Torino, tre vittorie consecutive in trasferta? Mancano dall’era Ventura

Torino, tre vittorie consecutive in trasferta? Mancano dall’era Ventura

Approfondimento / L’ultima volta che i granata vinsero tre partite di fila fuori casa risale al febbraio 2015

di Redazione Toro News

La partita contro la Fiorentina ha portato la seconda vittoria consecutiva in casa Torino: cosa che mancava dallo scorso settembre. Dunque, il Toro a Verona ha più di un’opportunità. Fare risultato contro l’Hellas oltre a dare sicurezza e punti in classifica, può migliorare un record non positivo congelato da oltre nove mesi: tre vittorie consecutive in un singolo campionato non si sono più viste dallo scorso marzo. Contemporaneamente il “fattore trasferta” può portare a concludere un’astinenza che dura dalla stagione 2014/2015: ultimo campionato in cui i granata hanno conquistato tre vittorie consecutive fuori casa.

TRE SU TRE? – Per un Toro ancora contestato la gara di Verona rappresenta l’occasione di ribadire quanto fatto con la Fiorentina. Sulla squadra di Montella è arrivato il secondo successo di fila dopo quello di Marassi, una cosa che non si vedeva da inizio stagione: la serie di vittorie consecutive si era fermata al 1° settembre. Il 2-3 esterno sull’Atalanta, firmato da Bonifazi, Berenguer e Izzo che aveva bissato l’esordio vincente col Sassuolo. Poi, dall’1-2 subito dal Lecce, il Toro ha sofferto di un singhiozzo lungo tre mesi. L’ultimo tris vincente invece è stato ottenuto nella stagione scorsa: sempre Atalanta, battuta 2-0 al Grande Torino, poi il 3-0 casalingo rifilato al Chievo e infine l’1-2 sul Frosinone allo Stirpe, siglato dalla doppietta di Belotti. Dal 10 marzo 2019 però il Toro non ha più visto tre vittorie di fila.

FUORI CASA – Con i risultati netti delle uscite contro Brescia e Genoa (0-4 e 0-1), entrambe senza concedere gol, i granata hanno preparato il terreno per alzare l’asticella, ottenendo due vittorie consecutive in trasferta: un risultato che mancava da settembre 2017, quando la panchina del Torino era retta da Sinisa Mihajlovic. La partita di Verona potrà rivelarsi cruciale. Il primo obbiettivo sarà senz’altro quello di tenere lontani non solo la squadra di Juric ma anche il Milan, entrambi appaiati in classifica. Il Toro però potrà e dovrà puntare a qualcosa di più: tre vittorie esterne di fila mancano infatti dal 7 febbraio 2015.  All’epoca in panchina sedeva Giampiero Ventura e Andrea Belotti vestiva ancora rosanero. In quella stagione i granata batterono una dopo l’altra, Cesena e Inter. Poi, caso ha voluto, che la terza gara vincente di quella serie fuori casa fosse proprio contro l’Hellas: al Bentegodi, dopo le reti di Martinez e Quagliarella ed il goal di Toni (capocannoniere di quell’anno), El Kaddouri chiuse la gara sull’1-3. Al momento, su sette gare disputate lontano dall’Olimpico Grande Torino, la squadra di Mazzarri ha ottenuto 3 vittorie e 4 sconfitte: motivo in più per il Toro per non risparmiarsi.

Lorenzo Chiariello

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Toro Forever - 4 mesi fa

    I risultati del Torino si calcolano in “Ere”. Da quella Glaciale al Mesozoico fino al Cambriano. I suoi tifosi sperano di passare presto dal Medio Evo all’Evo Moderno. Ma ci vorrà ancora molto tempo. Siamo in piena “Era Cairo”. Direi bene. Dai Toro!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy