero ai bambini tanti doni e sostenere “Casa Giglio”, struttura che dal 2002 accoglie gratuitamente le famiglie dei bambini ricoverati all’ospedale Regina Margherita di Torino.

COMUNICATO STAMPA MUSEO GRANDE TORINO E LEGGENDA GRANATA:

Il Museo del Grande Torino e della Leggenda Granata in occasione del prossimo Natale vuole essere vicino ai bambini e in particolare a quelli più sfortunati costretti ad affrontare sofferenze a causa del loro stato di salute e ha varato l’iniziativa «In gioco per “Casa Giglio”» affinché i bimbi possano vivere la maga del Natale, anche se non sono a casa loro e vicini alle proprie famiglie. L’iniziativa del Museo del Toro ha due scopi: far trovare sotto l’albero ai bambini tanti doni e sostenere “Casa Giglio”, struttura che dal 2002 accoglie gratuitamente le famiglie dei bambini ricoverati all’ospedale Regina Margherita di Torino. Ad aiutare il Museo in questa mission l’Unione Club Granata che coinvolge i Toro Club, il quotidiano Tuttosport in qualità di media partner e la Città Metropolitana di Torino che ha accordato il patrocinio. L’8 dicembre nell’atrio del Museo del Toro, a Villa Claretta Assandri a Grugliasco (TO) in via G.B. La Salle 87, sarà allestito l’albero di Natale con palline decorate a mano raffiguranti i principali artefici della gloriosa storia granata e saranno raccolti i regali che saranno consegnati il 20 dicembre alla struttura Casa Giglio (www.giglio-onlus.it) e poi il 6 gennaio 2021, quando sarà smontato l’albero di Natale, verranno messe all’asta le palline e il ricavato sarà donato a Casa Giglio. Per la sicurezza dei bambini si informa quali sono le modalità per la scelta dei doni poiché le terapie alle quali sono sottoposti rendono le loro difese immunitarie molto basse per cui i pazienti sono facilmente soggetti a contrarre infezioni. I doni, per una fascia d’età 0 a 16 anni, possono essere nuovi e usati, ma questi ultimi devono essere pari al nuovo. I nuovi vanno confezionati con carta regalo indicando se sono per femmine o maschi e quale sia l’età consigliata, mentre quelli usati saranno confezionati dai volontari che ne valuteranno la condizione.
Cosa si può donare:

LEGGI ANCHE: Torino, nuovo official design partner: Sator, azienda specializzata in progettazione

– Giochi, sia da maschio sia da femmina e per qualsiasi fascia di età;

– Piccoli gadget, tipo giochi da edicola o figurine di qualsiasi genere;

– Articoli di cancelleria (pastelli, pennarelli, album da disegno…);

– Libri di testo o di gioco (lingua araba, francese, inglese).

Non è possibile donare i pupazzi di peluche e pezza in quanto sono veicoli per la trasmissione di germi.

I doni vanno consegnati al Museo del Toro negli orari di apertura la domenica dalle ore 10 alle 18. Nonostante il 2020 sia un anno difficile e complicato … scendi in campo con il Museo del Grande Torino e regala un Sorriso.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. mah... - 1 mese fa

    “– Giochi, sia da maschio sia da femmina e per qualsiasi fascia di età”

    Mamma mia cosa avete scritto. Apriti cielo…Sperate solo che non la leggano i talebani di TN (quelli che si inginocchiano per Floyd, ma rimangono ben in piedi dritti per Samuel Paty) e vi facciano una piazzata sull’identità di genere…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Thor - 1 mese fa

    Buon Cuore Granata non mente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy